LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/09/10 DAL BENEMERITO LUCIUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lucius 10/09/10 01:09 - 2820 commenti

I gusti di Lucius

Fraseggi di jazz ed un linguaggio triviale per un'opera che vuole raccontare il processo contro Allen Ginsberg, poeta e esponente della beat generation degli anni cinquanta accusato di aver scritto un poema osceno. Gli inserti di animazione sono godibili e per certi versi stilisticamente innovativi, ma è troppo lo spazio dedicato ai suoi versi veraci, se non osceni comunque volgari e questo inficia la pellicola che avrebbe potuto incentrarsi maggiormente sulla vita del poeta piuttosto che sulle sue oscenità letterarie. Didatticamente pornografico.

Galbo 4/12/10 05:50 - 11517 commenti

I gusti di Galbo

Il dibattito sul contenuto osceno della poesia nell’opera di Ginsberg in particolare in Urlo, il suo poema più celebre, è al centro di questo film nel quale l’opera si mescola con la vita dell’autore. Adottando uno stile particolare nel quale un elemento importante sono i disegni animati che si muovono in una colonna sonora in stile jazz, il film pur stilisticamente pregevole, ha il limite di non approfondire a sufficienza la personalità dell’artista limitandosi all’illustrazione della sua opera.Bravo il protagonista James Franco.

Rullo 29/07/11 18:03 - 388 commenti

I gusti di Rullo

Il film narra delle discussioni nate contro il poema "Urlo" di Allen Ginsberg (importante scrittore della Beat Generation) a causa della sua noncurante volgarità. Non si prende molte libertà il film, se non quella di unire, oltre alla storia principale, diversi momenti in cui Franco (bravino, tra l'altro) recita versi presi direttamente dalla poesia con immagini a cartoni animati come sfondo.

Cotola 9/10/12 00:16 - 7694 commenti

I gusti di Cotola

Un po' come il poema a cui si ispira e di cui traspone in immagini diverse parti, il film ha un andamento ondivago e musicalmente jazzante. Per apprezzarlo almeno in parte, non bisogna chiedersi il significato di tutto ciò che si vede e si ascolta. Facile, anche troppo, il messaggio pro libertà di espressione. Può non piacere (ed è probabile che non sia un gran bel film), ma almeno è un interessante e buon punto di partenza per approfondire la figura di Ginsberg e la sua opera letteraria.

Pigro 9/12/12 11:07 - 8085 commenti

I gusti di Pigro

Il film, dedicato al poema Howl, marcia su 4 livelli intrecciati: la prima lettura fattane da Ginsberg, un’intervista al poeta, il processo per oscenità e un’interpretazione in animazione. È quest’ultima, imbarazzante per incongruità e banalità, ad affossare un’opera altrimenti interessante, se non altro perché si risentono quei versi, agganciati a momenti della vita dell’autore. I primi due livelli sono più stimolanti, mentre il processo è piatto e senza contestualizzazione. Un’occasione mancata: un urlo imbalsamato e ridotto a santino.

Rebis 10/12/12 20:55 - 2091 commenti

I gusti di Rebis

Più che un urlo, uno sproloquio. Una fiumana di parole e immagini, anamnesi e ripensamenti, concettualizzazioni e alibi, per consegnare alla forma cinema la vita di Allen Ginsberg e il suo poema Howl. C'è spazio anche per l'animazione, in un'iperbole allucinatoria intermittente. Dotto e volenteroso, il film s'imbatte nella massa turgida, insolubile del verbo ginsberghiano, nella capziosità ovvia e immobile di un processo che ne fu cassa di risonanza, nel limite passionale degli autori. Visivamente, almeno, il fluidico enjambment rotto da incursioni jazzistiche fa un certo effetto.

Nancy 13/05/13 03:03 - 774 commenti

I gusti di Nancy

Un film molto interessante ed evocativo, a mio avviso; non si traccia una storia ben definita fatta di eventi ma si procede per sensazioni, seguendo pedissequamente il poema visionario di Ginsberg, grazie anche a quattro distinti livelli di narrazione. Difficile da seguire tutto in una sola volta poiché fatto di parole direttamente derivanti dalla poesia, evocazioni d'immagini in maniera fluida e costante per un'ora e mezza. Molto bravo James Franco a dare volto al difficile e talvolta ambiguo Ginsberg. Per chi scrive, un film da vedere.

Bubobubo 21/10/18 17:10 - 1327 commenti

I gusti di Bubobubo

È nientemeno quello che promette di essere: un omaggio artistoide al Ginsberg di "Howl", attraverso il prisma del vulcanico privato della beat generation, delle traversie giudiziarie in cui incorse il protagonista e del volitivo anelito di libertà incarnato nei versi e nei romanzi dei suoi principali esponenti. Nell'alternarsi di piani e prospettive, tra una serata al night e un fremere di ance bebop, si inseriscono anche delle visioni animate, coloratissime e psichedeliche, a modo loro caratterizzanti (per quanto non necessarie). Discreto.

Mary-Louise Parker HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Lucius • 10/09/10 01:12
    Scrivano - 8298 interventi
    Nel 1957, a New York, il testo di Howl,(Urlo)dedicato dal poeta Allen Ginsberg, all’amico Carl Solomon, ricoverato in manicomio e accusato di oscenità, diventa corpo del reato, protagonista di uno storico processo che mette una davanti all'altra le due anime dell'America.
  • Curiosità Lucius • 10/09/10 01:15
    Scrivano - 8298 interventi
    "Ho visto le migliori menti della mia generazione distrutte dalla pazzia, affamate nude isteriche": con questa apertura celeberrima, nel 1955, Allen Ginsberg si presentava sul palco della Six Gallery di San Francisco recitando "Urlo" per la prima volta.
  • Discussione Rebis • 11/12/12 11:47
    Gestione sicurezza - 4292 interventi
    Non mi è molto chiaro il senso delle note... A parte che di soft core c'è solo qualche fallo più o meno subliminale...
  • Discussione Zender • 11/12/12 18:28
    Consigliere - 43929 interventi
    Sì, in effetti è una segnalazione da discussione generale.
  • Discussione Nancy • 9/05/13 13:10
    Fotocopista - 147 interventi
    Faccio presente che:

    "E' sorto un problema e il tuo commento NON è stato salvato, contattaci per segnalarlo".

    ;)
  • Discussione Zender • 9/05/13 13:31
    Consigliere - 43929 interventi
    è perché ci siamo trasferiti su un altro server, questa notte, e abbiamo i problemi classici del nuovo servizio, a cui sta lavorando Xamini. Quando l'hai inviato il conmmento?
  • Discussione Nancy • 9/05/13 14:19
    Fotocopista - 147 interventi
    Allora capisco perché il sito stanotte mi si era involuto a tipo due settimane fa ;)
    comunque il commento l'ho inviato subito prima di scrivere il post sopra, sarà stata l'una! Quando si potrà scrivere di nuovo?
  • Discussione Zender • 9/05/13 14:51
    Consigliere - 43929 interventi
    Quando Xamini finisce di sistemare, ci sta lavotrando. Doveva andare tutto a posto ma ovviamente in questi casi non esiste mai una volta che tutto vda come deve... Non so come all'una tu abbia fatto a scrivere, visto che il sito all'una era giù. Mah, misteri della rete...