LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Poliziesco all’americana (e in America girato) di Duccio Tessari, che accoppia Lino Ventura con il sassofonista Isaac Hayes nel tentativo di creare un duo d’azione che movimenti il film, strutturato come i classici B-movies d’oltreoceano. Ci sono il bottino di una rapina che non si trova, un paio di cadaveri in apertura, la metropoli prevalentemente ripresa di notte, un pizzico di ironia che non guasta, i quartieri periferici e gli edifici fatiscenti, le pistole e i pugni... Gli ingredienti di sempre, insomma, che tessari mescola senza fantasia alcuna portando UOMINI DURI (il titolo americano ne precisa anche il numero: THREE TOUGH GUYS) sui binari della noia derivante dall'eccesso di luoghi comuni. Ventura è un prete che mena, minaccia...Leggi tutto e che con la tonaca si sposa quanto il Papa con l'aborto, Hayes un ex poliziotto dai modi spicci che nel crimine ci sguazza da sempre. Il primo, visto che gli hanno ammazzato un parrocchiano che con tanta fatica aveva rimesso sulla retta via, medita di trovare i colpevoli e di vendicarsi, il secondo gli si associa dando vita a indagini condotte, come ci si immagina, sempre al limite della legalità, come dimostrano i ripetuti incontri (con rimproveri) coi propri diretti superiori (non male il vescovo interpretato da Luciano Salce). Poche le battute che vanno a segno, impalpabili quasi tutte le caratterizzazioni secondarie (compresa quella del terzo “uomo duro”, Fred Williamson). Tessari il mestiere lo conosce, ma il senso di un film tanto banale e piatto è difficile trovarlo. Era meglio restare in Italia...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/04/08 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 4/01/09 14:36 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Investigatore e prete sulle traccie di un misterioso assassino che elimina i vari componenti di una banda di rapinatori... Esattamente a metà tra un poliziesco serio e uno di quelli alla Spencer e Hill, con il personaggio del prete manesco interpretato in maniera egregia da uno splendido Lino Ventura, qui in uno dei suoi ruoli migliori. Bella coppia con Hayes. Ottimo anche il resto del cast, con un Luciano Salce davvero impagabile nel ruolo del monsignore. Da riscoprire.
MEMORABILE: Le scazzottate che coinvolgono il prete interpretato in maniera mirabile dal grande Lino Ventura.

Matalo! 7/01/09 17:54 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Possiedo una copia registrata da rete4, tutta sgranata: ma la grana non copre un'occasione persa. Una grande faccia da duro+il musicista più cool del momento e tutto questo per un film che non vale uno Spencer& Hill, benchè a cazzottate sembri quasi parente. Un film che merita di essere sperduto nelle nebbie dei palinsesti.
MEMORABILE: Isaac Hayes si cuoce un uovo col ferro da stiro.

Homesick 17/11/09 10:25 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Azione massiccia e frequenti incursioni ironiche in un poliziesco newyorkese sulla scia di Shaft, tutto giocato dalla "strana coppia" formata da Ventura, prete manesco dal turbolento passato, e dall'ex poliziotto di colore Hayes, anche autore di una colonna sonora conciliante le ritmiche del soppracitato film di Parks e i motivi del poliziesco di casa nostra. Indovinati i ruoli del galantuomo della mala Sanipoli e dell'episcopo Salce. Assai modesto, ma sciolto e gradevole.

Nando 1/04/11 11:32 - 3454 commenti

I gusti di Nando

Una rapina miliardaria scatena una caccia al malloppo in cui rimangono a terra alcuni cadaveri. Un prete energico ed un ex poliziotto iniziano una ricerca della verità. Abbastanza semplicistico e ricco di scazzottate, il film evidenzia un sempre efficace Ventura ma non esalta nonostante l'ambientazione americana notturna.

Uomomite 3/09/13 14:11 - 174 commenti

I gusti di Uomomite

Convenzionale ma simpatico filmetto di Duccio Tessari, in trasferta in ammerica, che ha il suo punto di forza nella simpatica e improbabile coppia di protagonisti: Lino Ventura nei panni di un prete italo americano, un po' Don Bosco, un po' Don Camillo e un po' Bud Spencer e Isaac Hayes (autore anche della superlativa colonna sonora) in quelli di un ex commissario, duro ma dal cuore d'oro.

Rufus68 3/05/18 22:58 - 3015 commenti

I gusti di Rufus68

Si va di simpatia e poco altro: Ventura e Hayes, però, sono davvero uomini duri e la formula "siamo dalla parte del bene e picchiamo duro" funziona sempre, specie se accompagnata da una empatica guasconeria che fa passare sopra a una sceneggiatura pedestre e poco ritmata. Apprezzabili le musiche, perfette per la creazione di quell'aura blax che stuzzica belle nostalgie e situa il filmino nella media del genere (al livello, quindi, di prodotti anche americani).

Maxx g 24/03/20 22:57 - 491 commenti

I gusti di Maxx g

Polizisco che ha il proprio punto di forza nella strana coppia formata da Lino Ventura e Isaac Hayes, un esperimento che purtroppo non verrà ripetuto. La storia è piuttosto lineare: la ricerca del responsabile di un omicidio. Il ritmo è quello dei poliziotteschi all'italiana e si segue senza problemi. Presente un pizzico di umorismo che non guasta mai. Glauco Onorato doppia Lino Ventura mentre il solito Ferruccio Amendola doppia Hayes. Nel cast anche Luciano Salce. Merita una visione.
MEMORABILE: Il finale al bar.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Ellerre • 29/03/10 10:35
    Call center Davinotti - 1118 interventi
    Meno conosciuta di Shaft, Isaac Hayes compone questa colonna sonora "blaxploitation" sicuramente collocabile tra le migliori del genere. Riferimento discografico: Isaac Hayes, Tough Guys, Enterprise Records 1974. Il tema principale lo si può ascoltare qui: http://www.youtube.com/watch?v=b6Vo7llGp0c
    Ultima modifica: 29/03/10 12:26 da Zender