LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dramma sentimentale all'acqua di rose che mescola il tema dell'haute cuisine (si fa per dire) a quello ospedaliero cercando un improbabile aggancio nella figura di uno straordinario chef (Rottman), trombato per eccesso d'ira contro un critico e ridotto, per sopravvivere, a insegnare l'arte culinaria a medici volonterosi. Tra di essi la più apparentemente disinteressata, Nina (Stoyan), è anche colei che sarà chiamata dai suoi superiori a tentare di convincere lo chef a restare in ospedale a lungo per compiacere i desideri di una finanziatrice dello stesso. Lui bello e un po' inespressivo, lei splendida e con degli occhi che al contrario incantano, sono la coppia centrale attorno alla quale ruotano poi...Leggi tutto le vicende di colleghi e pazienti. Tra i primi una coetanea (Ross) che ha lasciato il ragazzo perché bucava regolarmente gli appuntamenti, tra i secondi un obeso con moglie preoccupata e una signora reduce da una fallita operazione al cuore che avrebbe bisogno del conforto della figlia con cui ha da anni pessimi rapporti. Storie impostate senza fantasia alcuna che hanno l'unico scopo di intrattenere e parzialmente ci riescono grazie alla solita regia hollywoodiana di mestiere che sveltisce i tempi e sfrutta la varietà di situazioni (soprattutto sentimentali) puntando in alcuni casi alla facile commozione. Gli ingredienti tuttavia sono molto meno saporiti di quelli che condiscono i piatti preparati dai medici aspiranti cuochi, che lo chef passa ciclicamente in rassegna scoprendo negli autori un'inattesa abilità ai fornelli. Tranne in Nina, come si può immaginare, che ha altro in testa (in particolar modo i problemi dei suoi pazienti) e i cui risultati culinari non convincono mai. Dave, lo chef, non riesce bene a capirla, sa solo che gli piace e che ne è attratto, ma non al punto di lasciarsi troppo andare. Così il rapporto tra i due si mantiene piuttosto freddo, spesso interrotto proprio nei momenti in cui potrebbe progredire positivamente. Le dinamiche sono risapute e le ambizioni di film televisivi così non certo alte; si limitano a riempire il tempo pensando a soddisfare le esigenze del pubblico a cui sono destinati puntando a una buona direzione del cast (e in questo senso non ci si può troppo lamentare) e a solleticare la sensibilità con quella mescolanza di dramma e sentimentale che cattura la lacrima e apre saltuariamente a qualche timido sorriso. Tutti in fondo sembrano estremamente ragionevoli e altruisti, amici o distanti solo in apparenza, pronti a rappacificarsi in un amen. Location che si limitano a qualche anonima ripresa di Los Angeles dalle colline, agli esterni e soprattutto interni dell'ospedale e di moderni appartamenti. C'è l'intima vivacità della svizzera Maja Stojan a riaccendere la scena, con i suoi occhi neri guizzanti e una buona capacità di comunicare con lo sguardo le proprie emozioni. Gli altri si limitano a cucire blandamente le due anime del film, culinaria e ospedaliera, lasciando intendere quanto la prima sia visibilmente pretestuosa, inserita giusto per cavalcare l'onda del successo degli chef in tv e trovare un'idea da sposare al tema sempre valido degli amori in corsia. Il momento chiave del fallimento professionale di Dave, in cui questi dà dell'idiota al critico cui ha servito il piatto, viene inzialmente solo raccontato a parole. Solo in un secondo tempo verrà recuperato "online" soddisfacendo la nostra curiosità.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/02/21 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 7/02/21 12:14 - 3467 commenti

I gusti di Markus

Un gesto di stizza da parte di un giovane chef fa ripiegare la sua carriera a far corsi di cucina salutare ad altrettanto giovani medici di un ospedale di Los Angeles. Chiaramente la storia si concentra tra lui e una seducente dottoressa e la faccenda sentimentale è... servita sul piatto! Un cast di contorno, con le classicissime tiritere amorose tra bellocci e la coppia n.2 "ebony" (altro punto fermo dei film d'amore americani, cosicché la folta platea è tutta contenta). Il film scorre veloce come il vento, ma è anche il trionfo del nulla.

Ron Oliver HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.