Una volpe a corte

Media utenti
Titolo originale: Le roman de Renard
Anno: 1937
Genere: animazione (colore)
Cast: (animazione)
Note: Aka "The Tale of the Fox", "Reinecke Fuchs".  Realizzato nel 1930, uscì nei cinema solo sette anni dopo. Soggetto dal racconto di Johann Wolfgang von Goethe "La volpe Reinhart" pubblicato nel 1830 ed ispirato ai racconti medievali del XII e XIII secolo conosciuti col nome di Roman de Renart.
Numero commenti presenti: 2

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/05/13 DAL BENEMERITO BELFAGOR
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Belfagor 14/05/13 10:36 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Ispirato all'omonimo testo medievale, questo pioneristico film animato vede protagonista l'astuta volpe Renard che si fa beffe di tutti gli altri animali. La stop motion conferisce un'incredibile fluidità ai movimenti dei personaggi che ben s'accompagna con l'atmosfera picaresca del racconto. La narrazione è ricca di humour nero e non è appesantita da considerazioni morali spicciole. Memorabile, oltre al protagonista, il leone (ovviamente nel ruolo del re), animato in modo eccellente.
MEMORABILE: L'incubo di Renard.

Daniela 1/08/20 01:53 - 9400 commenti

I gusti di Daniela

Nel regno degli animali la volpe si è creata molti nemici ed il re Leone ha disposto che venga rinchiusa in un'alta torre ma nel momento del pericolo proprio la sua furbizia, tanto mal giudicata, si rivelerà l'arma decisiva... Da un raccolto medievale filtrato attraverso la rielaborazione di Goethe, il pioniere Starewicz e la moglie Irina traggono ispirazione per il primo lungometraggio interamente realizzato in stop-motion con una perizia che stupisce per la fluidità dei movimenti e l'espressività dei pupazzi. Spettacolo gustoso e pietra miliare nella storia del genere. 
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 31/07/20 23:48
    Consigliere massimo - 5131 interventi
    Soggetto dal racconto di Johann Wolfgang von Goethe "La volpe Reinhart" pubblicato nel 1830 ed ispirato ai racconti medievali del XII e XIII secolo conosciuti col nome di Roman de Renart

    La circostanza di essere tratto da un racconto di Goethe permise al film, realizzato nel 1930 ma ancora non sonorizzato, di avere un finanziamento da parte del governo nazista che ne consentì l'uscita in Germania (1937) e poi in Francia (1941).
    E' il primo lungometraggio realizzato nella storia del cinema di animazione, ma il secondo ad essere proiettato nelle sale, in quanto preceduto per pochi mesi dal russo Il nuovo  Gulliver, girato con tecnica mista (live action e stop motion) a differenza di Una volpe a corte, interamente in stop motion. 
     
    Fonte qui  (lingua francese)