Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/04/18 DAL BENEMERITO TARABAS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Tarabas 28/04/18 13:10 - 1851 commenti

I gusti di Tarabas

Difficile, difficilissimo filmare il romanzo di Fenoglio, una vetta della nostra letteratura, con la sua misura perfetta, la prosa essenziale, nitida. Tralasciando la questione degli accenti (tutti romani i partigiani delle Langhe?), sono tempi e messa in scena a non convincere, dialoghi che oscillano tra eccessiva letterarietà (niente ci può essere di meno "fenogliano") e banalità a effetto. Peccato per Marinelli, che al netto della dizione è perfetto per il ruolo e molto bravo, mentre la Bellè è un disastro. Rileggeremo il libro.

Capannelle 29/04/18 11:33 - 4052 commenti

I gusti di Capannelle

Tratto da un romanzo di Fenoglio, non riesce ad avere la carica necessaria per appassionare chi guarda, sia per la sceneggiatura da film televisivo sia per un cast di interpreti così così (volendo essere gentili). I momenti più interessanti sono legati a motivi musicali (le note ricorrenti di Over the rainbow o il partigiano che simula il ritmo jazzistico) e al progressivo impazzimento di Milton, ma il resto appare didascalico o debolmente onirico e a tratti soggetto a overacting imbarazzanti.

Decimamusa 13/11/18 17:21 - 99 commenti

I gusti di Decimamusa

Lasciamo stare il confronto con il grande romanzo da cui è tratto (al quale, peraltro, è abbastanza fedele). Il cinema ha altri linguaggi, si sa. Il fatto è che si tratta di un film che non emoziona, non avvince, freddamente calligrafico com’è. Non c’è pathos resistenziale, non c’è la tensione della macchia, della fuga, dell’agguato, i partigiani (troppo ben rasati…) non accendono scintille. Rarefatta e poco incisiva anche l’atmosfera che ammanta la vicenda d’amore e di gelosia. Il crepuscolo dei fratelli Taviani.

Lou 4/09/19 13:21 - 1081 commenti

I gusti di Lou

Opera autoriale vecchio stampo, ispirata al libro di Fenoglio. Si avverte un'atmosfera di impalpabile sospensione che rende il racconto più allegorico che realistico. Marinelli si aggira allucinato e ossessionato in un contesto frammentato, dove il dramma della lotta partigiana fa da sfondo alle tensioni affettive del suo personaggio, roso dalla gelosia e dallo struggente ricordo della ragazza di cui è innamorato.

Silvestro 25/04/21 23:56 - 261 commenti

I gusti di Silvestro

Buona trasposizione cinematografica del bellissimo romanzo di Fenoglio. Il film segue abbastanza fedelmente il libro, sa tratteggiare bene la drammaticità della guerra civile che fu combattuta in quegli anni in Italia, forse l'unica pecca è aver esasperato un po' troppo il personaggio di Milton affidnadolo a un attore come Marinelli che, seppur bravissimo, fa dell'esasperazione la sua cifra stilistica. Le nebbiose Langhe Lombarde offrono una location davvero suggestiva.

Daniela 27/04/21 15:53 - 11523 commenti

I gusti di Daniela

Giunto nei pressi della villa in cui abitava la ragazza un tempo amata, un partigiano viene a sapere dall'anziana custode che lei aveva una relazione anche con un altro uomo... Modesta trasposizione di un romanzo postumo di Fenoglio, di cui segue i fatti ma senza lo stesso rigore: la nebbia che avvolge le Langhe non basta a nascondere una certa trascuratezza nella messa in scena mentre la recitazione di quasi tutti gli interpreti, anche senza considerare gli accenti, risulta forzata e poco convincente, compresa quella di un attore valido come Marinelli. Trascurabile. 

Lorenzo Richelmy HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Raremirko • 13/10/19 23:08
    Addetto riparazione hardware - 3820 interventi
    Niente di fenomenale, ma comunque d'atmosfera e suggestivo; la breve durata forse non aiuta ma Marinelli, vera istituzione, trasforma in oro qualsiasi cosa nella quale sia presente.

    Comunque era arduo trasporre in immagini il libro di Fenoglio; discreto.
  • Discussione Neapolis • 12/05/22 08:56
    Fotocopista - 2587 interventi
    Paolo Taviani ha rovinato il libro di Fenoglio. Il film non sembra avere ne testa ne coda. Inguardabile