Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Più che un film una raccolta di sketch goffamente appiccicati nei quali trova posto una coppia decisamente male assortita, incapace di donare un minimo di credibilità a se stessa e alla storia. Il rapporto tra De Luigi e la Casta non viene mai approfondito, la loro poco chiarita condizione di amicizia viene data per acquisita fin dall'inizio per focalizzarsi su quello che i due fanno insieme. Come quando lui accompagna lei a una festa di amici ad esempio, vincendo la resistenza che lo vorrebbe in poltrona a godersi il posticipo dell'Inter. Lui è un buono, prevedibilmente soggiogato dalla travolgente energia di lei, con tutta evidenza innamorato senza avere il coraggio di dichiararsi. Così accetta il ruolo dell'amico confidente, della spalla...Leggi tutto su cui piangere, e fin qui c'è da divertirsi: De Luigi è in forma, il suo inconfondibile atteggiamento remissivo tiene a galla le battute, costruite talvolta in modo semi-barzellettistico; le migliori sono quelle legate all'incomprensione linguistica: con la ragazza che si mangia le parole alla festa o con la portiera dello stabile, che si esprime in dialetto stretto. Ma non è male nemmeno la parentesi con i due poliziotti che lo fermano mentre è in auto ubriaco. In pratica Veronesi sopperisce all'assenza di una vera e propria trama con la dinamicità di sketch che si reggono su ritmi quasi cabarettistici e in cui il mattatore unico ha modo di esprimersi al meglio. Il problema è che attorno a lui c'è il deserto: la Casta è una bella statuina che al di là della sua naturale verve di francese peperina non offre nulla, gli altri (Lodovini a parte, ma il ruolo di fidanzata di ripiego non le si addice) sono solo figurine da muovere sul set per fornire di volta in volta una spalla occasionale al protagonista. Nemmeno la solitamente più incisiva Geppi Cucciari può molto: anche i suoi brevi interventi compongono uno sketch estemporaneo diviso in due o tre parti che ripete la stessa gag in loop. Finché comunque il ritmo tiene il film galleggia e anzi sa essere spassoso grazie alla consumata perizia nel campo di Veronesi, ma da quando prova a ispessire i personaggi cercando di trovar loro finalmente un senso, seppur vago, cede flettendo clamorosamente: si passa al malinconico andante, agli ovvi problemi e conseguenti ripensamenti di chi sta con una e sogna l'altra; la frizzantezza evapora lasciando spazio a un film che non è né carne né pesce, in cui forse - oltre a De Luigi - solo Valeria Solarino (nella finzione sorella drogata e scapestrata della Casta) riesce a restituire un po' di credibilità. Ancora una volta ad ogni modo si palesa l'estrema difficoltà dei nostri registi di reggere la lunga distanza, prigionieri di inspiegabili obblighi "etici" che in lavori tanto chiaramente impostati per divertire non hanno proprio ragion d'essere. Possibile non accorgersi che in commedie simili il voler giustificare ad ogni costo certi atteggiamenti convogliandoli in finali scontatissimi contribuisce solo ad incrementare il livello di banalità?
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/03/14 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 1/03/14 11:01 - 3501 commenti

I gusti di Markus

Diciamolo subito: questa commedia sentimentale è sorretta unicamente dalla verve di Fabio De Luigi nel suo usuale ruolo di impacciato. Con lui ci si può rallegrare grazie ad alcuni sketch gettati qua e là nel corso della pellicola, ma intorno a lui - a parte qualche felice caratterizzazione come la ragazza che si mangia le parole - c'è davvero poco, a partire da una sceneggiatura sciapa e indefinita (dopo un'ora di film ci si chiede quale sia la trama!). La premiére dame Laetitia Casta è ridotta a macchietta di francesina tutto pepe.

Gabrius79 2/03/14 23:46 - 1321 commenti

I gusti di Gabrius79

Commedia che sulla carta pareva essere spiritosa e invece ci troviamo di fronte a un film che si trascina piuttosto stancamente per un'ora e mezzo e che se ha dei colpi d'ala è grazie ad alcuni momenti simpatici con un buon Fabio De Luigi e una brava Virginia Raffaele (purtroppo utilizzata ben poco). Laetitia Casta piuttosto scarsa, la presenza di Geppi Cucciari si rivela alquanto inutile (difatti appare in un cameo e poco più), Adriano Giannini e Flavio Montrucchio così così. La Scattini e la Solarino in ruoli secondari ma gradevoli.

Puppigallo 10/03/14 19:13 - 4858 commenti

I gusti di Puppigallo

Un De Luigi piuttosto simpatico e più controllato del solito (meno macchietta) è l'unico motivo d'interesse di questa pellicola che, dopo una prima parte caratterizzata da simpatici momenti, finisce per naufragare nella seconda, dove chissà perchè si cerca di dare un certo contenuto con risvolto buonista e accomodante ad un'operazione filmica che poteva risultare riuscita solo se il protagonista avesse avuto sempre a disposizione situazioni, che gli permettessero semplicemente di far sorridere lo spettatore. Mediocre, ma almeno abbastanza vedibile. P.S. La Casta è assai poco sopportabile.
MEMORABILE: De Luigi sale le scale fissando la portinaia della quale non capisce una parola; Il 102enne Leo a De Luigi, mentre lo premia: "Mi son cagato addosso!"

Motorship 8/03/14 17:25 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Commedia sentimentale appena passabile solo grazie alla presenza di un De Luigi simpaticissimo e in forma. E infatti è proprio grazie alla verve dell'attore romagnolo che il film ha dei momenti simpatici, anche perché per il resto ci sono parecchie lungaggini e momenti stanchi e noiosi. La partner femminile Laetitia Casta è pessima ed è un peccato che le simpaticissime Geppi Gucciari e Virginia Raffaele appaiano così di sfuggita. Gradevole invece la parte della brava Valeria Solarino, non male Giannini jr.

Dusso 9/03/14 17:55 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Parte bene dal punto di vista del far ridere, poi prende strade un po' più serie con qualche guizzo qua e là. De Luigi è indubbiamente molto simpatico (come sempre), la Casta ha un personaggio non molto interessante e tra i due la parte comica è inesistente (meglio quando le cose sono più serie). Finale meno prevedibile del solito, anche se poi la vicenda si perde, ma la chiusura con la scena all'aeroporto è davvero simpatica.
MEMORABILE: La ragazza che parla velocissimo ("cesenasta"); La portiera pugliese.

Xamini 17/03/14 15:46 - 1119 commenti

I gusti di Xamini

De Luigi tiene in piedi l'intero film da solo. Praticamente tutto quel che si crea ruota attorno a lui e dal modo in cui duetta con la spalla di turno si misura l'efficacia della gag. Il che ci porta a un risultato non eccezionale ma solo sufficientemente simpatico, quel che basta per portare a casa una manciata di sorrisi.
MEMORABILE: L'ultimo sorriso, strappato sul finale

Dengus 30/03/14 14:32 - 361 commenti

I gusti di Dengus

Un De Luigi sempre più fantozziano alle prese con l'esuberanza della Casta, come da copione bella ma poco convincente. Senza strafare la trama scorre bene e con molta leggerezza, grazie alla goffaggine del buon protagonista. Per quanto riguarda il cast, bene anche la Raffaele, ahimè qui poco sfruttata, così come la bellissima e bravissima Lodovini, in una parte di secondo piano a favore della top model francese. Giannini al minimo sindacale, così come la Solarino, tossica troppo forzata e poco convincente. Commedia comunque gradevole.

Galbo 20/06/14 06:34 - 11853 commenti

I gusti di Galbo

Ambientazione turisticamente suggestiva, musiche ruffiane, storiella disimpegnata: dopo il suo film migliore Giovanni Veronesi realizza quello meno ispirato: la Casta è sicuramente un bel vedere, ed è anche bravina, ma la coppia con De Luigi, eternamente uguale a se' stesso, è estremamente improbabile. Oltretutto il film ha una sceneggiatura che si regge sul niente e per fortuna dura poco. La cose migliori vengono alla fine dagli attori impegnati nei ruoli secondari (Cucciari, Solarino, Raffaele). Evitabilissimo.

Homesick 26/06/14 08:06 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Anima di questa volatile commedia basata su un tema classico – l’impossibile amicizia tra uomo e donna - è De Luigi, che conferma di possedere stoffa da comico di tutto rispetto nei panni “verdoniani” del goffo dal cuore buono e generoso. La regia sicura di Veronesi ottiene prontezza di dialoghi in sketch non di rado divertenti, mentre i comprimari di De Luigi convincono ora più (la sagace disadattata Solarino, sempre più somigliante a Florinda Bolkan), ora meno (l'insopportabile Casta affetta da immaturità cronica, il playboy Giannini). Del tutto trascurabile il gieffino Montrucchio. **/**!
MEMORABILE: I vari numeri di De Luigi: l’amplesso simulato; gli attacchi di afonia; l’etilometro; il metal detector.

Mutaforme 16/02/15 10:30 - 402 commenti

I gusti di Mutaforme

A dispetto di una trama insignificante e poco coinvolgente, il film regge grazie alla buonissima interpretazione di Laetitia Casta. L'attrice francese recita in italiano, senza doppiaggio e per tutto il film mostra un'insospettabile (per me) bravura. De Luigi non brilla come altre volte ma fa il suo, accantonando in parte i soliti spunti comici. Il film è anche il commiato di Monica Scattini.

Valentina Lodovini HA RECITATO ANCHE IN...

Blutarsky 17/06/15 17:49 - 356 commenti

I gusti di Blutarsky

Commedia molto basica sia narrativamente sia nelle ambizioni, il film strutturalmente è un precario assemblaggio di sketch (più o meno) comici, alcuni anche divertenti grazie ad alcuni comprimari azzeccati e a un De Luigi in forma. Il gioco comunque ha il fiato corto e dopo un primo tempo leggero e discreto il film crolla nella seconda parte quando a idee comiche ormai esaurite si cerca di inserire elementi diciamo "drammatici". Pessima la Castà, incapace di dare credibilità a un personaggio già di per sé un po' improbabile.

Rambo90 22/12/17 17:11 - 7064 commenti

I gusti di Rambo90

Gradevole commedia di Veronesi, come nel suo stile non troppo sbilanciata né sul versante comico né su quello romantico. L'idea di base è già stata sfruttata ampiamente, ma la sceneggiatura è abbastanza abile nel non renderla banale. Peccato per una superficialità di fondo che non permette ai personaggi di compiersi completamente, lasciando il tutto nel semplice rango della carineria. Bravi De Luigi e la Casta, inutili le varie presenze di contorno. Non male.

Modo 21/08/18 23:31 - 889 commenti

I gusti di Modo

Film leggero e gradevole per merito soprattutto di un Fabio De Luigi in forma. Laetitia Casta recita pure discretamente ma la trama le impone un soggetto un po' superficiale e leggermente forzato. Non si capisce bene cosa voglia e lo stereotipo della donna libertina francese è campato per aria. Anche la storia con la bella e brava Valentina Lodovini è tirata via. Si potevano sicuramente approfondire maggiormente certe situazioni. Il resto del cast è "non pervenuto". Riuscito il finale in aeroporto.

Didda23 17/01/19 11:54 - 2353 commenti

I gusti di Didda23

Simpatica pellicola firmata da Veronesi che si avvale di un canovaccio da commedia semplice ed efficace con un andamento perlopiù prevedibile, ma con un finale meno banale del previsto. La bontà dell'operazione è offerta soprattutto dalla verve di De Luigi, che si conferma grande attore (quando ha un personaggio minimamente accettabile). Non male il comparto femminile, soprattutto nei personaggi della Solarino e della Raffaele (compare poco, ma quando è in scena è incisiva). Qua e là qualche momento molto divertemte. La solita Puglia come ambientazione.
MEMORABILE: La vicina di casa che parla in pugliese stretto; La parlata incomprensibile della Raffaele; De Luigi ubriaco con la pattuglia.

Pinhead80 12/05/21 18:40 - 4283 commenti

I gusti di Pinhead80

Commedia molto leggera che affronta il tema dell'amicizia tra uomo e donna senza risparmiarci tutti gli stereotipi del caso. Il film non ha molto da dire se non che Fabio De Luigi è uno dei migliori comici italiani attualmente in circolazione. Qui grazie alla sua verve riesce a rendere sapida una commedia scontata che si basa su di una sceneggiatura terra a terra, priva di particolari spunti di interesse. Difficile anche per lo spettatore più sprovveduto credere che un uomo "normale" possa barcamenarsi tra donne del calibro della Casta e della Lodovini.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.