Un sacchetto di biglie

Media utenti
Titolo originale: Un sac de billes
Anno: 2017
Genere: drammatico (colore)
Note: Soggetto dall'omonimo romanzo dello scrittore francese Joseph Joffo pubblicato nel 1973. Il romanzo aveva già avuto una prima trasposizione cinematografica con lo stesso titolo nel 1975 per la regia di Jacques Doillon.
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

PROSSIMAMENTE: annunciato a breve un nuovo commento (firmato Caesars) su questo film
TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/01/18 DAL BENEMERITO JOSEPHTURA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Josephtura 23/01/18 15:10 - 162 commenti

I gusti di Josephtura

Tratto dal libro omonimo, racconta le peripezie di una famiglia ebrea durante l'occupazione tedesca. E' emozionante, ma un po' troppo lungo nella parte centrale. Non ci sono elementi straordinari ma viene reso bene il senso di precarietà della vita. Gli italiani fanno la solita parte da bonaccioni. Migliora il finale, ma manca di profondità il tema del collaborazionismo in Francia. Nel complesso un ottimo film di genere.
MEMORABILE: Il primo schiaffo.

Hearty76 24/02/19 11:24 - 228 commenti

I gusti di Hearty76

Tratto da un romanzo di Joseph Joffo e remake dell'omonimo film del '75, narra le vicende di una famiglia ebrea francese che tenta di sfuggire alle persecuzioni naziste. Ben realizzato da vari punti di vista, intenso e poetico malgrado qualche romanzesco alleggerimento che rende alcuni passaggi più spediti e improbabili. Una produzione moderna su un evento storico di struggente portata, ma che non pecca di facili manierismi da fiction in costume. Eccellente la recitazione, specie dei due giovanissimi protagonisti. Molto significativo il finale.

Nando 30/01/19 00:27 - 3511 commenti

I gusti di Nando

Due fratelli e la loro fuga dalle persecuzioni naziste nella Francia del Secondo Conflitto Mondiale. Una pellicola incentrata sulla sofferenza nonostante una buona dose di vicenda romanzata; tuttavia l'emozione è dietro l'angolo e il risultato appare quantomeno dignitoso. Buone ricostruzioni e discreto il cast, che si avvale dei migliori attori francesi del momento.

Cotola 1/02/20 10:43 - 7741 commenti

I gusti di Cotola

La persecuzione degli ebrei in Francia è al centro del film che si pone ad altezza di ragazzino-bambino. Da ciò discende che la pellicola sia meno cruenta di altre, sebbene non manchino i momenti drammatici ma anche quelli più leggeri. C'è la capacità di costruire scene che fanno tenere il fiato sospeso, ma tutto sa appunto di troppo costruito. Non male, ma senza guizzi e con alcune leggerezze storiche che fanno gridare allo scandalo, come l'esecrabile rappresentazione bonaria degli italiani.

Lebannen9_ 9/01/20 17:24 - 33 commenti

I gusti di Lebannen9_

Francia, 1942; la famiglia Joffo - di origine ebraica - si divide per evitare i rastrellamenti nazisti lasciando Maurice e Joseph, i fratelli minori, a sopravvivere alla bell'e meglio in un viaggio che fa attraversare loro tutta la Francia. La trama emozionante, tratta da una storia vera, non manca però di elementi romanzati, con la conseguenza che il film risulta a tratti banale e non accurato (gravissimo errore storico presentare i fascisti come non dediti alla creazione dei campi di concentramento). Ottima recitazione dei protagonisti.
MEMORABILE: "Meglio prendere uno schiaffo doloroso che perdere la vita per paura di subirne uno".

Christian Duguay HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Caesars • Oggi 10:57
    Scrivano - 12021 interventi
    Mi piacerebbe vedere il film del 1975 (vedo che Imdb gli attribuisce un titolo italiano, ma è mai uscito nel nostro paese? Non ne trovo traccia). Qualcuno ha idea se sia reperibile (anche il lingua originale, con sottotitoli)?