LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Blake Edwards scrive e dirige una commedia senza alcuna pretesa che non sia quella ricavabile da quanto il titolo (che riprende correttamente quello originale) promette: toni altamente farseschi e personaggi privi di spessore seguono una traccia creata col semplice scopo di incrociare diverse storie che mettano protagonisti e antagonisti in contrapposizione; il tutto verrà condito con mafiosi da operetta, belle donne, una vagonata di musica eighties da classifica (Los Lobos, Mr. Mister, Christine McVie, Smokey Robinson...), inseguimenti di corsa o in auto, un accenno di sesso e un Ted Danson sciupafemmine che dovrebbe fungere da mattatore. La ricetta funziona? Sì e no. E' indubbio che qualche buona gag verbale (più di...Leggi tutto quelle slapstick) funzioni, che la regia di Edwards confermi di saper manovrare questo tipo di cinema con grande competenza, ma a lungo andare l'estrema superficialità emerge assieme al numero piuttosto scarso di battute centrate. Si inizia con un attore da strapazzo, Spence Holden (Danson), che per caso ascolta il discorso tra due tirapiedi d'un mafioso: il cavallo di una corsa verrà pesantemente dopato e vincerà sicuro. Contattato l'amico Dennis (Mandel), che lavora in un fast food, si fa prestare i suoi risparmi e li punta all'ippodromo vincendo 10.000 dollari. Tutto bene? No, perché i due tirapiedi, accortisi che Spence li ha spiati, inseguono lui e Dennis spietatamente fino a un'asta dove i nostri, alzando per errore un braccio, si aggiudicano una pianola da... 10.000 dollari. Fortunatamente per loro un'assistente delle casa d'aste (Edwards), che si scoprirà avere un debole per Dennis, trova poco dopo un aquirente per la pianola: si tratta di Claudia Pazzo (Alonso), moglie del boss (Sorvino) che ha fatto drogare il cavallo. Capito il giro? Tutto si incrocia, tutto si muove al servizio di una girandola di colpi di scena che si susseguono e vengono travolti un minuto dopo da una nuova scena d'azione, con tanto di fast motion a testimoniare una chiara discendenza di certe sequenze dalle comiche d'un tempo. Un'operazione vecchio stile quindi, riverniciata alla luce delle nuove tecniche di ripresa, da musiche ben presenti che tengono il ritmo (i sintetizzatori dominano, visto l'anno) e da una recitazione sovreccitata che si placa giusto nelle parentesi sexy (quindi in presenza di Danson, soprattutto). La polizia fa da corollario con pedinamenti e interrogatori di routine talvolta spassosi; eppure, nonostante l'esperienza di Edwards in regia, i passaggi stanchi non mancano e spesso anche quelli veloci hanno il sapore di una comicità difficilmente digeribile che punta troppo sulla simpatia invero non irresistibile della coppia protagonista. Sovente massacrato dalla critica oltre i suoi demeriti, ha comunque alcune sapide frecce al proprio arco. Saggiamente dura un'ora e mezza e non un minuto di più...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/09/20 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 30/09/20 18:29 - 9534 commenti

I gusti di Daniela

Dopo aver sentito due malviventi in azione mentre dopano un cavallo, attore squattrinato scommette alle corse e vince una grossa somma, attirandosi l'ira d'un boss mafioso... Passo falso di Edwards che pure aveva già dimostrato la sua maestria come regista di commedie: questa è movimentata, a tratti frenetica, ma poco divertente sia per la modestia delle gag che la scarsa vena degli interpreti principali. Anche gli omaggi al cinema muto (le accelerazioni da comica finale, la citazione da La scatola musicale di Stanlio e Ollio) non rialzano le quotazioni di un film fiacco e perdibile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.