LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/12/11 DAL BENEMERITO DUSSO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Dusso 23/12/11 08:47 - 1546 commenti

I gusti di Dusso

Quasi una sorta di Io la conoscevo bene più moderno alle prese però con nudità e momenti di cinema non proprio di alto livello. Mann funziona nel ruolo di giovane violoncellista arrivato a Roma da Forli per sfondare, ma non si può dire che sia espressivo. La Niehaus si concede generosamente alla telecamera come in altri film; cast maschile interessante con Ballista che nonostante si veda solo un paio di minuti ha una scena esilarante!

Markus 25/01/12 16:13 - 3378 commenti

I gusti di Markus

Un po' farsa di costume e un po' giovanilistico (con un pizzico di “sano” erotismo), l'idea di base (un'intricata storia d'amore nata e cresciuta nel nulla) non è male e comunque in linea con il cinema di quel tempo; in realtà il ruolo affibbiato a Mann gli calza solo fisicamente, perché sotto il profilo dell'espressività difetta parecchio. Sesani dirige il film senza saper gestire il ritmo, cosa che già dopo pochi minuti si avverte come noia e infanga una sceneggiatura non malvagia. Presenza cult dell'allora bella quarantenne Adriana Asti.

Daidae 23/02/21 23:24 - 2804 commenti

I gusti di Daidae

Valida commedia con qualche piccola dose di erotismo ben distribuita, grazie alla stupenda Rena Niehaus che ci offre diversi nudi (frontali inclusi). Non è affatto squallido o volgare e a tratti è persino piuttosto divertente. Gli attori che prendono più spazio sono i due principali e Mario Scaccia, per gli altri solo particine ma fanno comunque una bella figura. Una commedia divertente e leggera.

Mario Scaccia HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Amarcord • 29/01/21 10:42
    Disoccupato - 69 interventi
    Un particolare raffinato che valorizza il regista Riccardo Sesani: la scena in cui Leonard Mann suona il violoncello. Dell'attore si vede il volto, mentre il busto è chiaramente controfigurato da un "vero"
    musicista. Nella quasi totalità dei film in cui sono presenti attori che si esibiscono con uno strumento musicale, i registi riprendono l'interprete mentre "finge" di suonare lo strumento. Purtroppo
    l'inadeguatezza dell'attore rende spesso la scena esilarante, almeno per chi sa come si suona quello strumento.