Un altro giro

Media utenti
Titolo originale: Druk
Anno: 2020
Genere: drammatico (colore)
Note: Aka "Drunk".
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/12/20 DAL BENEMERITO LEANDRINO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Bubobubo 3/01/21 14:09 - 1446 commenti

I gusti di Bubobubo

Nevrosi contemporanee di mezza età tra Skarderud e Kierkegaard: il primo sostiene che un tasso alcolico stabile di 0.5 nel sangue renda l'individuo migliore, il secondo che per accettare il proprio stare al mondo (e amare l'altro) bisogna riconoscere di essere fallibili. Pareva una chimera rivedere il Vinterberg del capolavoro Il sospetto; invece questo dramma corale maschile di rara potenza espressiva (eccellenti Mikkelsen e Bo Larsen) raggiunge degli apici lirici ancora inesplorati, con un intenso finale in chiaroscuro. Una visione toccante, da non lasciarsi sfuggire.
MEMORABILE: Roosevelt, Churchill e Hitler; Disastroso party alcolico; Orale di maturità con Kierkegaard; In barca verso il nulla; Il finale.

Leandrino 19/12/20 22:29 - 188 commenti

I gusti di Leandrino

Accettare la propria fallibilità per tornare consapevoli del proprio peso nelle vite degli altri; è un po' il concetto che sta dietro la sperimentazione alcolica tutta diurna del grande Vinterberg. Una parabola tragicomica basata sugli effetti dell'indulgenza, sulla possibilità di tornare giovani e soprattutto sulla necessità di rimanere vivi, anche da soli e nell'affanno: anche quando si pensa che tutto sia perduto. Eccellente la fotografia di Sturla Brandth Grøvlen e la prova generale del cast capitanato dal mastodontico Mikkelsen.

Kinodrop 12/01/21 18:28 - 1863 commenti

I gusti di Kinodrop

Quattro professori di un liceo danese, ormai stretti tra professione e routine familiare, cercano di conservare entusiasmo e vitalità affidandosi a pratiche e teorie dal tasso alcolico "regolamentato". Un potente e profondo quadro psicologico al maschile sulla forza dell'amicizia e della complicità come contrappeso all'avanzare degli anni e alla stimolante presenza giovanile propria dell'insegnamento. Una storia sempre al confine tra goliardia e malinconia, con un cast eccellente su cui giganteggia il mestiere e il carisma di Mikkelsen. Finale liberatorio con un velo di tristezza.
MEMORABILE: La teoria del tasso a 0.50; A lezione un po' instabili; In barca senza una meta; La festa di diploma e il ballo in riva al mare.

Daniela 13/01/21 10:43 - 10325 commenti

I gusti di Daniela

Uno stato permanente di euforia alcolica per vivere meglio con se stessi e con altri: quattro insegnanti di liceo decidono di sperimentare questa teoria e le cose sembrano davvero andare meglio, almeno inizialmente...  Il regista affronta questo soggetto rischioso evitando sia facili moralismi che edulcorazioni piaciose e, nonostante i risvolti anche tragici, il risultato è un film ottimista, un inno all'amicizia virile, alla capacità di ritrovare lo spirito della giovinezza e alla vita nella sua pienezza, fallimenti compresi. Ottimo il cast in cui svetta Mikkelsen, monumentale. 
MEMORABILE: Il confronto tra i tre candidati; Il gol del ragazzino occhialuto; Il volo nell'ultimo fotogramma. 

Herrkinski 11/02/21 14:52 - 5765 commenti

I gusti di Herrkinski

Lavoro coraggioso che è al tempo stesso celebrazione e condanna di uno stile di vita alcolico tutto danese; i benefici sociali di una tradizione nazionale sono messi in scena con simpatia ma non mancano i momenti di riflessione su cosa stia a monte del consumo d'alcol e sui suoi effetti che non tutti riescono a gestire. "Bevi responsabilmente", come dice un noto slogan, ben incarnato da questa dramedy che gode di chiaroscuri emozionanti e prove attoriali superlative, su tutte un Mikkelsen straordinario. Ottimo film che affronta un tema scomodo con umanità e senza demonizzare.

Capannelle 17/02/21 15:43 - 3874 commenti

I gusti di Capannelle

Spunto da commedia (un minimo d'alcool fa bene?) ma che, visti gli attori in gioco, vive di ironia fino a un certo punto. Vinterberg riesce a giostrare dolce e amaro nel modo giusto, senza palesi sorprese ma affinando dialoghi e personaggi con un ottimo grado alcolico, pardon, di genuinità. Lo fa senza scoppi d'ira o intenti moralistici ma facendo capire cosa può nascondersi dietro un quotidiano che si porta appresso ansie e frustrazioni personali. Siamo in ambiente scolastico, come ne Il sospetto, ma qui il protagonista troverà degli alleati e non delle serpi da cui difendersi.

Jandileida 4/04/21 23:29 - 1309 commenti

I gusti di Jandileida

Vintage Vinterberg: come nei suoi momenti migliori, il regista danese mette di nuovo in ballo la vita e la spolpa con certosina precisione. Il tempo passa, la gente invecchia, le aspettative non si riempiono: quattro insegnanti danesi provano a metterci una toppa ricorrendo al divino idromele. Bella ode all'amicizia virile e alla fallibilità del genere umano, condizione che il buon Thomas suggerisce come immanente e per questo, in fondo, ben più che accettabile. Mikkelsen al solito una testa e una spanna sopra al resto del mondo. Qua e là fa capolino un ottimismo un po' artificiale.

Paulaster 17/05/21 09:55 - 3146 commenti

I gusti di Paulaster

Quattro amici professori sostengono la teoria che bisogna mantenere un certo livello alcolico giornaliero. Il tema è quello dell’alcolismo dilagante in Danimarca e delle insidie per chi lo percepisce solo come un allegro svago. Vinterberg equilibra perfettamente l’aspetto “scientifico” tratteggiando bene le varie fasi euforiche, le conseguenze sociali e le drammatiche conclusioni. Mikkelsen riesce ad essere contenuto per poi esplodere in tutta la sua fisicità. Piccole mancanze nei postumi delle bevute più pesanti in quanto sembrano sempre tutti riposati e pronti a ricominciare.
MEMORABILE: Il test dell’elezione; I politici ubriachi; La corsa intorno al lago; La pipì a letto; Il gol del bambino occhialuto.

Xamini 27/05/21 00:18 - 1051 commenti

I gusti di Xamini

La ricerca della leggerezza, prima ancora che della felicità, o meglio, dell'ebbrezza, ossia di quello stato che ti permette di danzare come uno Zarathustra. Per raggiungerlo, per allontanare quello spirito che rende tutto greve e tiene ancorati a terra, è necessario un piccolo sacrificio dei sensi, con qualche conseguenza. A volte sbrigativo, Vinterberg mantiene un non semplice equilibrio, evita risposte chiare e semplici, andando a parlare soprattutto per sensazioni, attraverso quattro attori in grande spolvero, sopra i quali svetta Mikkelsen. Si potrebbe provare a vederlo brilli.
MEMORABILE: La teoria del tasso a 0,5%; I tre candidati; Il climax danzante.

Rambo90 12/06/21 16:14 - 6731 commenti

I gusti di Rambo90

Film molto molto interessante, capace di tenersi abilmente sul filo del giusto e dello sbagliato, tratteggiando una sorta di inno alla vita e di affresco sull'amicizia. Il gruppo di attori in stato di grazia valorizza pienamente la sceneggiatura, che porta sì lo spettatore a parteggiare per loro ma spesso anche a disapprovarne la condotta. Buona la regia e assolutamente originale il punto di partenza della teoria dello 0,05%. Da vedere.

Thomas Vinterberg HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 29/12/20 07:59
    Consigliere - 44536 interventi
    Ciao Jan, in effetti direi che è proprio Druk, non so dove hai letto Drunk (grazie Herr)...
    Ultima modifica: 29/12/20 08:00 da Zender
  • Discussione Jandileida • 29/12/20 09:01
    Addetto riparazione hardware - 410 interventi
    https://www.allocine.fr/film/fichefilm_gen_cfilm=275050.html

    https://www.humo.be/tv/drunk-wat-als-je-probeert-om-constant-met-0-5-promille-alcohol-in-je-bloed-te-leven~b5b4fa30/

    Deve essere il titolo francofono allora. Pure qui da noi nelle Fiandre è passato come Drunk, pensavo fosse stato mantenuto il titolo originale come fanno di solito. Druk sembrava quindi un refuso :)
    Ultima modifica: 29/12/20 09:16 da Jandileida
  • Discussione Zender • 29/12/20 11:27
    Consigliere - 44536 interventi
    D'accordo, allora manteniamolo comunque come aka.
  • Discussione Bubobubo • 3/01/21 14:09
    Addetto riparazione hardware - 245 interventi
    Film meraviglioso. Non perdetevelo.
  • Discussione Kinodrop • 6/01/21 17:53
    Segretario - 97 interventi
    Bubobubo ebbe a dire:
    Film meraviglioso. Non perdetevelo.

    Ciao Bubobubo, il film di Vinterberg lo hai visto doppiato o con i sottotitoli? Saluti Kinodrop
  • Discussione Bubobubo • 7/01/21 09:50
    Addetto riparazione hardware - 245 interventi
    Kinodrop ebbe a dire:
    Bubobubo ebbe a dire:
    Film meraviglioso. Non perdetevelo.

    Ciao Bubobubo, il film di Vinterberg lo hai visto doppiato o con i sottotitoli? Saluti Kinodrop
    Ciao Kino, v.o. con sub ita. Tendo a fare sempre così, quando possibile.

  • Discussione Jandileida • 13/03/21 09:36
    Addetto riparazione hardware - 410 interventi
    Una domanda:

    questo benedetto film è reperibile da qualche parte a pagamento? Dal Belgio è praticamente impossibile, ho scritto anche alla Zentropa ma non ho ricevuto risposte :)

    con potenti mezzi tecnologici ho provato anche ad acquistarlo da piattaforme americane ma ad un certo punto c'è sempre qualche problema con il pagamento. Mai stato così difficile spendere 10 euro.

  • Discussione Capannelle • 13/03/21 10:44
    Scrivano - 2633 interventi
    Jandileida ebbe a dire:
    Una domanda:

    questo benedetto film è reperibile da qualche parte a pagamento? Dal Belgio è praticamente impossibile, ho scritto anche alla Zentropa ma non ho ricevuto risposte :)

    con potenti mezzi tecnologici ho provato anche ad acquistarlo da piattaforme americane ma ad un certo punto c'è sempre qualche problema con il pagamento. Mai stato così difficile spendere 10 euro.

    Qui no, la sensazione è che Vinterberg volesse comunque farlo uscire in sala e che ora si trova nella terra di mezzo di aspettare sine die o arrendersi allo streaming.
    L'uscita in america era probabilmente strumentale alla partecipazione agli Oscar 2021 e si può sperare che esca subito dopo.
    La copia che avevo trovato era in danese con sub inglesi.

    Ultima modifica: 13/03/21 10:47 da Capannelle
  • Discussione Jandileida • 13/03/21 16:46
    Addetto riparazione hardware - 410 interventi
    ciao Capa,

    ok grazie, evidentemente è come dici tu, forse in tutta Europa. Qui l'uscita era prevista per inizio novembre mi pare, proprio quando poi hanno chiuso i cinema. Cinema di cui al momento non è prevista la riapertura a breve. Sarà per l'estate dunque.
  • Curiosità Daniela • 26/04/21 10:15
    Gran Burattinaio - 5506 interventi
    Oscar 2021 come miglior film internazionale.