Tre uomini e una gamba

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1997
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "3 uomini e una gamba". Con Aldo, Giovanni e Giacomo.
Numero commenti presenti: 57
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

C'erano grossi interrogativi riguardo alle possibilità di trasporre su grande schermo la comicità tutta teatrale del trio Aldo Baglio (quello alto e scemo), Giacomo Poretti (il latin-lover mancato) e Giovanni Storti (il pignolo). Dopo varie apparizioni negli show televisivi di Paolo Rossi su Rai 3 e la definitiva esplosione nell'edizione 1994/95 di “Mai dire gol”, i tre si erano proposti anche in teatro con successo. Ma il cinema, si sa, è un'altra cosa, e c'era il rischio di fare il solito film per quei tre o quattro curiosi e di fare la fine dei Broncoviz o del gruppo di “Avanzi”. E invece... sorpresa:...Leggi tutto fin dal film nel film precedente ai titoli di testa ci troviamo di fronte a dialoghi e situazioni di dirompente forza comica, con i tre abilissimi nel creare finalmente un linguaggio umoristico nuovo, distante anni luce dalla prevedibile simpatia di un Pieraccioni e invece forse più accostabile (anche se è meno originale) alle invenzioni di Albanese nell’ottimo UOMO D’ACQUA DOLCE. Aldo Giovanni e Giacomo hanno tre caratteri ben distinti, assolutamente non intercambiabili: Giovanni è il più talentuoso, dissacrante e cinico, autore delle battute e delle espressioni più felici, Aldo è il finto semi-ritardato, dalla comicità più istintiva e immediata, Giacomo il più controllato e tranquillo, comunque capace di dar vita con Giovanni a duetti eccezionali. La presenza di Marina Massironi (da sempre inseparabile accompagnatrice del trio) è meno incisiva: il suo ruolo l’avrebbe potuto interpretare chiunque (o quasi) senza sfigurare. Comparsate per il vecchio Carlo Croccolo (commediante fin dai tempi di Totò) e per l’emergente Luciana Littizzetto di “Ciro, il figlio di Target”, che aveva già dimostrato di saper far ridere in TV. TRE UOMINI E UNA GAMBA è in poche parole un road-movie che racconta del viaggio in auto dei 3+1 dalla loro città a Gallipoli, dove li attende un suocero (Croccolo) al quale devono consegnare la gamba del titolo, un'opera d'arte del valore di 300 milioni. Tra reminiscenze di MARRAKECH EXPRESS (la partita a calcio coi marocchini) e POINT BREAK (la rapina travestiti da presidenti: Cossiga, Pertini e Scalfaro in sostituzione di Reagan, Carter e Nixon), inserti filmati in cui si fa la parodia (riuscitissima) del Neorealismo o del film di gangster/pulp in stile Tarantino, i tre infilano gag a ripetizione, quasi sempre già viste ma proposte in una veste nuova. Certo non mancano le cadute di ritmo (la parodia di Dracula lascia il tempo che trova, la parentesi dell'ospedale si prolunga troppo) e sicuramente la seconda parte non diverte quanto la prima, ma in un panorama invaso dalle riedizioni, le riproposizioni, i plagi, le operazioni nostalgiche, un film fresco e divertente senza inutili ambizioni autoriali non potrà che conquistare gli amanti della risata fine a se stessa: quella è garantita.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 7/03/07 22:56 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Veramente il massimo del divertimento, questa commedia che vede impegnato il trio più famoso d'Italia. Si ride dall'inizio alla fine. Si tratta di un road movie, con i tre personaggi che devono consegnare una preziosa opera d'arte. All'interno della storia principale vi sono anche piccoli episodi che non c'entrano con lo svolgimento della trama ma che sono assolutamente da sganasciarsi. Ottimo.

Puppigallo 20/05/07 18:09 - 4545 commenti

I gusti di Puppigallo

La sceneggiatura conta relativamente, soprattutto se si ha a che fare con tre ottimi comici come Aldo Giovanni e Giacomo (Giovanni ha due marce in più). Ma comunque, deve offrire loro i giusti spunti per scatenarsi (e questa lo fa). Oltre al film vero e proprio (un lungo viaggio verso il "patibolo" (matrimonio di Giacomo) disseminato di gag spesso irresistibili, ci sono anche scenette avulse dalla pellicola (l'inizio, il controllore e il conte Dracula meridionale), tutte spassose. Il ritmo è costante e solo qua e là perde qualche colpo (soprattutto con i personaggi di contorno). Notevole.
MEMORABILE: Aldo: "Finisco la peperonata e scendo". Giovanni: "La peperonata... alle otto del mattino? Mezzogiorno...? Topi morti?".

Caesars 24/07/07 09:33 - 2817 commenti

I gusti di Caesars

Un film on the road la cui trama funge solo da spunto per collegare gli sketch comici del celebre trio. Alcuni episodi sono letteralmente separati dal resto della storia e sono la riproposizione di scenette già viste in teatro e/o televisione. La scommessa di riproporre la loro comicità su grande schermo è vinta anche se il film non è riuscito al 100%. Un buon esordio, leggermente acerbo, che nel futuro vedrà il trio crescere anche dal punto di vista cinematografico. Da vedere.

Lovejoy 17/12/07 18:03 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente esordio cinematografico del trio più famoso d'Italia. Inframezzato da alcuni esilaranti sketch, questo racconto comico "on the road" colpisce il bersaglio con gag e battute davvero eccezionali. La regia del terzetto più Venier è buona e Aldo, Giovanni e Giacomo si sono circondati da attori più che validi. Tra le scene da ricordare: sotto la casa di Aldo alla partenza; pignolo e bastardo; lo sketch del controllore e di Dracula; "Luci a San Siro".
MEMORABILE: "Sento un rumorino". "Sarà un rumorino da niente". "Anche il Capitano del Titanic lo diceva: è un rumorino... da niente !"

Gugly 18/01/08 23:38 - 1017 commenti

I gusti di Gugly

Film molto divertente soprattutto per chi (poca gente) non ha visto lo spettacolo da cui sono tratti i pezzi comici che intermezzano la narrazione; l'esame della "cadrega" ha fregato pure la sottoscritta... Bell'esordio, anche se la Littizzetto viene un po' oscurata e Croccolo è troppo buzzurro.
MEMORABILE: L'esame della cadrega.

Redeyes 1/03/08 12:38 - 2201 commenti

I gusti di Redeyes

Divertentissimo film dei tre. La sceneggiatura non è un capolavoro, tutt'altro. Il film deve moltissimo alle varie gag già proposte a teatro, ma siamo di fronte ad un risultato finale che ben vale il "prezzo" da pagare. Tutti in ottima forma, battute che riescono perfettamente e un cast di contorno perfetto. Ringhio (non Gattuso, però) ci dona un cammeo. Brava Massironi, Croccolo notevole buzzurro arricchito. Litizzetto defilata e per fortuna, direi!

Pigro 26/05/08 11:36 - 8077 commenti

I gusti di Pigro

Ci sono due modi per vedere questo road-movie con gag da cabaret. Il primo è notare come tre comici teatral-televisivi gestiscano il loro esordio filmico senza strafare in sketch già visti, scegliendo una storia minimale. Il secondo è fingere di non conoscere Aldo, Giovanni e Giacomo e vedere il film in sé: prevedibile, povero di vere idee, in sostanza noiosetto. Neanche lontanamente capace di raccontare l’Italia di oggi come fece la commedia all’italiana degli anni ruggenti, o i sentimenti.

Galbo 27/05/08 17:23 - 11516 commenti

I gusti di Galbo

Esordio cinematografico per il trio lombardo-siculo, commercialmente molto fortunato. Si tratta di una commedia in forma di road-movie, inframmezzata da intermezzi comici già conosciuti dagli spettatori teatrali dei tre attori. Il film vale più per le singole gag piuttosto che per la storia in sè, piuttosto povera. La comicità dei tre è indubbiamente efficace e non volgare, cosa che fa dimenticare le evidenti carenze della sceneggiatura.

Ciavazzaro 13/07/08 12:52 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Primo passo falso, cinematogrifacamente parlando, del trio, anche se comunque il livello si mantiene più che sufficiente. C'è anche la Massironi. Divertenti il siparietto con l'incubo draculesco, la Litizzetto promessa sposa, Croccolo padre della sposa volgarissima... Ma come appena detto le difficoltà del grande schermo si vedono e il livello è appena sufficiente.

Cangaceiro 28/07/08 12:43 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Mega incasso al botteghino, tanto inaspettato quanto immeritato. È vero, i tre sono dei bravi cabarettisti che insieme riescono a volte a creare situazioni molto divertenti (anche se Aldo spesso è insopportabilmente "chiassone"), ma la storiella di fondo del matrimonio è palesemente inconsistente, al punto che per tagliare quota 90 minuti sono stati inseriti tre corti e svariate gag del tutto fini a se stesse, rendendo a tratti il film stucchevole. Giovanni è nettamente il più dotato, insulsa la Massironi e per fortuna la Littizzetto si vede pochissimo.

Giacomo Poretti HA RECITATO ANCHE IN...

Bruce 28/11/08 09:45 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

È di certo uno dei più divertenti film italiani degli ultimi vent'anni. I protagonisti sono al meglio della loro ispirazione e le tante gag sono tra loro ben collegate all'interno di un road movie piacevole che da Milano li porta a Gallipoli. Sono tanti i momenti esilaranti, dai killer del prologo al Dracula nella tana dei leghisti, al controllore del tram, etc. Grande Carlo Croccolo in una delle sue ultime interpretazioni.

Fabbiu 20/12/08 04:19 - 1970 commenti

I gusti di Fabbiu

Ottimo esordio di Aldo, Giovanni, Giacomo e Marina. Riescono a confezionare una vera commedia senza evidenziare le matrici cabarettistiche (ma chi aveva già visto i corti ha riconosciuto tantissime battute) inserendo nella commedia italiana un umorismo originale diverso dai soliti schemi comici. Una buona sceneggiatura che permette di inserire qua e là qualche loro scenetta (gangster, conte Dracula, sull'autobus...), ottime interpretazioni da parte di tutti e ritmi sempre arzilli per una raffica di battute a non finire.

Renato 21/12/08 18:13 - 1615 commenti

I gusti di Renato

Sicuramente mi sono divertito a vederlo, ma come film non vale poi così tanto. Il trio è simpatico e sul fatto che funzioni bene non ci piove, peccato però che la sceneggiatura sia spesso fin troppo banale, e la presenza risata-repellente della Massironi rovina parecchie sequenze. In ogni caso il film assolve pienamente il suo compito, ed in più c'è Carlo Croccolo in un ruolo davvero divertente ("Ringhio, passateme Ringhio!", strepita al telefono)...

Cotola 23/12/08 12:00 - 7692 commenti

I gusti di Cotola

Il primo film dell'ormai celeberrimo trio comico lanciato dalla Gialappas, piacerà e divertirà molto soprattutto coloro che non hanno visto lo spettacolo teatrale dei tre da cui sono state prese molte "cose" poi riciclate nel film. Gli altri, forse, rideranno un po' meno ma in ogni caso le risate non mancano ed il risultato è molto godibile e piacevole.

B. Legnani 18/03/09 23:33 - 4835 commenti

I gusti di B. Legnani

Divertente esordio cinematografico, che riesce quasi a non far notare, con la simpatìa dell'operazione, la carente sceneggiatura e la necessità di aprire ampie parentesi per arrivare ad un'ora e mezza di film. Globalmente discreto, perché se è vero che qua e là è appena sufficiente, ha però frequenti momenti di freschezza davvero deliziosi e battute, magari già sentite dagli stessi tre, che però funzionano in modo egregio.
MEMORABILE: I puntini de La Settimana Enigmistica.

Ale nkf 6/05/09 18:24 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Divertentissimo esordio cinematografico di questo trio che oggi è uno dei più conosciuti in Italia. Il film è molto bello e strutturato tutto sul viaggio per lo sposalizio di Giacomino. Eccellente l'interpretazione del padre della sposa (Carlo Croccolo).

Disorder 12/06/09 23:39 - 1412 commenti

I gusti di Disorder

Il road movie è solo una scusa per creare un collage di sketch del trio, ma il risultato finale è comunque molto buono: si ride per quasi tutta la durata del film. Ottimi anche i comprimari, eccetto la Littizzetto che per fortuna si vede pochissimo. Ritmo alto e gag a ripetizione, assolutamente consigliato.
MEMORABILE: Giovanni che umilia dei bambini in una prova di abilità ginnica, all'autogrill...

Tarabas 8/07/09 12:07 - 1735 commenti

I gusti di Tarabas

Due amici-cognati accompagnano il terzo compare a sposare l'ultima sorella rimasta nubile (e ti credo, una Litizzetto formato "Minchia Sabbri"). Road movie de noantri per il Trio+Massironi, a cui non manca la simpatia e che rilanciano qui la loro comicità surreale e non volgare. Le gag sono tutte riciclate dai loro sketch tv e teatrali, le citazioni cinefile sono divertenti. In seguito faranno molto peggio. Si ride, per carità, ma non è cinema.
MEMORABILE: La finta telefonata di Aldo al suocero; la gara di Giovanni col bambino.

Mco 24/07/09 03:15 - 2163 commenti

I gusti di Mco

Bene o male, tutti hanno sentito parlare di questi tre cabarettisti, ma pochi credevano che potessero anche funzionare sul grande schermo. Questo film invece ha lasciato di stucco per il ritmo comico davvero eccellente e per le prestazioni attoriali al limite della perfezione scenica (il momento a tavola con tutti e quattro - compresa la Massironi - seduti è da cineteca). Da far vedere anche ai bambini, insegnando loro che è possibile divertire e far ridere sul serio, pur senza prodigarsi in scurrilità! Ottimo!

Vstringer 31/10/09 20:21 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Certo, la regia è elementare e la sceneggiatura è un po' povera, la struttura stessa del film è fatta soprattutto per consentire una rapida successione di sketch... ma se una commedia brillante deve soprattutto intrattenere e far ridere, non c'è dubbio che il bersaglio sia stato perfettamente centrato. Esordio cinematografico per il trio: il suo film più fresco e di conseguenza il migliore. Ottima la prova di Croccolo, bene gli altri comprimari.

Aldo HA DIRETTO ANCHE...

Vanadio 2/05/10 14:00 - 105 commenti

I gusti di Vanadio

Ottimo esordio cinematografico di Aldo, Giovanni e Giacomo, che (in una fase creativa come mai più sarebbe stata) fanno girare la storia attorno a una scultura di gamba (talmente priva di connotazioni artistiche che molti commenteranno come il proprio falegname l'avrebbe realizzata meglio...) e un matrimonio forzato dal proprietario della ferramenta dove lavorano. Non sarà un capolavoro, ma si ride (molto) e di gusto. Consigliato.
MEMORABILE: Il finto film neorealista del tram (in realtà una delle celebri scenette dei tre attori).

Mdmaster 21/12/10 09:32 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Più che discreto esordio cinematografico del più famoso trio di comici degli ultimi anni, graziato da una sorta di "greatest hits" dei loro sketch più famosi: l'indimenticato Aieie senza biglietto, il conte Dracula siciliano, ecc. La storia sembra solo un mero pretesto, alla fine, e sicuramente ciò nuoce al valore globale del film; per fortuna, i comprimari aiutano a tenere a galla la cosa, specialmente un Croccolo ipervolgare in formissima. Si lascia vedere, ma oggi suona proprio come un romantico ricordo di un trio ormai esaurito.
MEMORABILE: "Fateme sentì ringhio!"; "Ma vaaaai, ma vieni! Ma chi sono!"; "E questo cos'è, l'inserto di Repubblica?"

Nando 21/12/10 09:35 - 3498 commenti

I gusti di Nando

Esordio cinematografico del trio che ricalca, per le gag, i loro spettacoli teatrali. La storia è abbastanza esile ma alcune trovate sono simpatiche e la risata sorge spontanea durante le perigrinazioni dei tre amici. Azzeccata la volgarissima famiglia della futura sposa.

Belfagor 24/12/10 14:52 - 2628 commenti

I gusti di Belfagor

Girato nel periodo d'oro del trio comico, è una raccolta di gag già collaudate ma portate sullo schermo in un contesto diverso, quello del viaggio. La verve dei protagonisti fa funzionare il meccanismo della pellicola, nel quale entra un po' di tutto, dalla ricerca della felicità al bisogno di indipendenza, dalle parentesi surreali (o neorealistiche) ad un implicito rimprovero nei confronti della cafonaggine degli anni '90. Indimenticabile Croccolo nei panni del burinissimo suocero.
MEMORABILE: Il film nel film; "Ma prendi a schiaffi Ringhio!" (silenzio tragico) "Riiiinghio!!!"

Giacomovie 26/12/10 02:45 - 1357 commenti

I gusti di Giacomovie

Brillante esordio del trio comico con dialoghi spumeggianti, divertenti trovate e qualche simpatica parodia. C'è una certa cura nel presentare l'ampia gamma di situazioni, ma la comicità rimane semplicistica, quasi di consumo. La prima parte è più spassosa, poi vi è un inevitabile calo e anche se si ride lo si fa a volte a denti stretti. **!

Pinhead80 30/05/11 13:39 - 4038 commenti

I gusti di Pinhead80

Esordio cinematografico per il trio lanciato dalla mitica Gialappa'às band che ha riscosso (a mio parere a ragione) un notevole successo. La fonte di tale successo è da andare a ricercare nel formato del film, che alterna la storia principale a intermezzi con le scenette tipiche dei loro sketch in tv. Quella del trio (più la grande Massironi) è una comicità fresca e pulita, che non deve ricorrere per forza alla volgarità. A oggi, il loro film più riuscito.

Didda23 9/06/11 22:10 - 2305 commenti

I gusti di Didda23

Il trio ricama, su un tessuto narrattivo elementare, una serie di gag davvero indimenticabili e felici. Il tempo scorre inesorabilmente, ma la potenza di questo film rimane immutata. La pellicola si contraddistingue per la bontà delle battute e per i tempi comici perfetti. Il resto del cast fornisce una prova altrettanto valida. Mai volgare e sopra le righe, la visione è per tutta la famiglia. Evergreen!

Il Gobbo 23/06/11 11:27 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Il meccanismo è un po' quello dei porno o degli slasher: in realtà si attendono le scene-clou (ossia qui gli sketch), il resto è raccordo fra l'una e l'altra o poco più. Film-non film, dunque, rispetto ai quali il giudizio deve appuntarsi sulla riuscita appunto dei momenti topici. E poichè qui siamo parecchio prima della stanchezza e della ripetitività che affliggono da un po' di tempo il trio, di momenti riusciti ce ne sono diversi. Gigantesco Croccolo.

Daniela 19/10/11 12:16 - 9822 commenti

I gusti di Daniela

Esordio cinematografico promettente, resta a distanza di tempo uno dei migliori risultati, se non il migliore, di un trio che quelle promesse non le ha in effetti mantenute. Il canovaccio è quello della commedia on the road, pretesto per inalellare una serie di sketch più o meno originali e riusciti, ma tutti piuttosto simpatici, anzi il più divertente di tutti è quello riciclato del falso film neorealista. Molto azzeccata la caratterizzazione di Croccolo, suocero protervo più ringhioso del suo botolo. Finale in calando.

Dengus 11/11/11 15:26 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Gli sketch tv solitamente non funzionano quasi mai in versione cinematografica, ma il debutto road movie di questo grandissimo trio è l'eccezione: i tre sono fiumi in piena e soprattutto la bastardaggine di Giovanni, mista all'ingenuità bonaria di Giacomo e la meridionalità con dislessia di Aldo regalano momenti esaltanti! La parodia di Dracula in salsa siculo-milanese è un cult (la classica scenetta che spesso viene scimmiottata con gli amici). Brava anche la Massironi e soprattutto un Croccolo severo e nervosissimo coi tre generi. Bellissimo!
MEMORABILE: Brambilla Fumagalli e tutta la scena parodistica di Dracula; Ajeje Brazov; La morte di ringhio; "Allora ti sposi domani!" "Sì, ma niente di serio!"

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Magnetti 21/11/11 10:52 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Esordio con il botto per il trio Aldo, Giovanni e Giacomo, che non si sono limitati a portare sullo schermo i loro sketch, ma hanno costruito un vero e proprio film. Si ride e si sorride e finita la visione rimane il buon umore. I tre non hanno mai una pausa dimostrando di reggere bene non solo "I corti". Un voto entusiastico ci stava bene allora, ma rivisto oggi perde di una lunghezza rispetto al successivo "Chiedimi se sono felice" che risulta più completo e strutturato. Colgo l'occasione per risottolineare la personale simpatia verso il trio
MEMORABILE: L'incredibile capacità dei tre di perdersi dietro qualunque sciocchezza pur di ritardare l'arrivo verso la loro meta.

Samuel1979 4/08/12 22:59 - 477 commenti

I gusti di Samuel1979

Esordio con luci ed ombre per il celebre trio. Il film, seppur zeppo di scene esilaranti e ben sostenuto da una buona colonna sonora, aggiunge pochissimo di nuovo trattandosi di materiale già ben collaudato in diversi anni di cabaret. Tuttavia la mancanza di una certa originalità viene colmata dalla discreta bravura degli attori. Detto questo, è un film da salvare.
MEMORABILE: È da due ore che sono sotto la doccia, la polmonite mi stai facendo venire! Ho fatto questo mestiere per stare tranquillo, tu me lo stai avvelenando.

Modo 23/11/12 10:42 - 837 commenti

I gusti di Modo

Ottimo esordio dietro la cinepresa del trio. Film leggero, battute esilaranti, sempre gradevole e con nessuna caduta di tono. Sicuramente uno dei film comici più riusciti di fine millennio. Se è già difficile far girare a pieno regime due comici, qui addirittura si riesce con tre (in aggiunta c'è la brava Massironi). Imperdibile.

Rambo90 28/11/12 23:16 - 6513 commenti

I gusti di Rambo90

Esordio ormai cult del trio Aldo, Giovanni e Giacomo che, sulla classica storia del viaggio visto come riscoperta della vita, imbastisce una sequela di gag bellissime, dove ognuno ha modo di brillare (anche se Giovanni risulta migliore dei compagni). Brava anche la Massironi, eccezionale la partecipazione del grande Croccolo. Colonna sonora adeguata, regia essenziale ma non brutta.
MEMORABILE: Il conte Dracula.

Ilcassiere 30/12/12 10:38 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Il collage di sketch è ormai un classico; molti comici hanno utilizzato questo espediente per portare sul grande schermo le proprie performance. Tre uomini e una gamba è uno dei rari casi in cui il risultato è convincente: trama e sceneggiatura deboli ma indubbiamente tante grasse risate, senza essere mai volgari.

Furetto60 23/04/13 11:27 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Film d’esordio del trio, è una sorta di collage di vari sketch al quale si cerca di annodare un unico filo narrativo, che risulta però esile, oscurato dall’evidente desiderio di esporre l’abbondante repertorio disponibile. Questo non pregiudica l’opera che resta godibile, con vari momenti e frasi entrati anche nel dire comune (Ajeje Brazor...).
MEMORABILE: La partita di calcio in spiaggia; La scena neorealista sull’autobus; Aldo che manda aff... il suocero, ma il numero era occupato.

Markus 21/10/13 09:54 - 3364 commenti

I gusti di Markus

L'ennesimo passaggio cinematografico di un gruppo di cabarettisti al culmine del loro successo sui palchi e di coronamento dopo anni di gavetta si traduce in un film sbanca-botteghino di sicura presa su un pubblico già cosciente di quello a cui andrà incontro, anche se certamente la pellicola ha di suo momenti unici che l'hanno reso celebre a prescindere dal "già visto in tv". Un commento all'epoca sarebbe stato entusiasmante; ora, a distanza di molti anni, possiamo ridimensionare la cosa (pur non denigrando l'opera).

Gabrius79 29/10/13 21:39 - 1215 commenti

I gusti di Gabrius79

Film di esordio al cinema per Aldo, Giovanni e Giacomo con risultati esilaranti. La commedia in stile "on the road" veleggia col vento in poppa grazie a tantissime gag esilaranti e battute fulminanti. Ritmo veloce e incalzante: difficile annoiarsi. Azzeccato tanto il personaggio di Marina Massironi quanto quanto quello di Carlo Croccolo nei panni del suocero dispotico dei tre protagonisti.

Luchi78 22/01/14 18:35 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Uno dei migliori esordi comici in assoluto. Trovato il giusto mix tra episodi teatrali e trama del film, è impossibile non ridere alle numerosissime gag proposte. Rivisto anche dopo tanto tempo suscita gli stessi sorrisi e la stessa ilarità; c'è da dire che la pellicola raccoglie il meglio di un periodo d'oro per il trio che difficilmente si ripeterà. Molto gradevole.

Ultimo 15/07/14 15:01 - 1407 commenti

I gusti di Ultimo

Il primo film di Aldo Giovanni e Giacomo nasce nel 1997 senza troppe pretese, con l'obiettivo iniziale di portare sul grande schermo gli schetch che li hanno resi famosi nella prima metà degli anni 90. Ne esce un grande prodotto, dove per la prima volta i tre si cimentano nel tema del viaggio (presente anche in pellicole successive). La spontaneità e l'intesa dei protagonisti, mista alla bravura del tremendo suocero Croccolo (si vede poco, ma lascia il segno) rendono il film una delle migliori commedie italiane.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Zio bacco 8/10/14 01:07 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Il trio è fra i comici italiani migliori di sempre e in questo esordio offre un repertorio collaudato e divertente, troppe volte stemperato per allungare un'altrimenti effimera narrazione (si vedano le scene del cinema o del sogno). Il vero limite di questi film è proprio il minimalismo della trama, che passa in secondo piano grazie alle gag e che consegna un prodotto valutabile solo sotto il profilo della risata. I tre sono tutti in forma; inusuale una Massironi seria, divertente il burbero Croccolo. Buon film, negli anni sempre divertente.

Metuant 10/10/14 13:14 - 455 commenti

I gusti di Metuant

Non male come opera prima del famoso trio comico; è una commedia e, in quanto tale, è fatta per strappare risate e lo fa in più di un'occasione. Tuttavia sul piano cinematografico mostra varie pecche, tra le quali una trama fin troppo sfilacciata e frammentaria (gli episodi inseriti sono divertenti ma sono poco più che sketch tv dilatati) e l'impressione che, senza le lungaggini, si sarebbero riempiti a malapena una quarantina di minuti di film. Per fortuna almeno i tre sono divertenti.
MEMORABILE: Il cane al guinzaglio dell'auto.

Lythops 8/10/14 10:29 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Sull'onda del successo degli sketch televisivi, Aldo Giovanni e Giacomo non potevano certo non tentare la via del cinema imbastendo una storia senza pretese, un pretesto per collegare tra loro elementi in gran parte già recitati e visti. Esordio alla regia per il trio che trova il tempo per citare la Bigelow e Salvatores. Chi ama la comicità dei tre e ha già visto i loro corti al teatro non rimarrà deluso.

Victorvega 14/10/15 14:23 - 332 commenti

I gusti di Victorvega

Aldo, Giovanni e Giacomo partono con un grande vantaggio in questo film: una serie di gag sperimentate in anni di teatro, divertentissime. Manca una storia per raccordarle tutte, per permettere di entrare a personaggi di altre epoche e ambientazioni (ecco gli inserti del film d'epoca, del vampiro, l'incipit con i gangster). Il risultato è il film più fresco e autentico del trio, quello che nessuno potrà negare di aver visto e di aver sorriso. Poi forse anche storie ben costruite, ma non così genuinamente divertenti.
MEMORABILE: La descrizione di Betty; Il braccio di ferro col bimbo.

Parsifal68 2/12/15 13:12 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Esordio fortunatissimo del trio, che porta sullo schermo un divertente road-movie pieno di momenti esilaranti e inframmezzato da piccoli sketch poco legati al resto della storia. Vessati da un suocero dispotico (Croccolo) e oppressi da una vita piatta e senza sussulti, riusciranno a liberarsene grazie a un viaggio catartico che li farà scoprire emozioni mai vissute. Dal teatro al cinema si avverte un piccolo calo, ma la storia è spumeggiante e le gag spassosissime. La Massironi è comprimaria di alto livello. Littizzetto odiosa come sempre.
MEMORABILE: La gara di salto all'autogrill; La partita di pallone sulla spiaggia e il successivo furto con le maschere dei presidenti (richiamo a Pointbreak).

Legnanino 8/01/16 01:23 - 17 commenti

I gusti di Legnanino

Probabilmente non avremo mai tre comici come lo sono loro tre, specialmente nel loro periodo d'oro (cioe questo). Il film riesce a stupirmi a ogni visione, con l'inizio che prelude a Al, John & Jack e a divertirmi perché la freschezza delle trovate colpisce sempre. Oltre a loro tre, trovo notevole Carlo Croccolo.
MEMORABILE: Il furto della gamba ai marocchini e la successiva denuncia.

Lou 12/01/16 14:51 - 998 commenti

I gusti di Lou

Un film che si apprezza ogni volta che si rivede grazie alla straordinaria simpatia e spontaneità del trio, che offre un’ottima performance cinematografia al suo esordio. Il tema è leggero, non ci sono implicazioni sociologiche o politiche, tutto è giocato sulle caratteristiche umane dei tre attori, che di fatto interpretano se stessi. Molto efficace l’uso dei film nel film, in particolare nell'episodio iniziale alla Tarantino e nel film neo realista. Pur essendo di fatto una successione di gag, alcune già note, il divertimento è sano e puro.

Piero68 18/01/16 15:19 - 2792 commenti

I gusti di Piero68

Buon esordio cinematografico per il trio, che inanella una serie di gag (anche se molte utilizzate già nel repertorio teatrale) davvero riuscite ed efficaci. E questo serve a far dimenticare una storia di base che di fatto latita e non poco. Anche perché siamo al road-movie in cui il viaggio viene inteso nel suo significato più classico. Intelligente la Massironi, interessante la Litizzetto, esplosivo Croccolo. Col senno di poi probabilmente questo è e resterà il miglior lungometraggio del trio comico.

Il ferrini 19/01/16 00:46 - 1762 commenti

I gusti di Il ferrini

Debutto del trio con un road movie spigliato e divertente. Intelligente l'inserimento dei vari sketch di origine teatrale. Al, John e Jack (personaggi che poi avranno un'intera pellicola dedicata) e Ajeje Brazorf sono presentati come film nel film, la scena del Dracula "terrone" è invece risolta come un sogno di Aldo. Croccolo molto credibile, Littizzetto ridotta (per fortuna) ai minimi termini, la Massironi invece piacevole. Spassosa la partita a calcio sulla spiaggia, citazione di Marrakech express.
MEMORABILE: "A un certo punto te lo devo proprio dire: vaffanculo! Vaffancuulo! Vi, a, effe, effe, 'ncuuuulo"

Alex75 21/01/16 09:13 - 696 commenti

I gusti di Alex75

Road movie attraverso l’Italia in cui la girandola di sketch che si susseguono fa dimenticare l’esilità della trama. A tutt’oggi il miglior film di Aldo, Giovanni e Giacomo, che mostrano affiatamento e buon adattamento ai tempi cinematografici, completandosi attraverso le loro differenti e spiccate personalità, facendo ridere di gusto e con intelligenza, senza scadere nella volgarità, con molte battute da antologia. Bravi anche la Massironi e soprattutto Croccolo.
MEMORABILE: Ajeje Brazorf; La partita di calcio; Chiara: “Allora domani ti sposi”. Giacomo: “Sì, ma niente di serio”; La telefonata di Aldo al suocero.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Paulaster 28/01/16 01:02 - 2911 commenti

I gusti di Paulaster

Come fare un film riciclando pezzi di cabaret dal sicuro impatto comico (Dracula, il film neorealista, la discesa dalla roccia) e cucirci una sceneggiatura per legare i momenti. Divertente anche se verso la fine si sfilaccia e perde il mordente dell’arrivare al fatidico matrimonio. Resiste al tempo per un intrattenimento dettato dalle diverse comicità dei tre. Massironi coi tempi giusti e Croccolo buon mestierante.
MEMORABILE: “Passami il pignolo”.

Minitina80 20/03/18 21:30 - 2460 commenti

I gusti di Minitina80

L’esordio di Aldo, Giovanni e Giacomo è un piccolo cult, dotato di gambe proprie e in grado di far ridere senza troppa fatica. Li aiutano sketch rodati da anni di intrattenimento in teatro che hanno mantenuto all’interno del film un loro senso artistico e funzionale. Ha il pregio di non ricorrere a doppi sensi o linguaggi poco ortodossi ai quali in molti non sembrano ormai poter rinunciare. Il fatto che sia girato praticamente tutto in esterni non sembra averlo influenzato in negativo e il risultato è una commedia originale e dilettevole.
MEMORABILE: “A volte dorme più lo sveglio che il dormiente”.

Nicola81 24/03/17 11:44 - 2044 commenti

I gusti di Nicola81

Al loro esordio cinematografico Aldo, Giovanni e Giacomo sfornano una spassosa commedia che è la perfetta dimostrazione di come si possa divertire il pubblico in modo semplice e genuino, anche senza inseguire chissà quale satira o (peggio ancora) volgarità e doppi sensi. Il suo limite risiede nel fatto che più che di un film vero e proprio si tratta di una successione di sketch e il finale abbastanza sbrigativo e sottotono lo conferma. Però ogni volta che lo riguardo rido di gusto e questo mi basta.
MEMORABILE: L'esilarante prologo; Il braccio di ferro; Il pranzo con la Massironi; Al cinema; L'incubo vampiresco.

Salma 19/05/19 18:36 - 12 commenti

I gusti di Salma

Il primo film del trio comico, forse il migliore insieme a Così è la vita. Si nota ancora in tutti e tre gli attori la freschezza e la brillantezza che la maggior parte dei comici ha agli esordi, nonostante alcuni vecchi sketch siano semplici riproposizioni, per quanto ben inserite e modificate leggermente. E' anzi proprio quest'idea - si vedano piccole scenette come "la cadrega" o quella di Ajeje Brazorf - a renderlo godibile e originale nel suo genere.

Taxius 17/03/20 19:55 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Esordio cinematografico folgorante per il trio milanese che, con l'aiuto di Massimo Venier, gira una delle più belle commedie italiane anni 90. Le gag sono una più divertente dell'altra ma molte di queste vanno oltre, entrando di diritto nell'immaginario collettivo degli italiani (Ajeje Brazorf, la maglia di Sforza, il gol di testa di Aldo). Altre invece sono diventate meme su internet ("Non ce la faccio, troppi ricordi", la peperonata). Un viaggio on the road che si fa ripercorrere più volte senza mai stancare.

Deepred89 26/03/20 15:15 - 3332 commenti

I gusti di Deepred89

Una serie di sketch totalmente avulsi dal soggetto, malamente inseriti attraverso escamotage che lasciano il tempo che trovano, rallentano e depotenziano una commedia on the road piuttosto riuscita, che piazza qua e là alcune battute di notevole livello. Azzeccate ambientazioni e atmosfere, un trio efficace senza strafare (tranne nei suddetti sketch), buon cast di contorno (spontanea la Massironi, Littizzetto perfetta moglie da incubo, Croccolo uno spasso). Finale deludente per un film nel complesso riuscito, seppur non il migliore del trio.

Camibella 15/05/20 16:28 - 210 commenti

I gusti di Camibella

Esordio cinematografico con il botto per il trio delle meraviglie, Aldo Giovanni e Giacomo che mettono a segno un successo clamoroso grazie a un road movie zeppo di spunti comici. Il viaggio che intraprendono è anche simbolico, una sorta di liberazione da una vita infelice e senza grossi sussulti, un bagno purificatore che tutti sogniamo, prima o poi, di fare. Gli sketch del tram e della cadrega sono forse slegati dalla storia, ma il film è godibilissimo. Brava la Massironi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 29/04/08 19:58
    Consigliere - 43927 interventi
    Lo scrivo qui, visto che io Carlo Croccolo (subito dopo il Medico dei pazzi con Totò) me lo ricordo come "l'uomo della gamba" di questo film. Una notizia sfiziosa svela che Croccolo (stando alle di lui parole, almeno) fu amante trimestrale della leggendaria Marilyn Monroe nel periodo peggiore della sua vita (di lei). Quando beveva, insomma. Ha cercato di salvarla ma niente. Aggiunge che la Monroe aveva un po' di cellulite e prendeva eccitanti.
    Adesso sta a vedere che nel famoso filmato di sesso orale di cui tutti favoleggiano e nel quale pare si veda Marilyn alle prese con un uomo di cui non si vede il volto, salta fuori che questi non è uno dei Kennedy (come si suppone) ma Carlo Croccolo...
  • Discussione Gugly • 29/04/08 20:43
    Segretario - 4676 interventi
    Io non me lo ricordo Carlo Croccolo ne Il medico dei Pazzi ( In Totò al Giro d'Italia e 47 morto che parla invece sì)...certo questa uscita della storia con Marilyn, boh, anche se è risaputo che Croccolo ha avuto un sacco di donne....
  • Discussione Zender • 29/04/08 20:58
    Consigliere - 43927 interventi
    infatti volevo dire AL GIRO D'ITALIA, non so perché m'è uscito il medico... Non sapevo fosse un tombeur de femmes, il buon Carlo. Nè mai l'avrei immaginato.
  • Discussione Gugly • 29/04/08 21:02
    Segretario - 4676 interventi
    sì sì, è risaputo che ai suoi tempi abbia corso la cavallina mica male...credo abbia avuto quattro mogli o qualcosa del genere, quindi anche Marilyn ci sta, in teoria.