LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Gli affetti familiari che travolgono il povero Memè Di Costanzo (Lando Buzzanca) sono due: la madre (Nerina Montagnani), detta “Nana” per via della statura e ormai in età da ospizio e il vecchio cane Piccolo, affettuosissimo e di stazza enorme. Sono loro - due autentici pesi dai quali Memè non riesce a separarsi - a condizionargli la vita; specialmente quella che condivide con le due donne protagoniste dei due tronconi di cui si compone il film. La prima è Gloria Guida, fotomodella libertina con cui Buzzanca trascorre buona parte del suo tempo a letto copulando, la seconda è Andréa Ferréol, farmacista ricca e oppressa dalla madre e dalle zie con le quali vive. Se con la Guida il rapporto...Leggi tutto finirà abbastanza in fretta, con la Ferréol Buzzanca proverà a controllarsi maggiormente (anche perché lei ha i soldi e lui ha appena perso il lavoro), ma la difficile convivenza tra la nonna, il cane, la moglie e le zie creerà inevitabilmente forti attriti. Nonostante qualche buon momento e un Buzzanca in ottima forma, sembra che l'intento degli autori sia non puntare sul comico quanto piuttosto sul dramma familiare, con parentesi quasi da lacrime agli occhi. Non quindi una commedia vera e propria ma lo studio psicologico di un carattere ben preciso: Memè sarà anche pieno di difetti ma ha un cuore d'oro e continua a scontrarsi col pragmatismo di chi vorrebbe che lui si disfacesse una volta per tutte dell'anziana madre e del cane. Bizzarre alcune situazioni (vedi il cane confinato in terrazza ma controllato da casa attraverso un complesso gioco di specchi), però a lungo andare la madre e il cane si fanno davvero insopportabili.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 13/07/09 11:36 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Commedia che in qualche punto (pochi) risulta quasi divertente, ma che è caraterizzata dalla banalità. Buzzanca non mi convince e il cast secondario non è degno (cito la Montagnani e la Ferreol). Sprazzi di dramma in alcuni punti, ma il film si fa dimenticare facilmente.

Daidae 25/08/10 05:01 - 2854 commenti

I gusti di Daidae

Discreta commedia di Severino con tocchi drammatici sopratutto verso il finale. Buzzanca in piena forma riesce a divertire, il resto del cast è però deludente (a parte la Montagnani); la Guida, bella solo a vedersi in una delle parti peggiori della sua carriera. Tutto sommato non è male, anche se c'è qualche strafalcione qua e là.

Homesick 5/03/12 17:14 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Le incertezze tra la riflessione esistenziale – la profondità delle radici affettive e la difficile convivenza con gli anziani in città – e l’abbandono agli istinti di base della commedia popolare sono quanto mai evidenti nel personaggio di Buzzanca: cuore semplice e generoso come Umberto D. (anche lui, spinto dalla disperazione, tenta invano di liberarsi dell’amato cane), ma nello stesso tempo maneggione e sciupafemmine secondo tradizione italica. La Guida elargisce sorrisi, sorrisetti e qualche nudo; bravissimo il cane “Piccolo”. Co-sceneggia Giuseppe D’Agata, l'autore de Il segno del comando.
MEMORABILE: Buzzanca che accompagna i clienti dell’agenzia immobiliare portandosi appresso nonna e cane; l’operazione del cane; l'appartamento-comune della Guida.

Undying 30/12/13 22:54 - 3826 commenti

I gusti di Undying

La vita a volte è molto dura (citando un altro titolo) e non sempre quel che più conta assume connotazioni materiali. Buzzanca si dimostra attore versatile, ingiustamente utilizzato - il più delle volte - in ruoli da commedia. Qui, nei panni del loser, di quello che si trascina dietro, come unici affetti familiari, un'anziana nonna e un cane paffuto riesce a commuovere nel profondo, facendo riflettere sui sentimenti e sull'essenza della vita. Che non è solo data dal denaro, dai soldi, da una moglie e/o marito (magari benestante). Commovente.
MEMORABILE: Il tentato suicidio di Piccolo: un sesto senso avverte il cane della disperazione che avvinghia il disperato padrone.

Gloria Guida HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Undying • 30/12/13 23:49
    Scrivano - 7616 interventi
    Disponibile in DVD per la 01/IIF.
    Formato video 1.85:1 ed audio dual mono (2.0) e 5.1 rielaborato (in realtà la traccia audio è divulgata in ugual misura sui 5 satelliti dell'Home Theatre).

    Extra composti da:
    - galleria fotografica (1' 18")
    - filmografia di Gloria Guida (scheda)
    - filmografia di Lando Buzzanca (scheda)
    - biografia di Gloria Guida (scheda)
    - biografia di Lando Buzzanca (scheda)
    - trailer (n. 5)

    Durata della versione: 94 minuti ca

    Sotto: frame dal DVD 01 (3' 15")
    Ultima modifica: 30/12/13 23:51 da Undying
  • Homevideo Zender • 31/12/13 08:15
    Consigliere - 44631 interventi
    Undying aspetta il 2 gennaio per inserire fotogrammi, per cortesia, qui non ho possibilità di spostarli sul server...