Tora! Tora! Tora!

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Tora! Tora! Tora!
Anno: 1970
Genere: guerra (colore)
Note: Aka "Tora Tora Tora!" o "Tora, Tora, Tora!". Kurosawa collaborò (n.c.) alla sceneggiatura per le scene giapponesi ma fu escluso all'ultimo momento dalla regia, per volere della 20th Century Fox che lo sostituì con Fukasaku.
Numero commenti presenti: 10
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

“Tora-tora-tora” (in giapponese) è il segnale dato dagli aviatori del Sol Levante quando, giunti alle Hawaii, si dicono pronti all'attacco. E’ la mattina dell’8 dicembre 1941 e il porto militare di Harbour è bombardato. Il film di Richard Fleischer (tratto dall'omonimo romanzo di Gordon Prange) parte però da molto prima e cioè da quando i militari giapponesi decidono l'attacco. E’ costruito seguendo alternativamente gli alti comandi imperiali, quelli statunitensi e quelli di stanza alle Hawaii. Quasi un documentario, nel suo tentativo di raccontare gli eventi restando quanto più storicamente vicini al vero, il film soffre per questo di un certo immobilismo, soprattutto nelle parti giapponesi. La coproduzione nippo-americana dovrebbe...Leggi tutto essere garanzia di equilibrio e in effetti non si riscontra la retorica tipica dei prodotti statunitensi. Tuttavia si dà forse troppo spazio alle decrittazioni, ai rapporti tra marina, Stato Maggiore e aviazione finendo per rallentare tutta la prima parte (e oltre) in attesa del fatidico attacco; che avviene infatti solo nell'ultima ora, liberando però una serie di effetti speciali (premiati con l'Oscar) per l’epoca eccellenti. Piace soprattutto il clima surreale che avvolge l'arrivo silenzioso delle decine e decine di aerei giapponesi, ma anche la tensione presente fin dall'inizio, con gli americani incapaci di prevedere le mosse del nemico (al tempo però non ancora ufficialmente in guerra con loro). Ottima e splendente la confezione a colori, mentre la recitazione dimessa è dovuta alla gravità delle circostanze ed è ben resa da un cast scelto intelligentemente, anche se privo di grossissimi nomi (Martin Balsam, Joseph Cotten e Jason Robards i più famosi).
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 3/01/08 07:34 - 11424 commenti

I gusti di Galbo

Molti anni prima del doppio punto di vista sulla seconda guerra mondiale di americani e giapponesi operata da Clint Eastwod, Tora! Tora! Tora! propone la celeberrima aggressione di Pearl Harbor vista dalla parte di entrambi i contendenti (e con una doppia regia nippo-americana). Il risultato è un bel film di guerra che si sforza (ma non sempre ci riesce) di rimanere neutrale tra le due posizioni, ottimamente realizzato dal punto di vista tecnico e con un valido cast.

Ciavazzaro 23/04/08 14:32 - 4764 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Accurata ricostruzione storica del bombardamento di Pearl Harbor, diretta con mano sicura da Fleisher, Masuda, Fukusaku. Ottimo anche il cast che può contare su Joseph Cotten, Martin Balsam, E.G. Marshall. Buona introspezione psicologica, molto teso e godibile il finale, accurate le scene con gli effetti speciali.
MEMORABILE: Il monologo finale del vecchio comandante giapponese.

Lovejoy 7/07/08 17:56 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Bella ricostruzione dell'attacco giapponese a Pearl Harbor. Ben tre registi dietro la macchina da presa, alcune splendide sequenze d'azione, gran bel ritmo e un cast di divi affiatato e compatto sono i punti di forza della pellicola. Ottimi, per l'epoca, gli effetti speciali. Da vedere.

Capannelle 16/12/09 14:54 - 3732 commenti

I gusti di Capannelle

Un film che si segue bene nonostante la durata e una prima parte abbastanza didascalica e carica di aneddoti. Ha il grosso merito di presentare le ragioni di entrambi i contendenti e non indugiare su figure eroiche. Buone le riprese tecniche e la varietà di navi e aerei (vedi l'imponente arrivo degli squadroni giapponesi e i loro primi piani) con efficace supporto di stuntmen ed effetti speciali. Altamente spettacolari, ad esempio, le scene di distruzione degli aerei a terra o l'atterraggio (non previsto dal copione!) del B17 monoruota. ***

Mickes2 23/02/11 11:02 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Un grandissimo film sulla guerra che parla dell'attacco a Pearl Harbor da parte dell'esercito giapponese, raccontato dalla parte di entrambi gli schieramenti. Più che un film, una vera e propria lezione di storia. Grandi effetti speciali per l'epoca, bellissima scena d'introduzione, buon ritmo.

Cotola 27/12/11 12:35 - 7564 commenti

I gusti di Cotola

Minuziosa, interessante e, nella seconda parte, spettacolare ricostruzione dell'attacco a Pearl Harbour, illustrata sia dal punto di vista americano che da quello giapponese. Ci mette un pò di tempo a carburare, ma superata la fase di "rodaggio" il risultato è ragguardevole. Regia di grande professionismo; confezione curatissima e cast di gran classe (anche se con meno nomi noti rispetto alla media di questo tipo di pellcole) come da trazione. Onore al merito per aver evitato la stucchevole retorica ed inutili quanto facili manicheismi.

Luchi78 14/02/12 18:56 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Classicone dei film di guerra della WWII, dotato di un equilibrio notevole tra le parti (quindi non la solita americanata) e interessante per lo stile semi-documentaristico che probabilmente svilisce l'opera dal punto di vista strettamente cinematografico. Spettacolare ancor oggi l'ultima ora di effetti speciali con l'attacco vero e proprio sulla base americana. Un cult.

Lythops 7/09/15 13:47 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Bel film di guerra, che naturalmente sposa la tesi dell'aggressione a tradimento della Marina giapponese alla base di Pearl Harbor. Si tace sul piano McCollum, studiato appositamente perché ciò si verificasse e sul fatto che l'intelligence Usa sapesse, come scrive Robert Stinnet nel suo "Il giorno dell'inganno", attraverso l'incercettazione dei cifrati, tutto quello che si sarebbe verificato. Si tratta di un'opera spettacolare, ottimamente girata e con interpreti validi, che ai tempi emozionò molto. Ottime le musiche di Goldsmith.

Jurgen77 30/12/15 11:18 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Pietra miliare del film bellico statunitense. All'inizio è un po' lento e pesante, cercando di ricostruire i fatti in modo più attinente possibile alla realtà. Il finale però e ricco di tensione e grandiosa è la ricostruzione del bombardamento dei giapponesi. Attori di seconda fascia, ma ben diretti e con molti mezzi a disposizione.
MEMORABILE: Il bombardamento finale.

Black hole 31/05/17 12:32 - 138 commenti

I gusti di Black hole

Forse uno dei migliori film del genere. Eccezionale ancora oggi, per me superiore anche al successivo La battaglia di Midway. Rende perfettamente la devastazione dell’attacco giapponese a Pearl Harbor. Se si pensa che parliamo del 1970, la massa di mezzi ed effetti messi in campo è davvero smisurata. Lo sforzo per dare credibilità agli aerei giapponesi è encomiabile. Cast eccezionale. L’idea di girarlo in parallelo rende ancora più netto il taglio tra punto di vista giapponese e americano. Super!
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Caesars • 3/04/12 09:35
    Scrivano - 11053 interventi
    Leggendo ora il commento di Giùan riguardante Dersu Uzala e controllando su Imdb, vedo che non accreditato (per le scene giapponesi) alla sceneggiatura figura anche Akira Kurosawa (ignoravo totalmente la cosa). Forse andrebbe aggiunto nella scheda come nota.
    Ultima modifica: 3/04/12 09:38 da Caesars
  • Discussione Zender • 3/04/12 10:13
    Consigliere - 43619 interventi
    Considerando la discreta importanza del regista ok :), fatto.
  • Discussione Caesars • 3/04/12 12:22
    Scrivano - 11053 interventi
    Scusa Mauro,
    però Kurosawa andava messo nelle note, perchè collaborò (n.c.) alla sceneggiatura non alla regia. Kurosawa fu escluso all'ultimo momento dal film e ciò contribuì alla depressione che lo portò al tentato suicidio (fonte Wikipedia).
    Scusa se rompo, ma n.c. alla regia è sbagliato.

    P.S.
    Se credi puoi anche non mettere nulla nelle note e cancellare tutta la discussione
  • Discussione Giùan • 3/04/12 12:49
    Gestione sicurezza - 192 interventi
    Confermo quanto segnalato dal sempre ottimo Caesars: Kurosawa fu estromesso totalmente dal progetto del film e rimpiazzato per volere della 20th century fox con Fukasaku. Zender:credo che la cosa più corretta potrebbe essere segnalare il tutto nelle curiosità se non nelle note. Tra l'altro sempre del "periodo hollywoodiano" del grande Akira è lo script di quello che poi sarebbe diventato Runaway train di Konchalowsky
  • Discussione Zender • 3/04/12 13:44
    Consigliere - 43619 interventi
    Scusa te, Caesars, avevo letto distrattamente. Però se fu estromesso dalla sceneggiatura non collabora al risultato finale. Giùan o Caesars, qualcuno vuol compilare una breve nota che io poi copierò appunto nelle note?
  • Discussione Caesars • 3/04/12 14:32
    Scrivano - 11053 interventi
    Da quello che ho capito Kurosawa all'ultimo fu estromesso dalla realizzazione come regia, ma la sua parte di sceneggiatura rimase (seppur n.c.). Questo però è quello che suppongo da ciò che riporta Imdb (sceneggiatura n.c.) e Wikipedia (e tutto questo scoperto stamane grazie al commento Giùan a proposito di Dersu Uzala).
    Come nota metterei:

    "Kurosawa collaborò (n.c.) alla sceneggiatura per le scene giapponesi ma fu escluso all'ultimo momento dalla regia, per volere della 20th Century Fox che lo sostituì con Fukasaku."

    Se Giùan vuole integrare o riscrivere la nota con altre osservazioni è il benvenuto.
  • Discussione Giùan • 3/04/12 15:10
    Gestione sicurezza - 192 interventi
    Caesars direi che la tua opera di sintesi è perfetta. Io come Zender sa bene sarei capace di aprir in quelle tre righe una ventina di parentesi corredate da un altrettanto adeguato profluvio di virgolette.
    Approvata assolutamente la tua nota
  • Discussione Zender • 3/04/12 18:32
    Consigliere - 43619 interventi
    Ok, benissimo, grazie Caesar. Sì, temo che per Giùan avremmo dovuto aprire una seconda pagina di note :) (si fa sempre per scherzare, naturalmente).
  • Curiosità Zender • 6/12/16 17:50
    Consigliere - 43619 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

  • Homevideo Noncha17 • 6/12/16 20:22
    Magazziniere - 1073 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    Il doppiaggio di questo film è molto particolare, ma non perchè sia "strano". Semplicemente per il fatto che gli "americani" sono doppiati da una cooperativa (la C.D.) e i "giapponesi" da un altra (la S.A.S.)! E così, in campo yankee si sentono le solite voci (Panicali, Amendola, Locchi, Bellini, Vannucchi, Turci e così via) della CD, mentre i giapponesi parlano con le voci di Villa, Gavero, Pagnani, Latini e così via. Davvero singolare: chissà chi ebbe questa strana idea, all'epoca...

    Purtroppo, nelle edizioni uscite in dvd in Italia, il secondo non era presente..mentre, in TV sì!


    Segnalo però che, nell'edizione in Blu-ray uscita nel "lontano" 2009 (e, ora fuori-catalogo), questo era stato ripristinato.

    Ma, la cosa più importante è che: è presente sia la versione estesa che quella "normale"!

    Che poi, la prima sarebbe quella vista nei cinema giapponesi all'epoca..difatti, l'unica vera differenza fra le due, riguarda un dialogo in Giapponese (circa 10 minuti) automaticamente sottotitolato in Italiano!
    Ultima modifica: 6/12/16 21:24 da Noncha17