TNT Jackson - La furia di Harlem

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: T.N.T. Jackson
Anno: 1974
Genere: arti marziali (colore)
Papiro: elettronico

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Diana Jackson detta T.N.T. (la playmate nera Jeannie Bell, ed è bella davvero) si fa accompagnare in taxi nel temibile quartiere giallo di Hong Kong. Il tempo di fare un angolo ed eccole sotto gli occhi il primo stupro, con conseguente pestaggio. E' lì per sapere che fine abbia fatto suo fratello, ma non gli ci vorrà molto per capire che non è stata una bella fine... L'importante è arrivare a conoscere il responsabile e fargliela pagare! I mezzi per non arretrare di fronte a nessuno TNT sembra averli: mena come un'indemoniata, salta a destra e a sinistra, fa le capriole e sfoggia sempre un look invidiabile molto seventies, con capelli riccissimi e pantaloni a zampa d'elefante... Se però il modello è la blaxploitaion alla COFFY...Leggi tutto non si può dire che TNT sia all'altezza: diretto malamente, col solo scopo di mostrare continui corpo a corpo in cui la Bell non può avere la sveltezza di chi ci sa fare davvero, il film propone come trama i tentativi della protagonista per entrare nelle grazie dei boss locali e scoprire così chi le ha ammazzato il fratello: ci tiene in particolar modo a partecipare agli incontri tra grossi spacciatori dopo che già due di questi son finiti malamente col sequestro della merce. C'è di mezzo pure un'infiltrata e a fare un po' di folklore locale ci pensano il carnevale coi soliti draghi di cartapesta o gli spettacolini danzanti al night. Il tutto nel vano tentativo di farcire con qualche suggestione meno scontata del solito un soggetto che quasi non esiste, in cui TNT gioca a fare la dura senza mezze misure, rispondendo a tono, sfidando chiunque le capiti a tiro e prendendo a calci e pugni uomini e donne senza distinzione. Alla fine qualcuno lo capisce, che conviene farsela amica... Troppo povero nella realizzazione per poter rivaleggiare coi campioni del genere, TNT JACKSON ne ricalca pedissequamente la formula puntando tutto sul fascino della Bell, che in un'occasione combatte pure in mutande e tette al vento per esibire il fisico perfetto. “Sei troppo bella per combattere così”, le dice uno dei gangster; e ha ragione, ma visto che il copione non prevede molto altro cosa può fare la ragazza, che a dire il vero il suo ruolo saprebbe anche interpretarlo con la giusta sfacciataggine? E allora dai che si riprende a tirar calci in attesa dello scontro finale, uguale a tutti gli altri...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/01/10 DAL BENEMERITO PATRICK78 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 11/04/17
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Patrick78 27/01/10 15:22 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Pellicola grindhouse che ricicla temi già visti in altri lavori affini (Coffy, Cleopatra Jones, ecc.) diretta con competenza da Santiago e prodotta da Roger Corman per la New World Pictures. Nulla di eclatante o di innovativo ma la presenza di Jeannie Bell che si diletta in combattimenti kung-fu come mamma l'ha fatta valgono decisamente il prezzo del biglietto... Violenza nella media del genere, buone location esotiche (Hong Kong e Filippine). La sceneggiatura è di Dick Miller (!) attore feticcio di Corman e Joe Dante in svariate loro produzioni.

124c 7/05/13 17:18 - 2834 commenti

I gusti di 124c

Attrice amata anche da Quentin Tarantino, la bella Jamie Bell combatte i cattivi con le sue mosse micidiali di karate, facendolo anche quando è nuda. Si fa notare anche un giovane Stan Shaw (Corsari), che, nel ruolo del cattivo, quando combatte, si muove con l'agilità d'una scimmia impazzita. Uno dei tanti bloixploitation, che, negli anni '70, uscivano nei cinema, prodotto da Roger Corman e girato a Hong Kong e nelle Filippine. Niente di nuovo, ma non ci si annoia; anzi, ci si diverte fra spacciatori di droga, assassini e belle donne.

Siska80 25/06/22 17:52 - 2347 commenti

I gusti di Siska80

Il 1974 è stato l'anno dei revenge movie, evidentemente: se Paul Kersey faceva fuori i criminali a colpi di arma da fuoco, la protagonista di quest'action utilizza le arti marziali, ma il risultato è lo stesso (seppur in chiave meno drammatica): l'idea della variante in gonnella (anche se, nel caso specifico, la bella Diana indossa sempre i pantaloni con probabile disapprovazione del pubblico maschile) ha un suo perché, ma le coreografie di combattimento sono purtroppo inverosimili e realizzate male (a calci e pugni di violenza moderata corrispondono infatti cadute eclatanti).
MEMORABILE: La dissolvenza finale.

Cirio H. Santiago HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 10/12/18 14:00
    Pianificazione e progetti - 24127 interventi
    Annunciato in dvd ( con il titolo TNT JACKSON-LA FURIA DI HARLEM) per Freak Video ( Home Movies)
    Ultima modifica: 10/12/18 14:04 da Buiomega71
  • Homevideo Xtron • 20/03/19 11:43
    Servizio caffè - 2001 interventi
    Il dvd FREAK VIDEO / HOME MOVIES

    Audio inglese
    Sottotitoli in italiano,inglese,spagnolo,tedesco,francese
    Formato video 1.78:1 anamorfico
    Durata 1h08m54s
    Extra: The Freaka show, Alle origini della blaxploitation (I parte)

    immagine a 34:43

    Ultima modifica: 20/03/19 15:32 da Zender