Titanic

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Titanic
Anno: 1997
Genere: drammatico (colore)
Numero commenti presenti: 62
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

TITANIC è il prototipo del kolossal moderno, il modello a cui tutti in futuro dovranno guardare, considerato il mostruoso record d’incassi. Certo, un regista come James Cameron non è alla portata di tutti i produttori, ma presto o tardi sono destinati a nascere nuovi cloni, pronti a sfruttare appieno le possibilità delle nuove tecnologie. In fondo cos'è TITANIC? Una semplice, banalissima storia d'amore (quanto a superficialità e standardizzazione dei personaggi Cameron è un maestro) che approfitta del fascino innegabile insito nella tragedia paradossale dell'inaffondabile transatlantico per strappare più lacrime possibile. Il tutto grazie anche alla superba, fenomenale colonna sonora di James Horner che comprende il megahit “My Heart...Leggi tutto Will Go On” cantato da Celine Dion. Si inizia come in THE ABYSS scandagliando le profondità marine. Le riprese del Titanic morente sul fondo oceanico sono reali quanto lo fu quell’incredibile, tremenda sciagura e contribuiscono a creare un clima documentaristico di sicuro effetto. Per un'ora e mezzo dell'iceberg non si parla e tutta la nostra attenzione viene concentrata sull’amore bello e impossibile tra Rose Dewitt Bukater (Winslet) e il povero Jack Dawson (DiCaprio), impedito dal cattivissimo promesso sposo di lei. E’ la parte meno riuscita del film, ma Cameron riesce comunque a tenere desto il nostro interesse con riprese funamboliche, carrellate sontuose tese a sottolineare (riuscendoci alla perfezione) la grandiosità del Titanic, le sue dimensioni esagerate. Cameron non perde mai tempo in divagazioni inutili: taglia con intelligenza il momento della partenza e si concentra sugli avvenimenti, che da metà film in poi precipiteranno fino alle virtuosistiche, eccezionali riprese della poppa della nave che s’innalza verticalmente come un perfido ottovolante impazzito. La comparsa dell’iceberg è immediata e lascia di stucco noi e le vedette, che se lo trovano a pochi metri senza saper cosa fare. Poi lo scontro, apparentemente innocuo, in realtà devastante: quattro ore e il Titanic scomparirà! Scene di panico prima contenute, poi sublimate da un sonoro impressionante. Ma la storia dei due giovani amanti è sempre in primo piano, secondo le regole dei più classici melodrammi. Si scatenano gli eventi e Cameron si esalta: montaggio furioso, esplosioni d'acqua ovunque (di questa portata non s’erano mai viste, al cinema) fino alla poesia pura delle ultime scene sulla scialuppa che si aggira di notte tra i cadaveri congelati e galleggianti alla ricerca di superstiti. DiCaprio bravo, la Winslet forse meno. Lui è perfetto come “buono” integrale, il suo antagonista (Zane) come cattivo tout-court. Manicheismo esagerato, naturalmente, ma signori, il senso dello spettacolo di Cameron ha pochi eguali e una vicenda ancora oggi evocativa come quella del Titanic meritava davvero un omaggio così!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 14/02/07 11:24 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

In assoluto, e di gran lunga, al primo posto nella classifica degli incassi di tutti i tempi, Titanic è un manifesto del cinema di intrattenimento, che può piacere a tutti: ai palati più fini come ai meno fini. Si guarda tutto d'un fiato e con piacere. Le parti più interessanti sono quella iniziale e quella finale. Quanto a Di Caprio... per me è un attore troppo sopravvalutato (lo salvo solo in Prova a prendermi): purtroppo la faccia da eterno giovanotto lo rende inadeguato ai ruoli drammatici.

Stubby 19/03/07 22:30 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Grandissimo film. La tragedia del Titanic fa da sfondo ad una grande storia d'amore tra due giovani conosciutisi sulla nave. Che dire, il regista ha eseguito alla perfezione tutto quello che vi era da fare, la storia è avvincente fin da subito, DiCaprio è bravo, gli effetti visivi sono spettacolari, il finale è struggente. Insomma, ce nè per tutti i gusti. Grande esempio di cinema.

Galbo 20/06/07 05:52 - 11574 commenti

I gusti di Galbo

Un film di intrattenimento realizzato incredibilmente bene, dove tutto è straordinariamente curato, dalla ricostruzione degli ambienti e del transatlantico (vero punto di forza e protagonista del film), alla scenggiatura (il film è lungo ma non annoia, i dialoghi sono molto curati) alle musiche. Anche la recitazione degli attori è funzionale e la coppia Winslet-Di Caprio possiede la giusta alchimia per un film del genere.

Puppigallo 18/06/07 08:51 - 4583 commenti

I gusti di Puppigallo

Ho faticato non poco a rivedere la prima metà di questo lunghissimo film, anche se ne ho apprezzato i costumi e la ricostruzione interna degli ambienti del transatlantico (soprattutto il salone e la sala macchine). Ottimo l'uso della computer grafica. Ma nonostante questo, mi ha ridato l’idea di una furbata alla Love Boat, con i due piccioncini pronti a intortare lo smisurato pubblico di romanticoni e sognatori (a quelli della mia razza il latte inizia presto l’accumulo alle ginocchia). Poi però, ecco il mitico iceberg...e da quel momento…Wow! Davvero notevole.
MEMORABILE: La nave raggiunge la posizione verticale, per poi spaccarsi in due tronconi. E' computer grafica di altissimo livello (1997!).

Renato 15/10/07 23:55 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Ammetto di aver subito il fascino di questo film di James Cameron all'epoca e di essermelo rivisto anche più di una volta in sala. Però, col passare del tempo, la mia valutazione è cambiata. Rivisto in tv il film perde punti in modo clamoroso e mi pare che, a distanza di qualche anno, il film si possa definire per quello che è: un buon prodotto, con un reparto effetti speciali particolarmente valido e nulla più.

lovejoy 9/12/07 21:49 - 1824 commenti

I gusti di lovejoy

A tutt'oggi il capolavoro del regista. Ricchissimo nella ricostruzione degli ambienti, in particolare la grande scalinata e la sala da pranzo e con una precisa ricostruzione storica (anche se il film del '58 sotto questo profilo gli è superiore). Nel ricco cast, oltre ai due protagonisti, mi piace sottolineare le belle prove di David Warner (il perfido Lovejoy), Bernard Hill (il Capitano Smith) e Victor Garber (il Costruttore Thomas Andrews). Splendida colonna sonora.
MEMORABILE: La partenza della nave da Southampton, spettacolare anche se è un falso storico perché alla partenza si verificò un episodio inquietante e premonitore.

Gugly 31/01/08 22:59 - 1025 commenti

I gusti di Gugly

Gran film (al termine del quale le lacrime scendono giù da sole) curatissimo con la classica storia d'amore dei ragazzi di diversa estrazione sociale; ebbene, non voglio dilungarmi su elementi già analizzati ma mi piace ricordare un particolare che mi ha sempre colpito: grazie a questo amore Rose trova la forza di fuggire da una vita imposta per la libertà; notate tutte le foto dell'anziana protagonista: Rose attrice, Rose a cavallo, Rose al luna park come intrattenitrice...

Undying 17/01/08 22:08 - 3834 commenti

I gusti di Undying

Cameron non si è di certo spremuto le meningi per cavare sangue dalla rapa (ormai secca): è infatti il decimo remake dell'evento storico più ammantato da leggende prossime ai poteri della mente ed alle premonizioni (grazie alle quali diverse persone si sarebbero salvate, evitando di imbarcarsi). E che ci vuole, in fondo? Un cast di facile richiamo (con annessa "love story" strappalacrime, che sempre attira adolescenti fanciulle estasiate di fronte al solare Di Caprio) e tanti denari, profusi da un budget "colossale" ben investito...

Capannelle 8/04/08 16:10 - 3838 commenti

I gusti di Capannelle

Filmone che mantiene le sue promesse. Di buon livello qualitativo, ha come maggior pregi gli effetti speciali, le scenografie di interni ed esterni e direi anche le atmosfere di imbarco e inizio viaggio. Non male la caratterizzazione dei due sbarbatelli (il tasso di miele è contenuto) e del cornuto (Zane). Qualche esagerazione nelle scene di massa, dialoghi non sempre all'altezza ma nel complesso è notevole.

Scarlett 31/07/08 00:03 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Innegabile è ammettere di aver assistito ad una pellicola degna di nota. Ottima la ricostruzione, sebbene non perfetta, ottimi i costumi, la musica, gli effetti speciali, il realismo che suscita l'interpretazione dei personaggi, la potenza della narrata storia d'amore sfortunata. Gran bel film, tra i pochi che riescono a non annoiare nonostante le "titaniche" tre ore di durata: è un film che si rivede con piacere.

James Cameron HA DIRETTO ANCHE...

Pigro 17/08/08 09:09 - 8318 commenti

I gusti di Pigro

La storia è nota. Lo speronamento del transatlantico da parte di un iceberg (belle sequenze spettacolari) è raccontato attraverso le vicende di due giovanissimi emigranti di classi sociali diverse. La retorica abbonda, così come le scene emozionanti (sentimento, paura, ingiustizia, fascino, commozione... c’è tutto). Ma comunque il ‘prodotto’ è realizzato davvero molto bene: un classico e ineccepibile kolossal hollywoodiano, con attori perfetti. Posticcia la cornice odierna che colloca tutto in un flashback: è senza senso e ammoscia il film.

Ammiraglio 9/12/08 16:05 - 150 commenti

I gusti di Ammiraglio

Ad oltre 10 anni di distanza, rivedere "Titanic" ha confermato tutte le impressioni e sensazioni di una decade fa, positive e negative. Di positivo c'è senza dubbio l'enorme qualità della produzione e della resa visiva, di negativo la sceneggiatura un po' piatta in troppi momenti ed una recitazione poco avvincente da parte di tutto il cast. Ciò detto è innegabile che "Titanic" è un film "storico", un classico moderno per molti motivi che merita, anzi che necessita, di essere visto.

Harrys 21/03/09 17:27 - 683 commenti

I gusti di Harrys

Checcè se ne dica (eccessivi gli 11 Oscar, stucchevole la storia d'amore tra Jack e Rose...) questo rimane un gran bel film. Maniacale la ricostruzione del Titanic, così come quella di personalità realmente esistite (il capitano per esempio); grazie ad un montaggio ben congegnato, la lacrimuccia è inevitabile. L'apice del climax viene raggiunto nel finale ovviamente, in cui il momento più riuscito risulta essere quello tra l'impatto e l'inabissamento. ****

Ale nkf 5/05/09 08:45 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Film ormai entrato nella storia del cimema da vari anni e che è ancora un piacere riguardare. Essendo tratto da una storia vera dà ancora più suspance; è anche però un film drammatico sotto quasi tutti i punti di vista. Di certo alla storia e alla sceneggiatura non manca proprio niente.

Daidae 8/05/09 23:32 - 2829 commenti

I gusti di Daidae

Decisamente sopravvalutato. Film dal budget colossale, che vorrebbe essere l'ennesimo rifacimento della famosa tragedia dei primi del 900 ma che risulta alla lunga il peggiore di tutti i film sull'argomento (anche se la tecnica non si discute). Se vi piacciono le opere romantiche o siete fan del non eccezionale Di Caprio guardatelo pure, se volete vedere un bel film sul Titanic consiglio S.O.S. Titanic.

Saintgifts 28/05/09 17:07 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Hollywood sforna almeno due tipi di opere: il film che, magari in modo sommesso, ti invita alla riflessione e in un qualche modo ti accresce, oltre che divertirti per un'ora e mezzo (e questo è il vero film), o il "prodotto" che deve rendere economicamente il massimo possibile e allora usa mezzi colossali (e naturalmente anche professionalità) per essere realizzato, ma poi tutto finisce li. Credo che Titanic appartenga a questa seconda categoria. Grandissimo prodotto hollywoodiano, ma visto una volta basta e avanza.

Ciavazzaro 12/07/09 13:04 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Inutile mega-kolossal. Gli effetti speciali sono sprecati, la lunghezza è decisamente eccessiva e lo spettatore sta tutto il tempo ad aspettare l'agignato momento del naufragio. Cast così così, con un insopportabile Di Caprio. Un film sicuramente da evitare. Cito soltanto l'ottima interpretazione di Gloria Stuart.

Cotola 14/07/09 23:41 - 7807 commenti

I gusti di Cotola

Giocattolone ben riuscito (nonostante qualche caduta) che conferma le buone doti registiche e narrative di Cameron, che sforna uno dei maggiori successi commerciali degli ultimi anni costruendo un gustoso e solido intrattenimento che rispetta perfettamente le regole del genere anche se poi sfocia in un finale (che riguarda la coppia Di Caprio-Winslet) non propriamente accomodante. Imperdibile per gli amanti dei blockbuster, anche se ovviamente a casa perde una parte notevole della sua forma visiva.

Disorder 29/07/09 15:03 - 1412 commenti

I gusti di Disorder

Lunghissimo drammone strappa-lacrime, sopravvalutatissimo all'epoca, tanto da vincere ben 11 premi Oscar (eguagliando il mitico Ben Hur). Ha un impatto visivo incredibile: non si è certo lesinato in effetti speciali e le ambientazioni sono quanto di più credibile ci sia. Però non ha altri meriti: trama scontata e lineare, personaggi tagliati con l'accetta (il povero ma bello e onesto, il ricco snob, la giovane aristocratica ricca e infelice...). Da ricordare sono solo le scene del naufragio, girate molto bene; il resto è noia.

Santatecla 30/07/09 16:09 - 6 commenti

I gusti di Santatecla

Quando un film è in grado di emozionare, di tenere in mano il cuore dello spettatore al pari dei sensi e di lasciare la sua personale traccia nella memoria personale e collettiva, si può affermare che abbia raggiunto un straordinario livello tra i capolavori della "Settimana Arte", al di là del numero di statuette che si è aggiudicato. Quando i sorrisi, le lacrime, i brividi e le riflessioni scaturiscono spontaneamente da ogni visione, si è davanti al nocciolo, al senso stesso del "Cinema".

Kathy Bates HA RECITATO ANCHE IN...

Tomslick 11/09/09 21:47 - 205 commenti

I gusti di Tomslick

Due le storie narrate: quella d'amore fra i due protagonisti del film e quella dell'inaffondabile nave. In entrambe tutto è già scritto: i due piccioncini s'ameranno nel modo più banale e scontato possibile; la nave colerà a picco in modo tanto tragico quanto spettacolare. Quindi dopo una prima parte accuratissima nel ricostruire ambienti ed atmosfere, ma altresì noiosetta, si comincia a scrutare l'orizzonte in attesa che il Titanic giunga all'appuntamento col proprio destino sotto forma di iceberg. Da qui inizia lo spettacolo, quello vero.
MEMORABILE: Le scene in sala macchine.

Qed 16/01/10 13:05 - 54 commenti

I gusti di Qed

Il mio professore di Lettere al liceo così "recensiva": «È un'emerita fregnaccia! Ma vi pare che due tizi così a inizio '900 potessero comportarsi e pensare in quel modo?». Riflettendo bene non riesco a dargli torto. Ma questo filmone di Cameron riesce ad esercitare sullo spettatore una presa davvero notevole, ed è difficile fare gli schifiltosi sul contesto storico. Ammettiamolo: ci sarà pure un cumulo di ovvietà e di semplicismi, ma il risultato è ottimamente curato e in fin dei conti più che notevole. Straordinaria colonna sonora.
MEMORABILE: Thomas Andrews con il disegno della nave davanti spiega ai "pezzi grossi" l'inevitabilità dell'affondamento.

Bruce 25/01/10 11:17 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Kolossal tragico romantico, coinvolgente e commovente. Una volta tanto una superproduzione americana non sprecata. Cameron non sbaglia nulla e il risultato complessivo è ottimo. Anche i protagonisti sono quelli giusti. La colonna sonora pure. Spettacolare e valoroso.

Matalo! 23/07/10 13:18 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Sembra incredibile ma nell'era di Tarantino a sbancare il box office è un film come "Titanic". Prima di criticare verrebbe da chiedersi perché ma la risposta forse è semplice, la gente vuole sempre le stesse cose e Via col vento è tornato su un pioroscafo. Cameron è impareggiabile regista d'azione, gli attori sono eccellenti, specie l'adorabile Winslet, il pathos è garantito. Inutile indignarsi. Certo c'è cinema più stimolante e il film è un polpettone d'indiscusso mestiere che finirà nel 2042 alle 16 su Rete4. Cameron vince una scommessa.
MEMORABILE: I dipinti in cabina, scelta provinciale che se vera ci priverebbe di grandi Picasso. Ah Cameron...!

Gestarsh99 21/10/10 00:06 - 1376 commenti

I gusti di Gestarsh99

Il più costoso e il più premiato film di sempre, studiato e preparato da Cameron durante diversi anni di certosina e scrupolosa composizione, cercando di coniugare senza sbavature gli incredibili progressi della grafica 3d, la ferrea aderenza al fatto storico e l'evasione fiabesca di una Cenerentola rivisitata in chiave maschile. Un kolossal ed un capolavoro incompreso e snobbato da tanta critica ma che personalmente considero una grandiosa versione modernizzata ed iper-tech dei classici alla Via col vento, in cui il melodramma dalle forti valenze epiche va ad innestarsi in uno scenario storicamente documentato e drammaticamente reale. Lo zenith di Cameron.
MEMORABILE: Le incredibili e verissime riprese documentarie subacquee del relitto del Titanic.

Paruzzo 22/10/10 19:10 - 140 commenti

I gusti di Paruzzo

Un film realizzato con un budget a dir poco enorme da James Cameron. Dal punto di vista tecnico è un lavoro ineccepibile, con premi meritati per la fotografia, i costumi, gli effetti speciali e la scenografia. Ma a parte una grande realizzazione tecnica non c'è altro. Personaggi che sembrano caratterizzati da un bambino di tre anni, un banale melodramma con in sottofondo una tragedia storica.

Domino86 27/12/10 11:02 - 566 commenti

I gusti di Domino86

Il noto disastro del transatlantico Titanic viene proposto da un James Cameron che unisce la tragedia amorosa alla tragica sorte dei passeggeri. Pellicola conosciuta da tutti, vincitrice di 11 premi Oscar, sicuramente dalla durata elevata ma comunque più che buona.
MEMORABILE: Il cuore di una donna è un profondo oceano di segreti.

Belfagor 12/05/11 19:53 - 2634 commenti

I gusti di Belfagor

Il vero protagonista è il transatlantico, maestoso, ottimamente ricostruito: in ambito visivo, Cameron sa indubbiamente come spendere un budget così alto. Sfortunatamente, la trama si focalizza troppo sul banale melodramma fra i due protagonisti, smorzando in parte il respiro epico del film. Non sorprende che le prove migliori provengano dal cast secondario: Warner, Garber, la Bates e la Stuart (quest'ultima davvero commovente). Se quel prodigio di tecnica avesse ospitato una storia corale altmaniana, il film sarebbe stato un capolavoro.

Piero68 13/05/11 08:40 - 2808 commenti

I gusti di Piero68

Con Titanic Cameron mette in scena due film diversi: il primo una classica storia d'amore d'altri tempi e d'altro cinema; con il secondo invece si cimenta in uno dei più riusciti disaster-movie di sempre. Personalmente trovo la prima parte quasi insopportabile, con attori piuttosto fuori dai ruoli e dialoghi stupidi. Ma è con la seconda parte che inizia il vero film. 40 e più minuti in cui Cameron riesce a far respirare allo spettatore il terrore che provarono le persone quella notte del '12. da vedere tutto in un fiato. Voto solo per la seconda parte.

Siregon 4/08/11 01:01 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Abominevole filmaccio exploitation sulla tragedia del Titanic, plausibile quanto Steven Seagal nel ruolo di J.F.K. e zeppo di alcuni tra i dialoghi più insulsi che la penna di James Cameron abbia mai concepito. Merito al regista però va per la scelta furba di Di Caprio (in quegli anni già attore fra i più carismatici) e di una brava Winslet, una coppia nella quale il pubblico di tutto il mondo riiuscì ad identificarsi. Strepitosi per l'epoca molti degli effetti speciali. Inguardabile.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Rigoletto 2/01/12 21:14 - 1635 commenti

I gusti di Rigoletto

Grande film di James Cameron che riesce a rendere attuale una tragedia avvenuta 100 anni fa prendendoci per mano e facendoci vivere quasi attimo per attimo la breve vita dell' "Inaffondabile". La sua è una visione magniloguente dove assistiamo al trionfo dell'amore fra Jack e Rose all'interno dell'evento e ad effetti speciali da capogiro per l'affondamento della nave. Molto buone le prove degli attori (i cattivi su tutti). Il Titanic di Cameron è un film da collezionare, vedere e rivedere. *****
MEMORABILE: L'inizio del film con le immagini d'epoca. L'affondamento della nave con il sottofondo musicale "Nearer, My God, to Thee".

Ilcassiere 28/12/11 14:48 - 284 commenti

I gusti di Ilcassiere

Un vero e proprio kolossal che ha sbancato il botteghino. Non c'è che dire, la regia di James Cameron è eccellente e gli effetti speciali sono stupefacenti. Vi si aggiunga che la storia raccontata, una delle più incredibili tragedie del passato, è vera (parlo ovviamente dell'affondamento del Titanic, non della storia d'amore tra i due protagonisti) ed ecco che il fascino di questa pellicola è enorme. Peccato però che la vicenda di Jack e Rose, che in fondo è la trama portante del film, sia davvero poca cosa. 11 oscar sono eccessivi.

Nando 13/04/12 17:30 - 3534 commenti

I gusti di Nando

L'arcinota vicenda dell'inaffondabile Titanic narrata in questo kolossal in cui al primo posto emerge la storia d'amore tra un affascinante proletario ed un ricca ragazza. Ricostruzione grandiosa senza badare a spese e situazioni veritiere. La coppia dei protagonisti è ben affiatata. Lunga durata senza momenti di stanca. Personalmente inutile il ricorso all'anziana donna che racconta la vicenda.

Lucius 21/04/12 16:43 - 2885 commenti

I gusti di Lucius

Definito da molti storici il film che più si avvicina al disastro del secolo (un'istituzione e un mito in America il naufragio del Titanic), il film mostra una certa aderenza ai fatti, ma eccede nel sentimentalismo. Il troppo romanticismo della coppia riesce in parte ad adombrare la tragedia in sè e soprattutto quelle dei tanti che ci hanno lasciato la pelle. Ovviamente di storia ne andava raccontata una, ma la pellicola è sopravvalutata. Ottimo tecnicamente.

Giacomovie 29/04/12 11:46 - 1361 commenti

I gusti di Giacomovie

Coinvolgimento garantito e spettacolo assicurato in una pellicola completa in ogni componente: crescendo di tensione, impegno realizzativo e romanticismo. Cameron dirige con sicurezza e maestria. Ben integrata la coppia Di Caprio - Winslet, con lei al suo top. ****!

Mrdarcy 7/03/13 10:16 - 9 commenti

I gusti di Mrdarcy

Titanic... Una storia notissima, leggendaria in alcuni suoi aspetti; la più classica delle storie d'amore (e non vedo come altro potrebbe essere stata); una colonna sonora da urlo; effetti speciali spettacolari. Una malinconia che non ti abbandona per parecchio tempo. Un iperesposizione che non deve influire - né in bene né tantomeno in male - su quello che è la personale opinione su quello che credo sia - oggettivamente - un capolavoro.
MEMORABILE: Verrebbe naturale indicare il "volo" a prua; Ma il fascino magnetico di "Hymn to the sea", degli applausi, della scalinata nel finale è irresistibile.

Neapolis 8/03/13 17:13 - 177 commenti

I gusti di Neapolis

Film molto ben confezionato con tutti gli ingredienti necessari per appassionare. C'è l'amore tra due ragazzi appartenenti a ceti diversi e c'è la sfida che l'uomo continuamente fa con la natura. La metafora è che in questa sfida, quando ci si accorge che il pericolo è ormai imminente, è troppo tardi per evitare la catastrofe finale. Ottimo tutto il cast e le scenografie.

Rogerone 6/04/13 12:03 - 55 commenti

I gusti di Rogerone

Sono d'accordo con chi dice che la sceneggiatura è una banale storia d'amore con gli archetipici ruoli del cattivo, del proletario buono e della ricca infelice. Però la qualità del film è innegabile: regia, montaggio, effetti speciali, costumi e scenografie sono veramente da Oscar. Da pelle d'oca la colonna sonora. La "storiella" e il cast (non proprio di primo livello) vengono insomma ampiamente compensati dal resto. Poi può non piacere il genere strappalacrime, ma Titanic resta un grande esempio di cinema. ****
MEMORABILE: Film assolutamente normale fino allo scontro con l'iceberg, ma i 40 minuti successivi sono memorabili, così come la colonna sonora.

Didda23 17/07/13 15:34 - 2310 commenti

I gusti di Didda23

Quando riesci ad avvicinare un pubblico cosi numeroso alla settima arte non puoi che ricevere delle lodi. Cameron dirige con una consapevolezza rara da trovare: tutto è talmente curato - dai costumi alla ricostruzione degli interni- da risultare quasi algido e asettico. Ottima la performance del duo protagonista, anche se la loro liason è costruita ad hoc per un pubblico che adora la lacrimuccia facile. "My heart will go on" rimarrà immortale. Cocciantemente "bello senz'anima".

Furetto60 24/09/13 12:40 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Come introdurre qualcosa di nuovo sulla tragedia del Titanic? Semplice, si ricorre a un’idea ipersfruttata, la storia di un amore impossibile e il palcoscenico è la nave inaffondabile, mostrata a 360°. Il manicheismo è accentuato allo stremo; effetti, musiche, ricostruzioni impeccabili e la formula funziona: lo spettatore, mentre i due giovani corrono, baciano, sputano, non può che immedesimarsi e alla fine invidia quei poveri disgraziati: almeno loro hanno avuto, una volta nella vita, un amore al top. Piaccia o no, un film indimenticabile.
MEMORABILE: La vuole sentire questa storia? La gara di sputazzi; Jack rinuncia a salire sul relitto; In terza classe si balla!; La scena sulla prua.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Redeyes 19/03/14 10:37 - 2251 commenti

I gusti di Redeyes

Una coppia (quasi acerba e meno bella e brava di quanto sarà in futuro) calata in un mondo di ricchezza e distinzioni sociali, attraverso l'amore unifica, ancor prima che l'iceberg, le due realtà. L'impianto scenico è magnificente e sovrasta anche la banalità della storia in sè. Memorabile con le sue scene cult fin da subito, resta uno dei film imperdibili del fine millennio, più per il suo appeal che per la sua bellezza. Il gioiellino di Cameron capace come pochi altri di far sognare a occhi aperti e piangere.

Stelio 24/04/14 22:03 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Prima parte pessima, seconda ottima, che diviso due fa un "buon film". È la tecnica che la fa da padrona, una regia che sboccia veramente solo all'inizio del naufragio e che mostra le sue prepotenti doti nella ricostruzione maniacale degli ambienti originali. Se parliamo di sceneggiatura, ossia la componente principale nella prima parte del film, tutto lascia molto a desiderare, dai personaggi ai dialoghi, estremamente infantili.

Claudius 20/07/14 09:38 - 450 commenti

I gusti di Claudius

Uno dei pochi film/evento, il capolavoro di Cameron consta di diverse storie: la storia del naufragio che simboleggia la fine di un sogno di grandezza e di un monumentale peccato di presunzione (il transatlantico era notoriamente reputato inaffondabile) e la storia d’amore fra Jack, pittore squattrinato ma di grande talento e Rose, bellissima aristocratica. A parte Di Caprio e la Winslet, da ricordare anche Kathy Bates e David Warner.
MEMORABILE: Lo spettrale paesaggio notturno.

Ultimo 31/10/14 16:08 - 1438 commenti

I gusti di Ultimo

Un film epocale, considerato all'unanimità la miglior trasposizione cinematografica della nota vicenda del transatlantico britannico affondato nell'Atlantico. Nella prima parte assistiamo alla travagliata vicenda amorosa dei due protagonisti (Di Caprio e Winslet); dalla seconda metà in poi ci si concentra sul contatto della nave con l'iceberg e il successivo affondamento. Cameron realizza grazie a una computer grafica perfetta un film a suo modo indimenticabile.
MEMORABILE: La colonna sonora cantata da Celine Diòn; Jack e Rose sulla prua della nave col tramonto alle loro spalle.

Dupea 12/12/14 12:40 - 28 commenti

I gusti di Dupea

Al netto dell'irrisoria e irritante storia d'amore, penso sia il miglior documentario possibile sulla tragedia del RMS Titanic. Riprese magnifiche del relitto inabissato e ricostruzione fedele del naufragio con grande dispiego di mezzi e carpenteria (fu costruito un modello quasi 1:1 del vero Titanic). Ovviamente in home video perde tutta la sua forza. Da vedere sul grande schermo.
MEMORABILE: Il fumaiolo che staccandosi dalla propria base al momento dell'inabissamento della nave: sembra che ti arrivi dritto in faccia. Realismo assoluto.

Zio bacco 14/01/15 16:42 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Film campione di incassi fra i più reclamizzati di sempre. La sceneggiatura e le ricostruzioni sceniche sono fra gli indubbi punti di forza e Cameron, grazie anche a un budget infinito, si destreggia bene alla regia. Il film paga però una certa lunghezza, che si misura con l'attesa del disastro nonché la pesantezza della storiella romantica dei protagonisti, inutilmente rinverdita dalla vecchia Rose. A distanza di anni tali punti a sfavore mi fanno rivalutare l'opera, che resta certo un buon film nel complesso, ma con ampi momenti di stanca.

Lythops 3/02/15 11:24 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Campione di incassi nell'ultima parte degli anni '90, con torme di ragazzine che lo guardavano più volte tornando al cinema per uscirne puntualmente in lacrime, "Titanic" è un prodotto altamente professionale, studiato nei minimi dettagli anche psicologici in cui tutto, come un orologio di alta fattura, funziona alla perfezione: buoni e cattivi, umili e altezzosi, bonari e irascibili, belli e brutti tutti lì, sempre con la faccia giusta. Ma è un film patinato, per coloro che amano i buoni sentimenti. Chi cerca spessore troverà il vuoto.
MEMORABILE: Il corpo della Winslet.

Pinhead80 27/05/15 13:11 - 4062 commenti

I gusti di Pinhead80

Celebratissimo e premiatissimo film di James Cameron che concquista il pubblico inserendo nella tragedia del Titanic una melensa e impossibile storia d'amore. Chi non ha mai visto Titanic, latitudine 41 nord di Baker non può sapere che ci troviamo di fronte al medesimo film (eccezion fatta ovviamente per gli effetti speciali e la storia d'amore), girato con molti più mezzi. La Winslet è stata giustamente premiata per la sua recitazione, ma il resto del film è un'imitazione di quanto già visto in passato.

Samuel1979 14/10/15 00:00 - 484 commenti

I gusti di Samuel1979

Dopo i due Terminator il “genio” di Cameron si ripete anche quando illustra l'immane tragedia del Titanic, grazie al sublime utilizzo di maestosi effetti speciali; le sequenze dell’impatto e del conseguente inabissamento sono le più coinvolgenti, ma mi piace ricordare la splendida immagine dei violinisti che continuano il loro lavoro nonostante il Titanic stia per affondare. La coppia DiCaprio-Winslet dimostra un ottimo affiatamento ma a volte si eccede in troppi sentimentalismi.

Lou 14/10/15 23:50 - 1027 commenti

I gusti di Lou

Kolossal hollywoodiano indubbiamente ben fatto, che ha lasciato un segno nella storia del cinema non solo per il budget stellare e gli incassi da record, ma anche per il riuscito mix di sentimento e avventura. La grandiosa ricostruzione del naufragio, realizzata con effetti tecnologici sofisticati, si accompagna infatti alla storia d'amore impossibile tra Jack/DiCaprio e Rose/Winslet, inserita in un quadro di forte caratterizzazione delle differenze sociali dell'epoca, molto enfatizzato ma comunque efficace.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Parsifal68 18/11/15 13:39 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Sul Titanic si è scritto di tutto e da sempre, impossibile non conoscerne la sua disperata discesa negli abissi non solo materialmente parlando. Cameron, che è uno che la sa lunga, ci piazza una storiella strappalacrime e lo confeziona con straordinari effetti speciali, ottenendo un successo planetario e ultra-milionario. Tedioso nel suo lungo prologo, ma ben riuscito dal punto di vista della ricostruzione storica, conquista un posto d'elite nell'olimpo cinematografico con qualche eccessivo merito. Eccessivi anche gli 11 premi Oscar!

Myvincent 3/06/16 16:10 - 2765 commenti

I gusti di Myvincent

Forte di una sceneggiatura avvincente, mescolando romanticismo, catastrofismo, avventura, politica e ancora altro, vince alla grande consegnando alla storia del cinema un'opera che resterà sicuramente ai posteri. La coppia DiCaprio-Winslet lascia il segno nella parata di stelle senza tempo, resa ancora più brillante da lucenti satelliti come Kathy Bates e Billy Zane. Così è davvero un'ardua impresa non tifare per l'amore.
MEMORABILE: Il grandioso finale a prova di kleenex...

Ira72 7/01/17 18:26 - 1005 commenti

I gusti di Ira72

Date agli americani un'epopea da mettere in scena e il gioco è fatto. Superbamente. Dagli effetti speciali, alle gesta eroiche, dagli intrecci amorosi al finale tragico. Come loro, nessuno. Mai. Il prodotto finale, a tratti stucchevole e un po' troppo romanzato, è comunque credibile, grazie anche alle ottime interpretazioni di Di Caprio (ma c'è una parte al mondo in cui non sia perfetto?) e della Winslet. Nonostante io apprezzi tutt'altro genere, devo riconoscere che il film è tecnicamente riuscito e godibile, nonostante la durata di tre ore: non è poco!

Modo 7/02/17 10:21 - 845 commenti

I gusti di Modo

Kolossal riuscito. Gli ingredienti ci sono tutti, dall'ambientazione alla ricostruzione scenica fino alla vicenda romanzata ma efficace. La drammaticità dei fatti insieme alla storia d'amore fa si che lo spettatore si ritrovi in un geniale mix di ansia e sentimento. Non mancano lungaggini e momenti esageratamente melensi, ma alla fine dei conti si digeriscono. Ottima la prova della coppia Di Caprio/Kate Winslet.

Anthonyvm 2/09/18 22:39 - 2543 commenti

I gusti di Anthonyvm

Un film grande, colossale, un concentrato particolarmente riuscito di emozioni, dallo stupore e la meraviglia alla nostalgia, dalla tenerezza all'orrore. Diviso in due parti: da un lato la banalotta ma ormai classica storia d'amore fra il povero e la ricca, dall'altro l'apoteosi del disastro che scatena una sequela di scene di fortissimo impatto emotivo, coadiuvate da effetti speciali per l'epoca incredibili ma anche rivisti a vent'anni di distanza validissimi. Cameron firma un capolavoro di immediatezza e di grandiosità. Decisamente da vedere.
MEMORABILE: "Sono il re del mondo!"; Il ritratto; L'iceberg; L'affondamento sulle note dell'arcifamosa colonna sonora; Lo sdolcinato ma efficace finale.

Caesars 9/01/19 09:26 - 2909 commenti

I gusti di Caesars

Irritante. Tecnicamente realizzato benissimo, con effetti speciali incredibili per l'epoca della realizzazione del film; ha una trama però imbarazzante con una delle storie d'amore più stucchevoli che si sia mai vista su grande schermo. Di Caprio risulta insopportabile e anche il personaggio interpretato dalla Winslet non suscita grande simpatia. Un kolossal che è tuttora uno dei più grossi successi commerciali della storia del cinema, ma che artisticamente lascia parecchio a desiderare. Melassa allo stato puro.
MEMORABILE: Di Caprio incatenato a un tubo in una cabina che dice alla Winslet, che sta andando a cercare aiuto, "Ti aspetto qui".

Nicola81 11/01/19 23:01 - 2095 commenti

I gusti di Nicola81

Difficile commentare un film sul quale è già stato detto praticamente tutto. Altrettanto difficile non ammirare la grandiosità della messa in scena e degli effetti speciali, la bravura registica di Cameron, il crescendo di spettacolarità. La storia dell'amore impossibile tra i due giovani appartenenti a classi sociali differenti (e relativo contorno) sarà pure piuttosto banale, ma DiCaprio (soprattutto) e la Winslet la interpretano davvero bene. Eccessivi, comunque, sia la durata complessiva (tre ore piene), sia gli undici Oscar vinti.

Minitina80 12/01/19 15:07 - 2500 commenti

I gusti di Minitina80

Cameron trasforma l’immane tragedia del Titanic in un mirabile esempio di cinema. Poco importa che la storia tra Jack e Rose sia quanto di più semplice si possa immaginare perché funziona bene e senza l’ausilio di alcun artifizio. La componente drammatica è altrettanto efficace, non dimenticando di mostrare la sofferenza e la lenta agonia di tutte quelle persone che persero la vita in quella maledetta notte del 1912. Impeccabile nella ricostruzione scenografica e con un occhio attento al classismo sociale tra passeggeri.

Fedeerra 30/12/19 03:46 - 578 commenti

I gusti di Fedeerra

Cameron rispolvera il classico meló e lo riporta sul grande schermo dopo decenni di quasi totale assenza. Rivisto adesso è chiaramente un filo sopra le righe, ma il feticismo cinematografico è palesato con appassionato vigore. DiCaprio fuori luogo e fuori parte, Billy Zane fastidiosamente eccessivo e il resto del cast fa il suo dovere senza sforzi eccessivi. Kate Winslet invece è straordinaria, nella scena del ritratto (100 anni in uno sguardo) sfodera un primissimo piano tutt’ora indelebile agli occhi di tutti. Non un capolavoro ma va visto.

Siska80 25/01/20 12:32 - 1150 commenti

I gusti di Siska80

Furba manovra del regista, quella di inserire una tramina banale interpretata da attori giovani e bellocci all'interno di un'immane tragedia per raggiungere il maggior numero di spettatori al cinema. Ineccepibile la ricostruzione dell'affondamento del Titanic, con scene veloci e spesso toccanti. Finale stucchevolmente fiabesco. Buon cast, musiche d'atmosfera, Oscar meritati (ma la statuetta sarebbe dovuta andare a Di Caprio, il personaggio della Winslet è scontato e zeppo di stereotipi).

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Camibella 20/05/20 12:42 - 275 commenti

I gusti di Camibella

Difficile descrivere minuziosamente la più catastrofica tragedia navale della storia se non ti chiami James Cameron. Il regista, infatti, riesce a riprodurre fedelmente il transatlantico, ne descrive attentamente gli attimi che vanno dalla collisione all'affondamento ma poi, per motivi di marketing, gli affianca una sdolcinata storia d'amore che un po' ne declassa la qualità. Troppi quindi 11 Oscar e troppi soldi incassati, ma tant'è...

Paulaster 3/09/20 10:47 - 3064 commenti

I gusti di Paulaster

Il ritrovamento di un disegno fa raccontare l’affondamento del Titanic. Associazione tra il marcato melodramma amoroso e l’evento catastrofico adattato al grande pubblico. La vicenda sentimentale è stucchevole: un gioco a tre in cui spicca a sorpresa il viscido ruolo di Billy Zane, invece sul versante spettacolare si assiste alle migliori scene apocalittiche mai girate. Perizia nei particolari e imponenza scenica per trasmettere al meglio il disastro navale e le tragiche conseguenze sui singoli. Qualche romanticheria appare più come una furberia di sceneggiatura.
MEMORABILE: I balli irlandesi; La sala macchine; Il diamante nel cappotto dato alla Winslet; Il troncone del Titanic in verticale coi corpi che precipitano.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gugly • 28/11/14 15:23
    Segretario - 4668 interventi
    La differenza sta nel fatto che nel finale "ufficiale" c'è un'atmosfera più vaga e se vuoi anche più romantica, perchè non è dato capire quanto ci sia di vero e quanto sia invece sognato dall'anziana protagonista; nel secondo caso il cercatore di tesori fa obiettivamente una figura da sciocco, ma non solo lui...in sostanza il messaggio (non profanare la memoria) è più diretto e si perde l'atmosfera un po' tra sogno e realtà.
  • Discussione Zender • 28/11/14 16:59
    Consigliere - 44329 interventi
    Giusto, adesso ricordo! Sì, in effetti meglio il finale scelto.
  • Discussione Graf • 23/06/15 15:09
    Call center Davinotti - 915 interventi
    R.I.P.
  • Discussione Buiomega71 • 23/06/15 17:22
    Pianificazione e progetti - 22536 interventi
    Grandissimo compositore, tra le sue colonne sonore che mi sono rimaste nel cuore sicuramente: Benedizione Mortale, Cocoon, 48 Ore, Aliens e Commando.

    Insieme a John Williams, Jerry Goldsmith, Charles Bernstein, Bill Conti, John Barry e Lalo Schifrin era tra i miei preferiti...
  • Discussione 124c • 23/06/15 17:31
    Risorse umane - 5164 interventi
    R.I.P.
  • Discussione Zender • 23/06/15 18:09
    Consigliere - 44329 interventi
    Eh sì, grande perdita per il cinema. Ha fatto soundtrack eccezionali. Peccato davvero...
  • Discussione Mauro • 25/12/16 17:06
    Disoccupato - 9895 interventi
    Su wikipedia si legge che il ruolo del protagonista maschile Jack Dawson, interpretato da Di Caprio, non era stato inizialmente pensato per Stephen Dorff (come indicato da Raremirko in curiosità) ma per River Phoenix, che però morì prematuramente nel 1993. Successivamente si candidò per il ruolo Tom Cruise, scartato per l'alto cachet chiesto dall'attore. Prima di Di Caprio, infine, fu contattato Jared Leto, che però non si presentò ai provini.
    Per quanto riguarda la protagonista femminile, Rose, Cameron aveva in mente un'attrice che ricordasse Audrey Hepburn e prima della Winslet furono prese in considerazione Gwyneth Paltrow, Claire Danes e Gabrielle Anwar.
    Ultima modifica: 25/12/16 17:07 da Mauro
  • Discussione Raremirko • 27/12/16 02:43
    Addetto riparazione hardware - 3629 interventi
    Mauro ebbe a dire:
    Su wikipedia si legge che il ruolo del protagonista maschile Jack Dawson, interpretato da Di Caprio, non era stato inizialmente pensato per Stephen Dorff (come indicato da Raremirko in curiosità) ma per River Phoenix, che però morì prematuramente nel 1993. Successivamente si candidò per il ruolo Tom Cruise, scartato per l'alto cachet chiesto dall'attore. Prima di Di Caprio, infine, fu contattato Jared Leto, che però non si presentò ai provini.
    Per quanto riguarda la protagonista femminile, Rose, Cameron aveva in mente un'attrice che ricordasse Audrey Hepburn e prima della Winslet furono prese in considerazione Gwyneth Paltrow, Claire Danes e Gabrielle Anwar.




    Mauro, io la notizia la lessi su un volumetto extra presente nel dvd di A morte Hollywood.

    Non è che se una cosa non è su wikipedia, questa diviene automaticamente falsa...
  • Discussione Caesars • 8/01/19 10:44
    Scrivano - 12438 interventi
    David Warner prima di apparire nel film di Cameron aveva già avuto un ruolo in S.O.S.Titanic di William Hale.