LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Partendo dal loro fumetto, Mike Richardson e Mark Verheiden scrivono una sceneggiatura che rielabora ancora una volta il tema fantascientifico classico dei viaggi nel tempo. L'idea della polizia temporale che sorveglia i viaggiatori abusivi senza scrupoli non è certo originale (vi aveva scritto un bel romanzo anche Isaac Asimov) e in TIMECOP è banalizzata per accontentare il vasto pubblico del lottatore belga Jean Claude Van Damme. Persino RITORNO AL FUTURO (successo al quale peraltro il film guarda con attenzione riproponendone un finale chiaramente derivativo) era più coerente e logico. Qui tutto è funzionale al solito spettacolo baracconesco di lotte...Leggi tutto e scontri armati pirotecnici tra Buoni e Cattivi, orchestrati da un Peter Hyams qui più valido nei panni di direttore della fotografia che in quelli di regista. La visualizzazione della tecnologia futuristica non va al di là dei soliti quattro computer avanzati e di televisioni e videotape che si azionano con comando vocale; la stazione di polizia e i suoi agenti sono stereotipi senza fantasia, così come un po' tutta la messa in scena, uguale a quella di mille action qualsiasi. Anche se Van Damme non eccede in mosse acrobatiche e corpo a corpo, TIMECOP si avvicina molto allo stile dei suoi film precedenti più che alla fantascienza. La coproduzione di Sam Raimi (ottimo regista ma modesto soggettista) è tanto sbandierata quanto velleitaria. Effetti speciali da videogame (l'onda che appare increspando le immagini nel momento del passaggio temporale è esteticamente un orrore) per un film da fumetto semiadolescenziale.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

G.Godardi 25/05/07 21:41 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

L'idea non è malaccio. Tratto da un fumetto, è un film d'avventura giocato sui viaggi del tempo e sul fatto che ci sia una squadra di poliziotti pronti a vigilare sul corretto uso di tali viaggi. Prevedibile e risaputo (dopo Ritorno al futuro è già stato detto tutto) vanta però la regia di una vecchia volpe della sci-fi come Hyams (che rende il film perlomeno gradevole). Buon budget ed effetti speciali tutto sommato niente male. Van Damme ci sguazza dentro e Mia Sara per la prima volta mostra il seno. Doveva dare il via ad una serie di telefilm.

Redeyes 19/01/08 15:36 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

A me non è sembrato, poi, così male. L'idea è intrigante, certo, non nuova ma meritevole di lode. Purtroppo (o per fortuna) in tutti i film di Van Damme si deve far massiccio ricorso a calci e spaccate e questo limita di molto le scene. Il dramma del protagonista centrale, come sempre, è motivo in più per prendere a cuore il proprio compito di timecop. Il cattivo rende abbastanza.
MEMORABILE: Il modo delizioso nel nostro di fermare un ladro in strada: calcio laterale a 10 cm dal viso! - La stessa materia non può occupare le stesso spazio! -

Rickblaine 24/10/08 09:27 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Un film che se non era per i modesti effetti speciali si poteva girare in un giorno. Bassa sceneggiatura e attori ridicoli nell'interpretazione. Van Damme sembra interpretare un film comico. Film veloce che arriva subito alla conclusione. Si poteva evitare o perlomeno si poteva vietarne la visione ad un pubblico adulto.
MEMORABILE: Salto con spaccata in cucina per evitare la scossa elettrica

Enzus79 23/10/08 18:36 - 1760 commenti

I gusti di Enzus79

Da un regista come Hyams (Capricorn one, Atmosfera zero) mi aspettavo di più. La storia è salvabile, ma aiutare Van Damme a fare soldi non mi garba. Effetti speciali al limite. Sceneggiatura pari allo zero. La fantascienza è tutt'altra cosa. Hyams si rifarà?

Rambo90 7/03/10 21:54 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Uno dei migliori film interpretati da Van Damme. La storia di partenza è buona e riesce a dire persino qualcosa di nuovo sui viaggi nel tempo (due corpi aventi la stessa materia non possono occupare lo stesso spazio). La regia di Hyams è come sempre buona e professionale, le scene d'azione veramente ben dirette. Da vedere anche per rivalutare Van Damme.

Jcvd 17/02/11 12:55 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Gran bel film di fantascienza e azione! John Hyams crea questa piccola delizia cinematografica, anche grazie a un Van Damme in condizioni atletiche mostruose. Trama originale, specie per il periodo in cui è stato girato il film e ottimi protagonisti. Ron Silver è straordinario come cattivo.
MEMORABILE: Van Damme che ferma il ladro con il piede.

Herrkinski 20/06/11 23:07 - 5036 commenti

I gusti di Herrkinski

Discreto film tra fantascienza ed action per il buon Van Damme. L'attore belga sembra credere nel progetto, ma non può far altro che offrire qualcuna delle sue mosse tipiche e una prova attoriale corretta; soggetto e sceneggiatura infatti lasciano abbastanza a desiderare e spesso il film risulta confusionario e difficile da seguire. Accettabili gli SPFX, ben coreografate alcune scene di lotta e simpatica qualche trovata, ma nel complesso è un po' una tamarrata, adatta più che altro a un pubblico adolescenziale. Guardabile, ma non certo bello.

Ryo 29/01/12 02:00 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Uno dei migliori film con Jean-Claude Van Damme del suo periodo fortunato (anni 90). Miscuglio azzeccato tra fantascienza e arti marziali. Sceneggiatura zeppa di incongruenze, ma godibile dal punto di vista dell'azione. Non ho ben capito perché la stessa materia non dovrebbe occupare lo stesso spazio altrimenti si disintegra... ma sorvolando, una buona storia (anche se dove andrà a parare il finale lo si capisce con largo anticipo).

124c 9/09/14 15:26 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Sam Raimi e Peter Hyams portano al cinema le avventure di alcuni poliziotti che sventano crimini temporali, grazie ad apposite macchine, e affidano il ruolo principale a Jean Claude Van Damme, che inizia a ragionare, oltre che a dare calci. Discreto thriller, con un Van Damme eroico poliziotto e vedovo inconsolabile, una Mia Sara in forma e un Ron Silver perfido politico autolesionista. Variante di Ritorno al futuro che permette al protagonista di sdoppiarsi nuovamente in due, ma non come in Double impact.

Taxius 22/01/17 20:24 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Non male come idea e non male neanche il film, che risulta essere una piacevole fantascienza con belle scene d'azione e un Jean Claude Van Damme in piena forma. Certo, siamo davanti a una fantascienza spicciola, ma la trama un po' ingarbugliata rende il tutto più interessante e anche i tempi sono gestiti bene. La pecca principale è il cattivo, che poteva essere gestito un po' meglio. Alla fine si resta soddisfatti.

Noncha17 13/11/18 17:00 - 87 commenti

I gusti di Noncha17

Il problema risiede nel fatto che, pur essendo il momento più avvincente, finisce per ruotare tutto attorno alla "sistemazione" della vita personale del protagonista. Tant'è che, più che subentrare la noia, è il tema a diventare noioso! A parte l'esibizionismo di Jean Claude, è la mancanza d'ironia a sorprendere, in alcuni frangenti. Oltre al caos creato dai "poco approfonditi" viaggi nel tempo, poi, non viene sfruttata a dovere l'opportunità di donare una narrazione continua alla storia... proprio per dare risalto alle vicende accennate all'inizio!
MEMORABILE: Il suicidio "riuscito"; La spaccata in cucina; In limousine; I modi del comandante; Il brand che cambia; La lotta sul tetto; Lo scontro della materia.

Daniela 4/03/19 02:02 - 9222 commenti

I gusti di Daniela

Buona l'idea dei "poliziotti del tempo" incaricati di impedire che qualcuno possa, approfittando della possibilità di viaggiare nel passato, modificare a proprio vantaggio un qualsiasi evento con ripercussioni che potrebbero essere disastrose nel presente. Peccato che sceneggiatura e realizzazione non siano all'altezza dello spunto, risultando la prima piuttosto confusa e la seconda approssimativa, nonostante la regia di Hyams, già rodato nel genere fantascientifico. Modesti anche gli effetti speciali mentre se la cava discretamente Van Damme che non eccede in spaccate/spacconate.

Viccrowley 8/04/20 14:20 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Niente male questo action firmato Hyams, che eleva la pellicola con una buona regia e un più che discreto ritmo al servizio di Van Damme. Non male l'idea dei viaggi nel tempo con tutto il corollario di ripercussioni nel volerlo alterare. Su questo spunto Hyams, qui prodotto dalla Reinassance di Raimi, innesta un action che sfrutta in maniera controllata le acrobazie di Jean-Claude senza esagerare riuscendo anche a farlo recitare meglio del solito. Plauso per l'odioso cattivo di Ron Silver; a non essere sempre all'altezza sono gli SFX invecchiati maluccio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Xtron • 19/03/19 18:21
    Servizio caffè - 1829 interventi
    Uscito in bluray per CG.
    Se non ricordo male il dvd uscito parecchi anni fa aveva un master orribile...