Thor: Love and thunder - Film (2022)

Thor: Love and thunder
Media utenti
Titolo originale: Thor: Love and Thunder
Anno: 2022
Genere: fantastico (colore)
Note: Quarto capitolo delle avventure dedicate al personaggio di Thor. Fa parte del Marvel Cinematic Universe.
Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/07/22 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 12/07/22 01:00 - 7243 commenti

I gusti di Rambo90

Con un prologo che sembra scritto da un bimbo per semplicità e che difficilmente potrà settare il giusto coinvolgimento, si apre il più stupefacente (in negativo) film della Marvel. Trama come sempre ridotta all'osso ma cosa ancor più grave dialoghi incredibilmente puerili, gag demenziali a profusione che mettono tristezza, personaggi mal sviluppati, errori (un pianeta prima a colori, poi in bianco e nero). Waititi passa il segno e trasforma in parodia un universo evidentemente alla frutta. Peccato per Christian Bale, autore di una bella performance, ma sprecato.

Trivex 12/07/22 09:27 - 1655 commenti

I gusti di Trivex

La prima parte, dopo un avvio triste e drammatico, destabilizza non poco, poiché l’ironia – di mediocre qualità - risulta eccessivamente presente, indirizzando il prodotto verso l’ambito da commedia “povera”. Fortunatamente il secondo periodo riprende velocemente ritmo e qualità, strutturando la vicenda verso il “classico”, ben supportata da spfx di altissimo livello. Il finale, forse in parte prevedibile, è comunque efficace e struggente e alla fine questo Marvel, pur non essendo sicuramente il migliore tra i tanti, è degno di visione e apprezzamento.
MEMORABILE: I decadenti dei, ai quali poco importa degli umani e dei loro simili.

MAOraNza 15/07/22 14:10 - 225 commenti

I gusti di MAOraNza

Dopo il successo - forse anche inaspettato - di Ragnarok, Taika Waititi ci riprova. Il risultato di questo Love & Thunder è però altalenante e se non ci fossero presenze di grande caratura come Bale e Crowe, forse il film convincerebbe ancora meno. La sensazione è che, a tratti, si sia resa la pellicola più "camp" del necessario (cosa che era avvenuta in modo del tutto naturale con Ragnarok). La, forse troppa, CGI appiattisce un po' le recitazioni ma quello che rimane del film è piacevole e divertente. Godibile ma niente di che.
MEMORABILE: Le capre.

Reeves 16/07/22 17:35 - 1250 commenti

I gusti di Reeves

Ennesima dimostrazione doi quanto la Marvel punti molto sugli effetti speciali e assai poco sulla trama e i dialoghi, che infatti sono puerili, inconcludenti e completamente pleonastici. Vorrebbe essere un film che sa mettere in campo anche una certa autoironia, ne esce fuori un pasticcio noiosissimo che spreca anche la performance di Christian Bale, il quale tutto sommato il suo lo fa.

Onion1973 31/07/22 21:23 - 160 commenti

I gusti di Onion1973

Un deicida dà la caccia alle divinità dell'Universo. Thor cercherà di fermarlo, supportato dalla sua ex-fiamma e dalla solita amazzone. Forse il peggior Marvel di sempre, in cui la parodia non si riversa sul film e sugli attori, traendo ispirazione da lavori precedenti sui supereroi, ma sul pubblico. Si assiste a un'altalena di situazioni demenziali e temi serissimi, che chiede allo spettatore una pazienza straordinaria, quasi supereroica. Il grottesco qui appare esercizio di arroganza.
MEMORABILE: Il Dio Raviolo.

Michdasv 7/08/22 00:32 - 109 commenti

I gusti di Michdasv

Sembra quasi una bozza scritta da un ragazzino viziato che nessuno ha corretto. Non è eroico, né romantico, né per ragazzi (con bambini morti, rapiti nel buio, orfani su un letto d'ospedale), né ironico. O forse serve a esaudire un puerile capriccio, di usare i soldi di una major per rifare quattro videoclip dei Guns'n'Roses. Tremendo il tema antipoliteista: un massacratore di dèi completamente casuale, senza motivazione e con poteri assurdi usati senza logica. Zeus presidente, innumerevoli buchi nella trama. Recitazione pessima.
MEMORABILE: Le incombenze burocratiche del Re di Nuova Asgard; Mjollnir frantumato.

Siska80 24/08/22 19:34 - 2665 commenti

I gusti di Siska80

Gangster movie ambientato nel mondo del fantasy con tanto di ex pupa dell'eroe (mentre Thor si gode un meritata vacanza, ecco spuntare un criminale galattico che vuole sgominare gli dei). Pessimo, nonostante il cast annoveri numerose celebrità, che qui invero sembrano crederci poco (e a ragione): messinscena fasulla, uso fuori controllo del digitale con esiti scadenti (giusto per fare un esempio, il fulmine è chiaramente sovrimpresso alla mano dell'attore che lo "afferra"), personaggi caricaturali, trucco e costumi modesti. Molta azione, ma gettata al vento.
MEMORABILE: I corpi scolpiti delle avvenenti protagoniste.

Thedude94 9/09/22 23:23 - 918 commenti

I gusti di Thedude94

Ancora una volta Waititi decide di dare un taglio ironico e "divertente" al personaggio di Thor, fallendo miseramente cercando di inserire battutine e scene ridicole in un racconto che sembra essere anche molto serio per i temi affrontati. Proprio non ci si riesce a fuggire dall'imbarazzo che sembrano provare anche gli stessi attori, un cast sprecato in tutti in sensi che deve portare a casa la pagnotta consapevole della mediocrità della sceneggiatura. Problemi di continuità (non sembra neanche inserito nell'universo Marvel), oltre ad essere scarso tecnicamente e visivamente.

Puppigallo 19/09/22 11:16 - 4968 commenti

I gusti di Puppigallo

Se volevano ridicolizzare e far sembrare Thor un completo idiota (non che fosse un genio, per carità), la missione è riuscita. Detto ciò, la pellicola è una baracconata, a tratti così ridicola da meritare comunque un'occhiata, soprattutto se si vuole vedere come e quando certe sciocchezze vengono scambiate per ironia e il kitsch per stile fumettistico. Velo pietoso poi sugli dei (Crowe and company), che non avevano certo bisogno di un'ulteriore caricaturizzazione. Alla fine, persino un cattivo (Bale) non certo epocale riesce, in un simile contesto, a fare la sua figura.
MEMORABILE: L'inizio, che fa capire a cosa si andrà incontro (Thor in giacchetta e t-shirt tiene a distanza due mezzi alieni volanti facendo la spaccata).

124c 13/10/22 13:32 - 2846 commenti

I gusti di 124c

Taika Waititi insiste sul dirigere una commedia demenziale con un dio del tuono fin troppo reso una macchietta. 2/3 di film sono tremendo e non si può premiare l'ultima parte solo perché si fa un po' più seria. Sprecati Bale che fa il cattivo, Crowe che fa Zeus e Pratt e i suoi guardiani. Vedere la Portman, la Thompson e Hemsworth in quello che sembra quasi un episodio tv è triste, e il brutto è che credono in quello che recitano, specie Nathalie che ritorna e diventa una Thor donna per combattere un cancro da barzelletta dark.

Taika Waititi HA DIRETTO ANCHE...

Jena 30/10/22 21:50 - 1410 commenti

I gusti di Jena

Che Waititi sia maestro nel buttare tutto in buffoneria lo sappiamo, l'ha fatto pure col nazismo. Ma se nell'ottimo precedente aveva mantenuto un equilibrio tra leggenda e pagliacciate, qui sbraca decisamente. Che aria tiri lo si capisce subito quando Thor sgomina un esercito di Muppets, poi avanti così con qualche momento da sbellicarsi (impagabili le scene di gelosia con l'Ascia Thunderbolt e Mjolnir), altri decisamente meno (le scene familiari con la Portman). Thor svirilizzato e ridotto a un babbeo, solito female power. Non pessimo ma sciocco.
MEMORABILE: Thor fa la spaccata come VanDamme; Lo Zeus obeso di Crowe; Gli scontri con i mostri lovecraftiani.

Daniela 24/11/22 10:37 - 11847 commenti

I gusti di Daniela

Nel film precedente, Waititi  era riuscito a rendere simpatico il personaggio del vichingo spaziale scrostando la patina di seriosità branaghiana, qui va oltre rendendolo un imbecille: niente di grave se il film fosse stato sorretto da una sceneggiatura magari demenziale ma non tanto puerile da risultare imbarazzante, risultando inferiore alle attese anche sotto il profilo della spettacolarità e della CGI. Nel finale, il Giove cialtrone di Crowe si domanda sconfortato: "Quando gli dei sono diventati una barzelletta?" Il guaio è che si tratta di una barzelletta ben poco divertente.
MEMORABILE: Da salvare le capre urlanti e il look alla Marilyn Manson pelato di Bale, cattivo che ha le sue buone ragioni per avercela a morte con gli dei.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Trivex • 12/07/22 12:39
    Portaborse - 1309 interventi
    Potente colonna sonora Hard Rock, con alcuni pezzi dei Guns N' Roses e alla fine, tra i titoli di coda, si ascolta pure Rainbow in the Dark di Ronnie James Dio.
    Ultima modifica: 12/07/22 12:39 da Trivex
  • Musiche Michdasv • 7/08/22 00:22
    Galoppino - 267 interventi
    La lunga sequenza della storia d'amore "mimata" senza dialoghi ha come colonna sonora "Our Last Summer" degli Abba, già sentita (con uguale significato) in Mamma mia!
    Ultima modifica: 7/08/22 08:07 da Zender
  • Discussione Michdasv • 7/08/22 00:26
    Galoppino - 267 interventi
    Concordo: sceneggiatura che sembra scritta da un bambino viziato al quale nessuno dello staff ha il coraggio di dire di no.
    In particolare, alla fine viene il dubbio che tutta la vicenda sia originata da una interpretazione troppo letterale di "Sweet Child O' Mine" dei Guns'n'Roses, che, secondo wikipedia, sarebbero il complesso preferito da Waititi.
    Penosa la rappresentazione di un ipotetico "consesso degli dei" presieduto (e perchè?) da Zeus, con la compresenza di dozzine di politeismi diversi per epoca storica e poteri. 
  • Discussione Michdasv • 7/08/22 00:36
    Galoppino - 267 interventi
    Gli statunitensi hanno la mania delle assemblee presidenziali a qualsiasi livello, che sia il consiglio scolastico oppure l'Onu.
    Pertanto, l'unica cosa che riescono a pensare per rappresentare un convegno di dei (immateriali, spirituali, onnipotenti) è che ciascuno stia seduto al suo posto in platea ad ascoltare lo sproloquio del Presidente  (senza che nessuno sappia perchè l'han scelto: non è nè il più antico nè il più saggio nè il più potente).
    Scena già vista mille volte: da Guerre Stellari a Lilo e Stitch,
    Un film che ha per protagonista la principale divinità scandinava dovrebbe trattare il politeismo con maggiore decoro. 
  • Musiche Michdasv • 7/08/22 11:11
    Galoppino - 267 interventi
    L'album era Appetite for Destruction del 1987 (!) che si vede anche come poster in camera del bambino che pretende di essere chiamato AXL come il cantante dei Guns'n'Roses
  • Discussione Michdasv • 7/08/22 11:12
    Galoppino - 267 interventi
    Da notare, tra i numerosi outfit indossati da Tessa/Valchiria, una maglietta del Phantom of the Opera (il musical)
  • Discussione Raremirko • 8/08/22 21:31
    Addetto riparazione hardware - 3832 interventi
    Come per Ragnarok, stessa regia peraltro, la cosa più interessante del film pare essere la caratterizzazione e la recitazione del villain...