The slumber party massacre

Media utenti
Titolo originale: The Slumber Party Massacre
Anno: 1982
Genere: horror (colore)
Note: Inedito in Italia. Con 2 sequel.
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/10/08 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 18/10/08 22:54 - 4963 commenti

I gusti di Herrkinski

Una ragazza appena 18enne, lasciata a casa da sola dai genitori per un weekend, decide di invitare per la notte una comitiva di amiche. Ma un serial-killer, appena scappato dal manicomio criminale e armato di un enorme trapano, giungerà alla casa e farà una carneficina. Agli albori dello slasher, viene realizzato questo classicissimo horror a basso costo. Meno nudi femminili della media, per il resto solita solfa, anche se la seconda parte è sufficientemente splatter. Non tanto peggio di un qualunque "Venerdì 13", forse quasi sottovalutato.

Digital 21/07/11 15:23 - 1113 commenti

I gusti di Digital

Slasher dei primi anni ottanta che pur presentando notevoli lacune (regia e attori in primis) riesce a farsi apprezzare, risultando discretamente godibile. Gli omicidi fioccano a volontà e pur non essendo svolti al meglio riescono a generare qualche brivido. Non indispensabile, ma il fanatico di film horror potrebbe trovare pane per i suoi denti. Da evitare come la peste i pessimi sequel.

Lupoprezzo 10/08/12 23:34 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Slasherino femminista dall'impianto approssimativo, tanto da sfiorare l'improvvisazione. Sceneggiatura inesistente cui vengono aggiunti ammazzamenti a iosa (la maggior parte in fuori campo) e qualche topless per destare attenzione. Ne vien fuori un prodotto sconclusionato, con un killer ai limiti del parodistico (in effetti uno spasso), con qualche divertente intuizione (la fine del ragazzo che consegna la pizza) e nulla più. Tensione impalpabile, mentre la noia ogni tanto fa capolino.

Mco 28/12/14 22:09 - 2127 commenti

I gusti di Mco

Anche la Jones si adegua al canovaccio del (sotto)genere buttando davanti alla mdp carne giovane e nuda pronta al sacrificio. L'arma utilizzata (un trapano) allude fin troppo facilisticamente alle prepotenti potenzialità maschili nascoste dietro a un instrumentum che, se malfunzionante, potrebbe far mutare un successo in ecatombe. Qui il sangue scorre copioso soprattutto nella parte finale, con un confronto diretto tra le sopravvissute e il "mostro". Prima, invece, tante parole e poca suspence. Gli amanti dello slasher sono i benvenuti!

Homesick 3/08/15 16:31 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Il fatto che la storia sia impostata in modo che l'identità del maniaco sia già nota fa perdere interesse e le ambizioni femministe dell'autrice con la sua metafora fallica del trapano cadono nel ridicolo, così come il finale (naturalmente "doppio"). Ciò detto, il misero script è mero pretesto per mostrare un gruppo di giovani studentesse nude sotto la doccia o discinte durante un pijama party e tediare con una compiaciuta serqua di prevedibili mattanze. Si poteva almeno chiudere con un degno contrappasso insistito e splatter, ma la buona idea della sega circolare viene subito abbandonata.
MEMORABILE: Le ragazze sotto la doccia; il cadavere nel frigorifero.

Schramm 23/11/18 16:14 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

Se non è zucca è Sean bagnato. Di sangue, beninteso, devoluto alla oramai (già nell’82) spremutissima causa slasher con quel che di home sweet home invasion che vorrebbe fare la differenza ma la fa solo per finta, anche perché le emulate matrici stanno molte rampe più su. Horrorino da teenello, che compensa con qualche innaffiatina di plasma tutto quanto non riesce a garantire in inventiva e adrenalina. Si sommi che tenuta attoriale e dei rispettivi personaggi pareggiano zero a zero e andrà da sé che siamo a nulla che invogli al completismo triplettando coi sequel (ben due, che ve possino!).
MEMORABILE: L'injoke con Jim Jones

Minitina80 25/05/19 07:32 - 2268 commenti

I gusti di Minitina80

I punti di contatto con l'Halloween di Carpenter non mancano. La vicenda è ambientata in un quartiere residenziale identico e il pazzo maniaco è anch’egli un evaso di cui si conosce da subito l’identità. Le analogie finiscono qui. Si aggiungono invece una discreta dose di sangue negli omicidi e una panoramica sulle tante ragazza, spesso succinte. Scoprire il volto non è stata una scelta saggia, soprattutto quel volto, poco incisivo per il ruolo. Non imprescindibile ma nemmeno deprecabile, almeno per un appassionato di slasher.
MEMORABILE: Il fattorino della pizza.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.