LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/01/21 DAL BENEMERITO TEOPANDA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Teopanda 16/01/21 10:18 - 31 commenti

I gusti di Teopanda

La serie sembra all’inizio partire troppo lentamente, ma dalla seconda alla settima stagione mantiene invece un ottimo ritmo arricchendo ogni episodio con almeno un paio di momenti da ricordare. Il merito sta nell'aver saputo mettere gli attori a loro agio, lasciandoli anche improvvisare, senza rispecchiare del tutto i personaggi della controparte britannica. Ottima la scelta di eliminare le risate pre-registrate e buona la tecnica del “mockumentary”. Seppur scada di qualità nelle ultime due stagioni lo show resta molto godibile.
MEMORABILE: Le scene deliranti di Dwight Schrute; Le vicende in sala riunioni; I travestimenti di Michael Scott; Il canto a cappella di Andy; Il chili di Kevin.

Jenna Fischer HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 16/01/21 12:53
    Consigliere - 44098 interventi
    Riporto qui quello che scriveva Teopanda nelle note:

    Questa fiction, realizzata con la tecnica del falso documentario, racconta le vicende di un’azienda cartaria americana (la Dunder Mifflin), del suo direttore regionale Michael Scott (interpretato da Steve Carell) e dei suoi impiegati, tra i quali possiamo annoverare il nerd appassionato di barbabietole Dwight Schrute (interpretato da Rainn Wilson), lo scherzoso Jim Halpert (John Krasinski) e la receptionist Pam Beesly (Jenna Fischer). Nel progredire della serie si può osservare la completa inettitudine del direttore regionale, la continua guerra di scherzi e di vendite tra Dwight e Jim e i tentativi di quest’ultimo per conquistare Pam, oltre a conoscere meglio i personaggi minori che popolano l’azienda. Ovviamente si tratta di una serie comica, che però si distanzia dai canoni di ogni sit-com, in quanto è costruita come se fosse un reality show e non sono presenti risate registrate in precedenza.
    Ultima modifica: 16/01/21 13:51 da Zender