LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/01/18 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 16/01/18 01:39 - 7175 commenti

I gusti di Rambo90

Ispirato alla leggenda di una catena di Internet, questo horror perde un buono spunto di partenza (quasi un Jumanji orrorifico) con una sceneggiatura piena di buchi a cui segue una regia scolastica che dilata troppo i ritmi. Prima parte un po' noiosa, poi inizia a succedere qualcosa e almeno qualche buona sequenza si vede (come quella che cita esplicitamente Donnie Darko). Il cast se la cava, con il grande Englund in un ruolo non marginale che dà i punti ai classici ragazzi protagonisti. Finale discreto.

Digital 25/01/18 18:48 - 1194 commenti

I gusti di Digital

Andata in soffitta su esplicita richiesta della nonna, Alex, tra le tante cianfrusaglie, vi trova le istruzioni di un gioco che, se svolto correttamente, rievoca il famigerato uomo di mezzanotte. Deprecabile horror per teenager facilmente spaventabili che non riesce a centrare alcun bersaglio di quelli che si era ragionevolmente prefissati: paura non fa, il ritmo è soporifero, mentre l’ambientazione perennemente buia rende poco comprensibili le ipotetiche scene “clou”. Nel cast male i giovani, poco sfruttato Englund. Passare oltre...

Daniela 26/01/18 11:40 - 11775 commenti

I gusti di Daniela

Tre ragazzini giocano a una specie di Jumanji con l'uomo nero al posto delle bestie della giungla. Gli va male. Decenni dopo è il turno di tre adolescenti... Tutto qui? No, peggio: tagli, ritagli e frattaglie (c'è pure un richiamo a Donnie Darko) senza un briciolo di originalità, cucinati male da una sceneggiatura che inanella spaventi senza un filo logico, interpretati male dalle giovani leve mentre gli anziani cercano di cavarsela con il mestiere, ma poco possono alle prese con personaggi tanto mal disegnati. Confezione tecnicamente discreta ma film trascurabilissimo.

Hackett 29/01/18 15:03 - 1836 commenti

I gusti di Hackett

Horror sciatto, risaputo, con ben poca originalità ma soprattutto senza una trama che possa avvincere e mantenere lo spettatore in uno stato di tensione. Il cameo di Englund può essere considerato un piccolo contentino per il gli horrorofili ma niente di più. Per il resto una trama debole cerca di seminare terrore riuscendo più che altro ad annoiare. Poco riuscito.

Neffa75 1/02/18 14:14 - 1 commenti

I gusti di Neffa75

Horror mediocre, che lascia alla fine un senso di già visto e rivisto. Gli attori, soprattutto i più giovani, nella sequenza iniziale rasentano il fastidio. Si salva solo Lin Shaye, davvero molto brava, che con Robert Englund aveva già lavorato nel primo Nightmare. Per il resto la sceneggiatura sembra a dir poco abbozzata, con dei vuoti che non vengono riempiti, anzi che lasciano molte perplessità. Uno visione fugace può bastare.
MEMORABILE: HORROR MEDIOCRE

Mco 1/02/18 15:30 - 2263 commenti

I gusti di Mco

Metacinema allo stato puro, con una leggenda urbana che da "creepy pasta" giunge sullo schermo per proporre le sue (ferree) regole del terrore. Ci si muove in territori conosciuti, con babau chiacchierone e stanze in cui spostarsi (guai a restar fermi!). E si ritrova anche un mito come Englund, sebbene in un ruolo minore. I salti sulla poltrona ci sono, le fobie (lato sensu) non mancano e la sensazione di trovarsi di fronte a un (poco) rassicurante gioco horror è davvero energica. Se ne godrà, a condizione di rispettare il protocollo...
MEMORABILE: La nonna di Alex scopre, urlando, che il suo giochino è stato ritrovato nella soffitta.

Pesten 4/02/18 08:16 - 720 commenti

I gusti di Pesten

Simpatico tentativo di unire datato e moderno in un horror. Atmosfere, luci e location sono molto "old school", così come parecchi dettagli (vedi ad esempio i vestiti di due o tre dei protagonisti), mentre l'uomo nero (pur arrivando da molto lontano) viene contestualizzato in ambienti moderni, soprattutto per i dialoghi. Ne esce un film dall'andamento altalenante dove i momenti migliori sono quelli in cui davanti alla macchina ci sono Englund e la Shaye. Si lascia vedere; buoni qualche trovata e qualche jumpscare, ma non lascia il segno.

Miguello 2/03/18 23:42 - 1 commenti

I gusti di Miguello

Osceno. La trama e i personaggi sono la fiera del già visto, neanche fosse un copia e incolla di innumerevoli pellicole passate. I pochi elementi "originali", o perlomeno interessanti, si perdono in un mare di scene e scelte illogiche, con un lavoro dietro la cinepresa davvero mediocre. Lo svolgimento poi, ha addirittura un che di offensivo, con passaggi telefonatissimi. Manca totalmente di qualsiasi base, uno dei peggiori film che abbia mai visto!

Pumpkh75 1/07/18 12:48 - 1538 commenti

I gusti di Pumpkh75

Ti prende a smozzichi e bocconi: cose buone (Lin Shaye vecchia megera, il vibe 80’s, la quantità di sangue che visto l’andazzo si supponeva ben minore) si smarriscono dentro altre molto meno buone (prevedibilità, l’attendibilità delle interazioni tra il gioco e i ragazzotti, il Midnight Man in CGI che sembra il Bye Bye Man che sembra a sua volta altri Men dell’ultimo decennio). Si poteva sfruttar meglio il cambio espressione delle maschere, risorsa appena accennata. Il finale iper-abusato azzera la tentazione di quel mezzo pallino in più.

Cotola 26/07/18 09:53 - 8443 commenti

I gusti di Cotola

Si inizia e si è subito nel vivo: la prima sequenza è forse la migliore di tutto il film, mentre il resto non è a quel livello. Poi una lunga pausa prima che il gioco riprenda, ma di emozioni e spaventi veri ce ne sono davvero pochi. Si procede stancamente fino al finale, non prima di un colpo di scena che può anche essere tale ma è anche un po' gratuito ed ingiustificato. La confezione è buona così come l'ambientazione notturna e domestica, ma è troppo poco. Quasi esornativa, ma un po' di gusto la dà, la presenza di Enguld.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Gabigol 13/08/18 21:55 - 479 commenti

I gusti di Gabigol

Ennesimo film che eredita tutti i prodromi che hanno condotto il cinema americano a una crisi di idee sempre più insanabile. Se l'idea di partenza, la quantità massiccia di sangue e il duo Shaye/Englund concorrono a migliorare la pellicola, lo stesso non si può dire dell'uomo nero - esteticamente irrilevante; persino sprecato nella bella idea delle maschere -, il realismo dei comportamenti e la malcelata anarchia che domina sullo scontro domestico. Chiosa su una lezione non ancora appresa: la CGI distrugge la tensione.
MEMORABILE: La scena del coniglio, ottimamente girata perché pregna di uno straniamento surreale persino troppo buono rispetto all'atmosfera della pellicola.

Rufus68 24/07/19 22:41 - 3602 commenti

I gusti di Rufus68

Produzione para-horror. Protagonisti, ancora una volta, teenager americani (leggi: bambocci). Il midnight man, causa ora legale, fatica un po' a mettersi in moto: quando passa all'azione fra vomiti di sangue, vasi di Pandora e vecchie che sbraitano si prova nostalgia per Bela Lugosi. Qualcuno dica al doppiatore del "mostro" che si può essere inquietanti senza assomigliare (tutte le volte!) al cantante dei Sepultura. Englund passava di qui per caso (si spera).

Minitina80 21/06/19 06:48 - 2750 commenti

I gusti di Minitina80

Deprecabile horror di bassa fattura che soffre di una banalità di fondo davvero sconcertante. Probabile che il target sia costituito da adolescenti ma le mire sono comunque basse. Non si spiegherebbe altrimenti la questione puerile del gioco con l’uomo di mezzanotte. C’è spazio per un’icona come Robert Englund, a dir poco sprecata, in un film simile. Da evitare nella maniera più categorica.
MEMORABILE: Il bambino disintegrato nel vialetto di casa; La testa distrutta con una manata.

Lupus73 29/08/20 12:40 - 1284 commenti

I gusti di Lupus73

Antefatto con bambini che fanno un gioco macabro nella soffitta di una vecchia casa, poi si torna al presente con una ragazza che accudisce la nonna nella stessa casa. Connubio tra il babau/uomo nero e Jumanji/Zathura (il doppiatore italiano di Englund è anche lo stesso di Robin Williams) con gioco in versione horror. Sicuramente ben confezionato e ben curato nelle atmosfere, con un twist finale coerente, ma manca quello che rendeva speciali i suoi predecessori ludici, cioè l'avventura e l'arte di coinvolgere lo spettatore. E' un peccato perché il soggetto è interessante.
MEMORABILE: Il twist finale; La nonna assuefatta dall'Aldilà che ricorda la nonna della storia di Them di KIng Diamond (anche nel rapporto con la figlia).

Schramm 12/05/21 12:51 - 3029 commenti

I gusti di Schramm

Sai Babadook si sveglia a mezzanotte per farci morire di sonno. Non è che a Zariwny scenda l'ernia per farci ballare il boogey-woogie: vuoi per l'implausibilità di fondo che nega ogni nulla osta alla sospensione dell'incredulità, vuoi perché a decretare tarlato suddetto fondo si va nell'eufemismo facile facile. Incurante della lectio magistralis di Rose (d'altronde inarrivabile), pompa formaldeide in un cadaverico immaginario creepypastafrolla, che non può più rivitalizzare lo spauracchio non diremmo del Mito ma dell'urban legend più spretata. Da qui a Slendermenarsela è un attimo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Digital • 25/01/18 18:52
    Portaborse - 3580 interventi
    Nel trailer Robert Englund è doppiato da Michele Kalamera, mentre nel film da Carlo Valli.
  • Homevideo Pumpkh75 • 1/07/18 12:49
    Addetto riparazione hardware - 416 interventi
    Stavolta la Midnight Factory, per quanto concerne il Blu Ray, ha toppato alla grande. Pessimo è il riversamento del film: grana fastidiosa in tutte le scene buie che crea una sorta di costante fioca patina, fortissima mancanza di contrasto, audio decisamente basso. La cosa incredibile è il backstage nei contenuti speciali è perfetto, quasi che extra e film provengano da due fonti completamente diverse: le scene hanno notevole definizione, la grana non c’è più e la colorimetria è incredibilmente diversa. Sembrano, e non esagero, due film diversi.
    Se ora alla Midnight sono seri, predispongono una sostituzione del disco perché il master è davvero inguardabile...
  • Discussione Schramm • 6/05/21 15:38
    Scrivano - 7357 interventi
    il film totalizza ben 27 tra produttori principali, esecutivi, associati e co-produttori. una colletta-record per un horror low-budget.