The Manchurian candidate

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The Manchurian candidate
Anno: 2004
Genere: drammatico (colore)
Note: remake di "Va e uccidi"
Numero commenti presenti: 15
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 1/08/06
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 17/11/07 15:31 - 11419 commenti

I gusti di Galbo

Buon remake di un film degli anni '60 con Sinatra, The Manchurian Candidate è ambientato nel mondo dei reduci dei conflitti bellici (in questo caso la guerra del golfo) e nello stesso tempo nei corridoi (non sempre puliti) della politica americana. Denzel Washington è come al solito bravo e professionale nell'interpretare un personaggio integro che si scontra con un meccanismo più grande di lui ma il vero motivo di attrazione del film è l'interpretazione della Streep, sottilmente perfida in nome della ragion (politica) di stato.

Capannelle 19/12/07 12:36 - 3730 commenti

I gusti di Capannelle

Non ho visto il vecchio film ma questo non è male. Qualche falla nella descrizione del processo di "rieducazione", dove si apprezza anche qualche scena forte, ma attori e narrazione tengono. Denzel Washington mantiene le qualità già note e Schreiber è poco espressivo ma... è giusto che sia così visto quanto gli hanno iniettato. Molto brava Meryl Streep a dar vita ad un personaggio dalla forte abilità manipolatoria e avidità. Finale accettabile.

Lovejoy 15/06/08 18:09 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Discreto remake di un classico degli anni '60, si avvale di un buon copione, con dei personaggi ben calibrati e una regia che fornisce un ritmo armonioso alle sequenze. Cast all star al meglio delle loro possibilità. Su tutti, risalta la splendida prova di Meryl Streep nel ruolo della madre del candidato alla Presidenza. Una prova davvero agghiacciante, impossibile da dimenticare. Gli tiene testa un altrettanto efficace Liev Schreiber. Buona colonna sonora.

Matalo! 25/07/08 09:51 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Lo stile limpido e maturo di Demme non riesce ad avvincere per una storia portata con altro fuoco al cinema. Onorevoli i tentativi di enfatizzare il peso dei media nella vicenda (ma le piccole telecamere di Frankenheimer dicevano già tutto) e di tenere presente che il potere è disposto a tutto pur di autoalimentarsi. Ma nonostante lo stile "cartesiano" (per citare Mereghetti) del regista e l'onorevole denuncia della guerra in Iraq rimpiangiamo Va e uccidi! con la sua concitata follia, le sue libertà di soluzioni visive. Attori ok. Confusi flashback.

Cotola 27/07/08 18:21 - 7556 commenti

I gusti di Cotola

Remake, non completamente malvagio, di Va' e uccidi di Frankenheimer, al cui confronto il film di Demme perde, prevedibilmente, sia dal punto di vista visivo sia per ciò che riguarda la tensione narrativa che non è minimamente paragonabile con l'originale. La sceneggiatura ricalca più o meno quella del modello anche se ci sono, ovviamente, alcune differenze come soprattutto l'ambientazione che è spostata ai giorni nostri. La Streep riesce quasi a eguagliare la perfidia della slendida Lansbury presente nel film anni Sessanta.

Ciavazzaro 26/07/08 11:57 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Nonostante la presenza di ottimi attori come la Close (anche se prendere l'eredità della Lansbury non è cosa da poco) e Voight, il remake del capolavoro Va E Uccidi tradisce molte aspettative. Se Washington nei panni del ruolo che fu di Sinatra è più che discreto, Schreiber non riesce a rilevare degnamente Laurence Harvey. Poco riuscito.

Redeyes 27/07/08 12:18 - 2145 commenti

I gusti di Redeyes

Questa pellicola lascia un bel po' di amaro in bocca; se da una parte si apprezzano le buone prove attoriali, su tutti Liev Schreiber, dall'altra si percepiscono troppo facilmente le falle della sceneggiatura. Alcuni momenti hanno un marcato pressapochismo a monte e scivolano con fatica. Il finale non è dei peggiori, ma vista l'idea penso si potesse far di più. Rimandato!

Pigro 31/10/08 09:36 - 7819 commenti

I gusti di Pigro

Un eroe di guerra candidato alla presidenza Usa e un collega che ricorda diversamente quell'atto di eroismo e scopre un complotto di condizionamento della volontà. Attori misurati ed efficaci e regia pulita per il remake di Va' e uccidi: un film ben costruito e riaggiornato, insomma. Quel che manca però è la consapevolezza del senso profondo della storia narrata: sì, tutto è corretto e funzionale, ma non c'è vera inquietudine per una vicenda talmente sottile, e tutto viene trattato come un normale thriller nonostante nasconda allucinanti presagi.

Greymouser 25/05/11 10:54 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Un discreto thriller politico, rifacimento rivisitato e aggiornato di un vecchio film di Frankenheimer, che Demme riesce a congegnare con solido mestiere, giovandosi anche di un cast sfavillante per la fama e le capacità degli attori coinvolti, fra i quali vorrei segnalare soprattutto il meno noto ma sempre bravo Liev Schreiber. Il tema, profondamente inquietante, meritava forse una rappresentazione più tesa ed ansiogena, ma il risultato è comunque un film di alta classe.

Piero68 17/08/11 09:42 - 2768 commenti

I gusti di Piero68

Thriller fantapolitico che non solo è un remake ma addirittura si dice ispirato all'omicidio di Bob Kennedy. All'epoca infatti si parlò di assassino (o presunto tale) che sparò a causa di condizionamento mentale. Al di là di questo però il film parte bene ma naufraga malamente a causa di una sceneggiatura fin troppo prevedibile. Inoltre un Washington un po' sottotono lascia più volte la scena a Schreiber e all'intramontabile Streep. Da vedere unicamente perché apre inquietanti interrogativi su attività "parallele" di CIA ed altri Enti Governativi.

Caesars 10/01/12 10:37 - 2723 commenti

I gusti di Caesars

Non avendo visto l'originale non posso fare paragoni, ma questo remake di Demme è sicuramente un buon film. Avvalendosi di ottimi attori (magnifica a mio avviso la prova di Meryl Streep), il regista attualizza la storia portandola ai giorni nostri e ripropone un'acuta critica verso la politica americana. Ben scritta e ben diretta (oltre che ben interpretata), la pellicola riesce a catturare l'attenzione per tutta la sua durata, fino al drammatico ma inevitabile epilogo.

Tommy3793 6/02/13 02:00 - 72 commenti

I gusti di Tommy3793

Premetto di non aver visto l'originale, ma il film di Demme si rivela comunque un buon thriller politico, addentrandosi nei complessi psichici e paranoici dell'umana mente. Il tutto ruota attorno a un buon cast (Denzel Washington spicca tra tutti) e a una buona regia; d'altronde Demme di questi tempi è una garanzia. A convincere meno è la sceneggiatura: il dipanarsi della trama non ha un ritmo costante, è spesso troppo lento e poco credibile, e in un thriller politico un minimo di verosomiglianza si cerca sempre. Si poteva fare sia meglio che peggio.

Fauno 30/12/13 21:50 - 1927 commenti

I gusti di Fauno

A vedere un film del genere se non si è antipresidenzialisti lo si diventa subito... e quel che è peggio è che nessuno sa quale altra diavoleria si saranno inventati pur di influire a qualsiasi costo su un'economia mondiale completamente tesa al profitto, copiosamente distribuito nelle mani dei soliti noti... E che dire degli scienziati che vendono il loro sapere tutt'altro che costruttivo, anzi deleterio, al miglior offerente? Non resta che prenderlo come un discreto film, elogiare attori e regista e sperare che si sia solo esagerato...
MEMORABILE: L'isolotto fuori dalle rotte di guerra.

Enzus79 30/03/14 10:32 - 1826 commenti

I gusti di Enzus79

Notevole film (remake di Va e uccidi) fantapolitico diretto da Jonathan Demme. Come un'organizzazione finanziaria controlli la politica americana raccontata in questi modi senza momenti morti o noiosi coinvolge e convince, come il cast (fra cui c'è un'ottima Meryl Streep).

Samdalmas 30/04/18 18:23 - 302 commenti

I gusti di Samdalmas

Remake inutile di un classico anni '60 come Va e uccidi, spreca un cast potenzialmente notevole. Il fanta-thriller aggiornato ai giorni nostri non decolla mai. Washington appare sottotono nel ruolo del veterano di guerra mentre Meryl Streep sembra una versione quasi caricaturale di Hilary Clinton. La regia del compianto Demme si limita a seguire uno script prevedibile e senza picchi. I fasti del Silenzio degli innocenti sono solo un lontano ricordo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 27/09/11 02:02
    Scrivano - 14747 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Pramaount/Universal:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,78:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Tedesco Spagnolo
    5.1 DTS: Inglese
    * Sottotitoli Spagnolo Turco Olandese Italiano Portoghese Inglese Greco Inglese per non udenti Polacco Ungherese Finlandese Svedese Danese Norvegese
    * Extra Commento del regista Jonathan Demme e del co-sceneggiatore Daniel Pyne
    Il Nemico all’interno: dentro The Manchurian Candidate
    Il cast di The Manchurian Candidate
    5 scene eliminate con commenti di Jonathan Demme e Daniel Pyne
    Estratti con Commenti Opzionali di Jonathan Demme e Daniel Pyne
    Il provino di Liev Schreiber
    I maghi della politica
    Trailer Cinematografico in HD