The maker

Media utenti
Titolo originale: The Maker
Anno: 2011
Genere: corto/mediometraggio (colore)
Cast: (animazione)
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/08/13 DAL BENEMERITO BELFAGOR
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Belfagor 25/08/13 16:37 - 2619 commenti

I gusti di Belfagor

Un bizzarro coniglio di pezza cerca di costruire una "donna vitruviana" e di donarle la vita prima che il tempo a sua disposizione, scandito da un'inesorabile clessidra, si esaurisca. Caratterizzato da un'apprezzabile varietà dei materiali impiegati, è un cortometraggio diverso dal solito, con una visione meccanicistica della vita che nasce dalla materia inanimata e un finale malinconico, allietato però dal messaggio sull'eredità che ogni generazione lascia a quella successiva.

Pigro 4/09/13 08:27 - 7696 commenti

I gusti di Pigro

Uno strano coniglio lotta contro il tempo per dar vita a una creatura a lui simile, e se a un certo punto si intuisce dove il corto vada a parare, quando arriva la fine l’emozione arriva comunque potentissima allo spettatore. Il senso del tempo e dell’eternità raggiunta proprio con la caducità, il senso della solitudine e della solidarietà, tutto si concentra in questa straordinaria (ancorché bizzarra e inquietante) metafora della vita e dell’umanità. È solo un giochino, ma che vola altissimo, sia filosoficamente che tecnicamente.

Bubobubo 24/12/19 14:43 - 1135 commenti

I gusti di Bubobubo

Con stampato in fronte il sigillo di Salomone di una doppia effe da violoncello (il motivo diverrà chiaro in poco tempo), una creatura dalle fattezze di coniglio si adopera per creare un suo simile cui infondere vita e trasmettere le conoscenze acquisite, prima che la sabbia di una clessidra termini di scorrere. La metafora sulla caducità dell'esistenza e sui motivi che spingono l'umanità ad assicurare un futuro alla propria discendenza è cristallina, ma la tristezza dell'inevitabile finale colpisce ugualmente duro. C'è vita oltre l'etere?

Daniela 22/12/19 23:03 - 9072 commenti

I gusti di Daniela

Mentre una clessidra scandisce il passare del tempo, una strana creatura simile ad un coniglio cerca di creare con pasta, stoffa, ago e filo una forma a lui simile, all'inizio inanimata. Quando riesce finalmente a darle vita grazie al suono di un violino, la sabbia nella clessidra sta per finire... Cortometraggio in stop-motion per una parabola che, pur nella sua brevissima durata, riesce a instillare una profonda malinconia sul significato dell'esistenza. Deprimente e profondo, molto bello.

Galbo 23/12/19 06:37 - 11306 commenti

I gusti di Galbo

Una strana creatura plasma un suo simile nel tempo (poco) che le rimane prima di dissolversi. Affascinante cortometraggio realizzato con la tecnica della stop motion, colpisce per l’aspetto visivo vintage, per la fluidità dell’animazione ma sopratutto per il contenuto profondo che riguarda vari temi: la transitorietà della vita, il desiderio di un compagno è quello di un’eredità spirituale e materiale. Splendido finale, malinconico e speranzoso insieme.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.