The majorettes

Media utenti
Titolo originale: The Majorettes
Anno: 1986
Genere: thriller (colore)
Note: Aka: "One by One"; "American Killer" e (forse) "Al di là di ogni sospetto".
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/12/08 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 14/12/08 22:15 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Venti anni di gestazione, per un progetto cui pone il visto in sceneggiatura John Russo, autore di ben altro lavoro (La Notte dei Morti-Viventi, 1968). La storia? Uno psicopatico ce l'ha "a morte" con le majorettes, solo perché licenziose e di facile approccio. Effetti speciali penosi e regia indecente, curata da Samuel William Hinzman, meglio noto con lo pseudonimo di Bill Hinzman, ovvero il primo zombi che appare nel capostipite romeriano. Da evitare come la peste bubbonica...

Mco 21/07/15 12:16 - 2154 commenti

I gusti di Mco

Misconosciuto slasher che si differenzia dal resto delle pellicole omologhe per l'inserimento di un subplot revanscista con protagonista un giovane volenteroso di vendicare la morte della sua amata. Per ciò che concerne le dotazioni classiche del genere non mancano seni al vento, spiati e bramati come nelle migliori commedie scollacciate, assassino mascherato (rectius travestito) e omicidi all'arma bianca. Nulla di particolarmente innovativo ma quella miscellanea di situazioni (c'è anche una badante pericolosa) rende il tutto quasi discreto.
MEMORABILE: L'assalto all'accampamento dei bad bikers.

Ciavazzaro 12/07/20 16:56 - 4763 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Curioso per il continuo cambio di genere: parte come slasher, diventa poi revenge movie (con uso di effetti "speciali") e finisce con una chiusa da giallo lenziano. Purtroppo il finale non funziona e questo abbassa il livello, ed è un peccato perché altrimenti il film sarebbe interessante e soprattutto creativo. Ben realizzati gli omicidi (notevole il duplice nel bosco con la coppietta in auto), belle ambientazioni, cast  discreto. Perlomeno nella versione uncut il sangue scorre copioso.
MEMORABILE: Il duplice omicidio dei due ragazzi appartati per parlare; Il pre-finale stile giallo lenziano.

Herrkinski 24/09/20 14:52 - 5190 commenti

I gusti di Herrkinski

Slasher con whodunit non privo di qualche idea; soprattutto nella seconda parte, in cui viene inaspettatamente rivelato il colpevole e il film prende derive a metà tra il giallo complottista e il revenge-movie/action; nel complesso risulta quindi un curioso mix di stili avvolto in un'atmosfera low-budget 80s di quelle belle, a partire da una fotografia da grindhouse per arrivare a scene splatter di buon livello, ben girate. Per chi vuole un'alternativa allo slasher classico che non esca troppo dai binari del genere, può essere una visione rinfrescante; non ci si annoia.
MEMORABILE: Il primo omicidio; Il twist con rivelazione del colpevole; L'attacco ai bikers.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Mco • 21/07/15 19:27
    Scrivano - 9683 interventi
    Dell'esistenza del titolo italiano Al di là di ogni sospetto non vi è riscontro alcuno nei lessici. Ma non può escludersi un eventuale (remoto) passaggio televisivo su qualche emittente regionale...