The journey

Media utenti
Titolo originale: Resan
Anno: 1987
Genere: documentario (colore)
Note: Aka "Le voyage".
Numero commenti presenti: 1

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/10/20 DAL BENEMERITO SCHRAMM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 29/10/20 18:30 - 2452 commenti

I gusti di Schramm

Spetta dunque allo speleologico Watkins mostrarci per filo spinato e segno d'ogni croce tutto quello che non avremmo voluto sapere sull'atomo scisso e non hanno mai osato dirci, e a noi prendere dolente nota su questo atanor nucleare, magari scuotendo attoniti il capo. Dopo la taglia S, Peter passa alla XXL: oltre 14 ore di godotiana attesa del big bang finale sempre percepito imminente-immanente. Un heimatiano strip-tease dell'incoscienza omnidirezionalmente spiato dal geopolitico buco nero di una difettosa serratura la cui porta rischia di scardinarsi a ogni istante. Inderogabile.
MEMORABILE: Ideogrammi del kimono sovraimpressi sulle carni dal flash; Aldrich / Kitsnap; Nukie's lullaby; La copia lavoro de Via col vento con girato inedito
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Schramm • 30/10/20 15:53
    Risorse umane - 6724 interventi
    ora sappiamo che bangor, maine è davvero la capitale del Male Assoluto, e non una narrativa fola kinghiana. una fort knox delle testate nucleari ove vengono segretamente convogliati, da sempre, teratoni bastevoli a neutralizzare il cosmo tutto 1000 volte. basterebbe quest'altarino messo a nudo a giustificare la chilometrica tratta, che prende invece bivi a dozzine, diramazioni a centinaia, lungo una zigzagata spina dorsale leucemica.

    non pago d'averci mostrato cosa accadrebbe dopo una terza guerra mondiale a colpi di megatoni, watkins ci squaderna senza risparmio tutte le possibili vie che quel cosa lo stanno più o meno segretamente apparecchiando e concretizzando, in nome delle quali metà della popolazione patisce carestie e morte per inedia.

    azzardare un'esegesi descrittiva di questo monstrum documentale dell'era atomica è un'impresa di quelle che fa sudare solo a immaginare di intraprenderle. e non solo per via di una durata pari a 10 quaresime (quasi 15 ore, sembra quasi una cattiveria raccomandarne la visione), ma per l'impressionante ipercondensazione di temi, sottotracce, cartelle nascoste, bug di sistema che il tema comporta, quasi tutti inediti anche a distanza di 33 anni dalla sua realizzazione.

    per chi ama watkins e per chi è ossessionato dal tema è tuttavia una via crucis doverosa. percorribile in 18 tappe da 50' circa ciascuna su yt


    Ultima modifica: 30/10/20 15:59 da Schramm
  • Discussione Caesars • 30/10/20 16:31
    Scrivano - 11295 interventi
    Schramm, grazie della segnalazione della visibilità del lunghissimo metraggio su yt.
    Purtroppo le 14 ore di visione mi spaventano non poco, anche se il nome di Watkins mi attira sempre. Vedremo nel futuro se ce la farò...
  • Discussione Schramm • 30/10/20 16:46
    Risorse umane - 6724 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Schramm, grazie della segnalazione della visibilità del lunghissimo metraggio su yt.
    Purtroppo le 14 ore di visione mi spaventano non poco, anche se il nome di Watkins mi attira sempre. Vedremo nel futuro se ce la farò...

    dovere, dovere.. al ritmo di un segmento al dì in due settimane hai concluso. merita se hai un'interesse viscerale per il tema, che è comunque gravoso per tutti, quindi merita a prescindere. si perde un po' negli ultimi 3-4 episodi dove si cerca di dimostrare come la scaturigine di una guerra nucleare sia l'intolleranza e l'incomunivabilitàù tra culture, religioni e razze diverse. non che non sia vero, ma avrei evitato di rimarcarlo per 200' circa.. in compenso sarai ripagato da una mole esorbitante di analisi e materiali preziosissimi