The interpreter

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The interpreter
Anno: 2005
Genere: drammatico (colore)
Numero commenti presenti: 14
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 8/02/07 15:09 - 3093 commenti

I gusti di Caesars

Discreto ma nulla più. Come spesso accade ai film americani recenti cede molto nel finale. Come sempre bravi Sean Penn e Nicole Kidman ma al servizio di una storia che non riesce a sollevarsi da un livello solo sufficente. Peccato, da Pollack ci si aspettava sicuramente qualcosa di più. Raggiunge quasi la sufficienza, ma...

Magnetti 7/08/07 18:18 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

The interpreter è un thriller che ha un grande difetto: la trama e l'intreccio sono noiosi e intricati (o meglio pasticciati). Si fatica ad arrivare alla fine e, una volta giuntivi, non si è per nulla soddisfatti. Sean Penn è molto bravo (impagabile la sua tipica smorfia di sofferenza interiore). La Kidman anche, a sfruttare il suo appeal senza aggiungervi granché d'altro. Le scene dentro al palazzo delle Nazioni Unite sono valide ma questo non mi permette di promuovere un film veramente noioso.
MEMORABILE: Il cattivo che fissa la Kidman dalla finestra con la maschera africana rubatale poco prima.

Galbo 3/11/07 07:16 - 11728 commenti

I gusti di Galbo

Dopo alcune prove non memorabili, The Interpreter rappresenta il ritorno di Pollack al cinema di impegno e qualità; sicuramente non un film impeccabile: la trama è confusa e si fa un po' fatica a districarsi tra gli eventi raccontati. Il tema però (corruzione e intrighi politici nei paesi africani visti dal mondo ovattato dell' Onu) appassiona regista ed attori che offrono buone prove attraverso una direzione ed interpretazioni sicuramente notevoli. La Kidamn fornisce una delle sue migliori performances e Penn è come al solito impeccabile.

Ciavazzaro 8/07/08 10:16 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Solido thriller diretto dal mai troppo compianto Sydney Pollack. La Kidman se pur brava è un pochino troppo teatrale, molto meglio Sean Penn. Comunque si respira una buona tensione (soprattutto nel finale) e qualche colpo di scena rende il film degno di essere visto. Non un capolavoro ma molto più che sufficiente.
MEMORABILE: Il finale.

Capannelle 9/03/09 10:07 - 3954 commenti

I gusti di Capannelle

Il classico film dalla confezione buona ma senz'anima. Il rimpianto è aver avuto a disposizione la Kidman e Sean Penn senza averli sfruttai minimamente (si salva forse la vena anticonformista nell'agente FBI). L'intreccio giallo è complicato e fragile al tempo stesso. è quella la pecca maggiore del film. Anche perché l'approfondimento delle personalità, del vissuto dei protagonisti funziona solo in parte.

Cotola 12/03/09 23:14 - 8115 commenti

I gusti di Cotola

L'ultimo film di Pollack non è certo la sua opera migliore. Il problema principale è che, pur essendo un thriller, avvince troppo poco. Colpa di una sceneggiatura un po' farraginosa e confusionaria, arricchita da qualche lungaggine di troppo. Buona la confezione, così come la prova degli attori. Per il resto nulla di memorabile né nel bene né nel male.

Pigro 13/03/09 09:31 - 8564 commenti

I gusti di Pigro

Un'interprete scopre il complotto per uccidere un sanguinario leader africano all'Onu, ma lei stessa pare coinvolta. Eclatante il disinteresse totale che questa storia trasmette, nonostante la concitazione delle scene e il plot pieno di sorprese. Un film inconsistente, sarà per un'improbabile Kidman, sarà per l'assurdità della vicenda, sarà per la retorica che si spande dappertutto, dalle riprese ai dialoghi alla morale politicamente (e pietosamente) corretta... Molto rumore per nulla.

Stefania 5/02/10 00:44 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Il film mi piace poco, non ha suspence ed è sgradevolmente inautentico, ancor meno mi piace la Kidman, inadatta al ruolo e poco convinta. E un po' meno ancora mi piace la maniera, veramente posticcia e retorica, in cui l'evoluzione interiore del personaggio di Silvia si intreccia con la spy story che la vede coinvolta. Insomma, mi pare un film ambizioso ma pochissimo riuscito.

Daniela 2/12/12 16:29 - 10924 commenti

I gusti di Daniela

Un'interprete dell'ONU ascolta casualmente una conversazione in cui si parla del prossimo assassinio di un dittatore africano in occasione del suo discorso all'Assemblea generale... Un thriller senza infamia ma anche senza lode, almeno per essere un film diretto da Pollack: sceneggiatura confusa e divagatoria, abbondanza di luoghi comuni, Kidman troppo algida per il ruolo, finale debole. Fra i pochi lati positivi le belle ambientazioni nel Palazzo di Vetro e l'interpretazione di Penn che riesce a travalidare i limiti di un personaggio tanto stereotipato come l'agente con TRAUMA.

Furetto60 28/08/14 14:53 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Thriller più psicologico che d'azione, vive di momenti buoni e di altri meno felici, scontando il prezzo di passaggi di non immediata fruizione o spiegati male, se preferite. Il finale ripaga comunque l'attesa e la Kidman è brava, meno convincente Sean Penn. Azzeccati gli "inserti" africani con le maschere etniche alle pareti.

Sydney Pollack HA DIRETTO ANCHE...

Lou 5/07/16 23:52 - 1051 commenti

I gusti di Lou

Buon thriller politico-psicologico di Pollack, che deve molto del suo fascino alla felice accoppiata Kidman/Penn e alla suggestiva ambientazione nel "Palazzo di Vetro" newyorkese, per la prima volta aperto alle riprese cinematografiche. L'intreccio è piuttosto contorto e non sempre coerente, ma alcune scene sanno trasmettere con molta efficacia la tensione emotiva e il tormento interiore dei protagonisti.

Nicola81 25/11/16 09:55 - 2246 commenti

I gusti di Nicola81

Nel suo ultimo film, Pollack torna al thriller spionistico 30 anni dopo il celebre I tre giorni del condor, ma il paragone è improponibile. Le potenzialità del soggetto vengono smorzate da uno sviluppo farraginoso (talvolta anche improbabile) e da un ritmo non certo irresistibile, che obbliga ad armarsi di pazienza per arrivare al finale, peraltro non memorabile. Non bastano la bravura della coppia protagonista, le riprese al Palazzo di Vetro e qualche sporadico tocco di classe. Un commiato decisamente sottotono, purtroppo.

Saintgifts 21/06/17 12:54 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

A un intreccio abbastanza intricato, che la sceneggiatura non riesce a rendere come dovrebbe, si aggiunge l'interpretazione eccessivamente sofferente dei due interpreti, spesso portata in primi piani non indispensabili, atti a mostrare solo le capacità espressive dei due bravi attori. Le vicende personali dei protagonisti, che pur arricchiscono la vicenda, hanno troppo peso sulla parte thriller e finiscono per creare situazioni anomale e poco credibili. La tensione, che si vorrebbe nel finale, risulta scarsa (è evidente quello che sarà l'epilogo).

Tarabas 10/07/17 09:06 - 1809 commenti

I gusti di Tarabas

Al termine di una carriera esemplare, Pollack dirige questo pasticcio thriller-melodramma-fantapolitico sostanzialmente tutto sbagliato, a partire dal clamoroso miscasting della Kidman, più improbabile vittima di dittatura africana della storia. Il film non è abbastanza interessante o coinvolgente da giustificare l'ammucchiata di cliché, impossibile empatizzare con i protagonisti, mentre la trama rimane sullo sfondo, vaga e approssimativa. La confezione è (direi ovviamente) professionale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.