The fighter

Media utenti
Titolo originale: The Fighter
Anno: 2010
Genere: biografico (colore)
Numero commenti presenti: 26

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/03/11 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Redeyes 7/01/12 19:27 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Bravo Wahlberg, niente da dire, ma Bale... il non protagonista che vince per ko! È vero, non c'è motivo per metterli in competizione, ma il secondo offre una grandissima prova attoriale. Emaciato nel fisico, consumato nel volto, cristallizza la dipendenza. A cornice uno spaccato del'America degno della penna di Lansdale. Wahlberg, attraverso il suo personaggio, si lamenta di non esser mai lui il centro dell'attenzione, l'orgoglio della città e famiglia, ed anche qui la spunta la storia del fratello. Piccolo capolavoro.

Puppigallo 5/03/11 00:45 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Questo film merita la visione per la prova recitativa di Bale (ex pugile crack dipendente), convincente e non facile, visto che il suo era il ruolo che nascondeva più insidie (calcando troppo, sarebbe diventato una macchietta). Il problema è che tutto il resto non mi ha impressionato e Wahlberg mi ha lasciato indifferente (anche un personaggio banale, se interpretato da un bravo attore, risulta interessante). Il fatto poi che mi riesca difficile trovare un momento particolarmente riuscito, la dice lunga su una pellicola girata con mestiere, ma senza guizzi registici che denotino puro talento.
MEMORABILE: Bale che, fatto di crack, tutte le volte che la madre lo va a cercare dove si droga, si lancia dalla finestra sul retro finendo nell'immondizia.

Capannelle 8/03/11 11:02 - 3700 commenti

I gusti di Capannelle

Un notevole primo tempo, dove una classica storia di redenzione viene gestita con uno stile anticonvenzionale ("weird") alla Coen e resa interessante da caratteri alla europea, non viene però confermato dal secondo dove la storia si fa più banale. Bravi gli attori, a cominciare dallo schizzato Bale (ma anche Wahlberg nel ruolo dimesso richiestogli dal regista). Film interessante, "fresco" come stile ma non fantastico come sembrava dallo sciame di recensioni positive che lo precedeva.
MEMORABILE: L'atterraggio sui rifiuti. Le odiose sorelle in fotocopia.

Galbo 7/03/11 05:49 - 11344 commenti

I gusti di Galbo

Film che parla di personaggi e vicende reali, con un’impeccabile ricostruzione ambientale; la sceneggiatura è improntata al realismo e la prova del cast è di ottimo livello; colpisce in particolare Christian Bale, vincitore di un meritato Oscar mentre quella del protagonista Wahlberg è una prova più di maniera, anche se l’attore si impegna parecchio. Molto buone le riprese degli incontri di boxe, palesemente ispirate al capolavoro di Scorsese, Toro scatenato, vero e proprio must per il cinema di genere pugilistico. Buono.

Harrys 14/03/11 15:25 - 681 commenti

I gusti di Harrys

L'escamotage della "storia vera" vorrebbe neutralizzare la dose di retorica che da sempre caratterizza Hollywood: un deterrente che già da qualche anno è alle corde. Tuttavia Russell dimostra buon gusto sfoderando sovente dei veri e propri colpi di classe (la sequenza dell'arresto dei due indiscutibili protagonisti) che destano lo spettatore assopito da dei fendenti di una banalità disarmante (madre e figlio che si riconciliano a colpi di nenia melodica). Troppo discontinuo per essere vero. Da segnalare un Bale in costante rischio overacting. **1/2

Mickes2 19/03/11 19:08 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Nulla di particolarmente originale, ma Russel è un buon narratore e si vede. The Fighter è un film che scorre abbastanza canonicamente, senza grossi guizzi o sussulti, con qualche situazione già vista e una sequenza con montaggio alternato che fa la sua sporca figura. La regia è piuttosto funzionale senza guizzi di sorta e il finale, seppur d’impatto, addolcisce un po’ una storia che è reale ma che poteva, appunto nel finale, essere sviluppata in modo migliore. In definitiva la pellicola ha come merito di raccontarci una storia familiare che appassiona.

124c 21/03/11 11:55 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Alla fine l'ho visto e il vero vincitore di questo film è Christian Bale, col suo fratello drogato che, in gioventù, ha combattuto col grande pugile. Certo, anche Mark Whalberg, il protagonista, ha i suoi meriti, ma va proprio a Bale, doppiato da Adriano Giannini, la palma del personaggio più riuscito del film. Chi si aspettava solo pugni ed incontri è rimasto scottato: il film è anche vita urbana e "cannoni" di crack, con tanto di curve mozzafiato, forniteci dalla bellissima Amy Adams. Un bel film, sulla scia di Toro scatenato e il primo Rocky.

Jandileida 7/04/11 00:17 - 1247 commenti

I gusti di Jandileida

Mentre la nobile arte agonizza sminuita da spettacoli degni del circo Barnum, il Cinema continua a sfruttarne, con alterni risultati, l'afflato eroico. Stavolta tocca a Micky Ward, incassatore issatosi a campione WBU dei superleggeri. La storia è vera ma la trasposizione sa troppo di già visto per essere coinvolgente per quanto la buona regia renda il film godibile. Wahlberg è ai minimi storici, Bale è bravo ma tende all'eccesso ed io ho avuto un sussulto solo quando è apparso Sugar Ray. Forse la trilogia con Gatti avrebbe offerto maggiori spunti.
MEMORABILE: Le riprese prima dei match mi hanno ricordato le alzattacce da bambino per vedere Tyson istigato da mio zio e mio padre...

Cotola 15/05/11 23:47 - 7459 commenti

I gusti di Cotola

Vero, è il classico film a stelle e strisce con tanto di riscatto dopo una vita mediocre e deludente. Tuttavia è anche la dimostrazione di come gli americani siano capaci di scrivere e raccontare bene storie scontate e di farlo con grande professionalità. In più qui c’è l’aggiunta di una interessante descrizione dell’ambiente familiare (tutt’altro che confortante) e ci si avvale di un cast in ottima forma. Il finale è scontato ma almeno, in questo caso, è tratto da una storia vera. Quel che il maestro lo definirebbe un buon film.

Greymouser 17/06/11 18:52 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Storia ispirata alle vicende del pugile Mickey Ward e del suo scapestrato fratello Dickey. Il primo interpretato scolasticamente da Wahlberg e il secondo da un ispirato Bale, che finisce per accentrare la storia sul suo personaggio. Troppo sbilanciato sui buoni sentimenti che alla fine trionfano, il film pecca sul piano dell'approfondimento psicologico (e sociologico), mostrando troppo superficialmente le dinamiche sottese alla storia. Non brutto, ma nemmeno degno di memorabili attenzioni.

Nando 31/10/11 16:34 - 3458 commenti

I gusti di Nando

La vera storia dei due fratelli pugili realizzata in modo valido tra combattimenti e litigi con l'ingombrante quanto fastidiosa famiglia matriarcale. Uno spaccato americano del finire degli anni 90 ben interpretato dai due protagonisti principali, con Bale che personalmente sembra emergere maggiormente.

Enzus79 19/02/12 10:29 - 1760 commenti

I gusti di Enzus79

Bel film questo The Fighter, ma che però ha una seconda parte poco convincente. Cast formato di bravi attori, soprattutto Christian Bale (meritatissimo l'Oscar); Amy Adams che interpreta bene la ragazza con gli "attributi". David O'Russell si conferma sempre più un bravo regista.

Paulaster 24/02/12 10:05 - 2731 commenti

I gusti di Paulaster

La nota principale è l'interpretazione di Bale: Oscar meritato. Il resto gli gira intorno, così la prima parte è molto veloce mentre la seconda, in cui è meno presente, rallenta vistosamente. Scene di pugilato quasi sufficienti e ambiente familiare molto enfatico smorzano il contenuto di un buon film. Interessante quando si mette l'accento sul crack, anche se forse potevano insistere di più sull'ambiente cittadino per fornire un quadro migliore.

Didda23 25/02/12 11:42 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Metafora del riscatto sociale e personale, la noble art è ancora un mezzo che cinematograficamente funziona e The Fighter ne è una prova ulteriore. La regia ha il merito di non scadere mai nella maniera: al contrario Russell dimostra di avere una buona propensione per il racconto evidenziata dalla capacità di mantenere un climax ascendente per tutta la durata della pellicola. Bale, mostruosamente eccellente, recita con naturalezza evitando di calcare troppo la mano.

Gestarsh99 24/02/12 23:07 - 1315 commenti

I gusti di Gestarsh99

Quasi ogni film sulla boxe, oltre che configurare l'excursus verso la coronazione di un sogno, porta sempre con se una storia di duro riscatto interiore, di laboriosa affermazione della propria personalità. The Fighter però ci aggiunge un elemento di rado trattato: il risanamento faticoso dei rapporti familiari, non più basati sul desiderio di compensare fallimenti altrui ma sulla cooperazione e il reciproco rispetto. E con ciò il film accontenta sia le esigenze di spettacolo che l'occhio voglioso di un sano realismo da strada, sazio della sublime e macilenta identificazione di Christian Bale.
MEMORABILE: La prova di Bale: ex-boxeur tossico e sgangherato ma con tutta l'esplosività muscolare del grande campione ancora intatta nelle braccia e nel fisico.

Piero68 27/02/12 09:17 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Il film parte alla grande. Poi piano piano finisce con lo spegnersi anche per colpa di una sceneggiatura abbastanza scontata. Si risolleva nel finale con il grande incontro contro l'inglese. Più che Wahlberg, che ancora una volta dimostra di essere un serio professionista, è Bale l'eroe del film che, con grande applicazione del metodo Stanislavskij, si trasforma nel fisico e nei modi ottenendo la sua migliore interpretazione di sempre e vincendo meritatamente l'Oscar. Ottimo il cast di contorno come la scenografia, il montaggio e la colonna sonora.

Magnetti 26/04/12 22:40 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Il film e' buono e piuttosto coinvolgente, con personaggi ben caratterizzati come Dikie, in cui Bale si immedesima quasi patologicamente. Ed ecco reso alla perfezione il classico genio e sregolatezza. E viene da dire ancor grazie che si sia fermato solo al crack e a qualche piccolo reato: con quella famiglia (strepitosa) di donne mostro era un predestinato serial killer antropofago. Deboluccio invece il fratello Mickei e non solo per demeriti di Wahlberg. Buone le riprese dei, a mio parere troppo pochi, momenti di boxe.
MEMORABILE: Le fughe di Dikie nei sacchi della spazzatura. Sempre meglio li che con mamma e sorelle.

Cloack 77 29/06/12 10:04 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Un film passabile, semplice, senza alcun pregio che lo sollevi al di sopra della media. Anzi, con molti difetti che ne inficiano il risultato finale: un cast apparentemente scelto a caso, con età scelte a caso e interpretazioni al contrario; una famiglia ritratta in modo superficiale e caricaturale, senza alcun approfondimento o un minimo studio di "teoriche" dinamiche; incontri di boxe tra i più inverosimili mai visti al cinema, finti persino "per la televisione".

Ryo 7/10/12 14:59 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Doppio biopic in un unico film che racconta uno spaccato della vita di Micky e Dicky Ward, pugili professionisti. Incredibile la preparazione atletica di Mark Wahlberg per risultare un credibile atleta di pugilato, non da meno il lavoro di Bale per somigliare il più possibile alla controparte reale. Toni e struttura tendente più al drammatico che al film sportivo. Emozionante e commovente il finale.
MEMORABILE: La tattica di Dicky per racimolare soldi; L'incontro finale.

Nancy 18/12/12 00:58 - 774 commenti

I gusti di Nancy

Il film è buono e ben fatto, ma non convince al cento per cento. Colpa di una trama da sogno americano piuttosto scontata, senza colpi di scena, solo con qualche volgarità infilata qua e là. Whalberg inutile, Christian Bale si vede troppo poco e ha un personaggio troppo stereotipato per poter affondare veramente il colpo (restando in tema...). Si dimentica presto e neanche la scena clou dell'ultimo incontro rimane troppo nella mente, con tutto quel frenetico montaggio... A fare un film del genere ci aveva già pensato Wise nel 1956.

Rambo90 19/03/13 23:20 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Indubbiamente un ottimo film, molto curato, che racconta una storia di vita attraverso il pugilato; un po' com'era stato anche per Rocky, ma questa volta la storia è vera. Wahlberg è ben immedesimato nel ruolo, ma è Christian Bale a rubare la scena, sia per bravura personale che per lo spessore del personaggio stesso. Ci sono anche un po' di ironia e un bellissimo incontro finale; insomma, un film che non deluderà assolutamente i fan del genere.

Saintgifts 24/02/14 17:11 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Quando c'è un personaggio che esce dalla norma e viene interpretato anima e corpo, con tendenze che sfiorano (e oltrepassano) l'esagerazione, con ogni probabilità scatta L'Oscar. È il caso di Christian Bale in questo The Fighter, storia vera di una famiglia particolare, con rapporti tra i componenti altrettanto particolari. È proprio la famiglia, a mio avviso, a segnare questo film, descritta con insistenza nelle sue peculiarità più fastidiose fino al punto di innervosire.

Rullo 30/03/14 23:09 - 388 commenti

I gusti di Rullo

Russel dirige una storia drammatica sulla carta non troppo originale ma comunque ottimamente gestita grazie a una sceneggiatura ben scritta e interessante. Assoluta protagonista è però la recitazione, che quasi da sola funge da pretesto per la pellicola, sia per quanto riguarda Whalberg che Bale. Buono il resto del comparto tecnico. Non memorabile come Toro scatenato, ma comunque degno di nota.

Ultimo 2/03/15 09:58 - 1348 commenti

I gusti di Ultimo

Buon film americano ispirato alla vera storia del pugile Micky Ward, interpretato da un Mark Wahlberg che parte sottotono per poi entrare appieno nella parte. Il rapporto col fratello ex pugile/allenatore Christian Bale risulta essere la vera colonna portante del film, che può considerarsi riuscito grazie a un buon equilibrio tra le scene da ring e quelle di vita familiare/amorosa del protagonista (si vedano le sorelle, una più antipatica dell'altra...). Per gli amanti del pugilato e non solo.

Tarabas 27/08/16 16:08 - 1687 commenti

I gusti di Tarabas

Fratellastri pugili contro in una cittadina white trash del Massachussets. La storia è vera, forse non originale ma conta più che altro la bravura nel raccontarla e il grande lavoro degli attori, con Bale impressionante nel ruolo dell'ex pugile Dicky, che ha avuto un momento di gloria e si trascina in un presente di crack e guai con la legge. Notevoli anche i ruoli di contorno, l'improbabile famiglia allargata dei due pugili e la fidanzata del giovane, un'illegale Amy Adams. La boxe si conferma sport cinematografico per eccellenza.

Alex1988 28/01/18 18:34 - 637 commenti

I gusti di Alex1988

A Hollywood, in particolar modo, la boxe viene usata come pretesto per un riscatto sociale al quale il protagonista ambisce. In questo caso, però, il soggetto trae spunto dalla realtà. Mark Wahlberg ha la faccia giusta per questo tipo di ruoli, con la sua faccia da bullo di periferia, come direbbe Rocky Balboa, ma il solito straordinario Christian Bale lo surclassa di gran lunga. Buono.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Capannelle • 5/03/11 12:11
    Scrivano - 2495 interventi
    Tra i produttori del film Aronofsky, regista de Il Cigno nero (i due film erano in competizione agli Oscar 2011).
    Aronofsky nel 2007 era stato scelto come regista di The Fighter ma aveva poi lasciato per altri impegni rimanendo comunque come produttore.
  • Curiosità Puppigallo • 6/03/11 10:16
    Scrivano - 502 interventi
    Nei titoli di coda si vedono i due veri fratelli pugili che scambiano un paio di battute.
  • Discussione Jandileida • 7/04/11 10:02
    Addetto riparazione hardware - 406 interventi
    C'era qualcosa che non mi quadrava e sono andato a controllare:

    non so se sia un errore dei sottotitoli,ma le cifre date durante la pesa prima di Neary-Ward sono sbagliate:viene detto 66 chili per entrambi i pugili. Ho controllato e Ward pesava 63.5 kg e Neary 63.05 kg.

    Tra l'altro il limite dei superleggeri é 63.5 kg.

    Anche l'andamento degli incontri é messo un po' a casaccio:Sanchez-Ward é del 1997 e prima di combattere per la corona WBU contro Neary nel 2000 Ward affrontó altri 6 incontri (4-2-0).

    Deviazioni da appassionato...
  • Discussione Zender • 7/04/11 10:58
    Consigliere - 43520 interventi
    Beh insomma, non mi sembrava così difficile stare attenti a due informazioni che non son solo da appassionati ma da basi del pugilato. Che gli costava soprattutto utilizzare l'ordine cronologico esatto degli incontri? Forse non avevano i soldi per comprarsi un almanacco...
  • Discussione Jandileida • 8/04/11 09:23
    Addetto riparazione hardware - 406 interventi
    No,non era un errore dei sottotitoli:l'addetto alla pesa dice proprio "ten stones six pounds" che sarebbero 66kg.
    Ora io posso anche capire la necessità di saltare sei incontri (nessuno dei quali memorabile) per esigenze cinematografiche,ma ci voleva tanto a dire 63kg?

    Va bene che per l'epoca era più facile ma non riesco ad immaginarmi Scorsese che fa pesare LaMotta tre chili in più mettendolo in un'altra categoria...

    Tra l'altro Boxrec è gratis...

    Comunque sulla wiki inglese si parla di un possibile sequel,http://insidemovies.ew.com/2011/03/15/mark-wahlberg-the-fighter-bluray/, incentrato sui tre grandissimi incontri di Ward con Gatti
    Ultima modifica: 8/04/11 09:33 da Jandileida
  • Discussione Zender • 8/04/11 09:31
    Consigliere - 43520 interventi
    Sì infatti. Misteri del cinema...
  • Homevideo Gestarsh99 • 29/05/11 00:10
    Scrivano - 14071 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 15/06/2011 per Eagle Pictures:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano , Inglese
    * Sottotitoli Italiano , Inglese
    * Schermo Anamorfico 1080p High Definition
    * Audio Dolby Digital 5.1 Dts Hd
  • Musiche Samuel1979 • 11/11/16 00:10
    Call center Davinotti - 2925 interventi
    C'è il brano dei Led Zeppelin "Good Times, Bad Times" durante la movimentata scena notturna in cui la polizia viene coinvolta in una rissa.