The eagle

Media utenti
Titolo originale: The Eagle
Anno: 2011
Genere: avventura (colore)
Note: Trasposizione del romanzo "L'Aquila della IX Legione" della scrittrice inglese Rosemary Sutcliff, pubblicato nel 1954.
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/03/11 DAL BENEMERITO JANDILEIDA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jandileida 8/03/11 20:32 - 1287 commenti

I gusti di Jandileida

Non siamo ai livelli comici di Druids ma ci manca pochissimo, così poco che il film si merita comunque la tanto cara monopalla. La nona legione persa al di là del vallo: è questo lo spunto originalissimo della pellicola. Il povero Macdonald invece si è perso in Uganda e dopo il già non favoloso, ma guardabile, State of play, ci regala questo film orribile con scene d'azione convulse e da mal di testa e con una storia stravista. Non so se sussista un legame antropologico tra scozzesi e irochesi, ma il regista lo crea rendendo il tutto ancora più ridicolo.

Galbo 7/09/11 07:12 - 11520 commenti

I gusti di Galbo

Nell’ostile terra britannica si svolgono le vicende di un giovane romano che vuole vendicare l’onore del padre. Il film di Kevin Macdonald (ha al suo attivo il bel L’ultimo re di Scozia) non è un capolavoro ed è limitato da un protagonista (Channing Tatum) poco credibile come romano (meglio il coprotagonista Jamie Bell). Tuttavia assolve più che dignitosamente il compito di intrattenere lo spettatore grazie ad una riuscita caratterizzazione ambientale e alla capacità del regista di imprimere alla vicenda un buon ritmo.

Piero68 28/06/12 10:31 - 2793 commenti

I gusti di Piero68

Nonostante un buon lavoro di fotografia e qualche apprezzabile cifra registica siamo purtroppo, ancora una volta, al classico film che poteva essere e non è stato. Perchè il soggetto, seppur abusato dai film di genere, non era tanto male e la sceneggiatura poteva avere qualche buono spunto. Invece non solo la storia viene indirizzata verso i soliti clichè con finale ultra-scontato ma poi la rappresentazione dei "barbari" - sia all'inizio che alla fine - rasenta il ridicolo. Alla fine sarà solo Bell ad essere credibile nella propria parte.

Nando 31/12/12 01:45 - 3498 commenti

I gusti di Nando

L'ennesima invenzione nei confronti delle grandi imprese del magnifico esercito romano: un'aquila d'oro massiccio sottratta e la lunga ricerca della stessa fatta di combattimenti e ben poco altro. Interesse al minimo sindacale e poco rispetto per l'invincibile esercito imperiale. Cast scadente nonostante Donald Sutherland, relegato a effimera comparsa.

Furetto60 16/08/13 10:05 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

A mio avviso sottovalutato, rappresenta l’evoluzione del peplum, così come Soldato blu e seguenti per il western. Viene quindi dato maggior rilievo alle popolazioni in conflitto con i romani, evidenziandone gli usi e i costumi oltre a ricordare che la loro è una lotta di difesa. Punto di forza del film sono le dettagliate ricostruzioni, notevoli la prima parte nel castrum e l’attacco a testuggine, nonché gli stupendi paesaggi delle highlands. Buona l’atmosfera creata e la tensione, lieve scivolata all’ultimissima scena, forse evitabile, ma ci sta come alleggerimento. Piuttosto limitata la presenza femminile.
MEMORABILE: La testuggine legionaria; I costumi degli uomini foca.

Jena 20/11/14 18:20 - 1240 commenti

I gusti di Jena

Bel film, solido come si facevano una volta. C'è il romano con gli attributi tutto senso dell'onore e del dovere (ma con qualche rovello interiore), ci sono alcune scene di battaglia ben disegnate, gli splendidi paesaggi delle highlands, c'è una riflessione non banale sull'incontro/scontro delle civiltà (hanno diritto i romani a civilizzare i sanguinari barbari?) ma senza tanti intellettualismi d'accatto o riflessioni sul buon selvaggio (che tanto buono certo non è!). Bene Tatum, meglio Jamie Bell. Migliore di Centurion!
MEMORABILE: La bellissima battaglia iniziale con i celti; La cerimonia d'iniziazione nel villaggio sull'oceano degli uomini foca; Le highlands nella nebbia.

Lucius 23/11/17 01:53 - 2821 commenti

I gusti di Lucius

La ricostruzione storica così come la fotografia sono degne di nota. I due protagonisti sono calati nei rispettivi ruoli che è una meraviglia. Si avverte la loro complicità che travalica l'amicizia. La regia è avvincente. Una pellicola sorprendente fatta di tanti elementi: azione, sangue, natura incontaminata, valori, eroismo. Alcune sfaccettature aiutano a comprendere bene certe dinamiche nei rapporti tra commilitoni e schiavi nella vita nell'antica Roma. La sceneggiatura risulta coinvolgente. Un' opera emozionale. Ipnotico.

Puppigallo 13/02/18 10:23 - 4551 commenti

I gusti di Puppigallo

Mediocre pellicola, minata da una sceneggiatura modello base, che non può neanche contare più di tanto sui protagonisti, abbastanza estranei al contesto. (l'unico, che dimostra un peso attorico, muovendosi col giusto passo recitativo, è Sutherland, ma è una presenza sporadica). Non ci sono particolari guizzi registici; e il tutto resta a fatica in precaria linea di galleggiamento, più che altro grazie a un discreto ritmo e all'ambientazione.
MEMORABILE: La britannia; La sempre visivamente d'impatto testuggine dei legionari.

Capannelle 7/01/19 23:45 - 3782 commenti

I gusti di Capannelle

E' una storia presa da un libro che si basa a sua volta su una leggenda storica. A queste condizioni era difficile pretendere tanta verosimiglianza, però c'è da dire che alcuni passaggi (il ratto dell'aquila, la lotta finale) vengono talmente romanzati da richiamare più la fiaba disneyana che l'epica storica. Disorienta anche l'anomala rappresentazione delle tribù celtiche. Prendendolo poco sul serio può intrattenere.

Daniela 2/01/19 11:22 - 9838 commenti

I gusti di Daniela

I pregi di questo tardo peplum sono tutti nelle prime sequenze con l'arrivo del nuovo comandante nel forte, l'assalto ed il combattimento sul campo, girati con una certa efficacia. Una volta tornati a Roma, tutto va a ramengo: attendibilità storica e credibilità psicologica dei personaggi, oltretutto affidati ad attori poco in parte, mentre il giro turistico in Britannia alla ricerca dell'aquila perduta assomiglia molto ad una escursione in territorio sioux da parte di un cowboy accompagnato dalla sua fida guida comanche. Così si finisce per rimpiangere il quasi coevo Centurion con Fassbender.

Channing Tatum HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 24/11/11 23:33
    Scrivano - 15513 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 25/01/2012 per Bim Distribuzione:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano , Inglese
    * Sottotitoli Italiano
    * Schermo Anamorfico 1080p High Definition
    * Audio Dolby Digital 5.1 Dts Hd
  • Discussione Raremirko • 12/06/18 20:53
    Addetto riparazione hardware - 3543 interventi
    Un film discreto, da certi sopravvalutato e da altri sottovalutato, che, credo, si prenda pure qualche libertà a livello storico/contenutistico.

    Non è malaccio, risulta ben interpretato e si lascia vedere, ma MacDonald ha fatto di meglio.
  • Curiosità Daniela • 2/01/19 11:35
    Gran Burattinaio - 5356 interventi
    Trasposizione del romanzo "L'Aquila della IX Legione" della scrittrice inglese Rosemary Sutcliff, pubblicato nel 1954 e a sua volta ispirato alla leggenda sulla presunta scomparsa della Legio IX Hispana nella Britannia romana del II secolo.

    Per chi volesse approfondire:
    https://ilfattostorico.com/2011/04/23/la-misteriosa-scomparsa-della-nona-legione/
  • Discussione Capannelle • 5/01/19 01:05
    Scrivano - 2530 interventi
    Durante le riprese Channing Tatum si bruciò il pene. Non vi sto prendendo in giro: https://gayburg.blogspot.com/2010/01/channing-tatu-in-ospedale-per-lustione.html

    Domani il voto ad un film e ad una storia da non prendere troppo sul serio.
  • Discussione Lucius • 11/01/19 21:25
    Scrivano - 8299 interventi
    Per quanto mi riguarda un regista con una filmografia di tutto rispetto e un'opera di grande valore filmico, dal romanzo della Sutcliff, scrittrice pluripremiata.
    Ultima modifica: 12/01/19 15:56 da Lucius
  • Discussione Capannelle • 11/01/19 21:53
    Scrivano - 2530 interventi
    E' come è stata congegnata la storia che non si fa prendere sul serio.
    Quando l'epilogo del film fa comparire una gruppo di reduci romani venuti da chissà dove i quali, combattendo con un numero doppio di giovani e allenati selvaggi, hanno poi la meglio qualche dubbio viene.
    Oppure quando il protagonista, prigioniero della stessa tribù, non viene legato o incatenato tanto che nella notte riesce a trafugare la famosa aquila.

    Per il resto si fa vedere, infatti a mia moglie è piaciuto e gli avrebbe dato altro voto.
  • Discussione Lucius • 11/01/19 23:03
    Scrivano - 8299 interventi
    Saggia donna :)