The dollmaker - Corto (2017)

The dollmaker
Media utenti
Titolo originale: The Dollmaker
Anno: 2017
Genere: corto/mediometraggio (colore)
Regia: Al Lougher

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/08/19 DAL BENEMERITO ANTHONYVM
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 6/08/19 23:34 - 5902 commenti

I gusti di Anthonyvm

Piccola ma gradevole fiaba horror che parte da un'idea semplice (un artigiano costruisce bambole che prendono il posto dei defunti, ma solo entro le mura domestiche) per imbastire una storia di follia e amore malato. La tematica non è certo nuova, ma la confezione è davvero ben curata e la capacità di sintesi del bravo Lougher è lodevole. Memorabile e riuscitissimo il plot twist, tanto da far supporre che, con qualche accorgimento, dal soggetto si potrebbe ricavare un lungometraggio. Nota dolente il miscasting della protagonista. Da scoprire.
MEMORABILE: La clessidra che dovrebbe limitare il tempo di "vita" del pupazzo; Il lento disfacimento mentale della madre; Lo spiazzante colpo di scena.

Pigro 18/12/20 09:00 - 9805 commenti

I gusti di Pigro

Ecco una bambola che sostituisce il bambino morto e che nelle braccia della madre riprende vita: ma attenzione agli abusi. Notevole cortometraggio sul dolore della perdita e sull’elaborazione del lutto, che nei pochi minuti di una storia horror concentra meraviglia ed emozione, giocando sulla percezione soggettiva e sulla vertigine realtà/finzione, con un bel finale dalle molte sottigliezze. Insomma, buon equilibrio tra spettacolo e senso, tra brividi e lacrime, e con un’eccellente capacità di sintesi.

Magerehein 2/02/23 08:38 - 1053 commenti

I gusti di Magerehein

Amaro e riuscito dramma sulla difficoltà nell'elaborare un lutto importante. Un anziano fabbricante di bambole ha una soluzione palliativa per lenire la perdita di una giovane coppia, ma guai ad abusarne... Sebbene il soggetto non sia nuovo va apprezzato per la sua capacità di saper trasmettere le emozioni dei protagonisti e di attirare l'empatia dello spettatore; non è facile riassumere una situazione simile in meno di dieci minuti e trarne qualcosa di così espressivo. Inatteso e a suo modo sorprendente il colpo di scena riservato dal finale. Toccante, dunque notevole.
MEMORABILE: Il marito furente trascina la moglie in giardino e...

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Spazio vuotoLocandina The normal heartSpazio vuotoLocandina L'insaisissable pickpocketSpazio vuotoLocandina MartinkoSpazio vuotoLocandina The summit
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.