The diamond connection (Diamanti che scottano)

Media utenti
Anno: 1982
Genere: avventura (colore)
Note: Aka "I diamanti che scottano". Uscito in Turchia nel 1982, da noi nel 1986.
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/02/09 DAL BENEMERITO GEPPO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Geppo 14/02/09 09:40 - 288 commenti

I gusti di Geppo

Avventuroso interpretato da Barbara Bouchet (il motivo per cui volevo vedere questo film) e diretto da Sergio Bergonzelli. Tutto ambientato in Svizzera, Francia e Turchia. Trama tremendamente noiosa con sequenze "action" abbastanza mosce che racconta una strana storia di un aereo precipitato nel mare del Bosforo con un carico di diamanti. Solo per i fan della Bouchet!

Daidae 9/03/09 01:38 - 2763 commenti

I gusti di Daidae

Inguardabile. Una trama ridicola: traffico di diamanti collegato a lotte politiche (tutto da ridere il movimento rivoluzionario). Attori al di sotto della loro media, dalla Bouchet (pessima) a Mitchell (poco convincente). Si segnala solo per la sua rarità e per una fotografia molto bella, il resto è da buttare.

B. Legnani 4/11/10 18:53 - 4788 commenti

I gusti di B. Legnani

Film rossocrociato, ambientato principalmente in Turchia, diretto da Bergonzelli. Terribile e spesso risibile, con dialoghi surreali e avvenimenti folli (i giornali pubblicano la notizia di un colossale incidente aereo tre giorni dopo il fatto!) e cast locale al di là dell'immaginazione. Indescrivibile l'inseguimento fra autovetture. Miserrime le scene di lotta: per trovare di peggio si deve ricorrere a un film di Cascino. Come se non bastasse, pure la Bouchet non è in gran forma.

Panza 16/07/14 18:04 - 1507 commenti

I gusti di Panza

Non ci sono nemmeno quegli eccessi che rendevano rivalutabili in ottica trash o scanzonata film come La trombata. Qui si avrebbe la pretesa di fare uno spionistico serio con tanto di rivoluzionari caratterizzati in maniera terribile. Mancano il ritmo e le idee e sopratutto protagonisti che diano un po' di vita a quella miseria che è la sceneggiatura, capace di ammucchiare banalità senza senso. La Bouchet è sempre bella ma non basta certo a rivalutare questo orrore, come al solito per Bergonzelli co-prodotto con la Turchia.

Homesick 10/10/14 16:44 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Per la sceneggiatura scombinata e confusa, le scene d'azione impacciatissime sino al ridicolo e la sciatteria generale sarebbe un disastro completo, se Bergonzelli non si decidesse a giocare la carta dell'originalità, chiarendo solo in ultimo gli intenti dei personaggi e quindi chi siano i veri eroi e chi i cattivi. Non troppo in forma gli interpreti di richiamo Gordon Mitchell, Barbara Bouchet e William Berger, che scompaiono in mezzo a tante facce turche da dimenticare.
MEMORABILE: La rissa in discoteca, con tanto di colpi di scopa...

Faggi 6/01/19 22:23 - 1509 commenti

I gusti di Faggi

Le scazzottate e le lotte (che imperversano per buona parte del film) sono, probabilmente, ancora più sconclusionate e incredibili della terribile e risibile sceneggiatura. E al limite del micidiale è tutto il prodotto, con dialoghi e snodi cruciali da fumettaccio pulp di infima categoria e in preda alla confusione. Lo si segue per inerzia, con poca curiosità di scoprire dove sia diretto, ovvero dove voglia o tenti di andare a parare. Barbara Bouchet non è, qui, un valore aggiunto; meglio tacere sul resto del cast. Serie Y (forse Z).
MEMORABILE: Il personaggio bendato (quando gli vengono tolte le bende); Il finale assurdo e ridicolo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Zender • 16/02/09 09:41
    Consigliere - 43744 interventi
    Ancora un plauso a Geppo (e a chi lavora con lui nelle segrete della collection), nello stesso giorno benemerito inseritore e benemerito scannerizzatore di questo poco conosciuto film di Bergonzelli (rara edizione Antoniana film)!

    Ultima modifica: 16/02/09 17:41 da Zender
  • Homevideo Saimo • 13/10/16 15:23
    Disoccupato - 233 interventi
    Scusate, da ignorante in materia vorrei un piccolo chiarimento sul titolo alternativo (?) "Fino allo spasimo", che coinciderebbe con quello di un altro film sempre con Barbara Bouchet, prodotto nel 1969 e uscito in Italia nel 1979 (visto censura n. 73142). Vedo addirittura che siti come Kultvideo vendono un VHS della Real Video che sulla cover propone un'immagine relativa al film del 1969, ma nella scheda tecnica i dati sembrerebbero quelli del film di Bergonzelli. Qualcuno è in grado di confermarmi con certezza quale film si trova nel VHS in questione? Il film di Bergonzelli quando ha assunto il titolo alternativo? Grazie mille.
    Ultima modifica: 13/10/16 15:27 da Saimo
  • Homevideo Geppo • 15/10/16 09:06
    Addetto riparazione hardware - 4018 interventi
    Zender, confermo. "Fino allo spasimo" è un altro film, del 1969. Non c'entra nulla con questo di Bergonzelli.