The descent - Al centro della Terra

MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Descent
Anno: 2005
Genere: action (colore)
Note: Aka "Natural disaster".
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Uscito lo stesso anno del più celebre, quasi omonimo horror di Neil Marshall, ne condivide giusto l'idea della discesa nelle viscere della Terra, qui dovuta però a qualcosa di ben più necessario di una semplice spedizione “speleologica”. Già dalle prime scene, infatti, abbiamo la misura del disastro incombente: una pittoresca cascata si tramuta d'improvviso in una colata di lava che mette immediatamente in allarme il professor Jake Rollins (Perry). Il tempo di far trascorrere qualche minuto e cominciano i tipici disastri digitali cui il genere ci ha abituato, soprattutto in televisione: asfalto che si crepa aprendo voragini,...Leggi tutto palazzi e ponti che crollano, geyser infuocati e un po' l'intero catalogo classico del B-movie catastrofico da quattro soldi. Convocato nientemeno che grazie all'intervento del Presidente degli Stati Uniti, Rollins si ritrova a lavorare sul misterioso progetto “D.E.E.P.” insieme a Jen (Brown), una sua vecchia fiamma alla quale spiega subito i danni che il loro lavoro sta geologicamente provocando: occhio all'anello di fuoco, una catena di vulcani estesa dal Sudamerica all'Australia pronta a esplodere, con gas che s'infiltrano tra le falde tettoniche liberando la lava e portando a continue eruzioni. Cosa diavolo stava finanziando il governo? L'individuo (parzialmente) losco è questa volta tale dr. Palmer (Roberts), ex collaboratore di Rollins che ha come al solito armeggiato malamente col materiale a disposizione creando danni inimmaginabili. Per risolverli Rollins, Jen e Palmer s'imbarcano assieme ad altri due anonimi soldatini sulla “talpa”, un tozzo mezzo scavagallerie con grossa trivella sulla parte anteriore che dovrà condurli a chissà quanti metri sottoterra per piazzare bombe nucleari (40 volte più potenti di quella di Hiroshima!), da far esplodere al momento opportuno fermando così l'incombente apocalisse naturale. Scientificamente parlando “qualche” dubbio sussiste, sulla soluzione scelta, ma è meglio non porsi troppe domande e seguire l'avventura sotterranea dei nostri eroi, che quando arrivano al punto stabilito si ritrovano in una grotta di pavimento levigato con stalattiti e stalagmiti che fa rivalutare tutti i baracconeschi viaggi al centro della Terra degli anni d'oro. Avendo esaurito gli effetti speciali nel primo quarto d'ora quel che resta è un po' di tensione scaturita da prevedibili inconvenienti (compresi quelli di comunicazione con la superficie). Luke Perry, decisamente poco credibile come gran genio della scienza, è comunque più convincente di chi lo circonda e se non altro un po' di umanità al suo dottore la regala. Ci si aspettava qualche colpo di scena, invece tutto scorre piatto e con le riprese che passano dalla cabina della talpa alla sala comandi del progetto “D.E.E.P.” c'è poco da star allegri: anche scenograficamente non c'è nulla di interessante. Si salva appena la regia di Terry Cunningham, che riesce a mantenere vivo un briciolo di interesse per la vicenda, e pure Natalie Brown, in fondo, è una partner meno scipita di quanto ci si aspetti in prodotti simili. Ma se l'unico elemento che si aggiunge alla povera avventura sotterranea è qualche bisticcio governativo dovuto alla necessità di coprire le responsabilità dei disastri, poco c'è da rallegrarsi... Inevitabili sacrifici umani, problemi coi detonatori, inconvenienti meccanici e pure il lento riavvicinamento dei piccioncini: il campionario classico insomma, senza sorprese.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/08/20 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.