LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/10/19 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 10/10/19 21:04 - 6832 commenti

I gusti di Herrkinski

Gustosa commistione di dramma, commedia grottesca e noir a cura di un regista in ascesa, è senza dubbio un lavoro ben studiato; ispirato a una storia vera (per chi la conosce), è una rappresentazione dei sobborghi dell'Alabama (ma poteva essere un qualunque stato del Sud) che nei tratti satirici funziona benissimo, senza per forza usare troppi stereotipi; il lato morboso della vicenda è affrontato con notevole stile, riuscendo a raccontare una storia assurda con toni mai troppo carichi e un umorismo nero riuscito, anche grazie a un buon cast.

Beffardo57 2/11/19 12:42 - 262 commenti

I gusti di Beffardo57

Siamo dalle parti dei fratelli Coen: un'America anonima e provinciale, abitata da personaggi stralunati o programmaticamente idioti, con poliziotti grotteschi che imbroccano per caso la soluzione. Ma se anche ai Coen non sempre riesce bene la ciambella, a maggior ragione l'esito questa volta non si sa se definirlo più irritante, demenziale o semplicemente noioso. Resta la confezione decorosa e passabilmente professionale, ma non vale certamente la visione. Evitabile.

Daniela 4/12/19 01:16 - 11655 commenti

I gusti di Daniela

Dopo una notte di imprecisati bagordi, il corpo di Dick Long viene depositato di fronte all'ospedale di una piccola città del Sud. Temendo di essere implicati nella faccenda, due suoi amici che erano presenti al "fattaccio" mettono in atto tutta una serie di sotterfugi ma... Cosa è veramente successo lo scopriamo solo in un secondo tempo con una svolta inaspettata che fa assumere tinte fra il patetico ed il drammatico a questa commedia nera fino ad allora solo divertente che, pur senza possedere l'originalità e la poesia di Swiss army man, conferma Scheinert come regista da tenere d'occhio.
MEMORABILE: Le bugie a ripetizione sulle cause della morte del povero Dick; La liberazione dell'"omicida" inconsapevole

Capannelle 4/08/22 23:52 - 4073 commenti

I gusti di Capannelle

Siamo dalle parti dei fratelli Coen per gusto del paradosso e ambientazione rurale, magari con meno eleganza di ripresa ma comunque verace e ficcante. I personaggi si muovono tutti bene e rendono credibile il progressivo evolevre degli eventi in una direzione grottesca e in parte anche inaspettata. Esilaranti alcune sequenze in cui le incertezze e mezze parole di Michael Abbott Jr. raggiungono vette di parossismo notevoli.

Schramm 12/08/22 18:56 - 2995 commenti

I gusti di Schramm

Uno script che vive a rimorchio di un rodato immaginario altrui, una regia che s'adagia su un noireggiare il più surrealmente possibile, Coen se fosse antani. Chissà, forse emulare fa parte dell'apprendistato; drammaturgicamente il giochino paga (non cifre a 5 zeri, beninteso), la girandola dell'imbranataggine che porta un caso a risolversi senza quasi bisogno d'indagine trova la brezza che la fa girare e gli attori sono in bolla di sapone: ma se in solitaria i risultati si sintetizzano con un laconico Fargzoo, è bene concludere che Scheinert ci ha solo guadagnato a Kwansorziarsi.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.