The Bourne supremacy

Media utenti
Titolo originale: The Bourne Supremacy
Anno: 2004
Genere: spionaggio (colore)
Note: Sequel di "The Bourne identity" in attesa di "The Bourne ultimatum".
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/03/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 13/03/08 06:04 - 11853 commenti

I gusti di Galbo

Secondo episodio della trilogia di Bourne tratta dai libri di Robert Ludlum. L'ex agente segreto con problemi di memoria è anche in questo caso perseguitato da una parte della CIA e continua la ricerca della propria identità. Il film è migliore del già valido primo episodio, grazie sopratutto al cambio di regista.Paul Greengrass adotta uno stile nervoso e concitato (dovuto all'utilizzo di una particolare tecnica di ripresa) che ben si addice al genere. Damon è sempre convincente nei panni di Bourne; molto valido il resto del cast.

MAOraNza 10/09/08 00:15 - 214 commenti

I gusti di MAOraNza

Doug Liman passa alla produzione e cede la macchina da presa a Paul Greengrass per questo seguito. Il risultato è un maggior ritmo delle immagini e un taglio decisamente meno classico del primo adattamento delle novelle di Robert Ludlum. Come al solito la scelta delle location è eccezionale, le scene d'azione sono incisive senza scadere nell'assurdo e la pellicola si lascia godere per quello che è, un passaggio transitorio in attesa del gran finale di The Bourne Supremacy. Ottimo l'innesto di Joan Allen. Leggermente inferiore al primo capitolo.

Schramm 25/09/08 16:40 - 2895 commenti

I gusti di Schramm

L'identità ha ucciso il gatto. Che in odor di memento ma soprattutto di audere semper va al lardo della CIA facendo lasciare ad essa lo zampino. Preludio alle montagne russe fuori controllo del terzo capitolo, acquista in scossoni, gimkane, fior di testacoda (con una notevole strizzata d'occhio al videogioco 80's Frogger) e corpo-a-corpo quanto perde in essenzialità, con una forzata appendice di 25' minuti finali sì decisamente stordenti, ma inadeguati all'economia dell'insieme. Ancora una volta, provvisoria chiusura del sipario affidata alla bellissima Extreme ways di Moby.

Bruce 27/02/09 15:47 - 1008 commenti

I gusti di Bruce

Mi è piaciuto, anche se meno del primo film della serie. Colpa della prematura uscita di scena della brava Franka Potente e soprattutto del cambio della regia che ha imposto un ritmo troppo frenetico, eccessivo, sobbalzante alle riprese e anche al montaggio. Si finisce frastornati e si perde lucidità. Comunque stupendi gli inseguimenti e le scene d'azione.

Xamini 1/10/09 00:52 - 1119 commenti

I gusti di Xamini

No. Sarà che Bourne e i predatori dell'identità perduta aveva un fascino più particolare, sarà che mi ero affezionato a Franka Potente ma no, questo episodio mi è piaciuto di meno. D'accordo, parliamoci chiaro: è proprio la costruzione della storia ad andarmi poco di traverso (a questo gioco di inversione di ruoli tra preda e predatore manca una controparte davvero carismatica); ma soprattutto quel montaggio che se nel primo è solo accennato, qui viene esasperato: le scene d'azione dovrebbero limitarsi a creare tensione, non a stordire con l'arma dell'incomprensibilità.
MEMORABILE: L'inseguimento in auto e il suo epilogo.

Daniela 8/01/10 15:25 - 11448 commenti

I gusti di Daniela

Il primo era stato un spy action con un personaggio interessante (interpretato da un attore fuori ruolo, il che finiva per essere produttivo, accentuandone il carattere smemorando), non esaltante ma piuttosto godibile. Il regista del secondo capitolo, non potendo contare sulla novità, punta sullo stile, ma il montaggio iperveloce con effetti di frantumazione "immersiva" (che andava bene per il simil doc Bloody Sunday dello stesso Greengrass) qui satura rapidamente, finendo per penalizzare anche le scene potenzialmente più spettacolari.

Pinhead80 29/09/10 20:30 - 4283 commenti

I gusti di Pinhead80

Rispetto al primo capitolo della saga, questo risulta essere meno intriso di scene d'azione, con l'inserimento di maggiori dialoghi e spazi sentimentali, perdendo un po' in ritmo. Nel complesso però rimane un buon mix di action-drama, grazie anche (e si vede) alla mano di Paul Greengrass. Sceneggiatura architettata per dare spazio all'ennesimo seguito.

Capannelle 24/10/11 09:50 - 4043 commenti

I gusti di Capannelle

Leggermente al di sotto del primo, vede cambiare la regia passando a uno stile più nervoso, realizzato comunque con discreta cura. Come ben studiate sono le ambientazioni europee. Mi fa sempre piacere vedere il dolce grugno della Allen anche se non la sfruttano del tutto. La tensione c'e, ma i risvolti sono prevedibili e quel taxi moscovita imprendibile fa un po' ridere (rivoglio la Mini). Come riparazione, da gran furbone, Greengrass fa finire il film riproponendo la scena migliore del racconto e facendo partire Moby.

Rambo90 6/09/12 21:05 - 7064 commenti

I gusti di Rambo90

Greengrass prende in mano la saga di Bourne e spinge il piede sull'acceleratore: montaggio frenetico, storia intricata, qualche colpo di scena e belle scene action. Peccato che rimanga un senso di deja vù e che qualche volta il tutto risulti un po' frastornante. Damon migliora nella parte, la Allen è un buon acquisto, gli altri fanno da contorno. Bello l'inseguimento finale.

Redeyes 30/10/12 11:50 - 2289 commenti

I gusti di Redeyes

Il buon Bourne, al riposo con bionda e visioni notturne, viene suo malgrado tirato in ballo. Rispetto al precedente c'è un po' meno di effetto stordimento, che da una parte caratterizzava il personaggio dall'altro lo rallentava. La pellicola si lascia guardare senza scosse d'adrenalina o suspance di qualche tipo. Tutto va come deve andare, come un compitino ben fatto ma niente più. Accattivante la scena dell'inseguimento in auto, ma è un deja-vù purtroppo.

Paul Greengrass HA DIRETTO ANCHE...

Almicione 25/01/14 00:25 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Confermando la regola dei sequel, questo secondo episodio risulta peggiore del primo il quale, nonostante non fosse niente d'eccezionale, almeno qualcosa di gradevole l'aveva; qui invece, niente di salvabile: la trama è scialba (solo l'idea originale dell'amnesia è lodevole) e zeppa di colpi di scena che tali non sono; la suspense è quasi totalmente assente; non rimane nulla dopo la visione né si prova un minimo d'interesse durante; l'attenzione alla dimensione psicologica di Bourne è ridotta al minimo; regia nauseante (in ogni senso).
MEMORABILE: L'inseguimento mozzafiato in taxi a Mosca (d'altronde unico punto positivo dell'intera pellicola).

Viccrowley 13/09/16 23:43 - 811 commenti

I gusti di Viccrowley

Secondo e probabilmente miglior capitolo della saga di Jason Bourne. La regia passa nelle mani dell'ottimo Greengrass che costruisce il ritmo e la tensione in un crescendo che nonostante il solito plot ingarbugliato, rende la visione divertente e scorrevole. Bourne torna in azione dopo essere stato incastrato e aver perso la sua amata mettendo a ferro e fuoco ogni luogo visitato tra inseguimenti e fughe pur di arrivare alla verità. Damon resta inespressivo come una lastra di marmo, meglio di lui sicuramente l'agente Joan Allen e il veterano Cox.

Vito 14/03/17 11:45 - 687 commenti

I gusti di Vito

Secondo capitolo della saga di Bourne con un Matt Damon sempre in forma affiancato da un ottimo cast composto da Brian Cox, Julia Stiles, Karl Urban e la gradita new entry Joan Allen. Le scene d'azione, le sparatorie e gli inseguimenti sono sempre avvincenti con la super spia senza memoria che spazza via decine di nemici mandati ad acciuffarlo, mettendosi contro Cia e persino i servizi segreti russi. Adrenalinico.
MEMORABILE: L'inseguimento per le strade di Mosca.

Puppigallo 2/01/22 08:43 - 4858 commenti

I gusti di Puppigallo

Pur mantenendo gli stessi ingredienti del capostipite (azione pressochè costante e indagine su presente e passato), che potevano suscitare un certo interesse, questo secondo episodio sa troppo di riproposizione forzata di un personaggio (senza il carisma di uno 007), che quel che doveva mostrare l'aveva già mostrato (abilità fuori dal comune nella guida, come nello scontro fisico, o con le armi). E la ripetitività non giova mai, anche se confezionata con una certa professionalità. Resta comunque vedibile, ma guarda e getta, stile kleenex.
MEMORABILE: L'inizio, con inseguimento e fattaccio; Lo scontro col killer russo.

Gottardi 24/01/22 12:34 - 276 commenti

I gusti di Gottardi

Secondo film della serie. Bourne si nasconde in India dove un killer lo scova per ucciderlo, ma rimane uccisa la sua ragazza. Di nuovo braccato. Oltre a ripetere le situazioni già viste, la riuscita è nettamente inferiore su tutta la linea: i personaggi non sono minimamente abbozzati, la storia è come il brodo allungato con l’acqua, e la nefasta regia sfianca con due ore di riprese sbilenche e ipernevrotiche, con montaggio da videoclip che presto genera noia. Nelle interminabili scene di scontri e inseguimenti il regista mostra di non conoscere la differenza tra azione e confusione.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.