The bad seed

Media utenti
Titolo originale: The bad seed
Anno: 2018
Genere: thriller (colore)
Regia: Rob Lowe
Note: Secondo remake de "Il Giglio Nero" (1956) dopo "Il Male Ereditario" (1985).
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/07/20 DAL BENEMERITO ANTHONYVM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 14/07/20 14:50 - 2606 commenti

I gusti di Anthonyvm

Il secondo remake televisivo de Il giglio nero di LeRoy, dopo la versione dell'85, segna il promettente esordio alla regia di Rob Lowe (anche protagonista), che dà alla vicenda un taglio più moderno e fosco, in linea coi recenti thriller sui bimbi terribili à la Orphan. Mckenna Grace interpreta credibilmente il ruolo della piccola psicopatica, ma da lei non traspare quell'innocenza mendace che costituiva la spiazzante forza del personaggio nei precedenti film. Si segnalano alcuni aggiornamenti azzeccati (la baby sitter in vece del giardiniere, la psicologa) e i delitti feroci. Buono.
MEMORABILE: La McCormack (Rhoda nel film del '56) afferma che Emma le ricorda se stessa da piccola; La baby sitter tra le fiamme; Le visioni cadaveriche di Lowe.

Daniela 14/01/21 22:28 - 10198 commenti

I gusti di Daniela

Lowe esordisce alla regia con un remale tv di uno dei capolavori del filone "bambini malvagi" apportando qualche cambiamento al plot a partire dall'assenza della madre e dalla centralità della figura del padre, da lui stesso interpretato, Il risultato è dignitoso ma poco convincente oltre che privo del fascino del capostipite, sia per la mancanza di ogni ambiguità dato che il carattere psicopatico e manipolatore della ragazzina si palesa già nelle prime sequenze sia per alcune incertezze a livello di sceneggiatura che toccano il culmine nell'epilogo gravato da troppe incongruenze.

Lupus73 16/01/21 19:11 - 878 commenti

I gusti di Lupus73

Basato su un'opera letteraria: bambina rimasta col padre e nuova babysitter (la vecchia è "andata"). Siamo nell'ambito dei bimbi inquietanti e psicopatici, stile L'innocenza del diavolo o Orphan pur senza raggiungere i livelli di quest'ultimo né avere "la sua particolarità". Di diverso c'è l'iniziale complicità/rivalità con la cinica e sexy babysitter. Come thriller non è male, nonostante la prevedibilità della sceneggiatura e gli eccessi del finale (che comunque hanno un loro perché). Buona la prova della gelida bambina e di Rob Lowe, ma Orphan rimane di gran lunga migliore.

Puppigallo 16/04/21 19:29 - 4591 commenti

I gusti di Puppigallo

Premesso che la bambina è adatta per la parte (l'unica cosa positiva), questa pellicola superficiale e assai poco credibile nell'escalation di decessi non è lontanamente paragonabile al capostipite nella creazione dell'atmosfera sinistra e malata. In più, la latitanza della zia rende questo prodotto ancora più insignificante dal punto di vista psicologico. Tra l'altro, il confronto tra la Kelly e Lowe è impietoso; per non parlare di quello tra il giardiniere e la tata. Decisamente superfluo, soprattutto se si è visto l'originale, dove i dialoghi sono molto importanti.
MEMORABILE: Il ritrovamento del gatto (l'unico momento realmente piuttosto inquietante).

Rob Lowe HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.