The act (8 episodi)

Media utenti
Titolo originale: The Act
Anno: 2019
Genere: fiction (colore)
Regia: Vari
Note: Miniserie ispirata alla storia di Dee Dee e Gypsy Rose Blanchard. Diretta da: Laure de Clermont-Tonnerre (episodi 1, 2 e 6), Steven Piet (episodi 5 e 8), Adam Arkin (episodio 3), Christina Choe (episodio 4), Hannah Fidell (episodio 7).

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/01/22 DAL BENEMERITO ANTHONYVM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 5/01/22 15:47 - 3781 commenti

I gusti di Anthonyvm

Anche se è facile esprimere radicali giudizi "a caldo" ascoltando la storia di Dee Dee e Gypsy, trarre conclusioni precise una volta concluso il racconto si rivela impresa assai più ardua, data la complessa rete di sfaccettature psicologiche (e di personaggi ambivalenti) che la vicenda riserva. Entro quali limiti un omicidio può dirsi giustificabile? Chi è la vera vittima, dove finisce la messinscena? Otto episodi ottimamente calibrati per far affiorare le delicate questioni che rendono il fatto di cronaca così peculiare e indignante. Per chi non si accontenta di Love you to death.
MEMORABILE: Le agghiaccianti trasformazioni (fisiche e non) di Patricia Arquette; La "prima volta" di Gypsy, in costume da Cenerentola; L'inquietantissimo Worthy.

Daniela 7/01/22 23:53 - 11453 commenti

I gusti di Daniela

Si apre con la scoperta da parte della polizia del cadavere di una donna pugnalata dentro una villetta rosa confetto questa angiogena e disturbante serie tv che ricostruisce in modo piuttosto fedele un caso di cronaca nera, reso particolare dalla personalità della vittima che, affetta da sindrone di Munchausen per procura, ha costretto per anni la figlia a fingersi invalida e gravemente malata allo scopo di impietosire gli altri e lucrare sulle presunte disgrazie. Arquette e King sono brave nel restituire il legame morboso tra madre e figlia ed anche il resto del cast è ben scelto. 
MEMORABILE: Lo sguardo obliquo di Nick (Calum Worthy), il fidanzatino conosciuto in rete. 

Kinodrop 24/01/22 18:47 - 2236 commenti

I gusti di Kinodrop

Una madre snaturata (ma anch'essa vittima di una figura materna autoritaria) tiene la figlia Gipsy in uno stato di perenne subordinazione psicofisica per impietosire e trarre da ciò vantaggi economici, fino a quando scatta nella ragazza un irrefrenabile impulso di autonomia e di ribellione. Un inquietante fatto di cronaca ricostruito nelle circostanze e nelle psicologie contorte dei protagonisti, reso con abile gradualità in episodi non tutti perfettamente oliati, ma che mantengono vivo il senso di incredulità e di raccapriccio. Eccezionale la prova di Arquette, King e Worthy.
MEMORABILE: La sottile continua violenza della madre; L'infantile accondiscendenza di Gipsy; L'incontro in rete con Nick e le conseguenze fatali; Il processo.

Patricia Arquette HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.