LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/09/10 DAL BENEMERITO NANDO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Nando 10/09/10 14:52 - 3641 commenti

I gusti di Nando

La guerra civile spagnola degli anni 30 vista con gli occhi dei partigiani anti-franchisti, in una miscellanea di battagli in trincea, passioni amorose e ideologie filo-sovietiche. Loach non si attiene fedelmelmente all'evento storico ma segue un suo personalissimo istinto che potrebbe essere fuorviante. Tuttavia la narrazione è valida ed il cast si comporta egregiamente.

Galbo 12/09/10 09:10 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

Il cinema di Ken Loach così impegnato e caratterizzato sul fronte politico sociale, si occupa in questo caso della guerra civile spagnola, e propone un racconto molto efficace che pur non nascondendo forti motivazioni ideologiche riesce ad emozionare e intrigare lo spettatore: molto efficace la caratterizzazione ambientale e buona la prova del cast.

Pigro 8/10/10 09:03 - 8790 commenti

I gusti di Pigro

La guerra civile spagnola dalla prospettiva di un volontario inglese che vive i conflitti interni al fronte antifranchista: una storia spesso dimenticata, che qui dimostra la sua necessità e attualità. Sta qui la grandezza del film, più politico che storico: lottare per un ideale ha un senso metastorico, e Loach ce lo trasmette in pieno, oltrettutto con una storia ben concepita, sceneggiata e raccontata. L'eccellente ricostruzione storico-geografica e la straordinaria interpretazione corale "viva" impreziosiscono il tutto. Un'opera necessaria.

Pinhead80 16/11/10 12:50 - 4300 commenti

I gusti di Pinhead80

Loach affronta in maniera molto dettagliata e storica quella che è stata la guerra civile spagnola degli anni '30, vissuta da una formazione partigiana. Approfondisce i personaggi quanto basta e introduce in maniera alternata sentimenti ed elementi politici. Forse, per chi non è al corrente dei fatti avvenuti o li vive come distanti, può risultare un po' pesantuccio, ma la durata contenuta ne facilita la fruizione. Rimane un'opera essenziale nella filmografia del regista.

Enzus79 27/01/12 16:44 - 2300 commenti

I gusti di Enzus79

La storia sta a dimostrare come non sempre individui che la pensano alla stessa maniera ed hanno lo stesso nemico vadano per forza d'accordo. Non il miglior film di Ken Loach, ma è comunque da tenere in considerazione. Bravi gli interpreti e bel finale.

Almicione 3/09/14 19:43 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Loach dirige un film che si incentra praticamente solo sui temi politici e poco o niente lascia al profilo estetico. La guerra spagnola viene raccontata attraverso un volontario inglese che entra nelle file della milizia per combattere una guerra mal gestita dagli antifascisti. Al di là di qualche interessante discorso riguardo all'applicazione del socialismo nella realtà pratica – sebbene non sia il film il mezzo più adatto per parlarne – la pellicola si dimostra scialba, non solo a causa di una regia e fotografia mediocri, ma perché noioso.

Magi94 15/09/17 14:16 - 820 commenti

I gusti di Magi94

Un buon film nonostante qualche difettuccio: essenzialmente un'eccessiva sobrietà di regia (la spettacolarizzazione è sbagliata e deleteria, ma non spettacolarizzare non vuol dire rimanere asciutti asciutti) e un certo manicheismo tra anarchici e stalinisti, che nella Spagna degli anni '30 non mi sentirei di accordare a cuor leggero. Eppure è anche questo il merito più grande del film: raccontare di quei contrasti dimenticati, portarci dentro la Spagna contadina rosa dalla guerra civile, con i suoi volti, i discorsi politici, gli amori.

Myvincent 24/04/18 08:57 - 3217 commenti

I gusti di Myvincent

La guerra civile spagnola vista da un giovane inglese idealista e vissuta sulla sua pelle fino al punto di farlo crescere in ogni senso e diventare uomo. Il film ha la forma di un racconto a ritroso, ricostruito epistolarmente e ha l'onestà politica di soffermarsi sulle ambiguità e le contraddizioni anche all'interno della parte "rossa" anticapitalista, fra stalinismo e partigianesimo. A volte forzosa e superficiale la recitazione di qualche attore.
MEMORABILE: Il fazzoletto rosso pieno di... terra e libertà.

Daniela 23/05/22 07:33 - 11522 commenti

I gusti di Daniela

Dopo la morte del nonno, una ragazza scopre una scatola di documenti e oggetti che testimoniano la sua partecipazione in gioventù alla guerra civile spagnola... Ricostruzione di un momento di grande rilevanza storica, affrontato in modo ideologicaente schierato ma onesto in quanto abbraccia senza riserve gli ideali di libertà e eguaglianza sociale sostenuti dal fronte antifranchista mostrandone però anche le laceranti e disastrose contraddizioni al suo interno. Loach si ostina a non voler buttar via il bambino con l'acqua sporca e in questo consiste il valore politico del suo cinema.

Ian Hart HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.