Target – Scuola omicidi

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/02/09 DAL BENEMERITO PIGRO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Pigro 16/02/09 09:47 - 8105 commenti

I gusti di Pigro

Gli rapiscono la moglie e lui, ex agente segreto, ritorna all'azione insieme al figlio che ignorava il suo passato. Un discreto film d'azione, dove però l'azione più interessante e significativa non è quella (talvolta troppo spettacolare o sopra le righe) della spy-story, ma quella del rapporto tra padre e figlio. E' infatti questo il nucleo più interessante e stimolante del film, purtroppo non sempre sfruttato nelle sue potenzialità, nonostante la generosa interpretazione di Hackman e Dillon. Ma merita comunque la visione.

Tomastich 3/02/11 18:35 - 1218 commenti

I gusti di Tomastich

Situazione un po'troppo tirata per le lunghe, ma d'altronde i film di spionaggio (in questo caso in versione "lite") portano con sè una tradizione di alto minutaggio. Hackman e Dillon a volte stridono un po', ma nel complesso sono una coppia abbastanza spontanea per interpretare un padre (ex spia della CIA) e un figlio all'oscuro di tutto. Troppo leggero per far breccia nel pubblico spy-oriented, troppo "pesante" per un pubblico Gotch-esque.

Didda23 23/08/13 00:18 - 2305 commenti

I gusti di Didda23

Dal punto di vista spionistico, il plot riserva ben poche emozioni e sorprese per colpa di un tessuto narrativo che ripercorre situazioni trite e ritrite. Inaspettatamente colpisce l'evolversi del rapporto padre/figlio davvero raccontato con gusto e consapevolezza. Penn mostra di saper muovere egregiamente il mezzo e le poche scene action offrono un alto grado di suspense. A nobilitare il girato ci pensano il vecchio Gene e il giovane Dillon (all'epoca sulla cresta dell'onda grazie al notevole Rusty il selvaggio). Non male, ma nulla più.

Piero68 28/01/14 08:59 - 2793 commenti

I gusti di Piero68

Al di là del sottotitolo italiano, francamente incomprensibile e fuorviante, il film poggia su solide basi in cui il vero core sta nel rapporto padre-figlio, rapporto ottimamente interpretato da un Hackman in buona forma e da un giovane Dillon ancora sulla cresta dell'onda. Anche la spy story che fa da contorno è tutto sommato potabile e abbastanza credibile, per quanto lo possano essere queste storie. Non una genialata ma sicuramente ha spunti molto interessanti. Piuttosto ignorato da critica e pubblico, meriterebbe una riscoperta.

Rambo90 28/03/17 01:02 - 6525 commenti

I gusti di Rambo90

Efficace miscela di spionaggio e rapporto familiare padre-figlio, con un Hackman in palla e un Dillon discreto contraltare. La regia di Penn è un po' lenta in alcuni frangenti, ma la storia si fa seguire e alcune spruzzate di ironia alleviano i passaggi più banali. Ci sono qualche buona sequenza action, un plot intricato il giusto e nel complesso una buona messa in scena. Non superlativo ma davvero godibile.

Daniela 26/11/20 18:53 - 9847 commenti

I gusti di Daniela

Dopo il rapimento della madre durante una vacanza in Francia, un ragazzo scopre che il padre, da lui ritenuto un "mollaccione", è un ex agente della CIA con conti in sospeso... Spy story intrecciata ad un confronto intergenerazionale che richiede il superamento delle diffidenze reciproche: la prima è movimentata ma poco avvincente, il secondo penalizzato dallo scarso feeling tra il rodato Hackman e l'acerbo Dillon, entrambi pagano pegno ad una banalità di fondo della sceneggiatura non riscattata dalla regia di mestiere ma qui poco ispirata di Penn. Deludente, visti i nomi in campo. 

Matt Dillon HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Tomastich • 3/02/11 18:10
    Call center Davinotti - 120 interventi
    sarebbe più carino, nel contesto generale del sito, di inserire la locandina originale e non il rifacimento.
    Ultima modifica: 3/02/11 18:48 da Zender
  • Discussione Zender • 3/02/11 18:49
    Consigliere - 43949 interventi
    Ok, in questo caso l'ho cambiata, ma non è che si mette sempre la locandina cinematografica. L'importante è che la locandina sia quella del film giusto (e questa lo era).
  • Discussione Tomastich • 6/02/11 10:38
    Call center Davinotti - 120 interventi
    ah ok, siccome generalmente mi ero imbattuto in locandine originali, pensavo non l'avessi trovata. E diciamolo, le locandine originali erano imbattibili :)
  • Discussione Zender • 6/02/11 10:41
    Consigliere - 43949 interventi
    Certo, son d'accordo. Il fatto è che magari al tempo non l'avevo trovata, non si trovava, non ne ho idea... Per cui non è che adesso possiamo sostituire tutte le locandine non originali con quelle originali. Tutto qui.