Superhero - Il più dotato fra i supereroi

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Superhero Movie
Anno: 2008
Genere: comico (colore)
Note: Aka "Superhero - Il più dotato dei supereroi" o "Superhero - Il più dotato tra i supereroi"
Numero commenti presenti: 19
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Fa sempre piacere ritrovare Leslie Nielsen in un demenziale, anche se ormai pare che nessuno abbia più il coraggio di assegnargli la parte del protagonista (disgraziatamente, visto che le sue continuano a essere le parti migliori). Ha in tutto cinque o sei scene nel ruolo dello zio del giovane supereroe (Drake Bell) al centro della storia, eppure lascia ancora il segno. Merito anche, va detto, di un copione meno squallido del previsto. Certo, gli Zucker sono ancora lontani (anche se il regista Craig Mazin è tra gli sceneggiatori di SCARY MOVIE 3 e 4), ma se non altro non c’è quel senso di triste abbandono...Leggi tutto presente nelle serie parallele arrivate oggi al 3CIENTO. Il film da parodiare è questa volta uno solo, lo SPIDERMAN di Raimi, e lo si fa con discreto gusto, anche se non si riesce purtroppo a evitare scadimenti gravi che riportano spesso la pellicola a livelli molto bassi con scurrilità evitabili. La sceneggiatura, ancorché ricca di battute talvolta centrate (geniale il messaggio via internet che appare e scompare causa danneggiamento lasciando solo sentire parole isolate come “culo” o “coppa” e si conclude con un laconico “e con questo sai tutto!”), è comunque mediocre e la regia (sempre di Mazin, che è quindi autore unico del film e torna ai supereroi dopo il suo esordio con THE SPECIALS) decisamente insufficiente. Considerate le potenzialità è un peccato, perché si capisce che è comunque un passo avanti rispetto alla bassissima media degli ultimi tempi. Leslie, anzi, ha qualche scena in cui supera le sue ultime performance e fa capire come si sarebbe potuto puntare decisamente più in alto. Forse si è troppo convinti che al pubblico di oggi sia da servire un umorismo semplice che non può prescindere dalle scorregge (e qui ce n’è alcune di devastanti). L’uomo clessidra cui dà il volto il simpatico Christopher McDonald è mal sfruttato, a testimonianza di un soggetto che non sempre sa dove sia meglio colpire e come.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/05/08 DAL BENEMERITO MASCHERATO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 20/05/08
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mascherato 20/05/08 01:21 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Dopo gli scempi dell'accoppiata Friedberg/Seltzer (quelli di Epic Movie, di Hot Movie, di Scary Movie - i primi due, sopravvalutatissimi! - e di - ahhhh! - 3ciento), anche Superhero, che non è certo esilarante, riesce a risollevare il morale dei fan dello spoof, negli ultimi tempi abbastanza giù. Il collegamento ai gloriosi tempi degli Zucker è dato dalla presenza di Nielsen e, in un cameo, di Robert Hays, ma sono le gag (alcune) a cogliere nel segno. In particolare quelle dell'H2O9, di Tom Cruise ed il rimpiattino tra Dragonfly ed Hourglass.
MEMORABILE: Tom Cruise: "L'uomo libellula? Ma non sa neanche volare. Io so volare", Tg: " Lutto nel mondo dello spettacolo. È morto Tom Cruise, non sapeva volare".

Redeyes 28/05/08 16:23 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Quanta tristezza nel veder Leslie Nielsen, il genio, alle prese con tali ridicole parodie! Si fa il verso a Spider-man, a tratti si inserisce qualche gag divertente, spesso s'infarcisce il tutto con SCURRilità noiose e per di più c'è pure una, a tratti, PETulante Marion Ross. La pellicola è breve e non è un demerito; anzi questo, forse, la salva un po'. Io non la consiglierei, ma se proprio volete farvi due risate guardatevi il trailer: il meglio è già tutto lì!

Lovejoy 12/07/08 14:43 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Non è certo un capolavoro imperdibile ma assolve al suo compito primario, quello di divertire, che è ciò che conta in questi casi. Certo, qua e là ci si affida a gag che paiono copiate da un film con Vitali protagonista (emblematica la scena che vede per protagonista la rediviva Marion Ross) ma, nonostante ciò, ci si diverte, il ritmo è buono e il cast azzeccato. Grande al solito Leslie Nielsen, che alla fine si divora il film. Grande cameo di Jeffrey Tambor nel ruolo del medico dell'ospedale. Diversi i momenti da ricordare.
MEMORABILE: Lo Zio Albert di Nielsen vale da solo il film; Jeffrey Tambor; Tom Cruise; Robert Hays; il funerale; il finale sul tetto.

G.Godardi 18/08/08 18:35 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Il produttore è lo stesso dei primi film dei ZAZ e uno di loro è pure coinvolto nel progetto. Già questo è uan garanzia che non ci troviamo in presenza delle solite parodie mercenarie usa e getta. Più che una parodia sui supereroei è un vero e proprio remake parodistico del primo Spider-man targato Raimi. Funziona molto bene per tutta la prima metà, poi purtroppo si affloscia e perde mordente (il prefinale addirittura è una rimasticatura di quello del terzo Naked Gun). Alcune gag comunque vanno a segno.

Stubby 11/03/09 15:49 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Non è il mio genere ed infatti non mi ha entusiasmato più di tanto, però ammetto che ci sono più situazioni divertenti che strappano risate. Tanti camei di volti noti. Stavolta a essere parodiato è lo Spiderman di Raimi, ma ci sono altre sequenze che ricordano vari film.

Puppigallo 2/05/09 09:42 - 4497 commenti

I gusti di Puppigallo

Quando si equivalgono, quantità di scemenze e buone gag, ne scaturisce una pellicola demenziale di medio livello come questa. Qui abbiamo una miscellanea di Spiderman, Batman e X-Men, con un protagonista passabile e un Nielsen, che anche senza grandi battute, fa comunque ridere (basta la presenza). Come dicevo, di buone gag ce ne sono (la foto col flash che incendia un pappagallo; "Questo è sangue da tosse sana"; La vecchietta spinta nel tritatronchi; Il nome del cattivo "L'Uomo Clessidra"; Starnut, che quando starnutisce, fa scoppiare le teste). Bisogna però subire anche parecchie cretinate.
MEMORABILE: Nielsen alla moglie: "Le tue cosce sembrano ricotta che qualcuno ha vomitato sull'asfalto".

Ale56 2/07/09 20:58 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Direttamente dagli ultimi due film della saga più demenziale del 2000, lo sceneggiatore Craig Mazin dirige Superhero, citando quasi tutti i film di supereroi (lo spunto di partenza è Spiderman di Raimi) e recupera gran parte degli attori di Scary Movie 3 (mancano purtroppo Charlie Sheen, Anna Faris e Queen Latifah): ritroviamo il brillante Nielsen (le sue battute sono le migliori), ci sono piccole comparse per Regina Hall, la Anderson, Kevin Hart e Simon Rex. Divertente e migliore rispetto a Disaster Movie, con una buona regia assicura molte risate.
MEMORABILE: Prenderemo una scorciatoia nel parco giochi, "Dove troverò migliaia di persone tutte insieme"; I discorsi del medico e una volta al mese...

Ilfigo 22/10/09 15:17 - 75 commenti

I gusti di Ilfigo

Mi sono apprestato a vedere questo film con la classica puzza sotto il naso, ma devo dire che tanto male non è. Non è Scary movie (i primi due) ma tutto sommato si ride. Leslie Nielsen è pazzesco nella parte del nonno del protagonista, così come la nonna.

Rambo90 14/03/10 19:23 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Ennesimo film demenziale sulla scia di Scary Movie. Questa volta sono presi di mira i film sui supereroi e in particolare Spiderman. Se non fosse per la presenza del grandissimo Nielsen il film sarebbe da buttare: volgarità a iosa, battute cretine e personaggi che non vanno da nessuna parte; Zucker ricicla pesantemente se stesso e le varie pallottole spuntate. Da vedere solo in caso di lobotomia.

Galbo 17/03/10 07:23 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Parodia di Spiderman (ma questa volta il protagonista Rick Riker viene punto da una libellula geneticamente modificata), Superhero non è certamente l'esempio migliore del genere ma neanche il peggiore. Riesce infatti a strappare qualche risata anche al più scettico degli spettatori, grazie anche alla presenza nel cast di un ottimo caratterista come Nielsen. Certo, la sceneggiatura è piuttosto mediocre ma ci si accontenta.

Funesto 12/07/10 23:45 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Mancava davvero una parodia per i supereroi Marvel e mi chiedo perché non l'abbiano mai fatta prima. O forse c'è ma mi sfugge. In questo film il livello delle gag è (inevitabilmente) infimo: non mancano infatti i rumori corporei (ma la scena dove sono sfruttati è riuscitissima) e volgarità sessuali piuttosto infantili. La confezione è decisamente buona e il cast ha bravi attori come l'onnipresente Nielsen (che però avrei preferito in un altro ruolo). In fondo è un film godibile e che fa ridere (non è poco), però non merita la sufficienza piena.
MEMORABILE: Il Dalai Lama pestato a sangue col Papa che riprende tutto col videofonino; il paralitico che cade dal grattacielo alla fine sussurrando "cazzooo...".

Belfagor 16/08/10 15:06 - 2621 commenti

I gusti di Belfagor

Qualche buon momento c'è (garantito, nella maggior parte dei casi, da un Nielsen che pare appena uscito dalla cara vecchia centrale di polizia), ma nel complesso il film è assai modesto, con delle sgradevoli cadute di stile che ci si aspetterebbe dalla "premiata" coppia Friedberg/Seltzer. Se ci si concentra sulle parti buone si ride, in certi casi parecchio, ma bisogna anche sorbirsi un numero considerevole di sciocchezze. Non scompare il dubbio che si potesse fare molto meglio.
MEMORABILE: Il messaggio web di Xavier; il freestyle sul muro (mortificato dal passaggio di un gatto).

Pigro 31/08/12 09:08 - 7730 commenti

I gusti di Pigro

Parodia demenziale di Spider-man e, più in generale, delle saghe dei supereroi. Tra battute e battutacce, gag e slapstick, politicamente scorrettissimo, con buona abbondanza di chiavi comiche goderecce o chiassose da teenager ma senza mai scadere eccessivamente nel volgare, il film ha momenti davvero divertenti (soprattutto se si ha in mente l’originale) grazie ad alcune trovate che riescono a strappare più di una risata, sia pure in mezzo ad altre più banali. Nielsen in secondo piano, ma impagabile.

124c 11/10/12 16:49 - 2762 commenti

I gusti di 124c

La tentazione di fare una parodia dello Spider-man di Sam Raimi doveva essere troppo forte, visto che s'è fatta in fretta (e con Leslie Nielsen e Marion Ross nei ruoli degli zii, persino). Non bastava l'espressione da pesce lesso che aveva Tobey Maguire nell'intera trilogia ragnesca, bisognava sorbirci anche quella del suo clone, che lo imita alla perfezione. E' un po' come Ralph Supermaxieroe, famoso serial-parodia di Superman, solo in versione Scary movie. Grazie alla già citata presenza di Leslie Nielsen questo film-nullità vale qualche cosa. Da due.

Ultimo 8/03/15 10:37 - 1348 commenti

I gusti di Ultimo

Classico film comico-demenziale americano, questa volta mirato alla satira di Spider-man (ma qui il protagonista/ragazzino viene punto da una libellula...); certo siamo al cospetto di un filmetto dal quale non ci si può aspettare molto, ma la presenza di buone gag e di un discreto cast (Nielsen chiaramente superiore a tutti) lo rendono un lungometraggio con un suo perché.

Gabigol 25/04/18 09:01 - 411 commenti

I gusti di Gabigol

Da grandissimo detrattore del filone alla Scary movie, devo dire che il film risulta a sorpresa potabile. Oltre all'ottimo Nielsen, che riscatta il tutto con la sola presenza, vanno segnalati dei momenti piuttosto riusciti che si alternano a sciocchezze di dimensioni pantagrueliche per evitare che il film vada oltre la soglia della decenza. Rimane un filmetto senza arte né parte, ma le volgarità sono tutto sommato frenate e qualche sorriso, nella confusione generale, riesce anche a strappartelo.
MEMORABILE: L'idrante dal tetto; Sangue da tosse sana; La lumaca sulla gamba; Il cane appeso al guinzaglio; "Questo taglia anche i diamanti!"; Nonna sul divano.

Kinodrop 24/05/19 20:04 - 1461 commenti

I gusti di Kinodrop

Sarebbero necessari dei superpoteri per riuscire a digerire questa commediola che parodizza in malo modo un classico dei supereroi. Saccheggiando da pellicole consimili, Mazin ci rifila tutto il magazzino di battutacce e gag un po' troppo fini a se stesse senza raggiungere lo scopo di una vera satira che non sia solo citazionismo. Detto ciò, la confezione non è sgradevole (se non si va troppo per il sottile) anche per la vivacità del cast, su cui primeggia un Nielsen sempre bravo ma fuori parte. Nel genere ironico demenziale si è visto ben altro.

Fabbiu 25/08/19 22:10 - 1930 commenti

I gusti di Fabbiu

Parodia in chiave demenziale dello Spider-man di Raimi, divertente, con un ritmo frizzante e ben congegnata nel modo in cui stravolge tutti gli elementi della trama dell'originale. Peccato però che il più delle gag si facciano ripetitive (solite botte e incidenti a profusione) o piuttosto banali. Ci sono dei momenti piacevoli (su tutti Leslie Nielsen ancora comicissimo ma anche lo stesso sfortunato protagonista che si scopre Uomo libellula) ma alternati ad altri decisamente poco curati e alla lunga stancanti. Ok per ingannare il tempo.
MEMORABILE: L'origine dell' acquisizione dei poteri.

Ryo 29/04/20 23:53 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

In un periodo in cui Adam Seltz e Jason Friedburg dominavano in negativo il cinema con una serie di film parodistici che finivano con "movie", spicca questa commedia niente male. Piuttosto divertente, anche se incostante nella sua comicità, ma la maggior parte delle gag riescono a strappare risate, specialmente se si conoscono i film cui s'ispirano. Il cast, con alcune eccezioni, figura bene. Il tempismo comico di Drake Bell è impressionante, così come quello della leggenda della parodia Leslie Nielsen.
MEMORABILE: "Questo libro spiega cosa può succedere! Allora... 'Continui sbalzi di umore, ritenzione idrica e una volta al mese ti sanguinerà la vagina'...".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Redeyes • 28/05/08 16:27
    Contratto a progetto - 837 interventi
    Impossibile non notare la vergognosa scena finale, copiata pari pari, da Una pallottola spuntata, dove, tuttavia, lì, volava O.J. Simpson a margine di un capolavoro della comicità demenziale, e non a conclusione di una sgangherata parodia di Spider-man! Ulteriore fitta al cuore se la mano che spinge la carrozzina è un certo Leslie Nielsen!
  • Discussione Zender • 28/05/08 17:17
    Consigliere - 43513 interventi
    Redeyes nelle curiosità del filme ebbe a dire:
    Impossibile non notare la vergognosa scena finale, copiata pari pari, da Una pallottola spuntata, dove, tuttavia, lì, volava O.J. Simpson a margine di un capolavoro della comicità demenziale, e non a conclusione di una sgangherata parodia di Spider-man! Ulteriore fitta al cuore se la mano che spinge la carrozzina è un certo Leslie Nielsen!
    Sì, effettivamente è impossibile non notarlo e anzi credo si tratti proprio di un omaggio da parte di un regista che con Zucker ha collaborato molto a partire dai due ultimi Scary movie. Certo siam tutti d'accordo: la pallottola è inarrivabile, superhero non può essergli paragonato...
  • Discussione Redeyes • 29/05/08 18:33
    Contratto a progetto - 837 interventi
    Si, sul fatto che sia voluta non si discute, magari un omaggio, può essere, a sua volta, il mio disappunto era solo visivo, evocativo, diciamo.
    Il paraplegico, invece, ha una certa somiglianza con quello di American Dad! il cartone, o sbaglio?
  • Discussione Zender • 29/05/08 18:43
    Consigliere - 43513 interventi
    Purtroppo conosco American Dad solo di nome e non saprei dire... Comunque il personaggio in sè non è male...
  • Homevideo Zender • 21/10/08 10:20
    Consigliere - 43513 interventi
    Esce il 23 ottobre 2008 per la Medusa questo demenziale che in confronto al recente DISASTER MOVIE ci fa la figura del classico senza tempo!
    Audio: Ita.5.1
    Video: 16:9/1.85:1
    Extra: Il cast + L'arte della parodia + Scene tagliate + Finale alternativo + Trailer
  • Curiosità Puppigallo • 2/05/09 09:56
    Scrivano - 502 interventi
    Come curiosità, posso anticipare che molti di quelli che guarderanno questo film, spesso alzeranno gli occhi al cielo, causa battutte di livello bassino, ma devo ammettere che quando il ragazzo cerca un'auto a poco prezzo, digita su internet 300 dollari e gli compare la "Nissan Cesso", ho riso non poco. Come anche quando, sempre il protagonista, fa notare allo scienziato che manca una libellula e questi gli risponde: "E che sarà mai; la settimana scorsa ho perso sei tigri".