Superfantozzi

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1986
Genere: commedia (colore)
Note: Sequel di "Fantozzi".
Numero commenti presenti: 49
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Probabilmente il peggiore fra tutti i film della saga fantozziana (anche a detta dello stesso Villaggio che ricordò quanto stancamente e senza voglia fu girato), e questo nonostante l'insperato ritorno dell'unica, vera Pina (Liù Bosisio) e di alcune trovate senza dubbio geniali. L'idea di fondo, di raccontare alcuni importanti capitoli della storia dell'uomo attraverso la distorta ottica fantozziana, era potenzialmente ottima. E va detto che l'incipit con Fantozzi come Adamo riuscito male schernito dalla coppia (giusta) Luc Merenda/Eva Lena (che ritorneranno in ogni episodio nel ruolo di belli e vincenti) contiene alcune chicche esilaranti. Purtroppo Villaggio è evidentemente in scarsa vena, schiavo della classica balbuzie caratteristrica...Leggi tutto del personaggio e lasciato in balia di se stesso. Basta vedere le due squallide parentesi successive (fortunatamente brevi): nella preistoria a cacciare pterodattili e nell'Antica Grecia durante la battaglia di Maratona. Segue invece l'episodio migliore, in Giudea ai tempi di Cristo, dove il nostro è l'erede naturale del defunto Lazzaro. Ma c'è Gesù nei paraggi... Le trovate migliori sono qui, anche se non ci vengono risparmiate avvilenti cadute di gusto. Si prosegue con l'episodio più lungo, ai tempi delle crociate: prima i problemi con la cintura di castità, poi il ritrovamento di Excalibur e il conseguente desiderio di combattere in torneo per l'amore della bella Eva Lena. Il lungo torneo è forse il momento peggiore del film, lento e risaputo. Seguono tre brevissimi episodi-barzelletta: in Inghilterra con Robin Hood, in Francia durante la Rivoluzione, nel 1870 a Porta Pia, dove Fantozzi ha appena acquistato un appartamento. Ecco poi la riproposizione della corsa ciclistica di FANTOZZI CONTRO TUTTI rivista nel Regno d'Italia: al posto di Cobram c'è il potente Balabam (Merenda), al posto del ciclismo il canottaggio, ma è quasi un remake, anticipato dalla classica gag dell'interrogatorio con parole astruse che vanno definite. Piccolo break con i primi spettacoli cinematografici (il treno in corsa) e si va in Giappone, dove Tozzi-Fan è scelto come kamikaze per l'attacco a Pearl Harbor: un episodio accettabile valorizzato da un Villaggio che finge con successo gli occhi a mandorla (se ne ricorderanno i Vanzina per BANZAI). Prima c'era stato già un brevissimo Fantozzi aviatore e una parentesi malriuscita nell'America del proibizionismo. Ed eccoci al presente, con Fantozzi e Filini che vanno allo stadio per vedere Italia-Scozia e nel tragitto si scontrano col bus dei britannici, col quale ingaggeranno una lunga battaglia che è una geniale rivisitazione di un attacco pirata, con tanto di cannoni, sportelli levatoi e arrembaggi. Chiusura con Fantozzi e famiglia nel futuro, episodio ben scenografato ma ben poco divertente. Con tutto il cast storico a disposizione (eccetto la coppia Silvani/Calboni, che avremo sicuramente visto meglio al posto degli insulsi Lena/Merenda) e la sceneggiatura di Benvenuti e De Bernardi era lecito aspettarsi di più. Invece SUPERFANTOZZI è noioso, scialbo e con un protagonista in affanno. D'accordo, ogni tanto si ride, qualche aggancio indovinato alle disgrazie del passato (Hiroshima, Titanic...) funziona, si nota un certo dispendio di mezzi ed effetti, ma la regia è scadente.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 9/03/07 22:57 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Purtroppo non c'è più Salce alla regia e si vede. Cominciano anche a scarseggiare le idee e quindi ci si inventa una dinastia fantozziana attraverso i secoli. Nonostante non sia paragonabile ai primi capitoli, alcune battute sono veramente esilaranti: da Robin Hood a Excalibur passando per la battaglia di Maratona. Godibile.

Undying 3/08/07 18:04 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Ritorna, nei panni di Pina, per l'ultima volta Liù Bosisio. Per il resto, la trovata di far rivivere in eterno, senza fine, la disgrazia e la iella (sancita sin dal peccato originale sulla testa del "primo -malriuscito- uomo") al personaggio fantozziano, destinato a reincarnarsi in epoche storiche differenti (ma che contemplano l'inizio dei tempi sino al sempiterno) assume valenze di metempsicosi surreale. Nonostante sia la quinta escursione del ragioniere più sfortunato del Mondo, il divertimento è garantito dall'ottima messa in scena.
MEMORABILE: L'annuncio della vittoria della battaglia di Maratona: 42 km di corsa. Valido esempio del detto "chi non ha testa ha gambe"...

Galbo 30/09/07 21:58 - 11387 commenti

I gusti di Galbo

Penosa caduta di stile della saga fantozziana che dopo i primi due episodi pienamente riusciti ha iniziato una caduta di stile di cui Superfantozzi rappresenta uno dei punti più bassi. L'idea dello sfigato attraverso i secoli poteva essere buona; il problema è che il film manca totalmente di azzeccate trovate comiche che non siano quelle della solita volgarità trita e ritrita e lo stesso Villaggio mostra la corda come attore; anche la stessa regia di Parenti lascia a desiderare e si rivela piattamente televisiva.

Il Gobbo 29/09/07 17:37 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

L'idea è buona: Fantozzi non è un personaggio storico, la cui vicenda ha un inizio e una fine, ma piuttosto un Archetipo, che attraversa le ere e i secoli con immutabile sfiga: ne viene fuori un barzelletta-movie cui, per attingere la statura di classico, manca un budget più pingue, che in qualche caso avrebbe consentito una messa in scena più adeguata, e un'inventiva meno altalenante nell'ideazione delle gag. Ce n'è comunque d'avanzo per divertirsi e collocare Superfantozzi nella zona Uefa del ciclo.

Fabbiu 17/11/07 00:49 - 1933 commenti

I gusti di Fabbiu

L'ho sempre sottovalutato e poco considerato, tra i film della serie. A rivederlo oggi però lo apprezzo particolarmente; sebbene Villaggio maltratti l'interpretazione del Fantozzi a cui (prima di questo) eravamo abbituati, le ricostruzioni delle varie epoche sono molto graziose. In particolare apprezzo l'episodio in cui Gesù causa disgrazie a Ugo. Interessante poi la ruota/sollevamento pesi che dall'età della pietra viene ereditata di secolo in secolo. Purtroppo molte gag non sanno del Fantozzi satirico dei primi film, ma certe idee brillanti ci sono ancora.
MEMORABILE: "Excalibur, imbecille!"

Redeyes 29/01/08 09:51 - 2144 commenti

I gusti di Redeyes

Certamente guardandolo non è che ci si alzi dalla sedi e si vada via, ma nemmeno si può dire sia un capolavoro. Un Fantozzi in declino che continua sulle sue memorabili gag, ma qui è ormai netto il passaggio dal ridicolo (dei primi due Fantozzi) che serviva per evidenziare l'infima essenza dell'uomo, ad un assurdo che deve solo, ormai, far botteghino o al più far ridere. Inutile dire che sarà questo il trend dei successivi film, sempre meno acuti, sempre più tristi. Qualche sketch ancora memorabile.
MEMORABILE: "Pina... dodici anni!"

Homesick 31/01/08 17:26 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Dall’Eden alle ere future, Fantozzi si rivela l’uomo più iellato di tutta la Storia e persino l’avvento di Cristo gli arreca danni… Sciatto ed estenuante ai limiti dell’inguardabile, anche a detta di Villaggio costituisce l’episodio peggiore della saga, nonostante la premessa antropologica (l’idea che tutte le società siano da sempre divise in eterni vincenti ed eterni perdenti) e qualche celeberrima scenetta (l’orticello, Excalibur, la cintura di castità, Porta Pia).

Lovejoy 22/02/08 16:10 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Capitolo speciale della saga del ragioniere. Ben scritto e ben diretto, si avvale di un buon ritmo, di gag molto divertenti e di attori in forma smagliante. Su tutti, ovvio, la indimenticata coppia Villaggio/Reder. Da ricordare: l'episodio di Lazzaro; Excalibur; la prima proiezione; la rivoluzione francese; Porta Pia; la gara di canotaggio e per finire Fantozzi e Filini in viaggio verso lo stadio.
MEMORABILE: "Furono raccolti da una nave di passaggio: il Titanic!!!"

Ciavazzaro 26/05/08 16:13 - 4763 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Sfortunatemente uno dei capitoli peggiori (il più brutto è l'ultimo), della serie. Si parte con una buona idea di base, ma la messa in scena è molto modesta e le gag non fanno altro che riciclare quella dei vecchi film (ad esempio il colloquio con Luc Merenda nell'episodio delle gondole è copiato pari pari da quello con Paul Muller in Fantozzi Contro tutti). Evitabile, solo per appassionati.

Cangaceiro 29/05/08 17:38 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Questa volta proprio non ci siamo! Voler realizzare questo film è stato il classico passo più lungo della gamba e, così come accadrà in futuro, Neri Parenti si dimostra un regista incapace di gestire copioni appena più "impegnati" rispetto alla solita commedia. Deportare Fantozzi dal suo habitat naturale (ovvero la Megaditta ed il suo ambiente impiegatizio) è una contraddizione in termini e l'infinito pellegrinaggio attraverso i millenni ben presto stanca. Villaggio si salva col suo grande mestiere. Evitabile.
MEMORABILE: Fantozzi rivoluzionario francese si autoevira con la ghigliottina.

Flazich 8/06/08 20:32 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Una semplice riproposizione delle gag che hanno reso famoso il ragionier Ugo Fantozzi; personalmente non penso possa essere sufficiente. Così tutto appare prevedibile, scontato e "già visto". Talvolta si strappa la risatina ma siamo lontani dai fasti dei primi due "Fantozzi", in cui le disavventure di Paolo Villaggio rappresentavano la metafora della difficile condizione sociale dei lavoratori italiani degli anni 70. Ormai questo personaggio non ha più motivo di essere rappresentato.

Cotola 11/06/08 13:49 - 7525 commenti

I gusti di Cotola

L'idea di partenza era interessante: rivisitare alcuni tra i più importanti fatti storici di sempre ed alcuni celebri miti affindandoli ai panni del ragioniere più famoso, sfortunato ed umiliato d'Italia. La realizzazione però delude le attese a causa di una regia assolutamente incolore e di soprattutto di una sceneggiatura piuttosto approssimativa che saccheggia senza fantasia i precedenti film di Fantozzi senza perciò risultare mai originale e, purtroppo, nemmeno divertente. Tuttavia non è il peggior Fantozzi di sempre. Solo per aficionados.

Renato 7/07/08 15:15 - 1557 commenti

I gusti di Renato

Ancora divertente, anche se tecnicamente è davvero pietoso... girato in gran fretta, con scenografie spesso squallide che dovrebbero dare l'idea dei vari periodi storici in cui si muovono Fantozzi e i suoi, riesce comunque a regalare alcuni momenti divertenti. Pessimo il finale ambientato in un futuro ipotetico da barzelletta involontaria, ma c'è da dire che di qui a pochi anni Villaggio ci regalerà di peggio, purtroppo.
MEMORABILE: Il ritorno di Fantozzi dalle crociate dopo 12 anni di astinenza assoluta.

Pigro 13/12/08 19:07 - 7789 commenti

I gusti di Pigro

Fantozzi fra le epoche, dalla creazione al futuro, passando per vari momenti storici. Il film sancisce il passaggio del personaggio da perno di una satira sociale paradossale e grottesca, capace di cogliere alcuni aspetti della realtà, a maschera svincolata dal suo contesto. Ma senza il suo contesto a Fantozzi non rimane altro che la banale reiterazione di quelle due o tre gag sempre uguali, con crescendo di volgarità gratuita. E alla fine, oltre che prevedibile, può essere noioso.

Herrkinski 26/02/09 23:38 - 5138 commenti

I gusti di Herrkinski

Stanco tentativo di rinvigorire la serie. Sembra quasi un instant-movie girato sull'onda del successo dei precedenti (e molto più riusciti) episodi, visti gli scarsi mezzi e la messa in scena semi-improvvisata, ma in realtà sono passati 3 anni dal precedente. Era quindi lecito aspettarsi molto di più, ma bisogna accontentarsi di un filmetto ad episodi che ripercorre la storia di Fantozzi nei secoli, perseguitato dalla sua proverbiale sfiga. Qualche battuta e qualche scena riuscita ci sono, ma si ride a denti stretti.

Tarabas 26/05/09 11:20 - 1702 commenti

I gusti di Tarabas

Non avendo più uno straccio di idea, Villaggio e soci si aggrappano nientemeno che al film a episodi stile anni '70 per evitare di abborracciare una storia di un'ora e mezza. Unica scenetta divertente (perché siamo al livello delle scenette da recita di fine anno scolastico) quella di Robin Hood, che ruba al ricco per dare al povero Fantozzi e subito dopo lo deruba, essendo diventato lui il ricco. Veramente triste e si nota guardando come è recitato dagli attori, in primis Villaggio.

Disorder 6/12/09 14:02 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Difficile da giudicare, in quanto alterna gag riuscite a momenti di noia. Ritorna la mitica Pina dei primi episodi, c'è sempre il grande Gigi Reder come spalla e qualche risata è assicurata. Noiose le parti nella Preistoria e nel futuro, ottime invece le gag nel periodo di Cristo e il lungo episodio medioevale; la migliore è forse quella di Robin Hood. Fantozzi è ormai da tempo una semplice macchietta di sfigato cosmico, qui il personaggio viene spremuto fino all'osso con risultati alterni. Medio-buono...
MEMORABILE: "Lasciate che i pargoli vengano a me..." (e loro corrono da Gesù distruggendo il raccolto di Fantozzi!)

Daidae 6/12/09 11:45 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Originale idea di mostrarci Fantozzi attraverso i secoli. Nei ruoli ovviamente di perdente, divertente parodia ma le battute sono trite e ritrite (uno dei motivi del decadimento della serie). Nel cast benissimo Villaggio e la Bosisio (la vera signora Pina), mentre Merenda totalmente inespressivo è in uno dei peggiori ruoli della sua carriera. Tutto sommato non è male.
MEMORABILE: Tozzi.. fan!

Pinhead80 14/12/10 12:08 - 3951 commenti

I gusti di Pinhead80

Questa volta il nostro amato Paolo Villaggio (alias rag. Ugo Fantocci... Fantozzi pardon!) si ritrova a percorrere tutte le fasi della storia nell'ordine cronologico canonico, dalla preistoria al futuro. Le gag sono parecchie e si ride moltissimo. Tra tutte vale la pena ricordare quella del resuscitato Lazzaro e la Rivoluzione francese. Una buona variazione sul tema fantozziano.

Il gipeto 17/05/10 21:34 - 14 commenti

I gusti di Il gipeto

Film che costituisce un corpo estraneo nella saga. Idea simpatica: ripercorrere la storia dell'umanità con protagonista il sempre umiliato Fantozzi. Quando ero bambino lo consideravo il più divertente, ora invece vedo tutti i difetti ineliminabili del film: togliere Fantozzi dall'ambiente di lavoro è come mettere un pinguino in un deserto: non va. Filini non riesce ad essere la solita strepitosa spalla, inoltre sono senz'arte ne parte i "capi": Merenda e socia. Finale bruttissimo.

Satyricon 27/08/10 00:10 - 147 commenti

I gusti di Satyricon

Sicuramente è uno dei film Fantozziani che preferisco di più. Nonostante non riesca a tenere alti i livelli di umorismo ed attenzione per tutta la durata del film, annaspando in qualche episodio, si fa ricordare per alcune gag come quella di Excalibur e L'epoca di Gesù. Villaggio ha perso smalto e fatica a ripetere se stesso. Nonostante tutto lo trovo ancora un valido capitolo della saga, piacevole da vedere. Mitico!
MEMORABILE: "Escalabar, Escansala, Eschizibur, Escansa..." Mago del lago: "Excalibur imbecille!" "Decubitus, Trumbuls, Escambi..." Mago del lago: "Excalibur imbecille!"

Ale nkf 7/02/11 19:16 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Il peggiore Fantozzi in assoluto. Nonostante Fantozzi sia in sè una saga intramontabile, Superfantozzi è l'episodio più anomalo e meno riuscito. Lo stesso Paolo Villaggio non sembra in forma e anche se c'è il ritorno della vera Pina (Liù Bosisio) il film non funziona. Si salva (se così si può dire) la parte moderna con un ritorno al classico Fantozzi oberato di lavoro, ma che trova il tempo di recarsi allo stadio. Per di più manca anche la Mazzamauro...

Dengus 13/02/11 13:56 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Il primo passo falso della saga, che però ci farà ancora gustare una parte degli antichi fasti con Fantozzi va in pensione e Fantozzi alla riscossa, lontani dai Fantozzi di Salce ma comici e con risvolti amari. Qui torna la Bosisio per l'ultima volta, c'è sempre Filini (più defilato che in altri episodi) e poi Luc Merenda e l'anonima, seppur bellissima ,Eva Lena; assente per la seconda volta la Silvani (Mazzamauro). Da amante della saga, è l'unico episodio che disdegno, tanto da preferirgli addirittura l'ultimo episodio del 2000.

Daniela 13/02/11 15:07 - 9402 commenti

I gusti di Daniela

L'idea di partenza, quella di mostrare lo sfigato cronico attraverso i secoli, poteva anche essere carina ed in effetti qualche occasione di riso nel mezzo si trova (come Fantozzi che festeggia per la dipartita del ricco zio Lazzaro o l'arrivo del treno), però è come cercare aghi nel pagliaio di un film brutto e raffazzonato, con episodi solo abbozzati ed altri tirati per le lunghe oltre il sopportabile. Anche Villaggio sembra svogliato, anche se a fargli da spalla c'è, oltre al fido Reder/Filini, la "storica" moglie Bosisio/Pina. Mediocre.

Il Dandi 19/03/11 14:10 - 1777 commenti

I gusti di Il Dandi

Esclusi i primi due capitoli, lo trovo il migliore del "nuovo" ciclo anni '80. L'idea di ripercorrere la storia dell'umanità attraverso la sua figura di perdente consacra Fantozzi, casomai ce ne fosse stato bisogno, come una delle più grandi maschere della comicità italiana. Certo, l'episodio contemporaneo è di routine e quello del duello medievale un po' troppo lungo; però tutta la parte biblica, quella preistorica, quella ellenica e quella ottocentesca sono notevolissime. Luc Merenda è sempre a suo agio. Non male **1/2
MEMORABILE: Lo zio Lazzaro è morto! Ah ah.. io questa casa la brucio!

Supercruel 3/11/11 19:05 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Le risate ci sono, in più di una occasione. Certo però questo capitolo della saga fantozziana è uno dei peggio realizzati. L'idea è buona, ovvero riproporre il personaggio di Fantozzi alle prese con varie epoche storiche, però tecnicamente parlando siamo ai minimi storici (effettacci, brutte ambientazioni, ...) e il livello della gag è davvero molto discontinuo. Ricordo che da ragazzino mi faceva impazzire, rivisto oggi l'ho trovato invecchiato molto peggio rispetto ai bellissimi primi episodi.

Roger 20/08/12 14:49 - 143 commenti

I gusti di Roger

La necessità di proiettare Fantozzi nella storia umana indica quanto il personaggio abbia già dato il meglio di sè. Ma qui si inizia a tradire l'essenza della proverbiale sfortuna (e comicità) di Fantozzi: se originariamente era la sua assoluta inadeguatezza di fronte a situazioni più grandi di lui (cioè non semplice sfortuna ma qualcosa molto più interessante), ora è un ben più banale e ripetitivo "trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato". Con questo film inizia l'inutilità del personaggio Fantozzi.

Markus 25/09/12 08:56 - 3295 commenti

I gusti di Markus

Con questo strampalato episodio la saga fantozziana inizia a vacillare: il film diverte poco e stranisce molto; eppure l'idea di mostrare la maschera fantozziana attraverso i secoli concettualmente non era malvagia... ma la messa in scena è alquanto arzigogolata e gli attori (compreso Villaggio) appaiono svogliati e poco coinvolti nell'operazione. Nel complesso qualche buon momento c’è, ma l'ingranaggio comico ha bisogno di un ritmo che qui davvero manca.

Metuant 27/01/13 13:40 - 454 commenti

I gusti di Metuant

L'idea di partenza non è male, anche abbastanza originale; peccato che la manifesta svogliatezza degli attori e svariate scelte infelici condizionino il risultato finale. Ci sono alcuni momenti divertenti, ma Fantozzi trascinato fuori dal suo contesto diventa l'ennesima riproposizione fuori tema del personaggio che Villaggio ha mostrato fin troppe volte. Fa piacere invece rivedere Liù Bosisio nel ruolo di Pina (la sola e unica signora Pina).
MEMORABILE: L'episodio di Robin Hood; Il dialogo col centurione.

Samuel1979 26/01/13 23:29 - 471 commenti

I gusti di Samuel1979

L'idea di partenza è buona, così come i primi quaranta minuti, poi però il film degenera è si risolve in un insieme di scene riciclate dai precedenti film. C'è in particolare una sequenza che detesto: quella della sfida Italia-Scozia, che ricorda quella della battuta di caccia (altrettanto avvilente), presa dal Secondo tragico Fantozzi.
MEMORABILE: Mosè Filini e la "piallatina" data a Fantozzi.

Panza 2/06/13 18:12 - 1495 commenti

I gusti di Panza

L'idea di partenza scaturisce da una sceneggiatura che riesce a realizzare scenette discrete (il Medioevo), mediocri (il segmento ambientato ai giorni nostri), tremende (la Rivoluzione Francese) e inutili (il Proibizionismo). Peccato che le prime si riducano a poche sommesse battute farfugliate da un Villaggio poco in vena e che le altre categorie prevarichino il resto scatuendo un film abbastanza tremendo anche se il personaggio avrà ancora qualcosa da dire. Ricostruzione storica iper-approsimativa. Merenda monolitico e Lena non pervenuta.
MEMORABILE: "Excalib... Exalib..." "Exalibur, imbecille!"

Trivex 4/06/13 16:44 - 1490 commenti

I gusti di Trivex

Non c'è più quella "vena" comica così naturale, riscontrabile nei Fantozzi precedenti. Adesso il corso è "forzato", artificiale e molto meno divertente. Il ragioniere nel tempo non è più lui; non è l'impiegato estremo, ma solo una disdicevole imitazione malandata, "imposta" e perdente. Davvero pochi i momenti buoni e incredibilmente, per la prima volta, compare la noia. I "vecchi" Fantozzi potrei rivederli all'infinito, ridendo (o almeno sorridendo sempre), qui invece mi fermo alla revisione propedeutica al commento; e non credo ci sarà il diritto di replica...

Gabrius79 28/06/13 19:56 - 1193 commenti

I gusti di Gabrius79

Quinto e stanco capitolo della saga fantozziana. Il film si svolge dalla preistoria ai giorni nostri. Ritorna Liù Bosisio nei panni della signora Pina, ma il film non decolla salvo che per qualche scena un po' raffazzonata. Villaggio ripete stancamente i soliti sketch. Assente la Mazzamauro. Il migliore sketch forse è quello ambientato nel 1986 con la guerra fra ultras.

Giordani 22/10/13 14:05 - 39 commenti

I gusti di Giordani

Idea piuttosto originale che purtroppo paga lo scotto di un budget limitato (alcune ambientazioni e alcuni effetti sono davvero inverosimili) e di una certa ripetitività rispetto ai precedenti film della serie; l'opera alterna quindi momenti davvero brillanti ad altri piuttosto noiosi. In generale il film appare più frivolo e approssimativo rispetto ai primissimi Fantozzi, rendendosi forse più adatto a un pubblico di giovanissimi rispetto ad altri, più raffinati, film fantozziani.

Jdelarge 16/02/14 21:10 - 874 commenti

I gusti di Jdelarge

L'idea di partenza di questo quinto capitolo della saga di Fantozzi, ovvero presentare un ragioniere universale che non si lascia condizionare dalle epoche, rimanendo sempre sfortunatamente se stesso, è buona e sicuramente originale. Purtroppo, però, la realizzazione lascia a desiderare perché gli sketch sono quantitativamente troppi e qualitativamente scarsi. Villaggio, come al solito, riesce sempre a far ridere, ma la pochezza della regia emerge in maniera abbastanza plateale.

B. Legnani 7/08/14 23:39 - 4722 commenti

I gusti di B. Legnani

Il fatto che l'episodio peggiore sia quello ambientato in epoca contemporanea conferma che il filone era esaurito e che saggia fu la decisione di spostarsi indietro nel tempo. Fantozzi resta lo stesso ossimoro che conosciamo, un "malmenato indistruttibile". Ci sono cose nuove (bello l'episodio di Lazzaro), trovate prese dai Fantozzi precedenti (viene pure raffinata la citazione di Dorando Petri presente nel primo film), talora troppo lunghe (la regata), citazioni-plagi (Vilcoyote, I figli del deserto, L'appartamento), persino deliziosi omaggi (il torneo alla Bresson).

Marione 12/10/14 15:35 - 103 commenti

I gusti di Marione

Film simpatico, che parte da un originale spunto: le disgrazie di Fantozzi nelle varie epoche. Ciò permette al povero protagonista di operare in un contesto diverso dal solito ufficio e per una volta di essere vessato non dai soliti megadirettori e colleghi. Praticamente un film a episodi, dei quali il più debole è forse quello ai giorni nostri. Abbastanza efficace Filini, assente la Mazzamauro, sostituita da una belloccia anni '80. Divertente e scorrevole.
MEMORABILE: Excalibur; Le ruote con asse, ridondanti in tutte le epoche.

Rigoletto 2/01/15 19:42 - 1569 commenti

I gusti di Rigoletto

Superfantozzi ovvero "L'evoluzione della iella", con il nostro eroe che vede sempre più peggiorare la sua sorte nel corso dei secoli. La formula è sempre la stessa: Villaggio affiancato dall'immancabile spalla Reder e da comprimari affidabili. Ma mentre la cronistoria della iella avanza, la recitazione regredisce perché affidata a cliché standard fin troppo sicuri. L'unico motivo di interesse viene dal cambiamento di paesaggi e situazioni, ma ci si ferma lì. Decisamente troppo poco anche se, in onestà, alcune scene sono dei must.
MEMORABILE: Un po' tutte le scenette hanno un certo sapore, ma Tozzi Fan e Italia-Scozia non sono davvero male.

Il ferrini 25/11/15 01:41 - 1685 commenti

I gusti di Il ferrini

Quinto capitolo della saga che tuttavia è da considerarsi totalmente avulso dagli altri. Qui Fantozzi è - colpevolmente - decontestualizzato dall'ambiente che lo ha generato (la megaditta) e quindi perde ogni velleità di satira sociale e diventa puramente macchiettistico. Una sorta di "storia della sfortuna" nei secoli, dal giardino dell'Eden a un ipotetico futuro. Ci sono alcune buone trovate ma non regge certo il confronto con i primi episodi. Manca la Mazzamauro.
MEMORABILE: "Excalibur, imbecille!"

Alex75 30/11/15 09:29 - 677 commenti

I gusti di Alex75

L’idea di portare a spasso nei secoli il “più grande perditore di tutti i tempi” si traduce in una serie di episodi all’insegna della puerilità, della ripetitività e del riciclaggio di gag consunte, in cui il divertimento latita. A indebolire ulteriormente un film senza nerbo contribuisce l’assenza di antagonisti memorabili, data l'inadeguatezza della coppia Merenda-Lena (il primo è fuori posto, la seconda è puramente decorativa). Deprimente anche la messa in scena, a tratti dilettantesca.
MEMORABILE: Gesù apportatore di sventure; “Excalibur, imbecille!”; “Tozzi-Fan!”; I commenti fuori campo di Villaggio (più divertenti delle scene sullo schermo).

Ultimo 2/01/16 14:58 - 1359 commenti

I gusti di Ultimo

Un Paolo Villaggio sempre bravo e divertente in uno dei Fantozzi meno riusciti; non tanto per l'assenza di gag, ma per la mancanza di originalità. L'idea di muoversi nel corso della storia è buona, ma la pellicola è un susseguirsi di scene già viste in altra sede (su tutte, Merenda fanatico di canottaggio, scena identica a quella con Muller in Fantozzi contro tutti) e per questo fa divertire solo gli appassionati del genere. Non male, ma ben lontano dai primi prodotti.

Hackett 4/10/16 18:47 - 1725 commenti

I gusti di Hackett

Dopo i primi insuperabili quattro capitoli, la saga fantozziana prende fiato e sforna un film divertente ma dalla trama facile e ruffiana. Viaggiando nel tempo con il ragionier Ugo ritroviamo le sue solite gag vestite a festa con ambientazioni storiche curiose e divertenti. Si ride, se si ama Fantozzi, ma la genialità della serie originale manca.

Rambo90 14/07/17 23:24 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

Idea notevole, ma esecuzione non sempre all'altezza: 14 episodi, alcuni semplici sketch ma non tutti riusciti, quindi ritmo e divertimento sono altalenanti. La messa in scena e la confezione sono molto curate ed erano degne forse di sceneggiatura migliore. Alcune gag però sono ottime: l'episodio di Lazzaro, Excalibur, Fantozzi giapponese, la sfida tra pullman allo stadio. Altre invece davvero poco ispirate (su tutte il terribile episodio preistorico e la gara di canottaggio) quando non riciclate da altri film. Villaggio e Reder in forma.

Almicione 25/09/17 01:25 - 765 commenti

I gusti di Almicione

(Purtroppo) la saga fantozziana continua: un viaggio attraverso tutte le epoche storiche ci mostra che in ognuna di queste è esistito un Fantozzi, condannato alla costante sfortuna. Gli sketch sono spesso molto brevi e quelli più lunghi, come l'ultimo, tendono a infastidire abbastanza. Fantozzi rappresenta una comicità per fortuna (in parte) superata, basata sul dileggio di chi, perennemente sfigato, subisce fisicamente ogni tipo di sopruso. Il problema è che le risate sono poche, così come le vere trovate.

Taxius 18/01/18 11:41 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Quinto capitolo della saga fantozziana che vede il ritorno, per l'ultima volta, della Pina originale (ovvero Liù Bosisio). Fantozzi attraversa i secoli con la sua solita sfiga e sottomissione al potente. Divertente capitolo che supera solo parzialmente la prova; non era tuttavia facile trasportare il nostro ragioniere in un ambito diverso da quello in cui è nato, ovvero fuori dalla megaditta. Non tutti gli episodi sono riusciti (vedi quello futuristico), ma altri (quello su Robin Hood, ad esempio) sono geniali. Non male.

Gabigol 28/04/18 12:01 - 417 commenti

I gusti di Gabigol

Non da buttare completamente via, nonostante Villaggio sia in visibile affanno e in generale si constati un saccheggio più o meno esplicito dei capitoli precedenti. Si parte a mille con l'Eden, intro piuttosto riuscito; si crolla con la preistoria e l'antica Grecia; resurrezione con l'episodio di Lazzaro (forse la parte migliore); altro periodo di buio prolungato che vede il solo duello Italia-Scozia come ultimo picco qualitativo nonché canto del cigno dell'intera pellicola. Qualcosina di azzeccato c'è, ma nel complesso il film è tranquillamente evitabile.

Pesten 19/08/18 10:15 - 638 commenti

I gusti di Pesten

Bistrattato, se guardando ai successori ci si rende conto di come questo sia forse l'ultimo film decente con protagonista Fantozzi. Certo, sorprende vedere il ragioniere più sfigato d'Italia fuori dal suo contesto cittadino, popolare se vogliamo, ma le gag sono ancora di un certo livello. Il vero problema è forse il taglio un po' troppo televisivo di alcune parti, quasi come si trattasse di scenette inserite in qualche trasmissione tv della domenica; e di questo è colpevole Parenti, a mio avviso vero artefice del declino del personaggio.
MEMORABILE: Excalibur, imbecille!

Modo 4/08/19 13:00 - 824 commenti

I gusti di Modo

Simpatica l'idea di ripercorrere vari episodi storici attraverso le sventure del povero Fantozzi. Si cerca di dare nuova linfa al ragioniere più famoso d'italia con risultati alterni. Ci sono momenti gradevoli con ottime battute e altri invece poco riusciti. Alcune scene sono uguali ai precedenti Fantozzi, lLa regia è piatta nonostante i discreti mezzi a disposizione. Bella sorpresa il rientro della mitica Pina (Liù Bosisio). Sempre bravo Gigi Reder, mentre Paolo Villaggio recita col pilota automatico.

Minitina80 21/08/20 17:01 - 2340 commenti

I gusti di Minitina80

Villaggio muta i panni del ragioniere vessato dal megadirettore aziendale per dare al personaggio una valenza più ampia, trasformandolo in una maschera vera e propria che impersona la categoria degli eterni perdenti. Lo scritto si presta bene, mettendo in scena un’allegoria che accompagna Fantozzi nella storia dell’uomo, dagli albori fino a un ipotetico futuro. Le scenette divertenti sono veramente tante e la mancanza di connessione tra loro consente di improvvisare senza costrizione alcuna. Spensierato quanto basta.
MEMORABILE: Tozzi-fan!
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Mauro • 6/03/14 10:23
    Disoccupato - 9482 interventi
    Anche in questo film la premiata ditta Villaggio&Parenti ha riciclato la scena della mangiata di nascosto (nell'episodio del Paradiso Terreste, quando Fantozzi / Adamo mangia le fragole di nascosto da Luc Merenda)
  • Discussione Fedemelis • 6/03/14 10:35
    Fotocopista - 1733 interventi
    Mauro ebbe a dire:
    Anche in questo film la premiata ditta Villaggio&Parenti ha riciclato la scena della mangiata di nascosto (nell'episodio del Paradiso Terreste, quando Fantozzi / Adamo mangia le fragole di nascosto da Luc Merenda)

    Appare anche nel film "A tu per tu".
  • Curiosità Orsobalzo • 21/09/14 20:53
    Magazziniere - 1036 interventi
    A questa pagina di Wikipedia riferita alle locomotive a vapore FS 740, nel paragrafo Unità rilevanti viene citata la 135 (ora monumentata a Roma San Lorenzo) come quella che investe Ugo Fantozzi (Villaggio):



    Wikipedia però non riporta che la stessa locomotiva, prima di Superfantozzi, venne usata, in Assisi Underground, come motrice del treno che trasportava Padre Rufino Niccacci (Cross) e gli ebrei a lui affidati:

  • Discussione Alex75 • 1/12/15 13:34
    Call center Davinotti - 622 interventi
    Fedemelis ebbe a dire:
    Mauro ebbe a dire:
    Anche in questo film la premiata ditta Villaggio&Parenti ha riciclato la scena della mangiata di nascosto (nell'episodio del Paradiso Terreste, quando Fantozzi / Adamo mangia le fragole di nascosto da Luc Merenda)

    Appare anche nel film "A tu per tu".


    Mi pare che quella gag sia stata proposta per la prima volta nel film "Il... Belpaese".
  • Discussione Lattepiù • 1/12/15 14:03
    Galoppino - 3 interventi
    L'episodio nell'America del proibizionismo è una delle vette di cattiveria assoluta di tutta la saga fantozziana.
  • Discussione Zender • 1/12/15 15:11
    Consigliere - 43526 interventi
    Alex75 ebbe a dire:
    Fedemelis ebbe a dire:
    Mauro ebbe a dire:
    Anche in questo film la premiata ditta Villaggio&Parenti ha riciclato la scena della mangiata di nascosto (nell'episodio del Paradiso Terreste, quando Fantozzi / Adamo mangia le fragole di nascosto da Luc Merenda)

    Appare anche nel film "A tu per tu".


    Mi pare che quella gag sia stata proposta per la prima volta nel film "Il... Belpaese".

    No no, c'era pure nel signor Robinson mi pare. E mi pare di averla vista anche in un film non italiano, prima.
  • Discussione B. Legnani • 1/12/15 15:12
    Consigliere - 13827 interventi
    Mauro ebbe a dire:
    Anche in questo film la premiata ditta Villaggio&Parenti ha riciclato la scena della mangiata di nascosto (nell'episodio del Paradiso Terreste, quando Fantozzi / Adamo mangia le fragole di nascosto da Luc Merenda)

    Il che ha un tono giocoso...
  • Discussione Alex75 • 19/05/16 17:39
    Call center Davinotti - 622 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Alex75 ebbe a dire:
    Fedemelis ebbe a dire:
    Mauro ebbe a dire:
    Anche in questo film la premiata ditta Villaggio&Parenti ha riciclato la scena della mangiata di nascosto (nell'episodio del Paradiso Terreste, quando Fantozzi / Adamo mangia le fragole di nascosto da Luc Merenda)

    Appare anche nel film "A tu per tu".


    Mi pare che quella gag sia stata proposta per la prima volta nel film "Il... Belpaese".

    No no, c'era pure nel signor Robinson mi pare. E mi pare di averla vista anche in un film non italiano, prima.


    Non mi ricordo con esattezza se ci fosse nel "Signor Robinson" (l'ho visto una sola volta nel lontano 1987, in un periodo in cui non mi perdevo un film con Villaggio, per cui potrei confondermi). C'è invece sicuramente nel primo "Fantozzi", che ho visto recentemente in versione integrale (è proposta brevemente nell'episodio, spesso tagliato, degli "Spaghetti alla Montecristo").
    Ultima modifica: 19/05/16 17:40 da Alex75
  • Discussione Zender • 19/05/16 17:54
    Consigliere - 43526 interventi
    No beh, quella scena non è mai uscita al cinema, non è che è "tagliata". E' una scena volutamente eliminata al montaggio e reintegrata chissà perché solo per l'edizione in dvd. Prima non la si era mai vista, tanto che Villaggio la "riciclò" per il suo FANTOZZI CONTRO TUTTI senza che nessuno potesse dirgli nulla, quindi diciamo che non è "ufficiale" quella scena. Si pensava alla prima comparsa ufficiale, ma in ogni caso son certo di averla vista prima in qualche film nemmeno italiano.
  • Discussione Mauro • 6/09/20 21:15
    Disoccupato - 9482 interventi
    Una curiosità: il backstage dell'episodio finale ambientato nello spazio

    https://patrimonio.archivioluce.com/luce-web/detail/ILC100001974/39/set-del-film-superfantozzi-neri-parenti.html?startPage=40

    Ultima modifica: 6/09/20 21:15 da Mauro