LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/10/07 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 21/10/07 04:02 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Erin Grant (Demi Moore), ex impiegata dell'FBI, si trova in forti difficoltà economiche, tanto che le viene tolta la custodia della figlia, che passa nelle mani dello squilibrato marito. La donna, di piacevole aspetto, per rimediare tenta la via più semplice: lavorare in un topless bar. Nel locale viene, puntualmente, presa di mira da due pezzi grossi... Patinato e poco efficace per via di un'attrice dotata di grande talento che appare sprecata nella banale proposizione del (pur bellissimo) fisico. Trama, inoltre, noiosetta e poco intrigante.

Lovejoy 30/01/08 15:11 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Uno di quei film realizzati con il puro intento di scandalizzare ma a cui il risultato finale non è all'altezza delle aspettative. Si tratta di una commedia d'azione a sfondo patinato senza arte né parte. Dove la regia di Bergman conta poco o niente così come la descrizione degli ambienti o la cura dei personaggi. Conta sopratutto la Moore, davvero splendida nei numeri di spogliarellista. Per il resto, a partire da un Reynolds sul filo del ridicolo, il film è decisamente mediocre.

Galbo 30/03/08 10:04 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Indigeribile pastrocchio diretto da Andrew Bergman che tenta di realizzare un'operazione ardita: una sorta di dramma patinato intriso di erotismo affidata alle grazie (più o meno digitalmente corrette) di Demi Moore. Si introduce così l'espediente della donna sola in cerca di lavoro per dare modo ai fans dell'attrice americana di mirarne le grazie. Purtroppo il resto del film (regia, sceneggiatura, intepretazioni ed atre quisquille simili) è assente ingiustificato.

Ciavazzaro 14/02/09 15:17 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Uno dei film che hanno trasformato Demi Moore in un'icona sexy, ma realizzato abbastanza malamente. Il film vorrebbe essere drammatico mostrando anche audaci strip con pali, ma non riesce a omogeneizzare tutte le sue componenti e alla lunga rischia di diventare tedioso. Insomma...

Cotola 31/05/11 23:53 - 7456 commenti

I gusti di Cotola

Uno dei film più cretini e tristi degli ultimi quindici anni. Ricordo benissimo le frotte di ragazzini urlanti (tra cui anche io, convinto dagli amici) e di maschi arrapati, che affollavano i cinema per un solo motivo: vedere le tette (di plastica) di Demi Moore. Per il resto che dire: la storia non è certo più genuina dei seni della protagonista, ma è anzi di una pochezza e di una stupidità senza pari. Reynold si dovrà vergognare a vita di avervi partecipato. Dirà qualcuno: e l'erotismo? Meglio stendere un velo pietoso.

Kekkomereq 14/11/11 21:03 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Un anno dopo che Showgirls vinse il Razzie per il peggior film, qualcuno ebbe la brillante idea di fare un film sullo spogliarello. "Striptease" è la brutta copia di Showgirls, con una trama assurda e una regia monotona. Gli attori ne escon male (sopratutto Burt Reynolds, il peggiore). Il fatto è che il film si focalizza totalmente sugli spogliarelli (elaborati e poco realistici, sembra di guardare Flashdance) e la trama ne risente troppo. Anche se le musiche di Annie Lennox alleviano la visione, "Striptease" è da evitare.

Luchi78 23/01/12 11:43 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Non lo ricordavo di così pessima fattura, forse perché al tempo della prima visione ero più preso dalle performance della Moore. Effettivamente l'unica cosa da salvare è il fisico da urlo della protagonista, tornito e chirurgicamente modificato per le apparizioni in questione: mossa eticamente contestabile ma di sicuro effetto, vista la svolta che ha impresso questo film alla carriera di Demi Moore, elevata a sex-symbol vita natural durante. Incommentabile la sceneggiatura (praticamente da cartone animato) e i dialoghi (imbarazzanti). Pessimo.

Nando 12/06/13 13:00 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Dramma iper patinato in puro stile americano con situazioni esasperate poco credibili. Procace donna in difficoltà, marito ricco ma pazzoide e senatore invaghito: questo è il triangolo che anima la narrazione. La Moore mostra le sue grazie, probabilmente siliconate ma comunque notevoli, che rappresentano il succo del film, mentre Reynolds si rende ridicolo.

Jandileida 16/02/14 09:34 - 1247 commenti

I gusti di Jandileida

A 13 anni, quando uscì, ero pronto a mettermi barba e baffi finti pur di vedere la Moore in topless: il resto passava in secondo piano. A 30, con qualche diottria in meno, il film può essere visto senza ormoni impazziti: un castello di carte senza fondamenta che alterna momenti da commedia ad altri in cui le emozioni del rapporto madre/figlia dovrebbero colpire al cuore. Peccato che il risultato sia opposto. Regia da straight-to-video, interpretazioni tra il ridicolo e il patetico, storiella scritta in tre minuti. Si salva solo... beh lo sappiamo.

Rambo90 11/11/18 22:57 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Mal scritto, dal ritmo troppo blando per una commedia e con risibili tocchi patetico-sentimentali. Alla fine viene tenuto in piedi dalla Moore all'apice della bellezza e da alcune macchiette che prese singolarmente strappano il sorriso, da Reynolds gigionesco al curioso ruolo di Rhames. Dura quasi due ore che sono davvero troppe per un film dalla trama talmente minima, ma in qualche modo si arriva alla fine. Mediocre.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.