Strade di fuoco

Media utenti
Titolo originale: Streets of fire
Anno: 1984
Genere: musicale (colore)
Numero commenti presenti: 12

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/09/07 DAL BENEMERITO REBIS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rebis 3/09/07 19:11 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

L'opera con cui Walter Hill avrebbe anticipato lo stile postmoderno, è tutta un programma... Scarnifica la narrazione alla ricerca di astrazioni ed essenzialità vaghe, poi "videoclippa" sulla musica accattivante di Ry Cooder, così non ci si stufa troppo presto di arrivare al dunque. Peccato che alla quarta canzoncina l'occhio si allunghi allo scoccare del prossimo quarto d'ora. Michael Parè recita con l'occhio spento e Willem Dafoe con l'occhio vispo; Diane Lane non recita, però canta. Così Hill caratterizza i personaggi. E si prende pure sul serio.

Galbo 20/07/08 19:41 - 11379 commenti

I gusti di Galbo

Esempio di contaminazione di generi, Strade di fuoco rimanda al molto più riuscito I guerrieri della notte (dello stesso regista) ma non ne possiede l'equilibrio e anche la compattezza della realizzazione. Questo è più un divertissment in cui la musica (peraltro notevole) acquista una decisa preponderanza a scapito della componente action, quasi da western metropolitano. Sequenze molto godibili alternate ad altre di minor impatto.

Magnetti 18/09/08 12:38 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film che ha tutte le caratteristiche della pochade e che è difficilmente collocabile in un genere cinematografico. A tratti commedia, a tratti musical etc etc. Insomma un mix venato di dissacrante leggerezza alla Blues Brothers che recupera alcuni aspetti de I guerrieri della notte. Gli attori se la cavano tutti bene anche grazie alla mano di Walter Hill. Molto bella la fotografia. Vedendo Diane Lane così giovane non si può non dire che sia invecchiata molto bene. Film (s)canzonato che si lascia guardare e che riesce ad appassionare.

Pigro 6/10/08 11:17 - 7777 commenti

I gusti di Pigro

Una rockstar viene rapita e il suo ex corre a salvarla. Storia semplice-semplice per un film dalla narrazione fragile ma dalla fervida fantasia visiva, che lo trasforma in una sorta di grande fumetto o videoclip musicale bombardato di suoni, luci, movimenti, azioni. La riduzione ai minimi termini della storia e lo schematismo dei personaggi rispondono all'idea della favola metropolitana, confermando la superficialità del tutto. Bella l'umida atmosfera notturna. Parè sta lì giusto perché è bello, ma non ha la benché minima presenza attorale.

Homesick 24/08/09 08:55 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Dopo I guerrieri della notte, Hill descrive ancora una coreografica metropoli notturna, incandescente, teppistica; la sceneggiatura, per quanto elementare e sintetizzabile in una «favola rock», corre agilissima lungo un filo di ritmo, azione e ironia, sostenuta dalle potenti musiche di Ry Cooder. Il mercenario Parè è uno sbiadito Jena Plisken che regge bene a parte; la Madigan una soldatessa quasi asessuata; Dafoe un magnifico Raven luciferino, pronto ad esplodere in rabbia animalesca nel gladiatorio finale.

Ziovania 2/12/10 13:51 - 337 commenti

I gusti di Ziovania

A metà strada fra I guerrieri della notte dello stesso Hill e Blade Runner, questa favola rock è il pretesto per alcuni brani piacevoli (Lane sempre doppiata) oltrechè del pregevole score di Ry Cooder. Michael Parè è bravo nell'impersonare il ruolo del cowboy solitario e taciturno, ma il tutto sembra privo di spontaneità e freschezza, ingredienti principali del buon rock. Insomma, sembra un prodotto studiato a tavolino.

Markvale 18/08/11 15:55 - 143 commenti

I gusti di Markvale

Come recita la didascalia iniziale - a "Rock'n roll fable" - metà Guerrieri della notte dello stesso regista e metà musical anni Ottanta che, se si escludono la coinvolgente e serrata colonna sonora e la consueta accurata fotografia "notturna", non brilla per particolari pretese e si fa bere dallo spettatore medio tutto d'un fiato. Gli attori - non particolarmente versatili con l'eccezione dell'ottimo cattivo Defoe - svolgono il facile compitino. Sul livello di analoghi prodotti dei "gloriosi" anni Ottanta...

Darkknight 9/09/12 14:19 - 352 commenti

I gusti di Darkknight

Tra fumetto, musical, action movie e videoclip, un sogno che frullava in testa a Walter Hill da quando aveva sedici anni. I guerrieri della notte incontra Fuga da New York che incontra Blade Runner che incontra Grease che incontra Flashdance. L'insieme manca un po' d'ironia (credo sia l'unico film in cui Rick Moranis non fa ridere), ma l'insieme vale più della somma delle parti. Colonna sonora da favola per una fiaba rock da riscoprire. Chi non lo ama si merita High School Musical!
MEMORABILE: Le canzoni "Nowhere Run" e "Tonight Is What It Means To Be Young", con Diane Lane che finge di cantare in playback.

Daniela 25/09/16 15:47 - 9369 commenti

I gusti di Daniela

Il ramingo Cody torna in città per salvare la sua ex, una pop star rapita durante un concerto da una banda di motociclisti cappeggiati dal sadico Raven... Verrebbe da definirla la versione musical dei Guerrieri della notte, ma non ha il respiro urbano di quel film né la sua energia action: interamente girata in studio, appare più la messa in scena fumettosa e videoclippettara di una fantasia adolescenziale. Opera squilibrata, con un ritmo altalenante ed un protagonista scolorito, ma non priva di fascino né di momenti/canzoni da ricordare, per cui risulta immeritato il fiasco commerciale.
MEMORABILE: Diane Lane, stupenda, si esibisce sul palco; Amy Madigan, tostissima donna maschiaccio; Il look tamarro di Dafoe nei panni di Raven

Jena 24/06/17 09:48 - 1187 commenti

I gusti di Jena

Uno delle migliori opere del grande Walter Hiill (che va annoverato tra i Grandi degli Eighties senza ombra di dubbio). Fiammeggiante, visivamente godurioso, con un ottimo ritmo dall'inizio alla fine (perde qualche colpo solo sul finale), quintessenza di quei western urbani che tanto piacciono al regista. Da lezione del cinema il montaggio dei primi venti minuti. Parè qui recita insolitamente bene, la Lane si esprime poco ma è nel culmine di una bellezza a dir poco straordinaria, luciferino Dafoe; solo Moranis è improbabile nel ruolo del duro.
MEMORABILE: All'inizio il concerto e rapimento della Lane; L'azione di salvataggio nel covo dei Bombers (tutto di filato, quasi senza sosta).

Il Dandi 23/06/18 23:09 - 1763 commenti

I gusti di Il Dandi

Favola r'n'r, come da titoli, tra il fantasy e il musical, tra Rusty il selvaggio e i Blues Brothers, tra I guerrieri della notte e Footlose. Basicamente fumettistico, smaccatamente anni '80 (anche se pervaso dal revivalismo anni '50 che imperava ai tempi), ha valore più storico (e affettivo, per una certa generazione) che cinematografico. Colonna sonora (all'epoca vendutissima) di Ry Cooder competente, ma francamente poco incisiva. In mano al Carpenter di Fuga da New York e Grosso guaio a Chinatown forse sarebbe stato un piccolo capolavoro.
MEMORABILE: L'evasione del posto di blocco con l'autobus.

Viccrowley 5/04/20 17:57 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Il grande cinema passa attraverso la visione di grandi registi. Walter Hill è uno di questi, alfiere dell'action granitico dei Guerrieri della notte, autore di polizieschi macchiati di commedia alla 48 ore. E creatore di questa grandissima opera rock/action/melò che spiazza e colpisce nel segno anche a decenni di distanza. Ci sono il bello e dannato, il cattivo (un grande Dafoe), la Bella e la città che assurge a ruolo di coprotagonista. Trama esilissima; a parlare sono le esplosioni d'azione, la musica, le battute toste. E un amore senza lieto fine.
MEMORABILE: Il salvataggio di Ellen; L'addio di Cody.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Samuel1979 • 8/11/12 17:17
    Call center Davinotti - 2925 interventi
    Ci sono ben 5 brani di Ry Cooder:

    1)Get out of Denver
    2)Hold that snake
    3)You got what you wanted
    4)First love first tears
    5)Rumble
  • Musiche Darkknight • 25/01/13 14:33
    Custode notturno - 153 interventi
    Il brano d'apertura, Nowhere Fast, e quello di chiusura, Tonight is what it means to be young, sono firmati da Jim Steinman, grande compositore di Broadway ed autore di tutti i successi di Meat Loaf. Sono eseguite dai Fire Inc.,una band creata appositamente per il film, con la cantante Holly Sherwood che doppiò Diane Lane.
    Ultima modifica: 25/01/13 14:34 da Darkknight
  • Musiche Zender • 25/01/13 15:07
    Consigliere - 43496 interventi
    Esatto (mi fa impazzire Jim Steinman e queste sono due tra le sue più trascinanti composizioni di sempre). Tra l'altro Nowhere Fast è stata cantata poi anche dallo stesso Meat Loaf, anche se in una versione quasi completamente diversa (e ben peggiore, a parer mio). La voce di Holly Sherwood (ma c'è anche Laurie Sargent), sodale di Steinman da tempo (aveva cantato per lui la magnifica "Good Girls Go To Heaven (Bad Girls Go Everywhere)", da sentirsi e vedersi qui) e qui inserita nel gruppo occasionale chiamato Fire inc., soprattutto sulle note altissime di Tonight è da infarto!
    Ultima modifica: 22/10/18 10:28 da Zender
  • Musiche Lucius • 3/02/13 10:02
    Scrivano - 8326 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:


    Ultima modifica: 3/02/13 11:34 da Zender
  • Musiche Tomastich • 30/11/13 11:28
    Call center Davinotti - 120 interventi
    Dopo la scansione del 45 giri di Lucius, vi mando la scansione del Cd in mio possesso.




    Ultima modifica: 6/12/13 10:46 da Tomastich
  • Musiche Zender • 30/11/13 17:09
    Consigliere - 43496 interventi
    Sì, però devi scansirla singola, senza il dischetto di mezzo.
  • Curiosità Buiomega71 • 10/01/18 19:18
    Pianificazione e progetti - 21883 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (giovedì 28 gennaio 1988) di Strade di fuoco.

    NB: Walter Hill diventa Michael Hill (!)