Storie fuori dall'ordinario - Film (1949)

Storie fuori dall'ordinario
Media utenti
Titolo originale: Histoires extraordinaires à faire peur ou à faire rire...
Anno: 1949
Genere: horror (bianco e nero)
Regia: [4e] Jean Faurez
Note: Aka "Histoires Extraordinaires", "Unusual Tales". Quattro episodi, tre ispirati a racconti di Edgar Allan Poe ("Il cuore rivelatore", "Il barile di Amontillado", "Sei tu il colpevole") e uno al testo di Thomas De Quincey "L'assassinio come una delle belle arti".
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/10/22 DAL BENEMERITO ANTHONYVM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 29/10/22 00:32 - 4545 commenti

I gusti di Anthonyvm

Pur valendo più come reperto cinefilo che non come horror antologico, questo vetusto portmanteau francese si lascia fruire con piacere dagli estimatori del genere. La prima storia (da De Quincey), quasi un proto-sorority slasher, è la più debole, mancando del tutto di atmosfera, oltre che di colonna sonora. Musiche assenti anche ne "Il cuore rivelatore", ma i tocchi ossessivo-perturbanti di Poe sono evocati con efficacia. Pure meglio "Il barile di Amontillado", lentino ma molto più cupo di quello cormaniano. Si chiude con "Sei tu il colpevole", gialletto easy dal finale memorabile.
MEMORABILE: L'occhio velato del vecchio che porta alla follia; L'urlo di scherno di Montrésor tipo Nielsen in Creepshow; Il "balzo" del morto; Il finale musicale.

Kinodrop 7/12/22 19:10 - 2502 commenti

I gusti di Kinodrop

In una stazione di polizia i gendarmi si divertono a rievocare alcuni fatti raccapriccianti per spaventare il nuovo collega: una semplice cornice per mettere in scena quattro racconti di Poe e De Quincey inanellati tra il serio e il faceto, in uno stile da teatro popolare che può apparire ingenuo ma che conserva una sua funzione affabulatrice. Dei quattro episodi sono ancora efficaci quello del tagliagole, quello del vecchio dall'occhio di vetro e il quarto (la cassa di Château-Margaux); decisamente inferiore e piuttosto noioso "il barile di Amontillado". Simpatico il finale.

Cotola 30/01/23 19:43 - 8571 commenti

I gusti di Cotola

Film suddiviso in quattro episodi, tratti da altrettanti racconti: tre da Poe ed uno da De Quincey. La qualità non è malvagia, ma viste le fonti letterarie mancano non diciamo spaventi, ma anche tensione e un pieno coinvolgimento, tanto da sprecare persino quel gioiellino che è il poeiano "Cuore rivelatore". Forse per colpa di un registro troppo leggero che punta anche sul beffardo che si addice bene solo all'ultimo episodio. Molto buono il cast. Inaspettata l'ultima sequenza da musical.

Paul Frankeur HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.