Storia di fifa e di coltello - Er seguito der più

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Per una volta la parodia affidata all’inossidabile coppia comica formata da Franco Franchi e Ciccio Ingrassia è confezionata dignitosamente. A guardare le scenografie, la scintillante fotografia e gli interpreti di tutto rispetto ci si convince che in effetti più che di fronte a una parodia di quelle a cui i due ci hanno abituato stiamo assistendo a un autentico seguito, del film con Celentano: lo si capisce dalla presenza di alcuni attori (Ninetto Davoli e Maurizio Arena) e dalla foto ritratto di Celentano stesso appesa nella casa della madre. Progetto quindi leggermente più ambizioso del solito, ma la sceneggiatura (opera del regista Amendola e di Bruno Corbucci,...Leggi tutto fratello di Sergio, regista dell’ER PIU’ originale) rovina tutto: pur disponendo di Franco e Ciccio in buona forma, non riesce a uscire dai canoni delle peggiori parodie firmata dalla coppia, con gag vecchie e prevedibili, spesso insopportabilmente ingenue. Restano una discreta ricostruzione della Roma più ruspante (già sintetizzata però meglio nell’ER PIU’ originale), le buone intenzioni di Franco, che cerca se non altro di non risultare sguaiato come al solito (tranne nella scena in cui si finge un cane per salvarsi dal duello con Er più di San Giovanni, suo antagonista fin dalle prime sequenze). Onestamente evitabili e fuori luogo alcune scurrilità (vedi il bambino che fa pipì nel vino che verrà bevuto con prevedibile disgusto dagli ignari concittadini di Borgo), segno di un’incertezza di fondo dovuta al poco coraggio degli autori, probabilmente impauriti dall’idea di deludere gli spettatori abituali della coppia, solitamente attratti dai giochi di parole più elementari e dalle situazioni più popolaresche possibili.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 3/01/08 17:45 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Questa volta la mitica coppia siciliana, in collaborazione con il regista Amendola e gli sceneggiatori, prende una sonora cantonata. Se l'idea di partenza non era male, la sua realizzazione è piuttosto scadente, con una regia carente di idee e la trama ben poco spigliata. Nemmeno i due comici sono in gran forma, cosi come il gruppo di soliti noti che li affiancano, tranne forse il solito Carotenuto. In definitiva è un occasione del tutto sprecata. Bella la canzone "Er piu dei più" eseguita dallo stesso Franchi.

Enzus79 6/07/09 09:07 - 1830 commenti

I gusti di Enzus79

Convince a metà questa parodia del film con Adriano Celentano, nonostante alla sceneggiatura ci sia Corbucci. Il duo siciliano rimane nei suoi standard e nonostante sia circondato da un buon cast, il film si porta avanti nella ripetitività, che a lungo andare inevitabilmente annoia.

Rickblaine 6/07/09 12:10 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Simpatica opera comica del duetto siciliano. Un interessante seguito della pellicola con Adriano Celentano. Franco e Ciccio offrono una buona dose di comicità, quel tanto che basta per non renderlo troppo noioso. La lista del cast presenta molta di quella gente che spesso appare nei film dei due siciliani. Da recuperare.

B. Legnani 21/07/12 15:00 - 4752 commenti

I gusti di B. Legnani

Franco&Ciccio accettabile, grazie anche ad un cast ampio e gustosissimo. Ci sono i mezzi e lo si vede. La sceneggiatura regge fino a oltre metà. Poi, come spesso càpita con il duo, si stenta a trovare una buona via conclusiva. Franco si contiene, Ciccio fa quasi il serio, Arena (splendidamente doppiato da Amendola) è perfetto. C'è il musetto di Melù Valente. CSC ultravisibili: la Rìgano ha il ruolo femminile principale, la Mancini ha più battute del solito.

Cloack 77 27/10/12 18:45 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Tutto può essere preso in giro di un film come Er più (l'originale), dalla parlata di Celentano (divenuta quasi cult) al personaggio lurido di Vittorio Caprioli, e ficcarci dentro i siculi Franco e Ciccio poteva essere un'ideona. Ma al solito la comicità della coppia si riduce agli stravolgimenti del vocabolario, alle smorfie, ai tentativi di Ciccio di coprire i pasticci di Franco. Cambiano le scenografie, i riferimenti, ma i soggetti sono immutabili e la macchietta ripetuta all'inverosimile.

Panza 6/02/15 16:54 - 1502 commenti

I gusti di Panza

Operazione assurda: creare una parodia di Er più con Celentano che però allo stesso tempo ne sia un sequel (anche se poi a prevalere è la prima componente). La ricostruzione ambientale è ben fatta, con location sicuramente superiori a moltissime produzioni con Franco e Ciccio. Il film purtroppo funziona a scatti, con parti divertenti e scene tirate troppo per le lunghe, a dimostrazione di come il film sia stato scritto un po' troppo frettolosamente per sfruttare il successo della pellicola con Celentano.
MEMORABILE: Le preghiere sul ritratto di Celentano!

Rambo90 17/05/15 22:41 - 6402 commenti

I gusti di Rambo90

Curiosa l'idea di affidare a Franco e Ciccio il sequel di un film che aveva per protagonista Celentano. Bene o male la cosa funziona, perché i due hanno a disposizione una confezione più curata del solita e una sceneggiatura meno pagliaccesca, che pur se ridotta all'osso evita di scadere troppo nel grottesco. Ci sono varie gag riuscite, soprattutto nella prima parte e l'apporto dei caratteristi già visti nel primo film è fondamentale (su tutti Maurizio Arena). Il migliore tra i film girati dalla coppia come protagonisti nel '72.

Pessoa 6/09/17 12:15 - 1183 commenti

I gusti di Pessoa

Amendola e Corbucci prendono due piccioni con una fava sfoderando un film che vuole essere seguito e parodia del precedente. La storia è poco più che un pretesto e la sceneggiatura dopo qualche simpatica battuta comincia ad arrampicarsi sugli specchi producendo momenti inguardabili (Franchi che fa il cane, la lunghissima rissa). Ingrassia si attacca alle stesse quattro battute mentre Franchi ci mette le faccia (e tutto il resto) strappando qualche risata di pancia ai meno esigenti. Buon cast di contorno che cerca di tenere alto il ritmo. Mediocre.
MEMORABILE: Gli stornelli finali sulla luce elettrica.

Siska80 1/03/20 16:15 - 762 commenti

I gusti di Siska80

Buoni i costumi, le musiche e la scenografia, Franco e Ciccio particolarmente in forma, coadiuvati da bravi caratteristi (Davoli, Arena, Fiorini, Carotenuto) che stappano anch'essi grosse risate. Amendola che fa la parodia di un film da lui stesso ideato è semplicemente esilarante (anzi, si spinge oltre, dirigendo una sorta di sequel in cui passa dal genere drammatico della pellicola precedente al comico grottesco, riutilizzando anche buona parte del cast!).
MEMORABILE: La bevuta di gruppo in taverna con il vino "inquinato".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 11/01/11 20:16
    Consigliere - 43619 interventi
    Inserite tutte le foto delle location nel film, se ti può interessare, Geppo:
    https://www.davinotti.com/forum/location-verificate/storia-di-fifa-e-di-coltello-er-seguito-der-piu/50001043
  • Discussione Geppo • 11/01/11 22:12
    Addetto riparazione hardware - 4020 interventi
    Bellissime le location, Zender, straordinarie.
  • Homevideo Geppo • 18/03/11 15:10
    Addetto riparazione hardware - 4020 interventi
    In DVD dal 11/05/2011 per la 01 Distibution.
  • Discussione Geppo • 10/09/11 16:41
    Addetto riparazione hardware - 4020 interventi
    Non sono daccordo sul fatto che "Storia di fifa e di coltello" è la parodia di "Er più" con Celentano. Secondo me è un vero e proprio seguito come dice anche il sottotitolo.
  • Discussione Zender • 10/09/11 18:23
    Consigliere - 43619 interventi
    Mah, è un po' l'uno e un po' l'altro direi. E' vero che è un sequel, non c'è dubbio, ma è anche molto più spinto sul versante comico, come se ne fosse insieme una sorta di parodia.