LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/07/08 DAL BENEMERITO MASCHERATO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mascherato 30/07/08 13:02 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Pur partendo da un personaggio storico (Ned Kynaston fu l'ultimo attore a recitare in panni femminili), Stage Beauty riesce (non senza orpelli trascurabili, tutti rintracciabili nei ruoli di contorno, tra cui svetta il solito stancamente dandy Rupert Everett, e qualche volgarità gratuita nella parte iniziale) dove fallisce La diva Julia: l'intreccio tra teatro e vita. La caduta del veto alle donne di recitare sul palco causa nel protagonista ben più che la perdita del lavoro: la perdità dell'identità. Che riconquisterà, non a caso, nella vita solo dopo averla conquistata in scena.

Pigro 28/01/12 11:00 - 8513 commenti

I gusti di Pigro

Cos’è il maschile? E il femminile? Recitare o essere? Vita o teatro? Questioni grosse e sottili al tempo stesso, affrontate nel film che rievoca l’avvento delle attrici nella Londra della metà del 600 e l’uscita di scena dei boy-actors. Con una suggestiva ricostruzione ambientale, che supporta molte licenze e un’anacronistica scoperta della recitazione naturalista nel frizzante epilogo. Gustosi gli spunti sofistici e le ambiguità, anche se poi l’happy end comprime tutte le ariose potenzialità nella solita e rassicurante iconcina sentimentale.

Daniela 20/01/15 01:34 - 10751 commenti

I gusti di Daniela

Nell'Inghilterra seicentesca, quando cade la proibizione per le donne di calcare le scene, Kynaston, il più acclamato attore "en travesti", entra in crisi non solo professionale... Pur con qualche caduta di stile e qualche inutile sottolineatura didascalica, una rievocazione brillante dell'ambiente teatrale del tempo, certo meno melensa del film di Madden anche se di assai minor successo. Nel cast di contorno, prestigioso e ben assortito, spicca Everett nel ruolo di Carlo II, mentre Crudup e Daines danno vita a bei duetti prima fuori e poi sopra il palco, anche se il finale è piuttosto fiacco.
MEMORABILE: La recita di Otello, con il pubblico che sospetta un fattaccio

Homesick 14/06/15 17:53 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Sotto i costumi di scena, le vesti di corte, le parrucche e il trucco, una disquisizione sul maschile e il femminile, due generi diversi che tendono a fondersi - ma solo superficialmente - in un momento storico in cui la recitazione è esclusiva degli uomini. Sino alla fine tengono banco logorroiche pedanterie e pretenziosità d'autore, nonostante si ammiri la bellezza della Danes, ragionevolmente eletta ad emblema di femminilità autentica, e il considerevole impegno di Cudrup nell'esternare nevrosi e crisi identitaria e sessuale del suo uomo-Desdemona. Fotografia levigata, humour grossolano.
MEMORABILE: Cudrup che per la prima volta sperimenta un rapporto etero.

Richard Eyre HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.