Squadra omicidi, sparate a vista!

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 21/04/07 19:32 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Grandioso poliziesco del Sommo Siegel, imperniato sul furto della pistola ai danni del detective Madigan, che ha 72 ore di tempo per recuperarla, e con essa il ricercato che l'ha presa. Non sarà una scampagnata. Siegel è l'Hemingway del cinema, qui ha un grande copione di Polonsky, maestro mancato del noir per i guai col senatore McCarthy, un cast formidabile in cui svetta Richard Widmark, un'idea di cui si ricorderà Johnnie To. Caposaldo, ne verrà fuori anche una serie tv! I masochisti se lo perdano pure.

Cotola 24/08/08 20:16 - 7406 commenti

I gusti di Cotola

Bel poliziesco firmato Don Siegl a cui tanti autori e film successivi si sono ispirati non tanto nella trama (che pure è stata a volte in parte ripresa) quanto piuttosto nelle atmosfere metropolitane che hanno fatto scuola. Solida regia, discreta sceneggiatura, bravi gli attori e confezione professionale, per un film decisamente riuscito.

Deepred89 10/10/08 15:53 - 3259 commenti

I gusti di Deepred89

Tra i vari polizieschi di Siegel, sicuramente non il migliore. Nulla da dire sotto il profilo tecnico/estetico, con un'ottima fotografia in Technicolor e una regia che sia mantiene costantemente su buoni livelli (si parla sempre di Siegel, dopotutto). Il problema risiede nella sceneggiatura, che esagera con l'approfondimento dei personaggi riducendo al minimo l'interesse e il coinvolgimento (oltre che l'azione). Ottimo il cast, soprattutto Widmark e Fonda.

Patrick78 7/04/09 16:10 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Poliziesco insapore e dal ritmo altalenante diretto con mano insicura da Don Siegel ai minimi storici. Vicende di vita quotidiana si fondono in malo modo con un'indagine di polizia che vede coinvolti due detective (Widmark e Guardino) nella ricerca di un pericoloso criminale che ha sottratto loro le pistole di ordinanza. Con questo pretesto il regista cerca di far decollare una pellicola che invece risente di una parte centrale lenta e tediosa in cui Fonda e Whitmore (i due capi di polizia) la fanno da padrone con chiacchere infinite. Buono il finale.

Daniela 22/11/09 16:05 - 9111 commenti

I gusti di Daniela

Pur con qualche lentezza nella parte dedicata ai personaggi collaterali, un poliziesco fondamentale nella storia del genere. Idea vincente aver posto al centro della storia due detective alle prese con una specie di caccia al tesoro a tempo: ritrovare la pistola rubata nel giro di sole 72 ore. Questo imprime alla vicenda un ritmo accellerato ed avvincente. Ottimo il drammatico finale, in cui si incrociano indagine criminale e vita privata di Madigan, interpretato con grande intensità e vigore da Widmark, ben spalleggiato da Guardino, mentre Fonda risulta anche troppo impeccabile.

Kaciaro 25/02/10 01:24 - 6 commenti

I gusti di Kaciaro

Bel poliziesco del grande regista americano, ottimi tutti gli attori, curioso il fatto che destasse scandalo e che il cattivo di turno usasse, come usanza perversa, andare a letto con belle donne giovani. Molto ambigua anche la figura della moglie o compagna del detective protagonista. Certo visto oggi mostra tutto il peso degli anni, anche se la regia curatissima lo tiene ancora in auge.

Galbo 28/03/12 18:20 - 11315 commenti

I gusti di Galbo

Una corsa contro il tempo per recuperare una pistola rubata al centro di questo bel poliziesco di Don Siegel. La vicenda è raccontata in modo secco e conciso da una sceneggiatura estremamente incisiva che caratterizza al meglio i personaggi. Ottima l'interpretazione del cast, nel quale spiccano Richard Widmark ed Henry Fonda. Bello il finale. Da vedere.

Homesick 29/03/12 16:33 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Prima di Callaghan c’era Madigan, anch’egli sbirro dai metodi spicci e in conflitto con i superiori. La mano di Siegel si fa sentire nel contesto metropolitano (la giungla d’asfalto di New York, fotografata con colori rutilanti) e nelle uniche due scene d’azione (la fuga del ricercato all’inizio e una sparatoria finale dagli afflati romantici), sebbene le lunghe digressioni sulla burrascosa vita coniugale del ruvido Widmark virino verso i prodotti televisivi: non a caso da qui nascerà una miniserie, “Madigan” appunto. Irresistibile l’aplomb di Fonda, capo della polizia paternamente severo.
MEMORABILE: La sanguinosa sparatoria finale, preceduta dall’evacuazione del piano e dal dialogo attraverso la porta tra gli agenti e il ricercato.

Alex75 12/12/16 09:36 - 661 commenti

I gusti di Alex75

Contributo fondamentale alla storia del poliziesco per la figura di Madigan, azzimato precursore di tanti poliziotti insofferenti alle regole e per l’attenzione alle precarie vite sentimentali dei tutori della legge. La regia di Siegel è una garanzia di solidità, anche grazie alla sceneggiatura essenziale. Nell’ottimo cast sono da segnalare in particolare l’austero Fonda e l'intensa Inger Stevens. Il cattivo, pur essendo il filo conduttore della vicenda, è poco più di una comparsa.
MEMORABILE: Lo stratagemma iniziale della ragazza nuda.

Nicola81 30/11/16 16:12 - 1905 commenti

I gusti di Nicola81

New York: due detective hanno 72 ore di tempo per catturare un criminale che ha sottratto loro le pistole d'ordinanza; intanto il capo della polizia non sa come affrontare un amico collega in odore di corruzione. Poliziesco estremamente realistico, magari non trascinante sul piano dell'azione (anche per qualche parentesi di troppo sulla vita privata dei protagonisti) ma efficace sia nel descrivere l'operato delle forze dell'ordine sia nel tratteggiare i personaggi. Buone la regia di Siegel e le prove degli attori, Widmark e Fonda su tutti.
MEMORABILE: Il movimentato incipit e il serrato finale.

Gius 18/02/18 18:24 - 40 commenti

I gusti di Gius

Notevole film poliziesco, eccellente e curato nella fotografia, con una location (la New York di fine Anni Sessanta) veramente meravigliosa. Ritmo serrato con un alto livello di tensione e una regia (di Siegel) che lo rende un classico. Richard Widmark è un poliziotto dai modi duri che si fa rubare la pistola da uno psicopatico omicida. Di corollario vi sono altre storie (Henry Fonda interpreta il capo della polizia di NY). E' comunque la notevole interpretazione di Widmark a fare la differenza.

Rufus68 29/05/18 00:22 - 3016 commenti

I gusti di Rufus68

Una certa ruvida schiettezza ci impone il giudizio positivo; così come la considerazione che film tali furono apripista di un genere poliziesco preciso, poi sviluppatosi in innumerevoli serial televisivi. Occorre, tuttavia, riconoscere che proprio i topoi qui inaugurati, usati in modo abnorme nel cinema a seguire, riverberano un senso di forte déjà vu, soprattutto nelle scene secondarie sulla vita privata dei protagonisti. In parte Widmark; notevole Fonda, impassibile nell'aderenza al formalismo del potere. Efficace, ma datato.

Alex1988 11/10/18 18:09 - 631 commenti

I gusti di Alex1988

Per certi versi rappresenta uno spartiacque nella carriera dello specialista Don Siegel. Tre anni dopo sdoganerà il poliziesco violento con Ispettore Callaghan, il caso Scorpio è tuo. Il cast è di prim'ordine, dal Madigan del titolo, Widmark, al combattuto capo della polizia Fonda. Siegel dirige con mano ferma come al solito; qui, però, è la psicologia dei personaggi, più che l'azione, il fulcro della storia. Buono.

Didda23 10/05/20 11:26 - 2280 commenti

I gusti di Didda23

Nella prima parte la tensione è palpabile e Don Siegel mostra tutte le proprie peculiarità confezionando scene dall'alto tasso adrenalinico. Peccato che il corpo centrale devitalizza la vivacità della vicenda concentrandosi troppo sulla rotondità dei personaggi (soprattutto nella sfera privata) che in opere del genere è sempre un surplus pericoloso. Fortunatamente il finale fa rivivere certe palpitazioni vissute in precedenza sia grazie alla regia che al mestiere degli attori (molto bravo Widmark). Fonda ci mette l'innata classe, in un ruolo a lui congeniale.
MEMORABILE: L'omicida che con furbizia ruba le pistole ai poliziotti; Il falso allarme; Il serrato finale.

Puppigallo 10/06/20 08:04 - 4488 commenti

I gusti di Puppigallo

Poiliziesco invecchiato non troppo bene, che trasforma quello che poteva essere un punto di forza (l’approfondimento del rapporto tra poliziotti e mogli in un contesto parecchio stressante) in un punto debole, perché l’argomento viene trattato in maniera piuttosto superficiale e prevedibile, finendo per togliere spazio e ossigeno al fulcro della vicenda (il ritrovamento del pericoloso fuggitivo). Persino Fonda, seppur in un ruolo da capo integerrimo, risulta fin troppo imbalsamato. Resta comunque vedibile, grazie ai due detective in difficoltà.
MEMORABILE: Il nano Castiglione definito dal detective “Maligno come tutti i nani”; La moglie al pary della polizia “Hanno tutti la pistola sotto allo smoking”.

Pessoa 23/06/20 14:32 - 1098 commenti

I gusti di Pessoa

Poliziesco non eccelso di Siegel sul tema della caccia all'uomo. Il maestro di Chicago sembra legato qui a moduli narrativi obsoleti, in un genere che proprio in quegli anni anche lui avrebbe contribuito a cambiare per sempre. I membri del prestigioso cast, che hanno conosciuto tempi migliori, non sembrano particolarmente convinti e le storie di contorno, troppe e pervase da un anacronistico buonismo, presentano tutti i limiti di una sceneggiatura piuttosto scontata. La confezione finale resta sufficiente, in grado di regalare agli appassionati qualche buon momento di cinema.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Fauno • 4/12/16 17:43
    Compilatore d’emergenza - 2527 interventi
    Dalla collezione cartacea Fauno, il flano del film:
  • Homevideo Digital • 1/07/17 11:09
    Segretario - 3014 interventi
    Dvd Golem disponibile dal 27/09/2017.