LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Quarta e penultima “squadra anti” per Tomas Milian/Nico Giraldi. Rispetto al precedente SQUADRA ANTITRUFFA si nota un certo tentativo di correggere l'indole eccessivamente “burina” del maresciallo Giraldi in favore di un poliziesco che vorrebbe essere quasi “politically correct”. Poi, è ovvio, la cosa non può riuscire dal momento che la caratterizzazione di Giraldi è troppo legata alla parolaccia... Tuttavia il regista Bruno Corbucci dà più spazio all’intricato soggetto che in verità non si discosta affatto, come storia, dai precedenti. Anzi, di nuovo Nico torna in America per catturare un sicario, di nuovo è costretto a fingersi un poco di buono per entrare...Leggi tutto nelle grazie dei boss locali. Ci si aspettava un maggior utilizzo di Bombolo/Venticello, visti i buoni risultati di SQUADRA ANTITRUFFA, invece il profeta del “tzè tzè” compare solo nei primi minuti per la solita truffetta da due soldi. Si introduce tuttavia qui un altro personaggio da ricordare (e che tornerà nel successivo SQUADRA ANTIGANGSTERS): quello di Maria Sole (Margherita Fumero), figlia del boss Don Gerolamo (Eli Wallach), perdutamente innamorata di Giraldi e con lui protagonista delle poche scene prettamente comiche del film. Insomma, qui c'è più cura dei particolari e più attenzione all'intreccio, ma anche un'eccessiva serietà che non giova a Giraldi (comunque autore di uno dei più plausibili e azzeccati esempi di americano maccheronico). Nel cast anche Enzo Cannavale (è il proprietario del ristorante italiano a New York), bravo caratterista ma ancora troppo compassato. Colonna sonora eccellente dei Goblin (in formazione storica), che mescolano il loro inimitabile sound con elementi da classico film d'azione meglio che nel successivo SQUADRA ANTIGANGSTERS. Molta “action”, con risse degne di Bruce Lee.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 3/03/07 02:37 - 1952 commenti

I gusti di Fabbiu

All'interno della saga di Nico Giraldi si trova sicuramente di meglio. Anche se il film non è brutto, lo si guarda comunque con piacere. Simpatica la storia e certe riprese all'americana (vedi Tomas Milian vestito da gran signore a Las Vegas). Bombolo però è piuttosto marginale in quanto rimane in Italia e non collabora molto ad aumentare il tasso comico. Al suo posto c'è Cannavale, che però mal si sposa con Milian. Una scena indimenticabile è Nico che balla davanti a Maria Sole, la figlia del boss.

G.Godardi 12/04/07 03:08 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Altra coppia di film per Giraldi, questa volta di ambientazione quasi completamente americana. Purtroppo questo Squadra antimafia è un'occasione mancata: Bombolo finalmente ha l'onore dei titoli di testa, ma a un terzo di film sparisce sostituito da Cannavale, che diverrà la spalla americana di Giraldi; Wallach è totalmente sprecato; la storia (dopo un buon inizio) in America comincia a girare a vuoto. Per fortuna che c'è la Fumero (i suoi siparietti con Milian sono la cosa migliore del film insieme allo score firmato dai Goblin). Sottofinale straniante.

B. Legnani 1/05/07 01:04 - 4783 commenti

I gusti di B. Legnani

Divertente. Comincia bene e, pur con alcune leggerezze di snodo, fila via bene verso la fine. L’accoppiata corpo-voce Milian-Amendola è assai divertente e il contorno vale il prezzo del biglietto. Al di là del grande Eli Wallach, ci sono Bombolo ladro, Cannavale cameriere in pizzeria, la Fumero innamorata di Milian, Ennio Antonelli che dà le dritte in agenzia ippica. Senza contare Alfredo Rizzo, il composto Tom Felleghi e, mentre giocano nei Cosmos, Chinaglia e Beckenbauer… Il balletto di Milian è presente nella sigla d’apertura di “Stracult”.
MEMORABILE: L'orgiastica presenza di acqua minerale Pejo negli States...

Deepred89 2/05/07 17:17 - 3310 commenti

I gusti di Deepred89

Non il migliore delle squadre ma comuque dignitoso. L'ambientazione a New York, anche se ben sfuttata, non funziona benissimo e la storia è sempre la solita, trita e ritrita. Comunque l'ottimo cast, la buona regia e i dialoghi divertenti riescono a tenere a galla il film. Discreta colonna sonora dei Goblin. Sufficiente ma nulla più.

Cangaceiro 4/08/08 13:17 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Un po' inferiore rispetto a Squadra antitruffa. La parte romana è brevissima con Bombolo presente sì e no per 5 minuti; l'azione si sposta subito a New York, dove Milian crea un buon feeling col sempre generoso Cannavale, per poi finire a Las Vegas, di cui Corbucci ci propone belle inquadrature del Nico finto mafioso nella città del peccato. Eli Wallach è assolutamente irriconoscibile, mi sono accorto che fosse lui solo verso la fine. Da vedere come tutta la serie.
MEMORABILE: Il "poker de madonne" fatto da Nico nella partita a carte con i santini.

Ianrufus 21/08/08 00:32 - 139 commenti

I gusti di Ianrufus

Questa Squadra è forse la peggiore della serie e la sua colpa principale è quella d'arrivare dopo un gioiellino come l'Antitruffa con Hemmings. Dopo un inizio promettente (almeno a livello di trucida romanità) con Bombolo ladro e Massimo Vanni vestito da donna, si crolla nella trasferta senza cuore negli Stati Uniti. Milian si trucca di meno, sostituisce Venticello con Caputo, scopre la divertente Margherita Fumero (divertente?), spreca l'opportunità di dividere lo schermo col grande Eli Wallach e si ritrova i Goblin che suonano senza anima!
MEMORABILE: I titoli di testa (per chi ama il trucido sound); Nico che fa il cameriere a Little Italy.

Enzus79 7/01/09 15:27 - 1847 commenti

I gusti di Enzus79

Come al solito Tomas "Nico" Milian colpisce nel segno. Anche se ci si è presi l'abitudine alle battute di Nico e compagnia, rimane sempre uno spasso vedere questi polizieschi, riempiti di scazzottate, inseguimenti e battutacce. Ed anche se la storia è scontata e non sarà ricordata negli annali, questo tipo di film rimarrà nel cuore di molti fan.

Rickblaine 8/01/09 15:23 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Comic story poliziesca. Ormai saga infinita di Nico Giraldi. Qui è alla ricerca di boss mafiosi che attentano alla reputazione della classe autoritaria che è la polizia. Parte per l'America e grazie all'aiuto del napoletano Cannavale insegue uno dei sospettati. Tomas Milian è grandioso.
MEMORABILE: Milian che si cela nelle vesti di cameriere ballerino in America.

Rufus68 1/12/18 14:27 - 3153 commenti

I gusti di Rufus68

Rivisto (per intero e non a spizzichi) dopo tanto tempo rivela una pochezza irritante. A parte la simpatia naturale del personaggio (o meglio: la felicità dello spettatore nel ritrovarlo ogni volta assieme a collaudati caratteristi), qui non c'è nulla. La volgarità e le sguaiatezze divengono esattamente prevedibili e, quindi, gratuite e forzate; in tal modo risalta in maniera evidente lo sgangherato tessuto della trama a cui non si concede la sospensione dell'incredulità. Notevole la rovesciata di Chinaglia.

Herrkinski 28/12/09 00:07 - 5290 commenti

I gusti di Herrkinski

Bombolo si vede molto poco, mentre la maggior parte dell'azione è ancora una volta (dopo le brevi trasferte dei capitoli precedenti) ambientata negli USA, con puntate a New York e a Las Vegas (dove Giraldi/Milian sfoggia un completo "elegante" indimenticabile). La trama è un po' più elaborata del solito e addirittura Giraldi rischia la pena capitale; l'azione non manca, le musiche dei Goblin sono ottime, qualche battuta riuscita c'è, Cannavale e la Fumero sono dei bei caratteristi. Un po' meno divertente del precedente ma niente male.

Galbo 2/10/09 16:06 - 11449 commenti

I gusti di Galbo

Tra i film meno validi dedicati al personaggio di Giraldi che funziona meglio in un contesto tipicamente romano, anche per la bravura dei soliti caratteristi. La trasferta americana fatta probabilmente per "rinfrescare" il personaggio, lo snatura e lo rende decisamente meno incisivo e divertente. Buona la colonna sonora.

Disorder 19/09/09 16:26 - 1410 commenti

I gusti di Disorder

Questa volta il buon Giraldi se la vede davvero brutta: spedito negli Usa per un'indagine riservatissima, finirà addirittura nel braccio della morte, invischiato in sporche storie di mafia. C'è un netto calo rispetto ai precedenti, ma si mantiene su livelli discreti, ci sono buone gag (Milian alle prese con ben due ninfomani: la figlia di un boss e la sua albergatrice...), ma manca quello humor sguaiato, esagerato, che era il valore aggiunto dei precedenti. Discreto.
MEMORABILE: Il fantastico furto iniziale operato da Bombolo, con l'aiuto dell'avvenente sorella.

Rambo90 11/01/10 16:20 - 6432 commenti

I gusti di Rambo90

Inizia il declino della serie: sebbene si sia ancora lontani dalla sciatteria di Delitto al Blue Gay, il film non decolla mai (nonostante un buon inizio) e alcune idee sono riciclate dal film precedente (Nico si finge ladro per attirare l'attenzione della mafia). A renderlo comunque vedibile ci sono il sempre simpatico Enzo Cannavale e il mitico "brutto" Eli Wallach nelle vesti di mafioso.

124c 20/04/10 17:46 - 2778 commenti

I gusti di 124c

Entra in scena Eli Wallach, che qui fa il boss stile Marlon Brando de Il Padrino, assieme alla sua orrenda figlia Margherita Fumero. Aggiungiamoci anche due caratteristi come Bombolo e Cannavale e il quarto film del maresciallo Nico Giraldi è servito. Ancora trasferte per il maresciallo romano, stavolta mandato contro i mafiosi, travestito da cameriere. Certo, le trasferte, sempre più marcate, in questa serie non fanno bene al poliziotto, che stava benissimo a Roma. Cannavale non è Bombolo.
MEMORABILE: Nico ad un tirapiedi: la prossima volta mandamene quattro de tirapiedi, non due, so' cintura giallo-rossa de karaté". L'orribile Mariasole/Fumero.

Il Dandi 12/08/10 01:45 - 1847 commenti

I gusti di Il Dandi

Le idee latitano e la ripetitività comincia a farsi evidente. In trasferta Usa (costante, dai precedenti Antifurto e Antitruffa fino al successivo Antigangster) Giraldi non mastica l'inglese ma si fa capire ugualmente (al guardone: "are you pipparol?"). La trama ormai è del tutto inverosimile e catastrofica, la poca azione rimasta è più sciatta del solito (Quinto Giambi, controfigura di Milian, si riconosce sempre benissimo in volto); in compenso si ride abbastanza, grazie all'entrata "in squadra" di Cannavale e della racchia Fumero. **
MEMORABILE: Maria Sole? Maria cesso!

Lovejoy 13/08/10 21:25 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Mediocre, ennesimo episodio della serie che vede per protagonista l'ispettore Giraldi, una volta di più interpretato da Tomas Milian. A parte qualche battuta azzeccata e la consueta, fulminante presenza di Bombolo, per non parlare della presenza dell'immenso Ennio Antonelli, il resto vale meno di zero. A partire dalla regia di Corbucci, giù giù fino ad un Milian in una delle sue prove più imbarazzanti.
MEMORABILE: "E se vince Ciulo?" chiede l'ispettore Giraldi ad un magnifico Ennio Antonelli. "Se vince Ciulo me lo prendo..." È la scena migliore del film.

Stubby 1/01/11 14:41 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Non malissimo ma alla fine non è né carne né pesce, in quanto si cerca di renderlo un po' più serio rispetto agli altri pur non riuscendoci, facendo muovere il commissario in un contesto che non è propriamente il suo; ci si priva delle battute caciaromanacce con i caratteristi mitici di contorno (Bombolo, Antonelli) che si intravedono per pochi secondi solo ad inizio pellicola. Enzo Cannavale non morde come in altre occasioni.

John trent 19/03/11 18:42 - 326 commenti

I gusti di John trent

Quarto episodio delle "squadre" giraldiane. Dopo Bombolo/Venticello entrano in scena nuovi personaggi: Salvatore (Enzo Cannavale) e soprattutto la bruttissima Mariasole (Margherita Fumero) con la quale Tomas dà vita a duetti assolutamente meravigliosi. Nella parte iniziale sembra che si voglia seguire la falsariga dei film precedenti (furti, racket) ma poi l'azione si sposta interamente negli States con lotta alla mafia e perfino esecuzioni nella camera a gas! Molto buona la colonna sonora dei Goblin, clamorosamente mai editata in vinile o cd.
MEMORABILE: "I am polisman, imbesaill! I inseguited the delinquented! Go away from the cazz, mortacced your!"

Nando 10/05/11 16:20 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Ennesima trasferta americana per il poliziotto Giraldi dedito a smascherare un boss mafioso. Stavolta si "finge" ladro e rischia altresì la pena capitale. Qualche battuta nella narrazione si apprezza, anche se i soliti caratteristi non brillano come al solito; Bombolo si vede poco e Cannavale recita la solita parte del emigrante più fulminante Antonelli. Nel complesso fiacco.

Markvale 6/09/11 13:45 - 143 commenti

I gusti di Markvale

Alla loro quarta puntata, le avventure del maresciallo Giraldi sembrano mostrare abbondantemente la corda. Constatato l'ottimo riscontro di pubblico, questa volta si cerca di sfruttare in pieno le location americane, già utilizzate in minor misura nei due capitoli precedenti. Ciò non basta a risollevare le sorti di un filmetto che si trascina stancamente per la quasi intera sua durata. Le rare trovate comiche sono affidate alla presenza della brutta Fumero. Ripetitività di situazioni. Il bravo Cannavale rimpiazza Bombolo come "spalla".

Gugly 14/10/11 16:21 - 1016 commenti

I gusti di Gugly

Lunghetto e noiosetto, si ricorda solo per i singoli siparietti: l'intro con il "colpo del guardone", Nico e i suoi turpiloqui anglo- romaneschi, Nico e Maria Sole, ecc. Peccato, perché Milian è ancora capelluto e in forma (insomma, è guardabile, nonostante la tuta e gli abiti da gangster psichedelico); Cannavale come spalla si sopporta a fatica, i minuti iniziali di Bombolo valgono tutto il film. Eli Wallach? Fa la parodia del Padrino, ma è abbastanza incolore. Aridatece Roma, Gargiulo, Venticello e compagnia!
MEMORABILE: Nico rifiuta le amorose proffffffferte della povera Maria Sole!

Gestarsh99 18/05/12 22:04 - 1335 commenti

I gusti di Gestarsh99

Penultima Squadra seriale, in cui l'usuale missione all'estero si accaparra quasi tutta la durata del film. Da furti, scippi e truffarelle paesane Corbucci e il suo fidato maresciallo in tuta blu si confrontano a suon di vaffa addirittura con l'ambiente grosso della mafia italoamericana. La vicenda mostra presto la corda, rivelando una scrittura esigua inadatta sia ad ottimizzare verosimilmente l'incarico sotto copertura del "reimpiratito" Giraldi sia a rendere organici all'intreccio gli interludi farseschi (quelli con la stridula befana Maria Sole). Wallach siede a tavola e corleoneggia indolente.
MEMORABILE: Il forbito totoscommesse di Ennio Antonelli: "Così se vince Pasquale pìo la percentuale, se vvince Chècca pìo la stecca e ssi pperde Ciulo ma pìo in der culo".

Belfagor 15/07/12 19:25 - 2627 commenti

I gusti di Belfagor

Quarto film del maresciallo Giraldi, che questa volta s'infiltra nell'ambiente mafioso. La serie mostra chiaramente la corda: il nuovo capitolo non riesce ad essere avvincente come poliziesco, né divertente come commedia. Qualche buona battuta, belle le location americane, ma non basta. Piuttosto deprimente Wallach nei panni del mafioso pseudo-corleonese.

Trivex 30/07/12 12:50 - 1507 commenti

I gusti di Trivex

Riusciuto (quasi) quanto "l'antifurto". Molto americano e divertente quanto serve e basta per il tipo di prodotto. La storia si segue con piacere e solo un finale troppo improbabile taglia di mezzo punto il terzo pallino, dato per scontato fino a quel momento. Si segnalano: il ristorante dei ballerini, la parentesi a Las Vegas, i dialoghi italo-americani e il difficile rapporto con la moglie che risparmia (con l'idraulico). Nota di merito per l'ottimo Cannavale e per la simpaticissima Margherita. **!
MEMORABILE: "Io so fare o il ladro o il poliziotto..."

Jandileida 22/08/12 17:40 - 1275 commenti

I gusti di Jandileida

Indeciso tra comico e poliziesco, Squadra antimafia soffre di mancanza di originalità e di ripetitività spezzate solo da qualche battuta riuscita di Milian (alcune lo sono molto meno) e dalla presenza di due grandi facce della nostra commedia: Bombolo (che in realtà fa solo una comparsata) e Cannavale (che regala più di una risata). Nico fa squadra da solo e viene spedito in America: la storia qua e là barcolla (la camera a gas col secchiello!) ma riesce ad arrivare in porto senza imbarcare troppa acqua. Pellicola di transizione, c'è di meglio.
MEMORABILE: "A Roma ero cintura giallorossa de karatè".

Homesick 16/09/12 17:21 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Giunta al quarto episodio, la serie del maresciallo Nico Giraldi aggira la trappola della ripetitività e della scarsezza di idee rinsangandosi con una trama ricca e movimentata, una sceneggiatura meno scurrile del solito che introduce persino elementi di tensione (la sequenza nella camera a gas) e le musiche dei Goblin in luogo degli habitués De Angelis. Molto funzionali Cannavale e la Fumero come spalle di Milian e l’ambientazione newyorkese, più necessaria e in primo piano rispetto alle capatine di Squadra antifurto e Squadra antitruffa.
MEMORABILE: Il poker con i santini; Cannavale ignaro del vero mestiere della moglie «risparmiatrice».

Ultimo 20/02/16 18:05 - 1384 commenti

I gusti di Ultimo

Episodio sottotono della serie del mitico maresciallo Giraldi. La prima parte è pure buona, ma causa una presenza scarsa di Bombolo e di una trama poco convincente il film porta dopo una ventina di minuti alla noia. Scadente tutta la parte negli Usa, sebbene vi siano due ottimi caratteristi come Cannavale e Eli Wallach (il boss mafioso). Si salvano la consueta bravura di Milian e poco altro. Lontano dai migliori film della serie...

Myvincent 9/08/16 14:38 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

Il commissario Giraldi (con le sue immancabili battute coatte) va in trasferta negli Usa, diviso fra NY e Las Vegas e alla ricerca di un killer mafioso da acciuffare. Le caricature solita maniera ben si sposano alle maldestre imprecazioni anglo-romanesche che strappano più di una risata. Alla carica del commissario anche una ossessiva Maria Sole (ribattezzata Maria Cesso!), che ha il volto di Margherita Fumero. Divertimento semplice ma assicurato.

Pessoa 10/12/16 20:15 - 1229 commenti

I gusti di Pessoa

Ennesima trasferta americana per Nico Giraldi e ci si accorge subito che ormai c'è poco da inventarsi. Con una trama facile facile e una sceneggiatura riscaldata ci si affida allo sciame di caratteristi che strappano più di una risata (Cannavale su tutti) e alle solite acrobazie che questa volta sono meno spettacolari. Anche Milian non sembra divertirsi come al solito, lontano da Roma, e in alcuni momenti la sua tracotanza, decontestualizzata, diventa quasi irritante. Per completisti e appassionati del genere.
MEMORABILE: La moglie di Cannavale...

Saintgifts 15/05/17 12:11 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Triangolo Roma, New York, Las Vegas per il maresciallo Giraldi. L'inizio romano (ma anche il finale) è superiore all'opaca New York e alla colorata Las Vegas nella sua veste originale (downtown). La presenza di numerosi bravi caratteristi, di Eli Wallach versione padrino e una storia abbastanza bene congegnata ne fanno un film discreto; Milian e il suo famoso doppiatore, assieme alla regia di Corbucci, sono comunque una garanzia che non può deludere gli estimatori, ma anche gli spettatori di passaggio in cerca di momenti di divertente evasione.

Vito 23/07/17 06:32 - 665 commenti

I gusti di Vito

Trasferta completamente americana per Nico Giraldi. Un'ottima commedia poliziesca girata al solito perfettamente da un Corbucci sempre in forma, tra New York e la sfavillante Las Vegas. Simpatiche le spalle comiche Cannavale e Margherita Fumero (nel ruolo della bruttissima Maria Sole innamorata del protagonista). Eccellente Eli Wallach nella parte del cattivo padrino Don Girolamo Giarra. Uno dei migliori della saga.

Minitina80 28/02/18 08:28 - 2400 commenti

I gusti di Minitina80

Per la parentesi sulla mafia viene scomodato addirittura Wallach, che interpreta un improbo padrino nella trasferta newyorchese del maresciallo Giraldi. Diverte e scorre via veloce, senza particolari intoppi e ristagni e con un buon Cannavale a fare da spalla a Milian, che non lesina inseguimenti e sparatorie come Corbucci vuole. Simpatici i siparietti con la Fumero che integrano le parentesi comiche. Per la colonna sonora vengono addirittura scomodati i Goblin, che ben si adattano al contesto, anche se non suonano nulla di memorabile.
MEMORABILE: “Nico, non ti devi preoccupare, ho preso la pillola”. “Ma pe’ me potevi pià pure la purga!”.

Pumpkh75 7/05/18 14:12 - 1336 commenti

I gusti di Pumpkh75

Non ho mai apprezzato lo sfruttamento estremamente limitato di Bombolo per favorire Cannavale (che però è bravo e divertente) e la Fumero (che invece dopo poche scene ha già stancato). Il film però vede Milian scatenato con una serie di volgarità al limite di un eccesso che non supera mai e tra tutte le trasferte americane più o meno lunghe della saga questa è sicuramente la migliore, sia a livello di intrigo poliziesco e che di interesse. Nella media della serie.

Alex75 11/05/18 13:35 - 687 commenti

I gusti di Alex75

Quarto episodio della saga giraldiana, sconta una parte americana troppo lunga (si risente in particolare della scarsa presenza di Bombolo, compensata solo in parte dai pur bravi Cannavale e Fumero). Milian comunque è in buona forma ed estroso nelle sue scurrilità (con alcune battute in un particolarissimo anglo-romanesco), anche se dal suo incontro con Wallach (qui impegnato in un ruolo che non gli rende giustizia) era lecito aspettarsi molto di più.
MEMORABILE: Il colpo di Venticello & Sorella; La rara “Ro 80” nuova di zecca sfasciata a mazzate; Il poker di madonne; Le schermaglie tra Nico e “Maria Cesso”.

Ryo 20/11/19 01:23 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Quarto film della serie di Nico Giraldi. Le volgarità sono molto meno predominanti rispetto ai capitoli precedenti, per lasciare spazio a una trama che vorrebbe essere più articolata, con una sorta di colpo di scena finale. Un po' telefonato, ma resta la curiosità di vedere come il bandolo della matassa verrà risolto. Apprezzabile l'inserimento di Enzo Cannavale e della figlia del boss innamorata di Nico.

Lupus73 25/11/19 22:07 - 684 commenti

I gusti di Lupus73

Quarto di 11 film con Milian/maresciallo Giraldi, ancora una volta in America per metà film, stavolta per indagare sulla malavita, a cui fa capo un padrino ben interpretato dall'ottimo Eli Wallach. C'è un leggero calo rispetto al capitolo precedente, ma il livello è buono; la parte poliziesca ha picchi di drammaticità nel pre-finale, mentre la commedia ha la sua dose di farsa con la figlia del padrino e ovviamente con un Milian in gran forma. Oltre a Bombolo c'è anche Cannavale.
MEMORABILE: Il finale.

Giacomovie 22/12/19 17:07 - 1355 commenti

I gusti di Giacomovie

Il maresciallo Nico Giraldi si camuffa da malavitoso e si trasferisce a Las Vegas per indagare meglio su una serie di delitti. La regia di Corbucci è dinamica ma frenetica, spesso instabile. Con il buon ritmo e l'alternanza tra momenti tesi e divertenti si ha un film evasivo ma comunque inconsistente, non da buttare nella "monnezza" ma grossolano.

Graf 12/01/20 15:13 - 700 commenti

I gusti di Graf

Non pare una buona idea far emigrare il romanissimo maresciallo Nico Giraldi negli USA: nonostante conservi la sua simpatia coatta e la sua esuberanza impertinente, lo spessore del suo personaggio recepito come un pittoresco ma inflessibile tutore della legge perde di incisività e si appanna, arretrando verso un ruolo di anonimo poliziotto investigativo con scarsa autorità e carisma. Il film, però, ha un paio di momenti di tensione e interesse: la cattura del sicario vestito da prete e la condanna “a morte” di Giraldi con la sedia elettrica.

Victorvega 19/04/20 23:23 - 308 commenti

I gusti di Victorvega

Dopo gli accenni nei film precedenti, questa volta Nico Giraldi utilizza la consueta trasferta americana per girarci gran parte della pellicola. Slegato dal suo contesto, il personaggio perde molto e con lui la storia, pur potendo contare (in trasferta) su validi attori quali Wallach boss mafioso, un Cannavale cameriere e la Fumero spasimante dichiarata. Eppure il film era partito seguendo i soliti canoni... Un Giraldi un po' più misurato, un prefinale con discreta tensione ma alla fin fine il film appassiona meno e si trascina di più.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ermonnezza • 13/03/10 00:12
    Disoccupato - 5 interventi
    IL GUARDIASPALLE DI ELI WALLACH, QUELLO CHE MATERIALMENTE PRENDE DENTRO AL RISTORANTE LA PIZZA MARGHERITA IN FACCIA, E' ROBERTO TATTI, AIUTO REGISTA DI CORBUCCI IN TUTTI I FILM DELLA SERIE MILIAN/GIRALDI.
    LO RICORDIAMO ANCHE IN UNO CONTRO L'ALTRO PRATICAMENTE AMICI, NELLA PARTE DEL "CUGINO" DI TOMAS. PURTROPPO QUALCHE ANNO FA CI HA LASCIATO.
  • Discussione Cangaceiro • 13/03/10 10:50
    Call center Davinotti - 742 interventi
    Ermonnezza ebbe a dire:
    IL GUARDIASPALLE DI ELI WALLACH, QUELLO CHE MATERIALMENTE PRENDE DENTRO AL RISTORANTE LA PIZZA MARGHERITA IN FACCIA, E' ROBERTO TATTI, AIUTO REGISTA DI CORBUCCI IN TUTTI I FILM DELLA SERIE MILIAN/GIRALDI.
    LO RICORDIAMO ANCHE IN UNO CONTRO L'ALTRO PRATICAMENTE AMICI, NELLA PARTE DEL "CUGINO" DI TOMAS. PURTROPPO QUALCHE ANNO FA CI HA LASCIATO.

    Ora che so il suo nome posso segnalare che Roberto Tatti (Cano nel film) è doppiato da Michele Gammino.
  • Musiche Il Dandi • 7/05/10 13:41
    Contratto a progetto - 1470 interventi
    E lassame perde
    (musica di Simonetti - Pignatelli - Morante - Marangolo; testo di Amendola - Corbucci).

    Sigla cantata da Aldo Donati (ex membro della Scola cantorum e autore di brani di successo, come Canzoni stonate per Gianni Morandi)

    http://www.youtube.com/watch?v=mlCo9Z8kRPc
  • Discussione John trent • 7/10/12 14:58
    Servizio caffè - 511 interventi
    Zender ebbe a dire:
    In Antimafia io ricordo invece un bel pezzo quando c'è la scena nei fiumi coi gommoni ad aria (o quel che sono).

    Quella scena non è in "Squadra antimafia" ma in "Squadra antigangsters".
    Il pezzo dei Goblin è "Trumpet's flight":
    http://www.youtube.com/watch?v=XiJEVMmUukk
  • Discussione Zender • 14/10/12 12:15
    Consigliere - 43739 interventi
    Vero, hai ragione, li confondo sempre, grazie.
  • Curiosità Fedemelis • 15/01/13 10:47
    Fotocopista - 1792 interventi
    Per "capigliatura alla Taxi Driver", ovvero il taglio che Nico fa allo scagnozzo del Boss, si intende la famosissima cresta alla Travis Bickle, il personaggio protagonista del film di Scorsese interpretato da Robert De Niro.



    La capigliatura dello scagnozzo comunque è posticcia, lo si capisce più avanti nel film in altre inquadrature.

  • Curiosità Fedemelis • 12/07/13 11:04
    Fotocopista - 1792 interventi
    Le immagini di repertorio della partita di calcio, nel quale gioca Chinaglia, che Nico Giraldi (Tomas Milian) e Salvatore Esposito (Enzo Cannavale) proveranno a vedere è New York Cosmos - Detroit Express giocata il 7 Maggio 1978 allo Giants Stadium di New York e finita 2-0 e valevole per il campionato NASL 1978 (North American Soccer League).


  • Discussione Rogerone • 16/11/13 12:52
    Galoppino - 178 interventi
    tranquilli... ruber non serve più, ho trovato il dvd in vendita.
  • Curiosità Zender • 9/05/16 19:55
    Consigliere - 43739 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

  • Curiosità Buiomega71 • 26/07/17 19:30
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71 il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima visione Tv (sabato 21 marzo 1987) di Squadra antimafia: