Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

L'ambito, tanto per cambiare, è quello degli stalker, tema principe per i thriller televisivi, ma declinato in modo sufficientemente originale (si fa per dire) da rendere se non altro moderatamente intrigante la visione. Siamo dalle parti di THE FAN, con la (co)protagonista, Sarah Miles (Paxton-Beesley), che in questo caso non è una sportiva ma si diletta a scrivere poesie. Ha pubblicato un libro, non la si può certo definire nota ma ha un suo piccolo gruppo di appassionati. Soprattutto online, dove ha aperto un blog nel quale scrive le sue poesie; tra i lettori entusiasti anche Lee Maxson (Scerbo), una libraia apparentemente...Leggi tutto mite e assennata che vive con la madre diabetica; con quest'ultima ha però ha un pessimo rapporto e, quando una sera la vede rantolare sul pavimento implorando zucchero, decide di lasciarla morire lì. Qualcosa di simile aveva fatto con il padre, uccidendolo e inscenandone il suicidio. Non una mente troppo sana, insomma; quando infatti si mette in testa di avvicinare in qualche modo Sarah, l'autrice delle poesie che adora, non è difficile immaginare come finirà. Sulle prime si mostra gentilissima, cortese, ma una sera la spia dalla finestra e si accorge che il marito (Teravainen) la maltratta: la tradisce, con tutta evidenza, e quando Sarah minaccia di lasciarlo lui ribatte che in quel caso portertà con sé la loro unica figlia, accompagnando il poco simpatico pensiero con uno schiaffo in faccia. Lee capisce che è il momento di agire: presa a casa una pistola segue l'uomo e, una volta a tu per tu con lui in un garage, spara! Sarah, all'oscuro dell'omicidio, viene presto contattata dalla detective della polizia (Carsley) perché è inutile girarci attorno: chi aveva principalmente interesse a uccidere la vittima, ereditandone pure i beni, è lei. Le accuse della polizia contribuiscono a dare un po' di smalto alla storia, che pone Sarah nella doppia condizione di doversi discolpare e nello stesso tempo di cercare a capire, grazie all'aiuto di amici (il suo editore) o magari di un detective privato, chi possa aver ucciso suo marito. Tra gli amici c'è anche Lee, naturalmente, che giorno dopo giorno si fa più invadente assumendo il caratteristico atteggiamento che porta questi personaggi disturbati a passare da una gentilezza financo eccessiva all'inevitabile contrasto scaturito dal confronto con una persona "normale". Al centro stanno insomma le due donne, che nel complesso il loro lo fanno: specialmente la Paxton-Beesley, che sa rendere credibile la sua figura di poeta dall'animo sensibile dividendosi tra l'amore per la figlia, la riconoscenza provata nei confronti della sua nuova "amica" e la voglia di uscire da una situazione difficile. Alla Scerbo spetta il ruolo da Jekyll & Hyde di turno e lo ricopre diligentemente, senza strafare e permettendo al film di mantenere un certo aplomb, cui contribuisce a dire il vero l'intero cast. Un thriller strutturato decentemente, che segue una sua logica e che pur mancando di vera suspense (difetto comune a quasi tutti i prodotti televisivi coevi, generalmente piatti) si lascia seguire senza troppi rimpianti. Peccato manchi al solito qualche guizzo in grado di farlo emergere rispetto ai tanti girati allo stesso modo, e dal momento che i dialoghi sono poveri, anonimi, il risultato è quello di navigare nella mediocrità tipica di questi tv-movie che intrattengono, fanno quel che devono ma niente di più.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/06/21 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 30/05/22 15:57 - 5199 commenti

I gusti di Anthonyvm

Senza apportare novità di sorta alle usuali meccaniche dei thriller televisivi della stessa risma (femmina folle stalkera la protagonista poetessa ed elimina uno per uno coloro che s'intromettono nel loro rapporto), questo modesto prodottino canadese si lascia seguire con apprezzabile leggerezza senza attentare più di tanto all'integrità intellettiva dello spettatore (eccezion fatta per la solita facilità con cui la protagonista si lascia abbindolare dalla sociopatica di turno, la Scerbo di Sharknado e seguiti). Climax finale più centrato del solito, con accettabile resa dei conti.
MEMORABILE: L'odiosa madre malata della Scerbo; Agguato al marito nel parcheggio; Veleno per topi nella bibita della governante; La bimba col coltello alla gola.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina 5 corpi senza testaSpazio vuotoLocandina White sands - Tracce nella sabbiaSpazio vuotoLocandina Belle da morireSpazio vuotoLocandina Debito di sangue
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.