LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/07/08 DAL BENEMERITO MARKUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 27/07/08 13:21 - 3399 commenti

I gusti di Markus

Manfredi nuovamente nei panni del cameriere emigrato all'estero (vedi Pane e cioccolata), ma stavolta è a Londra. Il film - che ricordo essere corale - ha una doppia trama intrecciata: la commedia di stampo classico (con il tipico umorismo sottile di Nino Manfredi e le varie sfaccettature italiche ben recitate dal resto del cast, in cui spicca Leo Gullotta) e una trama diciamo drammatica, perché ad un certo punto lo spettatore segue le vicissitudini di questi camerieri in balia di un gruppo di rapinatori. Un film non eccelso ma meritevole.

Gugly 29/07/08 23:07 - 1029 commenti

I gusti di Gugly

All'inizio il tema sembra il medesimo di Pane e Cioccolata (l'immigrazione e la speranza di un futuro migliore), poi irrompe un gruppo di rapinatori e l'argomento vira verso la solidarietà tra emrginati; malgrado la solita interpretazione eccelsa di Manfredi e dei caratteristi italiani tra i quali spicca Leo Gullotta, il film soffre di una lentezza che rende difficile mantenere un livello d'attenzione costante, anche quando si vorrebbe suggerire tensione (ad esempio l'irruzione dei reparti speciali). Finale stucchevole.

Stubby 30/07/08 17:38 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Film che non mi ha particolarmente colpito. Sì, Nino Manfredi è bravo, ma ultimamente riguardando i suoi film mi pare sempre la stessa interpretazione quella che offre. Forse non avendone visti molti probabilmente è un'impressione mia. Per il resto il film è abbastanza povero e a parte qualche battuta non mi è rimasto un granché impresso. Secondo me si potrebbe tranquillamente evitare ma essendo abbastanza raro da reperire, se passa in tv un'occhiata è d'obbligo.

Skinner 26/10/09 10:44 - 592 commenti

I gusti di Skinner

Un'occasione in gran parte sprecata, Spaghetti House parte benissimo (scena di culto i camerieri che entrano in sala cantando canzoni tradizionali italiane) e sembra voler raccontare di più di quanto poi finisca per fare. L'arrivo dei rapi(na)tori infatti impantana la trama e quando sembra riprendersi il filo iniziale ormai il film è già finito. Insomma, quello che in Pane e cioccolata sarebbe stato solo uno dei tanti episodi del mosaico, qua fa la parte del leone a discapito del resto. Peccato! Ottimo il cast, menzione d'onore per Gullotta

Wonka 20/01/10 12:55 - 31 commenti

I gusti di Wonka

Cronaca cinematografica di quanto accaduto nel '75 in un ristorante italiano, a Londra. Parte come una commedia un po' amara per poi virare verso toni (poco) drammatici & denuncia sociale. Una specie di kammerspiel, che punta più sul lato psicologico/emozionale che sull'azione. C'è un tedioso macchiettismo sugli italiani (il sardo, il toscano, il laziale, l'emiliano, il siciliano) e un evidente limite nel doppiaggio italiano, ma gli attori sono bravi nonostante l'assenza di ritmo e un po' di noia (chiusi in una stanza, c'è poco da fare..).
MEMORABILE: La lezione di Manfredi sugli spaghetti alla puttanesca, il banchetto di pasta cruda.

Daidae 17/06/10 21:28 - 2839 commenti

I gusti di Daidae

Commedia di una noia unica. Lenta, lunga fino agli estremi, tra l'altro non pare neppure una commedia ma un misto tra poliziesco e denuncia sociale (focalizzata molto sulla lotta dei negri). Manfredi comunque grande come sempre riesce a tenere un minimo a galla questo film. Mediocre.

Galbo 20/06/10 17:09 - 11587 commenti

I gusti di Galbo

A metà tra la commedia e il dramma sociale, il film di Giulio Paradisi parte da uno spunto originale ma spreca le sue potenzialità a causa di una sceneggiatura non particolarmente brillante. Il film diverte a tratti grazie unicamente alle buone performance del cast, Nino Manfredi su tutti; anche Leo Gullotta offre una prestazione di tutto rispetto.

Tomastich 3/07/11 12:34 - 1218 commenti

I gusti di Tomastich

Misconosciuto film di Giulio Paradisi, dimenticato nei meandri degli anni '80 dalla critica dichiaratamente anti ottantiana. L'ambientazione chiusa e claustrofobica è un punto in più: in questo spazio i bravissimi attori (Manfredi e Gullotta in primis) tentano di instaurare un rapporto umano con i loro "sequestratori". Interessante e fine.

Ryo 17/12/11 18:17 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto, diventa un'opera di grande spessore sociale. L'irresistibile carisma di Nino Manfredi ci accompagna per tutto il film fra battute ironiche e momenti di profonda riflessione. Tutto il cast è brillante e spiccano, oltre a Manfredi, i bravissimi Ghiani, Gullotta e Rudolph Walker. Attuale come oggi, una bella resa sul problema dell'emigrazione e i razzisti luoghi comuni. Delizioso.
MEMORABILE: "Non è questione di essere neri o bianchi. È questione di essere stronzi. Se eri blu eri stronzo uguale!"

Samuel1979 3/05/12 22:07 - 486 commenti

I gusti di Samuel1979

Cinque italiani all’estero sono ostaggio (nel loro locale), di tre uomini di colore i quali, non appena arriva la polizia, si rifugiano con loro in una stanza. Dopo i primi attriti, nasce una certa sintonia fra Domenico e il comandante Martin (Manfredi e Walker). Paradisi mette in primo piano, in questa convivenza forzata, il dilemma dell’integrazione fra persone molto diverse, per razza e cultura, nonché il tema dell’emarginazione, oggi molto attuale. Memorabili certe battute di Manfredi, ottimo Leo Gullotta.
MEMORABILE: Bravi pezzenti che sparate ai pezzenti!!!

Nino Manfredi HA RECITATO ANCHE IN...

Homesick 20/10/12 17:30 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La solare, ingegnosa italianità del Centro-Sud in trasferta londinese per rievocare un tragico fatto di cronaca del ’75 (il cameriere Gianni Scrano preso in ostaggio da tre rapinatori neri). Pur firmata dagli specialisti Age e Scarpelli, la sceneggiatura amalgama a fatica – invero senza riuscirvi affatto – la parte da commedia e quella drammatica, recuperando tardivamente con un guizzo di pathos e amarezza nel finale. Manfredi, superlativo, azzera il resto del dimenticabile cast.
MEMORABILE: Le bottiglie vuote scolate, per ricavare le ultime gocce d’acqua.

Cotola 10/06/15 22:35 - 7826 commenti

I gusti di Cotola

Quella che all'inizio sembra una commedia, si trasforma gradualmente in un dramma dai toni sociali che però, a mio avviso, lasciano il tempo che trovano. Il tema della guerra tra poveri avrebbe meritato miglior sorte e forse sarebbe stato meglio trattarlo con più cattiveria. Forse ci si sarebbe divertiti di più ed annoiati di meno. E invece poche cose convincono e lascia anche un po' di stucco la piega che prendono le vicende e soprattutto il rapporto che si instaura tra rapitori e rapiti. Lasciamo perdere poi il finale. Bella prova di Manfredi, mentre il resto del cast è così così.

Rambo90 5/04/17 23:46 - 6694 commenti

I gusti di Rambo90

Inizia bene e lo spunto sembra essere promettente ma poi si perde per strada, perché la sceneggiatura non sa essere davvero incisiva e i personaggi risultano poco memorabili. Qualche battuta qua e là risolleva la situazione, anche grazie a un Manfredi in palla (mentre il resto del cast è così così, salvando Gullotta), ma la parte drammatica non coinvolge e lo stallo degli ostaggi si trasforma in stallo anche di una trama spesso ripetitiva. Finale irrisolto. Mediocre.

Nando 29/12/18 10:05 - 3541 commenti

I gusti di Nando

Dipendenti di un ristorante italiano a Londra, cinque italiani vengono presi in ostaggio da tre rapinatori di colore che si spacciano per guerriglieri politici. La prigionia si snoda tra battute e riflessioni con la polizia alquanto passiva. Certo la denuncia appare abbastanza edulcorata e talvolta si sorride. Epilogo non propriamente memorabile. Sempre eccellente Manfredi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 30/05/11 00:07
    Scrivano - 16467 interventi
    Disponibile in edizione dvd dal 06/07/2011 per Titanus:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano
    * Schermo Anamorfico 16:9
    * Audio Dolby Digital 2.0
  • Discussione Samuel1979 • 7/09/12 15:02
    Call center Davinotti - 3143 interventi
    Fanno parte del cast gli attori Eddie Tagoe (Bill) e Elvis Payne(Tom).
  • Discussione Samuel1979 • 19/10/12 22:17
    Call center Davinotti - 3143 interventi
    Il commissario, interpretato da Derek Martin è doppiato da Oreste Rizzini


    http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/film1/spaghettihouse.htm
  • Curiosità Buiomega71 • 30/01/20 19:10
    Pianificazione e progetti - 22621 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima visione Tv (Ciclo: "Nino Manfredi- Ritratto d'attore", martedì 5 marzo 1985) di Spaghetti house: