Space cowboys

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

La netta spaccatura che divide in due il film è lo specchio delle intenzioni di Clint Eastwood, che deve aver concepito SPACE COWBOYS come una commedia per precipitarlo dalla metà in avanti in un dramma spaziale con le carte in regola per coinvolgere emotivamente il pubblico. Non era facile rendere credibile il reintegro di quattro nonnetti nei programmi avanguardistici della NASA e così si è giustamente pensato che il ritorno dovesse essere motivato da una necessità che riguardasse la conoscenza di una tecnologia obsoleta. E in questi casi non può mancare la Russia, impadronitasi via KGB dei progetti del vetusto Skylab e in orbita con un satellite sull’orlo del (pericoloso) collasso. Eastwood,...Leggi tutto l’antico progettista, viene richiamato per l'assistenza, ma lui pretende di raggiungere il satellite di persona insieme ai suoi vecchi compagni: Donald Sutherland, Tommy Lee Jones e James Garner. Partirà l'operazione ripescaggio stile BLUES BROTHERS e via alle verifiche per l'idoneità, superate con qualche opportuna furberia. E’ la parte più comica del film, che mette a confronto gli arzilli vecchietti coi duri test concepiti per gente di altra età. Poi, con il decollo dello shuttle, si rientra nel viaggio spaziale classico, con i problemi dell'ultim’ora e gli eroi pronti al sacrificio. Nulla di veramente interessante. Anzi, con molte banalità di troppo e un finale scontatissimo. Fortunatamente i dialoghi sono piuttosto frizzanti la bravura del cast non è in discussione. Eastwood regista si sente poco e l'intero film, premiato da un ottimo successo di pubblico, denota tutti i limiti di un’operazione commerciale che esaurisce nella simpatica idea di partenza quasi tutte le sue cartucce. Per chi ama sorridere con le vecchie glorie.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

MAOraNza 10/09/07 16:47 - 192 commenti

I gusti di MAOraNza

Un'operazione geriatrico-commerciale che non affascina per niente. La regia di Clint Eastwood è nulla, la presenza dei dinosauri sullo schermo è poco credibile e, in linea di massima, per nulla "divertente". Sembra di essere tornati indietro di 20 anni nella storia del cinema.

Blutarsky 11/10/07 12:11 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Non si capisce con che criterio Eastwood, che ormai ci abitua a uscite di altissimo livello, si metta a volte a girare film di routine come questo, in cui tutta la storia e le situazioni comiche vertono sull'unica idea dei vecchietti che tornano a fare gli astronauti. A volte si sorride e il film non è girato male, ma è veramente poca cosa; si tenta di risollevare la pellicola utilizzando un bel gruppo affiatato di attori, ma la sceneggiatura è troppo telefonata e non riserva nessuna sorpresa. 2001 odissea nell'ospizio.

Puppigallo 10/10/07 09:06 - 4583 commenti

I gusti di Puppigallo

Eastwood (che non è certo un cretino) si copre bene le spalle con un cast di attoroni stagionati, ma molto simpatici, che andranno con lui a riempire uno Shuttle, facendone la succursale spaziale di una casa di riposo. Il buon Clint, infatti, aveva già capito che la vicenda in sè era poca cosa e che aveva bisogno di altri mostri sacri che la ravvivassero, accendendo l’interesse dello spettatore. Diciamo che l’operazione è riuscita quasi per intero, visto che la parte nello spazio non è all’altezza del resto. Bella invece la discesa col Daedalus, definito "Mattone volante". Merita un'occhiata.
MEMORABILE: "Lo scambio tra Clint e il suo ex collega, ora superiore: "Godrò a vederti col culo per terra". Clint: "E' un piacere lavorare di nuovo con te".

Galbo 12/10/07 07:22 - 11574 commenti

I gusti di Galbo

Clint Eastwood si concede una vacanza dal cinema con la c maiuscola a cui ci ha abituato e dirige questo film difficilmente catalogabile come genere ma che comunque è ben poca cosa. La regia è alquanto anonima, la vicenda e la sceneggiatura ridicole. A salvare in parte il film è l'interpretazione affidata al carisma e alla bravura di mostri sacri del cinema americano, un po' invecchiati (e su questo il film calca la mano) ma simpatici.

Fele 19/12/07 22:02 - 43 commenti

I gusti di Fele

Clint Eastwood non è in grado di fare film brutti e questo penso sia un dato assodato. Che poi "Space Cowboys" non sia un film bello mi pare altrettanto evidente. La parte migliore è quella in cui l'equipaggio spaziale scopre la verità sul satellite russo e sul suo carico segreto. Il resto è troppo consueto e, direi, banale. Qua e là anche eccessivo ed involontariamente ridicolo. Roboante.

Lovejoy 24/12/07 22:46 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente film ben girato e ottimamente interpretato dall'arzillo gruppo di simpatici vecchietti. Sono loro infatti la parte più divertente della pellicola. Eastwood, che si autodirige, è eccellente come sempre, Sutherland uno spasso, Garner bravissimo come suo solito. Ma il migliore del gruppo è Tommy Lee Jones, che regala una prova d'alta classe. Bellissima colonna sonora.
MEMORABILE: La scena finale sulla luna, con Lee Jones che guarderà per sempre la luna, con Frank Sinatra che canta la bellissima "Fly Me To The Moon".

Ciavazzaro 19/11/09 11:46 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Con un buon cast, un film molto gradevole. Buona la regia di Eastwood (anche attore, insieme ad altre vecchie glorie del cinema americano). Il film è curato anche dal punto di vista tecnico, ed è meritevole della visione. Promosso a pieni voti.

Rambo90 2/06/10 13:36 - 6670 commenti

I gusti di Rambo90

Buona fantascienza per il vecchio Eastwood, che si mette alla testa di un gruppetto di assi del cinema attempati (oltre a lui Sutherland, Garner e Jones). La prima parte è la migliore, con il reclutamento del gruppo, il loro faticoso addestramento, dialoghi brillanti e pieni di humor e qualche momento commovente. La seconda nello spazio stenta a ingranare ma poi si lancia in un finale bellissimo e commovente. Ovviamente perfetta la prestazione dei quattro protagonisti.

Lupoprezzo 13/04/11 18:30 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Gli anni passano, ma per il buon Eastwood c'è ancora qualcosa da dire e da fare prima di andare in pensione. Un po' schematico nel delineare le diverse generazioni a confronto e soprattutto eccessivo nel mostrare i giovani troppo babbei. La prima parte dai toni scanzonati alla Gunny è la più coinvolgente, mentre la discutibile piega thrilling che prende più avanti viene salvata da un finale romantico molto suggestivo.

Daniela 19/06/12 14:29 - 10118 commenti

I gusti di Daniela

Di difficile valutazione. La captatio benevolentiae di mettere in campo una squadra di vecchie glorie funziona in tutta la prima parte, in particolare durante la fase di ri-addestramento al volo, piena di ironia bonaria sugli acciacchi della terza età e sulla voglia di ricominciare. Poi però la missione parte davvero e, fra cascami di guerra fredda e fanfaronate assortite, l'interesse cala vistosamente e non basta a risollevare le sorti della pellicola il ricatto sentimentale nel finale. Mezzo passo falso nella carriera registica di Eastwood.

Clint Eastwood HA DIRETTO ANCHE...

Stelio 16/06/14 20:54 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Film insolitamente semplice per l'Eastwood maturo, autore di lavori ben più riflessivi e culturalmente rilevanti. Tutto sommato l'intrattenimento non manca, la regia è molto liscia e i dialoghi decisamente fruibili; ma soggetto ed evoluzione della trama sono davvero di livello mediocre...

Rigoletto 18/04/15 15:35 - 1635 commenti

I gusti di Rigoletto

Operazione vintage? No, piuttosto operazione "nostalgia" ma in una confezione di altissima classe, con quattro mostri sacri (Eastwood, Jones, Sutherland e Garner) che, dopo 40 anni, hanno la loro occasione di rivalsa. I protagonisti (per quanto mi riguarda i veri Fantastici 4) danno un'ottima prova di affiatamento e alla loro verve aggiungiamo quella di gente come Cromwell, Devane e la Harden, quantitavamente minore ma non meno importante. Certo, è vero che il film è zeppo di stereotipi, però con buona pace di tutti centra il bersaglio che si era prefissato.
MEMORABILE: Al controllo medico tutti si coprono imbarazzati davanti alla dottoressa... eccetto Sutherland.

Saintgifts 11/11/16 10:17 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Credo che il film non si meriti il titolo scelto (suggestivo, vero, ma non in linea con il contenuto della pellicola). Mi aspettavo molta più ironia, al limite della comicità, invece ci si trova davanti a una storia che nulla ha di ironico, tantomeno di comico. Non per questo deludente, anzi, gustosa sorpresa a partire dall'incipit, ben ricostruito e indispensabile preambolo. A Eastwood rimprovero solo il modo in cui ha trattato i giovani e la brutta parte che ha riservato all'ex Unione Sovietica, con il generale reticente fino alla fine. Clint è così.

Nando 11/11/16 15:48 - 3534 commenti

I gusti di Nando

Un'avventura lievemente fuori dagli schemi e forse improbabile per Eastwood, che comunque ha il valido tatto di raccontare una storia piacevole, che miscela commedia a dramma senza mai annoiare. Ottima la scelta del cast ,con quattro monumentali protagonisti che conducono la pellicola a un finale dolce-amaro in cui il fattore esperienza emerge preponderante.

Jandileida 7/06/17 12:54 - 1298 commenti

I gusti di Jandileida

Sortita geriatrica per il sempre caro Clint: certo fa un po'stupore pensare che questo sia lo stesso regista de Gli spietati e Mystic river ma ognuno ha bisogno di divertirsi, a volte. Pur utilizzando l'usurato trucco della banda di vecchietti messa a fare una cosa da giovani muscolosi (gli astronauti in questo caso), la prima parte del film fila abbastanza piacevolmente: le battute sono azzeccate e il cast di volponi recita alla grande. La deriva spaziale è invece telefonatissima e ricorda soprattutto l'intrigo del Blue gay. Guardabile.

Tarabas 3/02/19 12:35 - 1762 commenti

I gusti di Tarabas

Pure per chi ama il recupero di vecchi leoni, qui il tasso di cliché rischia di essere troppo alto. Impossibile prendere la cosa sul serio, bisogna divertirsi a vedere (soprattutto) Eastwood e Jones litigare, menarsi e poi mettersi al lavoro per salvare il mondo. Bravi tutti, per carità, ma la storia degli astronauti 70enni già sarebbe ridicola di suo, se ci si aggiungono tutti i luoghi comuni tipici di questi film resta veramente poco.

Lou 18/02/19 15:03 - 1027 commenti

I gusti di Lou

Tanti luoghi comuni ma anche molta ironia in questo film "spaziale" di Eastwood in cui una squadra di vecchie glorie aeronautiche viene assemblata dalla NASA per organizzare una missione spaziale per riparare un satellite russo in avaria. Il punto debole è la trama da Guerra Fredda fuori tempo massimo. Ottima la prova da mattatori dei quattro attempati ma arzilli protagonisti.

Minitina80 27/05/19 04:55 - 2500 commenti

I gusti di Minitina80

Assomiglia a un passatempo con cui Eastwood ha voluto, per l'appunto, passare un po' del suo tempo. Non ci sarebbe nulla di male, se non fosse che non desta grande interesse, essendo la trama ben poca cosa. Oltretutto i tratti somatici si avvicinano molto al classico prodotto americano, carico di una retorica che stona e lo sminuisce allo stesso tempo. Tuttavia Eastwood non può girare male e la confezione è buona, anche se le fondamenta scricchiolano e il risultato è mediocre. Nemmeno la volontà di apparire simpatici dei quattro fa la differenza.

Taxius 19/12/19 20:53 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Un vecchio satellite è in avaria e rischia di cadere sulla Terra causando enormi danni e gli unici che possono fare qualcosa sono un gruppo di vecchi militari ormai in pensione. Il film di per sé non è un capolavoro, ma Eastwood è un signor regista e un ottimo attore e riesce sempre a trasformare in oro ciò che oro non è. "Space cowboys" infatti è un piacevolissimo film di fantascienza dalla trama leggera sorretto totalmente dai quattro anziani mostri sacri del cinema americano. Nella storia del cinema non lascerà traccia, ma non è male.

Enzus79 19/01/20 19:45 - 1955 commenti

I gusti di Enzus79

Uno dei peggiori (se non il peggiore) film di Clint Eastwood. Fantascienza con molti risvolti che si avvicinano alla commedia. Oltre a non convincere c'è anche discreto coinvolgimento, ma almeno qua e là si sorride. Eastwood e Tommy Lee Jones sono quelli più in parte, gli altri fanno più da contorno che altro. Per i fan dell'ex ispettore Callaghan merita una visione e basta.

Tommy Lee Jones HA RECITATO ANCHE IN...

Silvestro 5/03/21 23:41 - 99 commenti

I gusti di Silvestro

Clint ha fatto di meglio, molto meglio, eppure anche in un film con ambizioni modeste riesce a tirar fuori alcune buone trovate, come gli scambi di battute tra lui e Tommy Lee Jones oppure l'idea che il cervello umano sia la più potente delle macchine (messa  al centro della storia e portata  avanti da Eastwood con la consueta coerenza). Una pellicola non indimenticabile ma che porta comunque a casa la pagnotta.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.