Soldato semplice

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 2015
Genere: drammatico (colore)
Note: Collaborazione alla regia: Alessio De Leonardis.
Numero commenti presenti: 1
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

L'impresa di sdrammatizzare gli orrori della Grande Guerra questa volta non riesce. Anche perché forse il buon Paolo Cevoli (più noto come assessore romagnolo a "Zelig") non era proprio la persona più indicata, per dirigere un film già così carente a livello di sceneggiatura. Tutto confinato sulle montagne dove gli alpini combattono contro un nemico praticamente invisibile (l'unico austriaco che si vede parla perfettamente italiano ed è sorpreso mentre fa i suoi bisogni), ha come protagonista Gino Montanari (Cevoli), un soldato di Riccione decisamente diverso da chi gli sta intorno: estroverso, infingardo, donnaiolo, mammone e soprattutto di indole pacifico-menefreghista. Se sta lì è solo perché, per riparare ad alcuni guai combinati...Leggi tutto nella scuola dove insegnava, è stato costretto dal suo preside a partire "volontario" per la guerra. Dovrebbe occuparsi dell'eliografo, ovvero l'apparecchio che utilizzando i raggi solari veniva usato per comunicare a grandi distanze, ma a capirci ben più di lui in tema è un secondo pesce fuor d'acqua, il giovanissimo Aniello Pasquale (o Pasquale Aniello, nemmeno lui sembra sapere bene quale sia il nome e quale il cognome), di Capri; prova una sincera stima per Montanari, che chiama Maestro (per tutti gli altri è "il patacca"), e gli si affeziona. Ma non è facile diventare amici di un animo così cinico e contestatore, di un buono a nulla che pensa solo a fare il meno possibile e a sopravvivere. E' importante la figura del capitano (Lionello), duro e decisionista come si conviene a quelli del suo grado, mentre gli altri tra loro si confondono, si esprimono spesso in dialetto strettissimo e faticano a rendersi simpatici. La guerra si avverte giusto per qualche lontana esplosione o per l'echeggiare degli spari, ma a contare di più sembra il rapporto del protagonista con la natura che lo circonda (alcune panoramiche montane va detto che hanno indubbiamente un certo fascino) e con il suo giovane amico, al quale insegna un po' di cultura spicciola (“sursum corda”...). Purtroppo la mancanza di una regia valida si avverte fin da subito e la storia sembra composta più che altro da brevi scenette mal appiccicate in cui la simpatia di Cevoli, che per la sua verve da comico porterebbe a spostare il film nell'ambito della commedia, si alterna a fasi più serie e riflessive (rispecchiate da una fotografia desaturata di un certo pregio). L'aver portato l'assessore sui monti tra gli alpini senza poi cambiare granché i tratti del personaggio rende il tutto un po' stridente e lascia che la serietà si rintracci soprattutto nelle intenzioni (il film è dedicato da Cevoli al nonno alpino). Purtroppo, minuto dopo minuto, i ritmi si abbassano e nell'ultima mezz'ora si fatica davvero a procedere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/11/15 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Piero68 12/12/16 10:44 - 2752 commenti

I gusti di Piero68

Più che un omaggio al nonno alpino sembra un omaggio a uno dei capolavori del grande Monicelli. Peccato che Cevoli non sia nemmeno un'unghia del Maestro come del resto anche di Sordi e Gassman. Ne viene fuori un film brutto, vuoto, irritante, senza uno straccio di storia di base e con gag che hanno troppo il sapore di Zelig (come il tormentone della caramella al rabarbaro). Anche il cast, con attori mediocri, non aiuta e i soliti luoghi comuni finiscono con lo svilire ancora di più un film che si fa fatica a vedere fino in fondo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.