Sin city

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Se è vero che tre indizi fanno una prova non si può che prenderne atto: Robert Rodriguez, che con DESPERADO prima e con C’ERA UNA VOLTA IN MESSICO ancor di più aveva dimostrato di concepire l'azione come un caos anarchico ove incanalare la propria creatività visiva, trova in SIN CITY la conferma definitiva: il suo cinema è molto lontano dal riuscire a raccontare senza ripetersi stucchevolmente. In SIN CITY la trama (confusa e ben poco interessante) è un esilissimo pretesto per far vedere con quale abilità e perizia tecnica ci si è avvicinati alle cupe atmosfere...Leggi tutto del fumetto da cui è tratto. Una fotografia in bianco e nero puntellata da saltuari inserti di colore violentissimo che è uno spettacolo, la ricerca di inquadratura indubbiamente affascinanti, un cast stellare (in ordine di apparizione Bruce Willis, Michael Madsen, Mickey Rourke, Jessica Alba, Elijah Wood, Benicio Del Toro, Clive Owen e altri ancora!) non bastano a dare un senso al film, terribilmente noioso (quasi due ore che sembrano non passare mai) e intriso di una violenza splatter incredibile utile solo a incrementare la forza dell'impatto visivo: SIN CITY si compone di più episodi, intrecciati e temporalmente sconnessi in stile Tarantino (presente come guest-star director... mah), ognuno con un suo preciso protagonista, appesantiti dall'inevitabile voce off tipica del noir. Storie di vendette spicciole, di malavita, di amore e sesso (una bella parata di fisici statuari seminudi) con dietro il nulla. Preso a piccole dosi può entusiasmare, visto d'un fiato fa sbadigliare.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 6/03/07 19:10 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Film a episodi, con un ritorno nel grande cinema da parte di Mickey Rourke che interpreta a mio modo di vedere il personaggio e l'episodio migliore. Atmosfere molto cupe, cariche di violenza. Ottimo cast e film che si lascia piacevolmente guardare anche se sinceramente, visto il regista ed i numerosi attori di livello, ci si aspettava qualcosina in più. Comunque ottimo per una serata non impegnativa.

Lele Emo 3/04/07 14:56 - 184 commenti

I gusti di Lele Emo

Confuso noir, di spessore per il cast, non di spessore per la trama (pressochè inesistente). Lo scorrimento non c'è, si tratta più che altro di uno zoppicare avanti e indietro tra episodi confusi. Grande l'interpretazione di Mickey Rourke, all'altezza come sempre. Dal termine del suo episodio è un farfuglio indistinto, soporifero e alquanto noioso. Anche se tuttavia dà un buon esempio di sé anche Benicio Dal Toro, che si conferma sempre grande interprete. Non mi è piaciuto per niente Willis che incarna la parodia di se stesso.

Il Gobbo 13/06/07 09:30 - 3013 commenti

I gusti di Il Gobbo

La drastica scelta estetica alla base del progetto è già, di per sè, uno spartiacque: prendere o lasciare. Prendiamo: la riproduzione, di filologica fedeltà, del comic, è di stupefacente fattura tecnica, e di gran godimento citazionistico. Manierismo? Non c'è dubbio. Post-modernismo un tanto al chilo? Concesso. Ma il lodatissimo fumetto del pompatissimo Miller è esattamente così, che colpa ne ha Rodriguez? Che poi il mattacchione messicano possa (e debba fare) di meglio, non ci piove. Rourke e Owen mattatori, c'è qualche donnina da collasso.

Lercio 29/06/07 20:15 - 232 commenti

I gusti di Lercio

Questo film inaugura il fumetto che entra dentro il film e non il film che cerca di imitare il fumetto. Operazione senza precendenti e totalmente rivoluzionaria che resterà senza dubbio nella storia del cinema. Vogliamo trovare un difetto a questo film? E' forse l'apparente mancanza di un'anima, ma questo riguarda semmai l'opera disegnata e non quella su pellicola.

Homesick 27/07/07 10:15 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Fumettistico e straripante, si snoda in una serie di microepisodi con protagonisti che stentano a morire anche dopo essere stati crivellati di colpi o con la testa mozzata o trapassata... La scelta più originale è la fotografia - in bianco e nero con sporadiche concessioni al rosso, al giallo e al blu -, mentre sangue e frattaglie pulp sommergono senza ritegno uno spettacolo che troppo presto diventa manierismo e cade nel bambinesco. Il nutritissimo cast (Rourke in testa) si impegna in interpretazioni da manuale del comix, spesso rese autoironiche dal commento della disillusa voce off.
MEMORABILE: Il nudo statuario della Gugino; «Il potere te lo danno le bugie, grandi bugie e convincere il mondo a parteggiare per te… » (Boothe, grandissimo).

Xamini 29/10/07 00:29 - 1093 commenti

I gusti di Xamini

La mancanza totale di una trama può essere giustificata dalla filosofia dell'eccesso nella scelta estetica? Decisamente sì, se la linea guida è quella di un fumetto noir/splatter di violenza caricaturale; il gusto sta proprio nel dissezionare il lavoro di regia, di montaggio ma soprattutto la serie di scelte cromatiche sottese a ogni fotogramma. Quant'è forte quel bianco-cravatta, quei cerotti come cicatrici, quei rossi rossetto/sangue intensi, quel giallo sul goblin pedofilo, quella pioggia che sporca la macchina d'ogni colore. Privarsi di questo gusto nella ricerca del particolare significa travisare il film.
MEMORABILE: L'intero film è una raccolta di momenti memorabili anche non legati l'uno con l'altro. Il rosso iniziale e il bianco-nero finale forse i migliori.

Galbo 30/10/07 16:41 - 11769 commenti

I gusti di Galbo

Sorta di fumetto animato, Sin City altri non è che una colossale operazione estetica fine a se stessa: non si capisce il senso di effettuare una trasposizione copia (quasi) conforme del fumetto originario sacrificando quasi completamente il linguaggio cinematografico. Il film è pertanto irritante nel suo manierismo, operazione patinata anche nelle sue parti più cruente, ma priva di altri valori aggiunti. Bravi comunque gli attori.

Redeyes 8/02/08 10:22 - 2276 commenti

I gusti di Redeyes

Inutile girarci attorno: da appassionato di comics non posso che ammirare tale film. Trovo sia bellissimo e godibilissimo dal primo all'ultimo minuto. Trovo abbia una grafica non solo fedele a Miller, ma efficace. Il cast di tutto rispetto recita molto bene. Si può obiettare sia manicheo, ma sarebbe come obiettare che nei film d'amore vince il cuore: siamo in un fumetto, e quindi... La Alba deliziosa. Rourke ed Owen un gradino sopra gli altri.

Cangaceiro 17/05/08 13:23 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Io non ho (per fortuna...) familiarità con i fumetti di Miller ma se questo è il risultato della loro trasposizione cinematografica Rodriguez poteva tranquillamente dedicarsi ad altro. Tra i tanti episodi non se ne salva nemmeno uno, ma il peggiore è sicuramente quello occupato dalla faccia da c**o di Clive Owen... Guardandolo, l'unica cosa che volevo era che qualcuno lo ammazzasse il prima possibile.

Flazich 19/05/08 01:19 - 659 commenti

I gusti di Flazich

Trasposizione quasi maniacale quella operata dal/i regista/i. Le tavole del magnifico fumetto sono rappresentate alla perfezione. Il bianco e nero della pellicola riesce a dar vita alle pagine di Miller e la città del peccato, la vera protagonista e filo conduttore, si anima, pulsa. La trama è stata rielaborata prendendo spunto da più racconti di Frank Miller. Gli appassionati non potevano chiedere di più.

Rosario Dawson HA RECITATO ANCHE IN...

Sunchaser 2/08/08 15:22 - 127 commenti

I gusti di Sunchaser

Noir espressionista iperviolento, segna un'ulteriore linea di congiunzione tra cinema e fumetto, poiché Rodriguez non si limita a trasporre il fumetto in immagini, ma ricalca fedelmente lo stile di Miller nei colori, nelle inquadrature e nelle scelte stilistiche. Tra episodi più o meno riusciti, spicca sicuramente quello dell'indistruttibile Marv.
MEMORABILE: Gli tolgo le sue armi. Tutte e due.

MAOraNza 9/09/08 22:13 - 204 commenti

I gusti di MAOraNza

Riuscire a trasformare in pellicola un fumetto noir e hard boiled come Sin City non era facile. Dal canto suo, Rodriguez ha fatto quello che non molti avrebbero provato a fare, ovvero mettere in movimento i visionari "affreschi" pittorici di Frank Miller. Il risultato è un esercizio di stile e una pedissequa copia delle svariate storie raccontate nei fumetti e forse per questo motivo gli eventi possono sembrare "scollegati": in realtà, tutti gli eventi sono uniti da un sottile filo conduttore. La violenza. Un film non proprio per tutti.

Puppigallo 24/09/08 12:09 - 4765 commenti

I gusti di Puppigallo

Più che le storie, qui è interessante la fusione fumetto-pellicola, con un effetto decisamente interessante. Si sono scomodati attoroni e belle promesse per questo film, ma il risultato non è stato eclatante. Apprezzabile la performance di Rourke, che con la faccia che si ritrova non hanno certo faticato a truccarlo (personaggio cinico, bastardo, ma con una sua etica). Bene anche Del Toro (subirà parecchio) e non male Willis, nonostante dopo un po', il suo personaggio inizi a stancare. La parte nella città delle prostitute è la meno riuscita. Comunque, non male.
MEMORABILE: Rourke: "Adoro i sicari; gli puoi fare di tutto, senza rimorsi". Il giovane cannibale. Il figlio del senatore.

Pigro 25/09/08 09:47 - 8629 commenti

I gusti di Pigro

Tre truci storie dalla plumbea città del peccato. Un film-fumetto suggestivo, grazie a un b/n al carboncino con schizzi cromatici lampeggianti qua e là (il verde di uno sguardo bieco o il rosso del sangue che cola a profusione), e ai personaggi risolti visivamente con bella sensibilità grafica. Il pulp gronda a più non posso, e alla fine stanca un po', ma proprio l'eccesso iperbolico di mostri criminali, sgozzamenti e amputazioni, sterilizza la violenza, trasforma tutto in buffo grandguignol e ci fa godere una curiosa invenzione.

Renato 26/09/08 15:25 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Premesso che ignoro del tutto il fumetto all'origine, il film mi è piaciuto. La struttura frammentaria è utilizzata con una certa logica, le storie sono interessanti da seguire (soprattutto quella con Bruce Willis e una Jessica Alba da doppio infarto) ma ovviamente a prevalere è l'aspetto visivo. Anche il notevole cast nel suo complesso funziona bene, con una menzione speciale per il grande Benicio Del Toro.

Supervigno 25/09/08 18:24 - 229 commenti

I gusti di Supervigno

Che bello! Se si amano i fumetti di Miller non si può non apprezzare questo film, che li ricalca in modo perfetto, senza perdere nulla della tragicità dei personaggi, della crudezza della città del peccato e della bellezza senza pietà delle donne che la abitano. Ottimi gli attori, impressionanti al punto giusto le storie di straordinaria cattiveria e di forti sentimenti che ci tengono incollati allo schermo lungo tutto il (non brevissimo) film.

Matalo! 25/09/08 18:35 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Ahi cosa posso dire? Non conosco il fumetto... ma immagino da quel che leggo che la fedeltà sia notevole. Al film, stigmatizzato da più, nuoce quel leggero flavour dell'umorismo rodrigruesco che è fastidioso: uno humor per adepti, che fa ridere solo loro. Un po' confuso (un bel po') ma i noir son sempre tortuosi. Direi una bugia se affermassi che non mi è piaciuto (anche se non ci ho capito niente). Su tutti svetta Mickey Rourke. Devo aggiungere il mio aumento di testosterone all'apparizione di Rosario e Jessica? Ormai mi conoscete...

Deepred89 31/10/08 15:15 - 3458 commenti

I gusti di Deepred89

Freddo e fumettistico, caratterizzato da una fotografia geniale e perfettamente realizzata, di un apocalittico b/n con qualche colore (spesso utilizzato con scopi metaforici) spruzzato qua e là su alcuni dettagli. La storia è divisa in tre episodi di livello mediamente più che discreto, non troppo scorrevoli ma cupi, cinici e ben interpretati (oltre ai bravi, come era scontato, Willis e Rourke, abbiamo pure uno stupefacente Elijah Wood nei panni di uno psicopatico cannibale). Niente male.

Ciavazzaro 2/11/08 12:28 - 4770 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Si respira l'aria dei fumetti di Frank Miller, nella pellicola. A cominciare dall'angosciante (nel senso buono) bianco e nero, che si tinge di rossissimo nelle scene di sangue e con un buon cast: molto in parte Willis ma anche Hartnett e Rourke (e c'e pure Miller a fare un cameo!). A me è molto piaciuto, soprattutto per come l'atmosfera del fumetto è stata trasportata su pellicola. Quindi benvenuti a Sin City, la città del peccato!

Ford 9/11/08 10:19 - 582 commenti

I gusti di Ford

Un noir esagerato, dai dialoghi iper-machi e con voci off onnipresenti dai contenuti ogni tanto banali. La storia è un abisso senza speranza, resa più sostenibile dalla sceneggiatura spezzattata, ma soprattutto da una tecnica filmica incredibile. Rodriguez padroneggia alla grande lo stile dei fumetti di Miller, ottima fotografia in b/n con alcuni color-pass davvero riusciti (come il giallo figlio del senatore). E' un po' troppo lungo e verboso ma l'occhio ne è appagato (anche grazie alle bellezze femminili che lo popolano).

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Ammiraglio 3/12/08 09:45 - 150 commenti

I gusti di Ammiraglio

Dopo la prima visione di questo film la mia impressione, ricordo, è stata completamente negativa. Nel rivederlo recentemente invece devo ammettere che quella prima impressione è stata ribaltata, se non completamente, almeno in parte. Pur nella sua esagerazione ed esasperazione, "Sin City" è davvero un film ben fatto. Lo stile in cui è girato (in particolare la quasi totale assenza di set) lo rende unico. Apprezzabili, dal mio punto di vista, sono i numerosi dialoghi interiori.

Ercardo85 17/12/08 10:48 - 81 commenti

I gusti di Ercardo85

Senza esagerazioni, uno dei peggiori film della storia del cinema. Poco importa che sia fedele o meno al fumetto, il cinema è cinema e il film va giudicato in quanto tale: pura spazzatura post-moderna (tanto per riciclare un termine che tanto piace alla critica), noiosa ed autocompiaciuta, infarcita di ammiccamenti cinefili di quart'ordine e dialoghi insipidi che piacciono tanto ai "tarantinati". A chi piace...
MEMORABILE: I titoli di coda (liberazione!).

Rickblaine 30/12/08 14:36 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Rodriguez compie una grande opera portando innovazione al grande schermo (positivo o negativo?). Frank Miller ispira e il regista esegue a proprio modo, creando un mondo mai visto dove personaggi a fumetti riescono ad invadere lo schermo grazie alla magia che permette la grafica. Inoltre il cast è d'eccellenza: Mickey Rourke è il migliore seguito da Bruce Willis, la Dawson, Del Toro e altri ancora.

Patrick78 19/01/09 19:18 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Elemento di assoluta novità e destabilizzazione negli oliati ingranaggi hollywoodiani, questo fumettoso lungometraggio di RR si propone come una prelibatezza per gli appassionati lettori delle graphic novels milleriane. Riunione quasi irripetibile di una folta schiera attoriale oramai di primissimo livello, "film" talmente brutto da risultare un fumetto con i fiocchi e controfiocchi, esercizio registico quasi sperimentale e alla lunga deleterio per i non iniziati. Poco altro da aggiungere in un contesto hard boiled e un po' troppo fittizio. Cartaceo.

Enricottta 13/06/09 13:11 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Film per ragazzi. Se non si entra in questa ottica, diventa indigesto guardare questa opera. La storia è un fumetto ben fatto, con trovate stilistiche molto interessanti. Chi ama Miller resterà sodisfatto. Personalmente trovo la confezione di Rodriguez perfetta. Il ritmo del film è molto discontinuo, ma è apprezzabilissimo in alcuni momenti. Da rivedere.

Belfagor 31/05/09 10:45 - 2647 commenti

I gusti di Belfagor

Il fumetto di Miller ha indubbiamente una struttura abbastanza dinamica da indurre in tentazione qualche regista, ma c'è differenza fra questo e portare sullo schermo due ore di violenza ipergrafica e voice-off prolissi. Abbiamo a che fare con un minestrone pulp che può esaltare giusto dei quindicenni fan del fumetto. Cast sprecato: solo Jessica Alba e Rosario Dawson fanno faville, mentre la tendenza di Owen a sbagliare film sembra assumere connotati sempre più masochistici.

Disorder 13/06/09 10:41 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Buon film, senza dubbio ben fatto e realizzato, che però non convince del tutto. La commistione tra fumetto e cinema era già perfettamente riuscita ne Il corvo (al quale questo film sembra abbastanza debitore), ma in questo caso siamo ai limiti dello "scimiottamento" delle vignette di Frank Miller. Comunque un buon prodotto. Notevole anche il cast.

Fabbiu 15/07/09 10:27 - 2033 commenti

I gusti di Fabbiu

Sin City (che peraltro non ho mai letto) è un noto fumetto d'autore, famoso soprattutto per aver dato al noir un nuovo aspetto, una sorta di sub-genere più elaborato del solito. Nel film non solo abbiamo l'ottimale trasposizione del contesto splatter-noir-e sana violenza ironica in pieno stile Rodriguez-Tarantino, ma anche un impianto grafico impressionante, uno studio visivo che dona un'originalità impressionante rispetto a quanto finora è proposto anche nelle simili produzione estreme come il Natural Born Killer di Stone.

Saintgifts 6/11/09 22:57 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Visto il numero di commenti (attualmente pari a quelli di Arancia Meccanica) uno scopo lo ha raggiunto questo film: suscitare interesse. A me non ha entusiasmato particolarmente se lo guardo sotto il profilo classico di cercare una trama e eventualmente una morale. Ma se lo guardo sotto il profilo tecnico artistico e di mero intrattenimento, allora devo dire non male, anzi notevole; se poi si aggiunge la sfilata di bellezza muliebre qualche altro punto lo guadagna. Poi si può discutere su quale sia lo scopo di portare sullo schermo un fumetto con attori veri...
MEMORABILE: ...Il potere non te lo dà un distintivo o una pistola, il potere te lo danno le bugie... Il senatore davanti a Bruce Willis sul letto all'ospedale.

Tarabas 24/10/09 17:59 - 1824 commenti

I gusti di Tarabas

Nella violentissima Basin City la gente crepa che è un piacere. Tutta la morale (?) del film sta qui. A parte la curiosità tecnica della realizzazione, il resto è ordinaria spazzatura splatter in salsa pseudo-noir, ovviamente virata in pulp stile Tarantino, artefice dell'operazione insieme al sodale Rodriguez e all'autore del fumetto originale Miller. Non ci si vede senso, solo una rincorsa verso i bassifondi del manierismo estetizzante tipico del filone tarantinesco. Sciagura.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

124c 8/01/10 14:59 - 2822 commenti

I gusti di 124c

Robert Rodriguez rende omaggio con questo film alle numerose graphic novel a fumetti dell'autore/disegnatore Frank Miller, cercando di dare un taglio "da fumetto" al prodotto. Grande cast, per cinque storie brevi (due con Bruce Willis e due con Josh Hartnett) che sembrano più disegnate che dirette. Anche se molti personaggi rimangono piacevolte in testa, sopratutto il Marv di Mickey Rourke e la ballerina di lap-dance di Jessica Alba, tutto mi fa pensare a sketch televisivi ben diretti.
MEMORABILE: Le cinque storie sono tutte collegate, perché tutti i personaggi, anche per una sequenza, s'incontrano.

Rambo90 8/04/10 12:56 - 6952 commenti

I gusti di Rambo90

Era lecito aspettarsi molto di più da registi del calibro di Rodriguez e Tarantino e soprattutto dall'immenso cast impiegato. Ma tant'è che il film rimane un innocuo divertimento per appassionati dell'action iperbolico e surreale, i segmenti migliori sono quello iniziale con Mickey Rourke e quello finale (davvero bello) con Bruce Willis. L'intermezzo con Owen e la testa mozzata di Del Toro è soltanto inutile e abbastanza puerile. Si vede con piacere, ma non rimane molto impresso. Buono ma nulla più.

Magnetti 28/04/10 11:48 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Sin City è intrigante per come è stato girato: visivamente è come un fumetto. Piacevole da guardare per i personaggi ben caratterizzati. M. Rourke è memorabile, E. Wood è un ottimo cattivo. Ottima la Dawson che ben si presta al gioco del fumetto. J. Alba sembra fin più bella del solito. Alla fine mi è rimasta l'impressione che la forma abbia superato la sostanza: insomma un film sperimentale non completo di tutto ciò che una pellicola dovrebbe avere.

Greymouser 29/04/10 01:23 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Straordinaria trasposizione di un fumetto di Miller, "Sin city" è un tipico film alla Rodriguez: non ci si aspetti altro che una girandola di invenzioni visionarie al limite del delirio, ma non è poco. La vena immaginativa del regista è straripante, è un cinema per gli occhi, innanzitutto; ma il gusto del raccontare non è assente e rende il lavoro più solido e memorabile. Belle le prove degli attori, in primo luogo Willis e Rourke, ma Rodriguez riesce a cavar fuori il meglio perfino da Jessica Alba...

Capannelle 14/05/10 11:13 - 3994 commenti

I gusti di Capannelle

Non sono un cultore del genere e temevo di assistere a una boiata, con il look di Rourke che non prometteva nulla di buono. Poi vedo la Gugino e penso "ecco ti propongono una sventola per coprire il vuoto del film". E invece, procedendo, questo fumettone non è male. C'è della sostanza nello script e ci si diverte pure, soprattutto nei primi due episodi dove primeggiano Rourke, Wood (particolarissimo), Del Toro e la Dawson (non che le altre demeritino). Moscio il finale con Willis e la Alba.

Metuant 15/05/10 16:37 - 455 commenti

I gusti di Metuant

Ammetto che, viste le premesse, temevo di trovarmi di fronte all'ennesima americanata tratta da un fumetto underground; invece quello che mi sono trovato davanti è stato un grandioso e allucinato noir irreale e ultra splatter a tinte fortissime, con un cast eccellente e un impianto fumettistico decisamente azzeccato. Molte trovate appaiono grottesche ed eccessive, ma del resto è lo spirito dei disegni originali di Frank Miller. Ottimo, non per tutti.
MEMORABILE: La testa martoriata che continua a parlare.

Hackett 19/05/10 06:58 - 1818 commenti

I gusti di Hackett

Rodriguez si prende la briga di portare un caotico ed affascinante fumettone di Frank Milelr al cinema e lo fa con particolare cura dei dettagli. Le vicende, già in partenza esagerate e "fumettistiche", vengono ben trattate dalla macchina da presa che aggiunge un tocco di magia grazie ad una fotografia davvero azzeccata. Cast all star. Operazione riuscita.

Satyricon 24/08/10 14:26 - 147 commenti

I gusti di Satyricon

I fumetti di Miller non mi piacciono e non mi importa se siano o meno trasposti bene al cinema; quello che mi piace è una nuova concezione di cinema o meglio un nuovo esempio di cinema estetico e di puro divertimento (altro che Spider Man). Effetti digitali usati magistralmente, ambientazioni industrial-punk, quella giusta esagerazione propria di un fumetto nelle inquadrature e nei chiaroscuri. Bella la storia del detective che si sacrifica per salvare la sua per sempre ragazzina. Appassionante.

Nando 7/10/10 01:23 - 3599 commenti

I gusti di Nando

Il fumetto al servizio cinematografico, varie scene e momenti adrenalinici con vicende di alto impatto. Mitragliatrici rutilanti, cattivi sempre pronti all'azione ma alla fine emerge pure una morale buonista. Una discreta prova, esaltante per alcuni versi, triste per altri.

Pinhead80 27/02/11 14:58 - 4198 commenti

I gusti di Pinhead80

Tratto dai fumetti di Frank Miller, Sin City è un'opera particolare sia per contenuti che per forma. La forma rispetta in pieno quella del fumetto, mantenendono le peculiarità (bianco e nero con particolari evidenziati) e la fedeltà nelle battute. Le storie dei vari personaggi sono fatte di soprusi, violenza, sesso e morte, tutti ambientati nella città del vizio e della dannazione, ovvero Sin City. Tutti bravi gli attori, tra i quali a mio parere si eleva Elijah Wood nei panni di un assassino psicopatico. Da vedere.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Tyus23 6/04/11 19:28 - 220 commenti

I gusti di Tyus23

Il poliedrico Rodriguez, coadiuvato dall'autore del fumetto originale Frank Miller, si cimenta nell'adattamento, praticamente vignetta per vignetta, di tre delle graphic novels che compongono il ciclo di Sin City. Il risultato è un film interessantissimo (se non altro per la commistione fumetto-cinema), fummettisticamente iperviolento e visivamente strabiliante che sfrutta come nessun altro prima le potenzialità del formato digitale. Narrativamente discontinuo ma notevole.

Piero68 22/08/11 09:07 - 2851 commenti

I gusti di Piero68

Una ventata di aria fresca sulla trasposizione di fumetti in film. Qui è tutto il film a mantenere lo spirito fumettistico sia nello stile che nelle immagini, altro che la Marvel. Interpretazioni poi godibili e credibili per un ottimo cast che evidentemente ci crede e si impegna: Willis, Rourke, Owen, Del Toro... danno tutti il loro contributo e, in verità, nessuno delude. Troppo violento e sadico? Forse! Ma a memoria non mi viene in mente nessun fumetto (a parte Topolino) che in qualche modo non lo sia. Da vedere assolutamente.

Didda23 18/10/11 15:04 - 2343 commenti

I gusti di Didda23

Giocattolone tutta violenza e intrattenimento, Sin City stupisce per la magnifica resa visiva che risulta essere uno spettacolo appagante ed esaltante per gli occhi. La sceneggiatura volutamente zeppa di iperbole ed esagerazioni, risulta essere perfetta per questo genere di opera: i dialoghi sanno essere "convincenti" e le voci off, pur risultando alquanto invadenti, sono efficaci. Per una serata di puro intrattenimento non si può chiedere di più... ****
MEMORABILE: La lap-dance di Jessica Alba.

Jdelarge 9/04/13 02:28 - 941 commenti

I gusti di Jdelarge

Rivisitazione in chiave moderna del genere noir, con tinte nettamente splatter e fumettistiche. La regia è impeccabile, il bianco e nero eccezionale e il contrasto di colori accesi sullo sfondo cupo di Sin City rende il tutto ancora più accattivante. Le prove degli attori sono tutte decisamente di ottimo livello, in primis quella di Mickey Rourke nei panni del bestione dalle capacità sovrumane. Il tocco di Tarantino è inconfondibile e la sceneggiatura di altissima qualità. Fantastico il personaggio di Junior, meschino e orrido.
MEMORABILE: L'ingresso in scena di Junior.

Beffardo57 12/11/13 23:18 - 262 commenti

I gusti di Beffardo57

Operazione di alto manierismo, con una resa grafica di grande impatto e sorprendenti effetti cromatici; vistosa e apprezzabile l'impronta di Quentin Tarantino. Il difetto (irrimediabile) è quello di immaginare un pubblico infantilmente insaziabile e bulimico; il risultato finisce quindi con l'essere stucchevole. Se fosse durato solo novanta minuti sarebbe stato ricordato come un esempio di originalità: così, invece, è solo un prodotto curioso, su cui però non è proprio il caso di tornare una seconda volta. La fine giunge con sollievo liberatorio.

Bruce 13/10/14 18:05 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Un incubo notturno a episodi intrecciati, una graphic novel in bianco e nero (e tanto sangue) esagerata, elegante e violentissima, una pellicola da vedere più che da capire. Questo è Sin City. Tra i tanti volti noti ci si innamora, al volo, di Jessica Alba.

Viccrowley 1/12/14 12:03 - 807 commenti

I gusti di Viccrowley

Riuscitissimo esperimento metatestuale, il film di Rodriguez trasla in blocco il quid fumettistico nel contesto cinematografico servendosi di assoluta geometria e stilizzazione. La sua (Ba)sin City è una tela scura dove si muovono macchie impazzite in cerca di una redenzione impossibile da ottenere. Lo storyline incastra e affastella personaggi e situazioni sovrapponendole e decostruendole in funzione di una continuity che vive in funzione di se stessa creando un mosaico d'azione furiosa e stilosamente costruita. Con un seguito del tutto superfluo.
MEMORABILE: Il Marv di Mickey Rourke; Il Bastardo Giallo; Rosario Dawson e le sue ragazze.

Il ferrini 29/01/16 23:48 - 1930 commenti

I gusti di Il ferrini

Visionario e psichedelico, questo lavoro di Rodriguez segna un passo importante nelle trasposizioni cinematografiche dei fumetti: per la prima volta, infatti, è il linguaggio del fumetto a uscirne assolutamente vincitore. Tuttavia le prove attoriali sono ugualmente notevoli (Rourke su tutti, ma anche Willis e Del Toro incantano nonostante l'esiguità dei dialoghi) in un film in cui la narrazione è affidata quasi totalmente alla voce fuori campo. Esteticamente siamo di fronte a un capolavoro, ma chi non ama il genere rischia di annoiarsi.

Faggi 6/05/16 20:13 - 1523 commenti

I gusti di Faggi

Che sia una sorta di animazione e dunque trasposizione in celluloide di un fumetto non è un disvalore. Sorvoliamo, peró, sul fatto che l'originale (il fumetto, appunto) è migliore del film. Superata la "vexata quaestio" delle fonti (lo stesso accade con la letteratura) il prodotto non mi è dispiaciuto. In fondo ci sono audacia, sperimentazione e rischio. Tolte certe esagerazioni e certi compiacimenti l'insieme funziona. Almeno una volta lo si può guardare.

Thedude94 22/01/17 23:15 - 776 commenti

I gusti di Thedude94

Molto sangue e violenza in questa trasposizione non troppo cinematografica del fumetto di Miller. I due registi vogliono a tutti i costi mantenere lo stile grafico dal quale deriva la storia, ma questa mescolanza di bianco e nero con un pezzo di colore non risulta molto convincente. Ottime le prime storie con protagonisti Willis e Rourke, che con molta passione interpretano i rispettivi ruoli. Risulta distante dal buon livello invece l'ultima parte, nonostante un bravo Del Toro; insomma, un miscuglio di belle prove, ma nel complesso non eccezionale.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Vito 15/04/17 01:29 - 686 commenti

I gusti di Vito

Pellicola realizzata con la tecnica del chroma key per rendere al meglio l'atmosfera e lo stile del grandioso fumetto di Miller. Purtroppo l'operazione non riesce del tutto e il noir decadente e folle di storie come "Un duro addio", "Quel bastardo giallo" o "Un'abbuffata di morte" sullo schermo non hanno lo stesso violento impatto che avevano sulle meravigliose tavole disegnate dall'artista statunitense. C'è come un alone di posticcio e artefatto. Inoltre, per ovvie ragioni, si lesina parecchio sul versante del nudo e del sesso.
MEMORABILE: Miho l'assassina armata di spada e shuriken a forma di svastiche.

Minitina80 23/09/19 15:44 - 2660 commenti

I gusti di Minitina80

Un'opera che vive dell'estetica, dell’immediatezza e dell’efficacia di alcuni dialoghi. Anche non conoscendo il fumetto di Miller da cui deriva, lo si può apprezzare senza particolari difficoltà. Il bianco e nero che richiama le pagine disegnate su carta è intrigante e originale, mentre il taglio narrativo scelto alimenta quel clima da noir di cui è impregnato che lo rende a suo modo affascinante. Tra i tanti volti noti spicca Rourke, il cui personaggio spadroneggia e vanta un dinamismo di cui gli altri difettano.
MEMORABILE: Macchine moderne! Sembrano rasoi elettrici con le ruote!

Paulaster 8/06/20 10:34 - 3415 commenti

I gusti di Paulaster

Tre episodi nella città immaginaria del peccato. Trasposizione del fumetto di Miller che non funziona a livello cinematografico. I dialoghi sono pomposi e anche se vengono recitati risultano finti. I vari ammazzamenti ci possono anche stare ma le amputazioni assortite alla lunga stancano (come la voce fuori campo). Tra i vari volti noti il migliore è Rourke, anche perché gli altri sembrano fuori posto; l'unica che poteva esprimere qualcosa è la Murphy, ma è sacrificata. Qualche sequenza risulta riuscita, anche se sembra un film solo per appassionati del genere. 
MEMORABILE: La Alba che sventola il lazo; Rourke che entra coi piedi nel vetro davanti della polizia; L'incontro nel vicolo. 

Michdasv 15/03/21 08:51 - 70 commenti

I gusti di Michdasv

Dopo centinaia di film che tradiscono l'originale, un film che lo rispetta alla lettera. Ogni personaggio ha una propria morale, ma è diversa da ciascuno degli altri: sorpresa, non ci sono Buoni ma molti Cattivi (però Miller aggredisce ad ampio spettro, la Chiesa, i politici, i poliziotti corrotti, carcerieri, avvocati, cannibali, pedofili... non si salva nessuno, neanche l'autonoma Repubblica delle Donne). I vari "duri" ripercorrono il Batman di Miller: anziano, pieno di acciacchi, consapevole delle debolezze eppure dedito a una "pulizia sociale". Da meditare.
MEMORABILE: Gli occhi di Becky (unici occhi colorati?); "Vuoi una sigaretta?".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Matalo! • 25/09/08 19:21
    Call center Davinotti - 620 interventi
    grazie.
    boh non ci arrivo; non capisco cosa intende
  • Discussione Matalo! • 25/09/08 19:24
    Call center Davinotti - 620 interventi
    ah ora ci sono arrivato; beh non so se le intenzioni fossero quelle riguardo il,sangue. Magari si rifà alla grafica del fumetto.Poi non sempre il sangue non è rosso anzi spesso lo è.In quanto alla sterilità dei sentimenti di rodriguez lo sappiamo da tempo che le scene violente non sono supportate da nulla altro che un divertimento grafico eccessivo (anche in questo io trovo il limite di un macabro senso dell'umorismo che diverte solo lui e Tarantino)
  • Curiosità Patrick78 • 7/05/09 11:01
    Magazziniere - 546 interventi
    Quentin Tarantino lo considera uno dei quattro migliori film del 2005.
  • Homevideo Patrick78 • 30/05/09 10:49
    Magazziniere - 546 interventi
    Disponibile in versione BLU RAY import UK con audio in italiano.Un'ottima edizione soprattutto se paragonata alla triste versione DVD italiana praticamente svuotata di ogni extra.Ecco cosa troverete nella versione BLU RAY:

    - Cine Explore: contenuto esclusivo per il bluray
    - Commento audio di Robert Rodriguez e Frank Miller
    - Commento audio di Rodriguez e Quentin Tarantino
    - Commento audio del pubblico della premiere ad Austin
    - A Hard Top With a Decent Engine: The Cars of Sin City
    - Making the Monsters: speciale FX
    - Trench Coats & Fishnets: i costumi di Sin City
    - Booze Broads & Guns: documentario
    - How It Went Down: Convincing Frank Miller To Make the Film - Giving the Characters Life: il casting
    - Special Guest Director: Quentin Tarantino
    - Il film in... Green Screen
    - Robert Rodriguez: documentario (15 minuti)

    - A scuola di cucina con Robert Rodriguez
    - The Long Take: 17 minuti ininterrotti con Tarantino
    - Sin City Night at Antones party
    - Bloopers
    - Sin-Chroni-City: gioco interattivo
    - Teaser
    - Theatrical trailers
    - The Hard Goodbye: novella interattiva di Sin City (Special Edition)
  • Homevideo Galbo • 30/05/09 18:09
    Consigliere massimo - 3880 interventi
    Però !!! edizione mica male, devo decidermi a passare al BR
  • Curiosità Ciavazzaro • 9/07/09 11:24
    Scrivano - 5631 interventi
    Adrien Body venne sottoposto a provino per il ruolo di Jackie Boy.
  • Curiosità Ciavazzaro • 27/12/09 12:17
    Scrivano - 5631 interventi
    A Christopher Walken fu offerto il ruolo di Hartigan.
    A Steve Buscemi quella di junior, a Willem Defoe e Michael Douglas la parte del senatore
    Roark.

    Fonte:Imdb
  • Homevideo Gestarsh99 • 28/10/11 18:05
    Scrivano - 18895 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 07/12/2011 per Miramax/Eagle Pictures:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 2.0 Stereo Dolby Digital: Inglese
    5.1 Dolby Digital: Inglese
    5.1 DTS: Italiano Tedesco Spagnolo
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese Inglese NU Tedesco Spagnolo
  • Discussione Raremirko • 8/06/17 22:43
    Addetto riparazione hardware - 3806 interventi
    Effettivamente attorno alla pellicola si era creato un pò troppo hype, in parte esagerato; ad ogni modo bravi attori, uno stile visivo unico e qualche cialtroneria evitabile (la tizia in auto che investe più volte Rpurke, per esempio).

    Un film discreto, o sottovalutato o sopravvalutato, in perfetto stile Rodriguez.

    Dispiace sempre più per Brittany Murphy...
  • Discussione Raremirko • 8/06/17 23:02
    Addetto riparazione hardware - 3806 interventi
    C'è da dire che Wood fa proprio bene ad accettare 'ste parti (in Maniac fa sempre un ruolo negativo, per dire, ed anche in Hooligans cambiava un pò...), differenziandosi dai soliti ruoli (Frodo, il ragazzino buono, ecc.).